Osservazione lettera rischio deferimento

Il luogo dove puoi conoscere altri arbitri della tua sezione, parlare di raduni, riunioni tecniche, tornei e tutto ciò che riguarda la tua sezione

Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda mons il gio gen 10, 2013 9:32 am

Ciao a tutti.

Vi scrivo questo per condividere osservazioni e spunti inerenti alla situazione che mi è accaduta.

Ho 27 anni e ho fatto il corso 2 anni fa; ovviamente sono catalogato come "anziano", quindi il mio obiettivo è sempre stato divertirmi e non puntare in alto, anche perchè con i miei impegni lavorativi non potrei fare altrimenti.
Le RTO purtroppo non ho potuto molto frequentarle; e quelle poche che ho fatto non sono mai state utili all'arricchimento personale/arbitrale.
Comunque, a dicembre mi arriva la lettera di promozione da giovanissimi ad allievi. Qualche giorno fa invece mi arriva la lettera, firmata dal presidente, riguardo la mancata presenza alle RTO con allegato dietro la lista delle riunioni, le presenze/assenze e gli orari delle mie "timbrate" comunicandomi quindi che sono a rischio deferimento.

Ora, dovrò parlare con il presidente per chiarire la mia situazione, sperando che ci sia interesse da entrambe le parti ( da parte mia sicuro!). Il punto è che non capisco come sia possibile che inviino direttamente queste lettere evitando quindi qualsiasi tipo di rapporto umano, che viene DOPO, ossia quando io, a fronte della lettera ricevuta, vado dal presidente per parlarne insieme.
Sin dal primo giorno mi è stato detto che non potevo crescere. E ci sta. Infatti faccio l'arbitro solo perchè mi diverto come un matto nei campi di calcio, e nulla di più. Ma al tempo stesso non capisco questa "gestione del personale".

Sicuramente sono in errore io, perchè il regolamento richiede una partecipazione assidua. Ma la mia è una riflessione sul modus operandi della sezione, tutto qui.
mons
 
Messaggi: 12
Iscritto il: ven set 21, 2012 3:41 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Giovanissimi

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda FollettoGigante il gio gen 10, 2013 9:37 am

Sezione grande o piccola? La frequenti? Comunque determinate comunicazioni (lettere, email, sms...) vengono inviate in automatico a tutti i "rei" di qualcosa almeno da me è così poi dal passare ai dati di fatto o meno dipende.... comunque parlare col proprio presidente in maniera cortese è sempre la scelta migliore... sappi che se la tua sezione ha poche gare come quella dell'altro collega che non vogliono promuovere in terza perché vecchio sei messo male....
FollettoGigante
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1887
Iscritto il: lun ago 27, 2012 3:34 pm
Ha detto grazie: 185 volte
E'stato ringraziato : 76 volte
Sezione di: Firenze
Qualifica: Arbitro
Categoria: Terza

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda mons il gio gen 10, 2013 9:41 am

e' una delle più grandi in Italia la mia sezione.
Non la frequento molto.
Sono sempre disponibile per le partite il we - ho dovuto rifiutare solo una partita - ma durante la settimana non vado spesso in sezione.
mons
 
Messaggi: 12
Iscritto il: ven set 21, 2012 3:41 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Giovanissimi

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda FollettoGigante il gio gen 10, 2013 9:51 am

:ok allora vai a parlare e vedrai che una soluzione il tuo presidente la trova... soprattutto se ha bisogno di arbitri.... almeno per mia esperienza è così poi ognuno ha una testa diversa... :shifty:
FollettoGigante
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1887
Iscritto il: lun ago 27, 2012 3:34 pm
Ha detto grazie: 185 volte
E'stato ringraziato : 76 volte
Sezione di: Firenze
Qualifica: Arbitro
Categoria: Terza

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda pintu84 il gio gen 10, 2013 9:55 am

Da quello che si percepisce da quanto scrivi, si vede che sei appassionato all'arbitraggio.Io sono arbitro da 10 anni e, pur avendo oggi la tua etâ, avendo iniziato 'in tempo', sono riuscito ad arrivare al Cra togliendomi delle soddisfazioni e a restarci anche adesso con un altro ruolo.Spezzo una lancia a tuo favore sul discorso umano.In questi anni ho visto progressivamente sparire o ridursi il rapporto umano che dovrebbe essere alla base in una Associazione.Si demanda molto alla formale burocrazia o a un rapporto non paritario e penso che questo processo degenerativo possa solo acuirsi e peggiorarsi purtroppo.Inoltre a titolo personale non condivido la rincorsa verso la gioventú a ogni costo.Sul tuo caso...sicuramente devi cercare di essere piú presente alle Rto (due/tre serate al mese penso sia fattibile) e confrontati bene col tuo Presidente esprimendo pacatamente il tuo disagio
pintu84
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 989
Iscritto il: ven apr 18, 2008 11:33 am
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 28 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda homer il gio gen 10, 2013 9:58 am

Sei lombardo per caso?
homer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: ven lug 15, 2011 12:20 pm
Ha detto grazie: 13 volte
E'stato ringraziato : 49 volte

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda arbitrello2 il gio gen 10, 2013 10:09 am

La lettera è un adempimento previsto dalle norme di funzionamento, percui volente o nolente il tuo presidente è obbligato ad inviartela.
Se non riesci a presenziare alle RTO, esistono le giustificazioni, se per valido motivo, oppure il congedo temporaneo dalla vita associativa (o qualcosa di simile, non ricordo più esattamente) che mi permette di esentarmi dalla presenza alle RTO. Sempre che il presidente lo accetti.
Comunque a fronte di questa comunicazione ufficiale e obbligatoria è sicuramente utile e positivo un colloquio con il tuo presidente di sezione.
Avatar utente
arbitrello2
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1790
Iscritto il: mar mag 01, 2012 8:11 pm
Ha detto grazie: 31 volte
E'stato ringraziato : 34 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Eccellenza

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda mons il gio gen 10, 2013 11:51 am

homer ha scritto:Sei lombardo per caso?



No...emilia romagna
mons
 
Messaggi: 12
Iscritto il: ven set 21, 2012 3:41 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Giovanissimi

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda Observer il gio gen 10, 2013 12:55 pm

mons ha scritto:Ciao a tutti.

Vi scrivo questo per condividere osservazioni e spunti inerenti alla situazione che mi è accaduta.

Ho 27 anni e ho fatto il corso 2 anni fa; ovviamente sono catalogato come "anziano", quindi il mio obiettivo è sempre stato divertirmi e non puntare in alto, anche perchè con i miei impegni lavorativi non potrei fare altrimenti.
Le RTO purtroppo non ho potuto molto frequentarle; e quelle poche che ho fatto non sono mai state utili all'arricchimento personale/arbitrale.
Comunque, a dicembre mi arriva la lettera di promozione da giovanissimi ad allievi. Qualche giorno fa invece mi arriva la lettera, firmata dal presidente, riguardo la mancata presenza alle RTO con allegato dietro la lista delle riunioni, le presenze/assenze e gli orari delle mie "timbrate" comunicandomi quindi che sono a rischio deferimento.

Ora, dovrò parlare con il presidente per chiarire la mia situazione, sperando che ci sia interesse da entrambe le parti ( da parte mia sicuro!). Il punto è che non capisco come sia possibile che inviino direttamente queste lettere evitando quindi qualsiasi tipo di rapporto umano, che viene DOPO, ossia quando io, a fronte della lettera ricevuta, vado dal presidente per parlarne insieme.
Sin dal primo giorno mi è stato detto che non potevo crescere. E ci sta. Infatti faccio l'arbitro solo perchè mi diverto come un matto nei campi di calcio, e nulla di più. Ma al tempo stesso non capisco questa "gestione del personale".

Sicuramente sono in errore io, perchè il regolamento richiede una partecipazione assidua. Ma la mia è una riflessione sul modus operandi della sezione, tutto qui.


Vedi, mons .... quando fai il corso arbitri dovrebbero parlarti anche del regolamento associativo. Che prescrive la presenza alle RTO come un "obbligo" non derogabile se non con giustificato motivo scritto.

Non voglio entrare nel merito della utilità o meno delle RTO nella tua sezione. Se sono noiose, me ne spiace. Ma restano obbligatorie, e tanto ci deve bastare.

Siccome è difficile essere turnisti di notte sempre e comunque, trasfertisti al circolo polare artico ogni settimana di RTO, o sempre impossibilitato a frequentare la Sezione, all'atto del corso Arbitri avresti dovuto far presente le tue problematiche, e produrre idonea documentazione che attesta che le sere di RTO sei impossibilitato.

Da me abbiamo minorenni che vengono accompagnati dai genitori per i quali abbiamo adattato la sala corsi per non farli annoiare. Abbiamo padri di famiglia che frequentano con il bimbo ed il passeggino ad a una "certa" se ne vanno perchè il bimbo va messo a nanna, e la mamma fa i turni la sera.

So .....

La sezione va frequentata, è una mancanza di rispetto non farlo. Per nobili che siano i tuoi impedimenti. Sta scritto nel regolamento AIA!

Quindi .....

A prescindere dal poco tatto che hanno avuto nello scriverti, hanno perfettamente ragione ed è tuo dovere di Associato fare tutto quello che è in tuo potere per frequentare la Sezione !!!! E' basilare per uno scambio di esperienze con i colleghi, per cementare le amicizie con i tuoi compagni di corso, per impedire all'OA che ti visiona una volta l'anno "scusa ma chi sei, non ti ho mai visto in Sezione" ......

Faccio fatica a comprendere il senso di questa tua lettera .... te lo giuro!
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5195
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 207 volte
E'stato ringraziato : 479 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Osservazione lettera rischio deferimento

Messaggioda marblearch il gio gen 10, 2013 12:57 pm

In una Sezione, tanto più grande, vi sono dei passaggi ovviamente impersonali, dato che gestire tutte le criticità ad una ad una con una telefonata credo sia impresa ardua. Considera che in difetto sei tu e non il tuo presidente. Tu avresti dovuto, a fronte di difficoltà a frequentare le riunioni, farti avanti ed esporre le tue difficoltà.Ci è capitato rarissimamente di trovare Presidenti cieci e sordi e non disposti al dialogo e alla comprensione. Ci è capitato molte volte invece, di trovare arbitri che pur in difetto regolamentare, appena ricevono sollecitazioni scritte si....risentono e si offendono. Considerate sempre quale e quanto è ingente il lavoro per un Presidente e quanti fronti ha dove dover operare.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2443
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 90 volte
E'stato ringraziato : 222 volte

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Vita sezionale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti