Vedi ultimo messaggio Mestre: insulti sessisti ad arbitro donna

La ragazza insultata per tutta la partita dai genitori sugli spalti: la vicenda è finita sul tavolo del giudice sportivo e alla Federcalcio.

Un'ennesima incivile e vergognosa pagina nera del calcio dilettantistico arriva da Mestre. Nel corso della gara Treporti-Miranese, categoria Giovanissimi disputata mercoledì, un arbitro donna ha dovuto subire offese sessiste dalla tribuna per tutto il match e in più la provocazione di un 14enne che si è abbassato i pantaloncini in campo e l'ha sfidata ad espellerlo oppure a effettuare pratiche sessuali con lui. Come riporta il Gazzettino, la ragazza è assistita psicologicamente e aiutata a superare il difficile momento dalla sezione Aia di Venezia, mentre la vicenda è finita sul tavolo del giudice sportivo e alla Federcalcio, che ha inviato al Giudice Regionale gli atti per provvedimenti contro il ragazzino, oppure per l’invio della documentazione alla Federcalcio nazionale.

Giulia Nicastro ha cominciato a subire offese sin dal fischio d'inizio, quando una ventina di genitori del Treporti ha cominciato a offenderla invitandola a dedicarsi al mestiere più antico del mondo piuttosto che calcare i campi da calcio.

La solidarietà alle 22enne ragazza è stata immediata sia da parte della dirigenza della Miranese che dei componenti del team organizzatore dl Torneo Sottana, ma altrettanto non può dirsi di dirigenza e staff del Treporti che non hanno fatto nulla per richiamare i propri tifosi.

In un clima così incandescente, il peggio doveva ancora venire. Al momento dell'esecuzione di un calcio d'angolo un 14enne si è abbassato i pantaloncini in mezzo al campo sfidando apertamente l'arbitro: "Vediamo se hai il coraggio di espellermi oppure..." e qui l'invito a pratiche sessuali. Immediato il rosso per il ragazzino, cosa che ha fatto crescere ancor di più i toni dei genitori-ultras. A fine gara perfino uno dei giovanissimi della Miranese si è diretto verso il settore occupato dai genitori avversari, rimproverandoli per il comportamento incivile. Sono, poi, arrivate anche le scuse del Treporti. "Il nostro tesserato ha perso la testa: abbiamo già chiesto scusa alla società organizzatrice, lo stesso faremo all'arbitro che stiamo cercando di contattare dice Marco Dalla Puppa, dirigente litoraneo. A scaldare la situazione è stato un gruppo di circa venti persone, in gran parte genitori, che hanno rivolto al direttore di gara diversi insulti. Ed è stato in questo contesto che il nostro tesserato ha perso la testa e si è lasciato andare ad un gesto bruttissimo"

Fonte:
sportmediaset

Scrivi un commento [ Indietro ]

Tutti (o quasi) gli arbitri AIA su arbitri.com! E tu ci sei?

Cognome Sezione

Trova le designazioni della tua squadra!

Squadra

 Ultimi iscritti

Nome utente Iscritto il
ggiorgi_ 26 mag
andreade18 26 mag
leahem4 26 mag
brianago69 26 mag
Yudzhindus 26 mag
Allenemesk 26 mag
ultrasalsila 26 mag
joannfn1 26 mag


moviola
Regolamento
Vita sezionale

 Login

Nome utente:


Password:


Ricordati di me