Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Quello che hai vissuto, in campo e fuori...

Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda lafrancy_1986 il sab set 08, 2018 11:07 pm

Ciao a tutti! Mi presento e faccio subito un quesito a chi ne sa più di me!
Sono Francesca, ho 32 anni, sono di Napoli e da quando avevo 20 anni fino ad ora mi sono solo occupata di giuria in altri sport e contesti (FIDAL e FIN). Da un po' di tempo (in realtà ormai da un anno, ma poi tentenno sempre) mi frulla in testa l'idea (forse malsana? ahah) di confrontarmi con lo sport più conosciuto e amato/odiato d'Italia, e di farlo come arbitro (ma si dice arbitra o no?) prima che per motivi atletici e anagrafici (oltre che familiari) io non possa più provarci.
Il punto è che ho alcune riserve che non so sciogliere e vorrei il vostro parere:
1) visto che sono "vecchia", dovrei forse orientarmi sugli Enti di Promozione Sportiva che fanno calcio amatoriale? Se sì, quale tra CSI, CSEN, UISP e AICS?
2) è vero che l'arbitraggio per gli Enti di Promozione Sportiva è pericoloso o demotivante (sento spesso dire che lì, le decisioni arbitrali lasciano il tempo che trovano);
3) se invece scegliessi la FIGC, oltre all'onore/onere di dover seguire un Corso Arbitri più lungo e difficile di quello proposto dagli EPS, a cosa andrei incontro, viste le mie scarse prospettive anagrafiche?
4) sempre assumendo che io scelga la FIGC, e considerando che sarei una specie di imbarazzante (e imbarazzata) mamma chioccia, mi designerebbero gentilmente all'interno del territorio di Napoli o mi manderebbero comunque sul cocuzzolo della montagna nel paesino vesuviano sperduto come qualsiasi giovane che deve gavettare?
5) questa è più che altro una mera curiosità: arbitrerei solo il calcio femminile?

Un saluto a tutti e grazie a chi vorrà rispondermi! :icon-mrgreen:
lafrancy_1986
 
Messaggi: 2
Iscritto il: sab set 08, 2018 10:30 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda NicoRizzo il dom set 09, 2018 12:55 am

Ciao Francesca, io da arbitro AIA non posso che consigliarti una "carriera" nella mia associazione: il motivo principale è che saresti, a mio avviso, più tutelata. Il calcio amatoriale, almeno dalle mie parti, è ricco di ignoranza e non è un ambiente da consigliare ad una ragazza. L'AIA, che come hai detto ti consentirebbe una formazione più seria, ti manderà in campo in ambito provinciale e ti troverai sempre a dirigere gare in campi non lontani dal tuo domicilio: i rimborsi dell'OTS (provincia) non sono elevatissimi ma adeguati a coprire i pochi km che ti chiedono di percorrere. Se poi per tua preferenza o scelta anagrafica preferisci dirigere gare di CALCIO A 5, opzione sempre valida e da tenere a mente, potresti avere maggiori ambizioni a livello sportivo. Le gare che dirigerai saranno per lo più del settore giovanile e di squadre maschili, più raramente dirigerai gare di campionati femminili.
In bocca al lupo per la tua nuova avventura!
NicoRizzo
 
Messaggi: 336
Iscritto il: lun giu 01, 2015 5:11 pm
Ha detto grazie: 27 volte
E'stato ringraziato : 22 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie A

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda Observer il dom set 09, 2018 8:41 am

Il problema che vedo, nella sua affiliazione AIA è che alcune sezioni potrebbero ostracizzarla perchè accettano candidati a "numero chiuso".

soprattutto al sud, dove gli arbitri non scarseggiano come al nord.

se ti accettano al corso arbitri, ti consiglio di fare il corso in FIGC in ogni caso per via della preparazione professionale, per le tutele, per la formazione e per la affidabilità di AIA come associazione.

conosco poco altri enti di promozione sportiva, ma sono portato a credere che sia un luogo comune il detto che essi siano ricettacolo di anziani e sgarruppati.

spesso associazioni snelle come il CSI arrivano a soluzioni pratiche prima dell'AIA che è ancora una associazione un poco elefantiaca e burocratizzata.

facci sapere.
****

Sono solo i superficiali a non giudicare mai dalle apparenze (O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4825
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 171 volte
E'stato ringraziato : 441 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda KATANEZ il dom set 09, 2018 7:09 pm

Alla persona che vorrebbe fare l'arbitro a 32 anni ---io sarei favorevole a tutte le eta ma solo su Figc lasciare perdere tutte le altre federazioni
MI RACCOMANDO SOLO F I G C
KATANEZ
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer giu 14, 2017 9:06 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Sezione di: Albenga
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda kkk il dom set 09, 2018 8:19 pm

A 32 anni, se già non lo sei, mi preoccuperei a diventare mamma considerando ogni sport che ho vissuto come semplice passione senza successo. Se fossi già mamma, mi preoccuperei di trasmettere la mia passione ai figli di tutti gli sport che mi hanno attratta. I figli, supportati e non indirizzati, danno soddisfazioni inenarrabili nei loro successi.
kkk
 
Messaggi: 268
Iscritto il: gio giu 30, 2011 11:35 am
Ha detto grazie: 29 volte
E'stato ringraziato : 14 volte
Sezione di: Voghera

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda aladar il dom set 09, 2018 8:41 pm

kkk ha scritto:A 32 anni, se già non lo sei, mi preoccuperei a diventare mamma considerando ogni sport che ho vissuto come semplice passione senza successo. Se fossi già mamma, mi preoccuperei di trasmettere la mia passione ai figli di tutti gli sport che mi hanno attratta. I figli, supportati e non indirizzati, danno soddisfazioni inenarrabili nei loro successi.


Ma che risposta è? Delicatezza zero proprio. A prescindere che la domanda fatta è un’altra, come ti viene in mente di affrontare un discorso così delicato! E se non potesse? Se non volesse? Se avesse avuto brutte esperienze? A volte mi cadono le braccia quando leggo certe cose!
Se volevo stare muta, facevo la pianista!
Avatar utente
aladar
Vincitore Toto-arbitri 2009/2010
 
Messaggi: 3437
Iscritto il: mar gen 15, 2008 12:26 pm
Ha detto grazie: 373 volte
E'stato ringraziato : 520 volte

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda Freedomofspeech il dom set 09, 2018 10:35 pm

kkk ha scritto:A 32 anni, se già non lo sei, mi preoccuperei a diventare mamma considerando ogni sport che ho vissuto come semplice passione senza successo. Se fossi già mamma, mi preoccuperei di trasmettere la mia passione ai figli di tutti gli sport che mi hanno attratta. I figli, supportati e non indirizzati, danno soddisfazioni inenarrabili nei loro successi.


Siamo quasi nel 2019, non nel 1950... quindi la donna deve solo figliare e stare a casa a badare alla casa e ai bambini rinunciando a qualsiasi aspirazione e passione? E se non volesse avere figli? O per te le donne devono fare figli altrimenti sono “donne a metà”? Non ho parole :lol:
Freedomofspeech
 
Messaggi: 328
Iscritto il: lun dic 30, 2013 3:37 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 21 volte

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda thedruyd il dom set 09, 2018 10:58 pm

kkk ha scritto:A 32 anni, se già non lo sei, mi preoccuperei a diventare mamma considerando ogni sport che ho vissuto come semplice passione senza successo. Se fossi già mamma, mi preoccuperei di trasmettere la mia passione ai figli di tutti gli sport che mi hanno attratta. I figli, supportati e non indirizzati, danno soddisfazioni inenarrabili nei loro successi.

Che classe però...complimenti...d'altronde cosa si vuole pretendere da uno con un nome utente del genere. Faresti meglio a scusarti.
thedruyd
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1046
Iscritto il: gio nov 05, 2015 9:06 pm
Ha detto grazie: 60 volte
E'stato ringraziato : 77 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda lafrancy_1986 il lun set 10, 2018 10:06 am

NicoRizzo ha scritto:Ciao Francesca, io da arbitro AIA non posso che consigliarti una "carriera" nella mia associazione: il motivo principale è che saresti, a mio avviso, più tutelata. Il calcio amatoriale, almeno dalle mie parti, è ricco di ignoranza e non è un ambiente da consigliare ad una ragazza. L'AIA, che come hai detto ti consentirebbe una formazione più seria, ti manderà in campo in ambito provinciale e ti troverai sempre a dirigere gare in campi non lontani dal tuo domicilio: i rimborsi dell'OTS (provincia) non sono elevatissimi ma adeguati a coprire i pochi km che ti chiedono di percorrere. Se poi per tua preferenza o scelta anagrafica preferisci dirigere gare di CALCIO A 5, opzione sempre valida e da tenere a mente, potresti avere maggiori ambizioni a livello sportivo. Le gare che dirigerai saranno per lo più del settore giovanile e di squadre maschili, più raramente dirigerai gare di campionati femminili.
In bocca al lupo per la tua nuova avventura!

Ciao Nico e grazie per la risposta! So che il C5 ha regole diversissime da quello a 11 e temo di non riuscire ad impararle bene. Lo avevo considerato nell'eventualità di dovermi trasferire a Roma per lavoro (attendo di saperlo nelle prossime settimane, ma mi sa che resto a Napoli) ma solo nell'ambito del CSI perché so che lì c'è un campionato di C5 femminile amatoriale molto vivace. Pensavo che sarebbe carino dirigerne qualche competizione.
Observer ha scritto:Il problema che vedo, nella sua affiliazione AIA è che alcune sezioni potrebbero ostracizzarla perchè accettano candidati a "numero chiuso".
soprattutto al sud, dove gli arbitri non scarseggiano come al nord.
se ti accettano al corso arbitri, ti consiglio di fare il corso in FIGC in ogni caso per via della preparazione professionale, per le tutele, per la formazione e per la affidabilità di AIA come associazione.
conosco poco altri enti di promozione sportiva, ma sono portato a credere che sia un luogo comune il detto che essi siano ricettacolo di anziani e sgarruppati.
spesso associazioni snelle come il CSI arrivano a soluzioni pratiche prima dell'AIA che è ancora una associazione un poco elefantiaca e burocratizzata.
facci sapere.

Ciao Observer. Non credevo che ci fossero corsi a numero chiuso, anzi pensavo che in ogni sport ci fosse sempre carenza cronica di ufficiali di gara (così è in FIDAL e un po' anche in FIN)! Verificherò se c'è posto, altrimenti per forza di cose sceglierò un EPS secondario. E sì, anche io come te penso che circolino un po' di luoghi comuni infondati sugli altri enti di promozione sportiva.
KATANEZ ha scritto:Alla persona che vorrebbe fare l'arbitro a 32 anni ---io sarei favorevole a tutte le eta ma solo su Figc lasciare perdere tutte le altre federazioni
MI RACCOMANDO SOLO F I G C

Grazie del consiglio Katanez, direi che mi sto convincendo...
kkk ha scritto:A 32 anni, se già non lo sei, mi preoccuperei a diventare mamma considerando ogni sport che ho vissuto come semplice passione senza successo. Se fossi già mamma, mi preoccuperei di trasmettere la mia passione ai figli di tutti gli sport che mi hanno attratta. I figli, supportati e non indirizzati, danno soddisfazioni inenarrabili nei loro successi.

Gentilissimo. Se proprio vuoi saperlo, mi sposo tra poco più di due anni; magari i figli arrivano tra tre o quattro anni. Che dici, ho ancora tempo per provare qualcosa che mi incuriosisce da un bel po' (ma che non ho mai avuto il coraggio o la possibilità di tentare), o sono scaduta come uno yogurt del discount?
Non credere che io non capisca il tuo punto di vista, ma tu non conoscendomi non puoi certo sapere quali siano i miei programmi nel mio breve e medio periodo, né che nonostante la mia "tarda" età, pratico regolarmente ancora alcune discipline dell'atletica leggera.
Cordialità.
lafrancy_1986
 
Messaggi: 2
Iscritto il: sab set 08, 2018 10:30 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Arbitrare a 32 anni. FIGC o altro EPS minore?

Messaggioda Edwin il lun set 10, 2018 10:54 am

kkk ha scritto:A 32 anni, se già non lo sei, mi preoccuperei a diventare mamma considerando ogni sport che ho vissuto come semplice passione senza successo. Se fossi già mamma, mi preoccuperei di trasmettere la mia passione ai figli di tutti gli sport che mi hanno attratta. I figli, supportati e non indirizzati, danno soddisfazioni inenarrabili nei loro successi.

spero tu non sia un arbitro perchè con discorsi del genere ci fai apparire ancora più "arretrati" di quanto lo siamo già. Non c'era bisogno di discorsi inutili come quello che hai fatto tu. La ragazza chiedeva un consiglio su dove iniziare ad arbitrare NON su come gestire la sua vita.

Tornando alla domanda sicuramente con l'AIA potrai vivere un'esperienza più professionale, ma devi sentire la sezione vicina a te perchè l'età è alta e non tutti accettano persone oltre i 30 anni, soprattutto se ci sono poche gare da designare e molti arbitri disponibili.
Avatar utente
Edwin
Amministratore
 
Messaggi: 3414
Iscritto il: mer ago 08, 2007 2:10 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 157 volte

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Regole del forum
E' vietato parlare delle gare dirette prima che il Giudice Sportivo abbia deliberato.
In seguito alle delibere del Giudice Sportivo, parlare delle proprie partite è liberamente consentito, purché non si faccia alcun riferimento alla valutazione del comportamento tecnico e disciplinare dei singoli tesserati;

Torna a Esperienze Personali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti