Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Tutto quello che non trovi in tutte le altre sezioni

Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda BlueLord il ven dic 29, 2017 12:57 pm

Mi permetto di scrivere questa analisi quando siamo ormai arrivati a metà della gestione del primo anno di Rizzoli da responsabile della CAN A. Ebbene, già è possibile evidenziare moltissimi aspetti e alcuni cambiamenti sono decisamente evidenti.
Con Rizzoli in questi primi sei mesi per me c'è stato un taglio decisamente netto, in tutti i sensi, con la passata gestione Messina. Voglio prima di tutto specificare che in questa mia analisi non prenderò in considerazione in fattore VAR, né analizzandolo in sé stesso, né come possibile motivazioni di designazioni di un certo tipo. Io infatti ritengo che Rizzoli avrebbe fatto le scelte fatte in qualsiasi condizione, anche senza "ausilio tecnologico".
Di base, ritengo che Rizzoli abbia davvero dato una opportunità a tutti e risollevato quasi completamente chi nella gestione precedente per motivi vari era stato un po' messo ai margini.
Il primo tra tutti, in termini di fiducia acquisita e di "scommessa" (se così possiamo dire) immediata da parte del designatore, senza alcuna esitazione è secondo me il ravennate Fabbri. Fabbri è infatti per me l'esempio paradigmatico del nuovo corso.
Se facciamo un paragone con come aveva chiuso nella gestione Messina (sempre relegato in gare tra squadre di mezza classifica, mai una big in casa, mai diretto a Napoli, Milano e Roma sponda giallorossa), notiamo come Rizzoli abbia scelto lui invece fin dall'inizio, con la designazione agli albori della nuova gestione, e cioè quarto ufficiale nella supercoppa. Sembra una banalità ma non lo è. Immediatamente è poi seguita la gara Verona - Napoli, e ancora una serie di partite di media-alta importanza. Il ravennate è in lizza per un posto da internazionale l'anno prossimo. In una situazione simile ritroviamo senza dubbio Mariani, altro elemento su cui il designatore sta puntando molto, e che potrebbe essere nominato internazionale nel 2019.
Questi sono elementi su cui avrebbe dovuto lavorare maggiormente la gestione precedente, quella di Messina, per provare almeno a creare delle alternative per le nomine ad internazionale. Cosa che non è stata fatta, con grave colpa e grandi timori da parte del bergamasco, e quindi ora Rizzoli prova a lavorarci per rimediare, ma al contempo è stato "costretto" a fare una scelta importante quale la promozione di un arbitro 40enne, ma altamente valido, come Daniele Doveri ad internazionale. Il romano ha avuto sin da subito la fiducia di Rizzoli e ha meritato la nomina con prestazioni notevoli, direi con un solo incidente di percorso a parte. Questa nomina è in parte spiegata dall'assenza di arbitri più giovani da proporre, come detto prima, ed è anche frutto della gestione precedente che non ha creato altro, ma al contempo lui l'ha meritata.
Similmente internazionale è stato nominato Di Bello, percorso per fortuna questo già iniziato da Messina. Il bridisino con Rizzoli ha continuato ad avere gare di medio-alto livello, col picco secondo me in Fiorentina - Roma, ma ora, nonostante la nomina ricevuta, gli manca senza dubbio un acuto, una partita più difficile, qualcosa di tosto, che sicuramente verrà in futuro. Ad ora comunque bene sotto la gestione Rizzoli (ripeto che non considero situazioni VAR in questa analisi).
Un'altra importante cosa da evidenziare è il lavoro di recupero con Pairetto, che sicuramente possiamo dire positivo, nel senso che il torinese ha avuto anche delle gare discrete come Cagliari - Inter, e se proprio non potrà dire la sua ad alti livelli alla pari di altri, potrà almeno "guadagnarsi la pagnotta" da CAN A senza infamia e senza lode, insomma un recupero mirato da parte del bolgonese, per non avere tutta una stagione con un elemento in meno in rosa. Relativamente invece all'altro secondo anno, Maresca, questi ha avuto un inizio difficoltoso con la nuova gestione, incappando probabilmente in qualche stop per vari motivi, ma alla fine, visto il percorso degli ultimi tempi, direi che si sta incamminando nella norma anche lui, in termini di considerazione. Come sempre forse la verità sta nel mezzo: nella gestione precedente aveva avuto troppa pressione addosso sentendosi di dover dimostrare chissà cosa, e ora un po' si sta riprendendo. Vedremo come evolverà.
Analizzerei poi la situazione di Calvarese e Gavillucci: il primo, comunque dovrebbe lasciare la CAN A tra non troppo tempo,e agli occhi di Rizzoli è un arbitro esperto da impiegare con raziocinio e senza problemi che "venga bruciato", mentre il secondo, che avrebbe sulla carta in realtà ancora molte stagioni, al momento, facendo un'analisi di età, appartenenza e designazioni, sembrerebbe tra tutti i CAN A, il meno considerato e se qualcuno lo vuole scrivere, a rischio. Tuttavia ritengo che non si possa fare ancora questo discorso, siamo a metà dell'opera e tutto è possibile nella seconda metà di stagione. L'augurio è che il fischietto di Latina possa migliorare ed avere qualche designazione più interessante. Pesa in ogni caso il grave errore di Sampdoria - Sassuolo, prima veniva comunque da un periodo buono.
Damato, ex internazionale, al suo ultimo anno e in deroga, lascerà sicuramente a fine stagione, impiego nella norma per lui.
Prima di passare ai primi anno, capitolo spinoso: Giacomelli. Va evidenziato come ad inizio stagione Rizzoli avesse trovato nel triestino un elemento di grande affidabilità, con la designazione, tra le altre, per il derby di Torino. Purtroppo però in Lazio - Torino è poi accaduto qualche problema, e l'arbitro è finito nel ciclone mediatico. Qui secondo me vedremo l'abilità nella gestione umana, più di ogni altro caso, di Rizzoli. Dovrà essere bravo a riproporlo gradualmente e far sì che venga accettato da tutti come era prima, in un clima sereno e cordiale. Rizzoli potrà riuscire in questo difficile compito, sono certo. Ad ora comunque possiamo dire che Lazio - Torino, al netto di tutto, sia stata l'unica criticità molto seria, specie in termini mediatici, della nuova gestione. Si ricomincia per il triestino con il quarto di finale di Coppa Napoli - Atalanta (notizia uscita mentre scrivevo). Ovviamente i migliori auguri da parte mia.
Sui primi anno, possiamo evidenziare sicuramente diversi aspetti: a mio parere al momento chi ha fatto meglio è Abisso, partito molto bene, ha ricevuto quasi immediatamente la designazione per il derby di Verona, e poi anche altre gare molto buone per un primo anno. Tuttavia negli ultimi tempi, l'ho visto un po' in calo, ma nel complesso il bilancio resta sempre molto positivo. Pasqua invece secondo me ha patito molto l'assenza probabilmente per infortunio, che gli ha tolto molte partite e non ha potuto esprimere il suo potenziale. Ora Rizzoli lo sta riabilitando, ma è chiaro come a differenza magari di Abisso stesso, il laziale necessiti di tempo. Da seguire.
In una situazione chiaramente diversa è invece Manganiello, incappato purtroppo spesso in prestazioni negative, con anche un rimbrotto, a quanto pare, da parte di Nicchi in occasione di una gara del Sassuolo. Il torinese deve recuperare un po' la fiducia nei propri mezzi, e Rizzoli sicuramente gli darà grandi opportunità come le ha date agli altri. Essendo un primo anno ha tutto il tempo davanti.
Capitolo finale, sugli internazionali (scusate se ho un po' mischiato i CAN A per appartenenza): senza farla troppo lunga direi che elementi come Banti, Rocchi, Orsato, Tagliavento, Irrati e anche Mazzoleni, avessero bene o male già mostrato il loro valore e fossero in una condizione simile all'attuale, il focus invece qui è sicuramente su Massa, Guida e Valeri. Il ligure è sicuramente al momento l'elemento per il futuro tra gli internazionali "giovani" (anche se ormai non so se abbia più senso usare questo termine, visto che pure ha 36 anni). Dovrebbe scalare le categorie UEFA presto, e dovrebbe convincere anche a livello nazionale. Ad oggi questo è il lavoro in fase di stand-by da parte della commissione Rizzoli: ha ottenuto la supercoppa, ma dopo quella gara ad oggi nulla più. Non so quanto abbia inciso il pasticcio di Bologna - Torino, agli albori del VAR (qui sono costretto a citarlo), ma sta di fatto che mi sarei aspettato decisamente qualche designazione di peso in campionato, Lazio - Fiorentina è stato l'acuto, decisamente ne attendiamo altri. Magari già nelle prossime giornate.
Capitolo Valeri: il romano era ai margini con la gestione Messina, Rizzoli l'ha completamente riabilitato con due grandi classiche del calcio italiano ben dirette. Davvero ottimo il rendimento del romano, ormai alla soglia dei 40, che se avesse avuto più fiducia e fortuna prima si sarebbe potuto togliere grandi soddisfazioni in campo internazionale (in quello nazionale potrà farlo sempre). Infine Guida: per me altra nota positiva. Prima parte di stagione decisamente sopra gli standard, se paragonata a quelle precedenti, e il tutto è culminato in Milan - Inter, designazione per il derby di coppa Italia. Nel complesso credo ne sia uscito bene: discorso simile a Pairetto, in relazione alla gestione che ne fa il designatore, magari non arriverà ad ambire a livelli altissimi come i suoi colleghi, ma così come per il torinese, anche il napoletano potrà ambire ad essere un elemento "risollevato", senza infamia e senza lode, magari dirigendo qualche big match ogni tanto, visto il titolo di internazionale che ricopre. Doveroso questo processo da parte di Rizzoli.
Insomma ad oggi, fine dell'anno, il bilancio della gestione Rizzoli è molto positivo, e il bolognese si dimostra molto più oculato ed assennato rispetto al suo predecessore. Ha coraggio nelle designazioni (e ripeto, che ci sia il VAR vale fino ad un certo punto), non esagera con designazioni para-culo (ma alcune comunque restano necessarie e ogni buon designatore lo sa), se va avanti così secondo me davvero si potrà dire che abbia risollevato un gruppo almeno relativamente a diversi elementi.
Chiudo evidenziando ancora una volta secondo me le cose da fare ora con più importanza nell'immediato: inserimento ad alti livelli nazionali almeno di Massa, e riabilitazione di Giacomelli.
Scusatemi per la lunghezza del post, spero abbiate avuto piacere a leggere!
Avatar utente
BlueLord
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 17147
Iscritto il: dom dic 21, 2008 11:04 am
Località: Campania
Ha detto grazie: 2270 volte
E'stato ringraziato : 736 volte

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda arrigo il ven dic 29, 2017 1:28 pm

BlueLord ha scritto:Chiudo evidenziando ancora una volta secondo me le cose da fare ora con più importanza nell'immediato: inserimento ad alti livelli nazionali almeno di Massa, e riabilitazione di Giacomelli.


La designazione di Giacomelli in Coppa Italia a Napoli va proprio in questa direzione, credo. E la scelta di affiancarlo a un VAR di grande esperienza e qualità (Damato) non è casuale.
arrigo
 
Messaggi: 267
Iscritto il: ven gen 28, 2011 11:14 am
Ha detto grazie: 26 volte
E'stato ringraziato : 32 volte

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda FDalo il ven dic 29, 2017 1:42 pm

Devo dire di aver letto questo post con piacere e curiosità e devo dire che sostanzialmente approvo tutti gli argomenti da te citati. Un altro da riabilitare per me è Manganiello che aveva cominciato benissimo la stagione, poi dopo l'errore in Udinese-Cagliari sembra essersi un po'perso. Io lo vedevo come una sorta di Doveri nel futuro: arbitro che prende sempre o quasi partite medio-importanti con un big match a stagione, magari. Maresca invece è uno di quelli che secondo me ha stravolto troppo il suo stile di arbitraggio nella gestione Rizzoli: bisogna capire se sono disposizioni mal interpretate (successe a Rizzoli stesso) oppure delle direttive che gli ha dato personalmente il designatore. Certo è che nella scorsa stagione stava facendo meglio, insomma, il meno considerato della scorsa stagione, Pairetto, sta ottenendo partite migliori delle sue... idem per Gavillucci, il quale però ha sostanzialmente mantenuto il suo stile, che evidentemente non piace al designatore. Poi mettiamoci anche gli errori (corretti e non dal VAR)...
Io riassumerei dunque questa prima parte di stagione con questa tabella (senza considerare i primi anno):
IN CRESCITA: Di Bello, Guida, Doveri, Fabbri, Mariani, Valeri;
LIEVE MIGLIORAMENTO: Irrati, Mazzoleni, Tagliavento, Pairetto, Massa;
STABILI: Rocchi, Orsato, Banti, Giacomelli, Damato;
LIEVE PEGGIORAMENTO: Calvarese;
SCARSA CONSIDERAZIONE (IN CALO): Maresca, Gavillucci.
FDalo
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2224
Iscritto il: mer giu 15, 2016 7:30 am
Ha detto grazie: 81 volte
E'stato ringraziato : 118 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda emiro1965 il ven dic 29, 2017 1:52 pm

Letto tutto BlueLord , e Maresca? La parola che voglio legare a Rizzoli è FUTURO. Del futuro si deve occupare !! il vero problema è li
Ultima modifica di emiro1965 il ven dic 29, 2017 2:07 pm, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
emiro1965
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1138
Iscritto il: ven giu 13, 2008 8:57 pm
Ha detto grazie: 118 volte
E'stato ringraziato : 37 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Scambi

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda Zantaf il ven dic 29, 2017 1:54 pm

Mi sembra un quadro molto ottimistico.
I grandi arbitri, uno alla volta, ci saluteranno ed è gioco forza per l'OT concedere maggior esperienza al resto del parco tecnico a disposizione. Bene sicuramente il recupero di Valeri, ma la canonizzazione dei nuovi internazionali, senza nessuna esperienza di big match e decisamente altalenanti nel rendimento storico, sembra il frutto di scelte fatte in altri luoghi...
Se alcuni degli arbitri che sotto Messina sembravano perduti sono stati recuperati - anche se parzialmente - altri sono tutt'ora oggetti misteriosi, come Maresca e Pairetto. L'unica grande novità della gestione Rizzoli è il buon numero di gare messe a disposizione per gli arbitri della CAN B. Ciò certamente grazie a un campionato che riserva pochissime gare di comprovata qualità e alla presenza di squadre molto medeste che consentono un impiego, anche costante, di arbitri interessanti e di prospettiva come, per esempio, il prossimo esordiente Fourneau o Di Martino.
Il VAR mi sembra dequalificante per il ruolo Assistenti, forse la parte tecnica che negli ultimi anni aveva mostrato notevolissimo miglioramento.
In conclusione, date una occhiata all'attività internazionale dei nostri arbitri e vi renderete conto che tolti i Top Class e i primi livelli, il resto finsice la sua attività internazionale già a ottobre, se va bene. Significherà pur qualcosa...
P.S. Speriamo di recuperare presto Orsato in tutto il suo splendore.
Zantaf
 
Messaggi: 244
Iscritto il: mar mar 01, 2016 9:48 am
Ha detto grazie: 9 volte
E'stato ringraziato : 17 volte
Sezione di: Roma1
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda NicoRizzo il ven dic 29, 2017 2:13 pm

Grazie BlueLord, ho letto veramente con piacere questo tuo post. Aggiungerei agli arbitri "recuperati" anche Mazzoleni, che ha diretto bene e con personalità partite ostiche. È vero che con Messina otteneva designazioni comunque buone, ma di certo non erano meritate come quelle di adesso. Sono sorpreso ma felice del rientro di Giacomelli in una gara comunque importante, buon segnale per il triestino, arbitro valido ed affidabile. Spero che Massa otterrà a breve qualche big match, li sta meritando e Rizzoli lo sta lanciando un passo alla volta.
Sarebbe interessante se qualcuno esperto e aggiornato potesse analizzare anche la situazione degli assistenti, ne abbiamo diversi molto validi a mio avviso.
NicoRizzo
 
Messaggi: 39
Iscritto il: lun giu 01, 2015 5:11 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 3 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie A

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda BlueLord il ven dic 29, 2017 2:22 pm

NicoRizzo ha scritto:Grazie BlueLord, ho letto veramente con piacere questo tuo post. Aggiungerei agli arbitri "recuperati" anche Mazzoleni, che ha diretto bene e con personalità partite ostiche. È vero che con Messina otteneva designazioni comunque buone, ma di certo non erano meritate come quelle di adesso.

Sono assolutamente d'accordo su questa puntualizzazione relativamente a Mazzoleni.
Avevo pensato poi di scrivere anche di assistenti, come proponi, ma sarebbe stato troppo lungo.
In ogni caso, per farla breve, mi pare che la gestione degli assistenti sia molto, molto positiva. Si stanno segnalando molti outsider, anche se poi gli internazionali di peso continuano, come è giusto che sia, ad ottenere big match.
Avatar utente
BlueLord
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 17147
Iscritto il: dom dic 21, 2008 11:04 am
Località: Campania
Ha detto grazie: 2270 volte
E'stato ringraziato : 736 volte

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda FDalo il ven dic 29, 2017 3:04 pm

Effettivamente pure Stefani si merita un bel po'di complimenti. L'unico elemento che gli manca da rigenerare è Preti...
FDalo
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2224
Iscritto il: mer giu 15, 2016 7:30 am
Ha detto grazie: 81 volte
E'stato ringraziato : 118 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda pecosbill il ven dic 29, 2017 3:20 pm

Bravo BlueLord, poco da aggiungere se non sottolineare che con la gestione Rizzoli nessuno è peggiorato. Lo stesso Manganiello ha la "carriera" caratterizzata da alti e bassi: fenomeno in Lega Pro ha stentato in B per poi "esplodere" -giusta valutazione?- nello scorso campionato. Ecco, forse ora capisco perchè Rizzoli era il numero uno al mondo. E' bravo, capace, intelligente ...non un fenomeno.
pecosbill
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 505
Iscritto il: sab mar 24, 2012 3:22 pm
Ha detto grazie: 75 volte
E'stato ringraziato : 73 volte

Re: Bilancio CAN A Girone d'andata 2017-18 gestione Rizzoli

Messaggioda Salt il ven dic 29, 2017 4:15 pm

Bluelord : analisi accurata e interessante come sempre. Grazie del post.
Senza riprendere tutti i punti dico la mia in linea generale.
Concordo con Bluelord quasi su tutto: su un paio di punti sono, parzialmente, in disaccordo.
1) la VAR ha aiutato tantissimo questo tipo di designazioni: con la VAR sai che gli errori clamorosi e mediatici vengono quasi tutti cancellati. Credo che senza VAR avremmo avuto designazioni meno coraggiose anche se diverse da quelle di Messina.
2) Pairetto: Rizzoli ha provato a rilanciarlo ma ha chiaramente dimostrato di non poter stare in serie A. Tantissimi errori, e molte prestazioni alquanto rivedibili. Infatti nelle ultime giornate è tornato a dirigere match di scarso interesse. Il suo problema maggiore: l' ansia che ha in campo. Non mette per nulla tranquillità.
3) Maresca e Gavillucci: si vede che sono arbitri che non fanno impazzire il bolognese. Il primo per un fattore anagrafico sta portando Rizzoli a recuperarlo piano piano (anche se non entrerà mai nelle grazie del designatore), il secondo sta finendo un po' nel dimenticatoio ed è un po' a rischio (anche se presto per dare giudizi su questo).
4) Irrati: mi piace tantissimo perchè arbitra sempre come se non ci fosse la VAR. Mi ricordo tantissime decisione prese e non prese incuranti del VAR. Prevedo per lui davvero un grande futuro. Peccato non sia giovanissimo a livello internazionale.

Per chiudere giudizio più che positivo per Rizzoli, complimenti a lui anche per come sta gestendo la VAR: dopo due giornate iniziali disastrose ha rimesso gli arbitri in carreggiata.
Salt
Vincitore Toto-arbitri 2014/2015
 
Messaggi: 7475
Iscritto il: ven apr 13, 2012 11:50 am
Ha detto grazie: 53 volte
E'stato ringraziato : 342 volte

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Varie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite