Miglioramento della Comunicazione

Quello che hai vissuto, in campo e fuori...

Miglioramento della Comunicazione

Messaggioda Ivanschitz il mer dic 11, 2019 12:19 am

Salve, sono un arbitro C5 Ots. Scrivo su questo Forum per avere consigli inerenti la comunicazione con i calciatori. Vorrei avere più sicurezza, dato che ad ogni partita sento di essere perennemente insicuro soprattutto nel 'confronto' col il suddetto calciatore. Quali possono essere consigli per una buona comunicazione? Io, il più delle volte, sono sempre portato quasi a giustificare le mie scelte, come se fosse un obbligo. Più di un osservatore mi ha fatto notare ciò, consigliandomi ovviamente di non farlo, dato che non è mia responsabilità. Credo che dovrò veder più partite dal vivo, perché proprio la mancanza di un confronto mi penalizza molto nel corso di una partita.Tra l'altro non tendo quasi mai ad usare i cartellini per proteste, a meno che non siano palesi. Sbaglio anche qui!
Avete qualche consiglio? Vi ringrazio anticipatamente!
Ivanschitz
 
Messaggi: 1
Iscritto il: lun ott 21, 2019 10:40 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Qualifica: Arbitro calcio a 5
Categoria: Allievi

Re: Miglioramento della Comunicazione

Messaggioda Moviolista1 il mer dic 11, 2019 6:10 am

Trova la tua strada e seguila, alla fine crescerai in personalità e quei cartellini che oggi risparmi non ti serviranno nemmeno più.
Non sei tenuto a spiegare niente a nessuno, non badare troppo ai calciatori, quelli provano sempre a protestare, digli chiaramente una cosa tipo :” è fallo ho visto io, andiamo”
Io per scelta ho deciso di rimanere all’ ots, juniores allievi,( ero arrivato in eccellenza giovanissimo, poi ho preso altre scelte) ho una confidenza tale con la categoria che parlo molto in campo ma non spiego mai, che non è sbagliato di per se, viene il capitano e gli puoi tranquillamente spiegare, non sempre però sennò non giochiamo più.
Sono dettagli ed accortezze.
Se tu parli con una persona che poi non vuole ascoltare, lo aspetti al varco, con il giallo pronto
Moviolista1
 
Messaggi: 213
Iscritto il: sab ott 26, 2019 7:03 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 9 volte
Sezione di: Biella
Qualifica: Arbitro
Categoria: Seconda

Re: Miglioramento della Comunicazione

Messaggioda Georghe84 il mar dic 17, 2019 1:07 pm

Come alcuni ricorderanno (perché l'ho già scritto in passato), io non sono mai stato arbitro AIA, bensì giocatore e dirigente in LND; ed ho una piccola esperienza di arbitraggio nei tornei di calcio a 5 (di quelli con "poche tutele" per i DDG).
Quindi io ti offro la prospettiva opposta, seppur con un'esperienza più da calcio a 11 che a 5.
Da giocatore (alla fine sempre capitano) io ero uno di quelli che parlava molto in campo, con compagni, avversari e DDG. Con massimo rispetto, ma anche con decisione, avendo una discreta conoscenza regolamentare. Difatti tante volte mi è capitato (specie in Terza e Seconda cat., quando avevo ruolo da dirigente) di confrontarmi a fine gara con alcuni DDG, specie giovani, in modo molto costruttivo.
Quanto a te, non esistono comportamenti "standard" ed effettivamente non sei tenuto a giustificare niente. Tuttavia, specie nel calcio a 5, nel quale il campo è piccolo, per cui se parli ti possono sentire un po' tutti, a volte ti può semplificare la vita ed evitare proteste (con conseguenti atteggiamenti antipatici e sanzioni) se tu previeni la protesta.
Mi spiego (con la mia piccola esperienza di arbitraggio, che è mia e non dico per forza che sia la migliore). Ad esempio, quando c'è un contrasto che secondo te è "buono" ma ti rendi conto che sia al limite, piuttosto che restare impassibile (atteggiamento che qualcuno può interpretare come un "se lo è perso", per cui può provare a farti pressione) puoi dire a voce chiara "buono" (oppure "gioca" oppure "palla"), insomma, far capire che hai visto e deciso e non che semplicemente hai lasciato giocare perché non sapevi che fare.
Dinanzi ad una protesta "robusta ma educata" spesso è disarmante che il DDG risponda "ho visto così, non sono infallibile, ma non posso fischiare ciò che non vedo" (o parole simili). Si tratta di un atteggiamento umile ed umano dinanzi al quale il giocatore con cervello (sottolineo, con cervello) di norma non ha niente da controbattere e ti dà la mano!
Per me il concetto è questo: molta prevenzione; umanità e comprensione, finché è possibile; fermezza massima, invece, col più piantagrane di ogni squadra (sia giocatore o dirigente) per far capire che sei comprensivo ma non lo zimbello.
Spero di esserti stato utile e... AUGURI!
Georghe84
 
Messaggi: 446
Iscritto il: lun dic 28, 2015 4:33 pm
Ha detto grazie: 28 volte
E'stato ringraziato : 27 volte

Re: Miglioramento della Comunicazione

Messaggioda FollettoGigante il mar dic 17, 2019 8:55 pm

Concordo con Georghe84, spesso dire frasi come: "palla" sui tackle o "ho visto" sui tocchi di mano... fa capire che noi siamo sul pezzo e che abbiamo dato un giudizio.
Il non dire nulla, purtroppo, ci fa passare come "non vedenti"... se poi proprio non abbiamo visto (tipo un giocatore ci ha coperto la visuale..) allora anche dire: "ero coperto" è meglio che non dire nulla. Almeno per me è così e solitamente le proteste si affievoliscono subito.
FollettoGigante
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1909
Iscritto il: lun ago 27, 2012 3:34 pm
Ha detto grazie: 192 volte
E'stato ringraziato : 78 volte
Sezione di: Firenze
Qualifica: Arbitro
Categoria: Terza



{ SIMILAR_TOPICS }


Regole del forum
E' vietato parlare delle gare dirette prima che il Giudice Sportivo abbia deliberato.
In seguito alle delibere del Giudice Sportivo, parlare delle proprie partite è liberamente consentito, purché non si faccia alcun riferimento alla valutazione del comportamento tecnico e disciplinare dei singoli tesserati;

Torna a Esperienze Personali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti