Pagina 1 di 2

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: lun mag 19, 2008 10:51 am
da teo6791pr
Si. Ovviamente parliamo di un fallo di cui l'assistente sia certo, potrei farti l'esempio di un fallo di mano commesso da un attaccante si porta in avanti in pallone, in questo caso ,l'arbitro trovandosi dietro al calciatore, non potrebbe vederlo, così come l'altro AA che si trova sulla fascia laterale opposta e molto distante dall'azione.

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: lun mag 19, 2008 12:16 pm
da Lucaref
Se si trova in una posizione migliore rispetto a quella del direttore di gara e vede il fallo, non vedo perchè non debba segnalarlo...

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: lun mag 19, 2008 5:55 pm
da teo6791pr
Lucaref ha scritto:Se si trova in una posizione migliore rispetto a quella del direttore di gara e vede il fallo, non vedo perchè non debba segnalarlo...


Ci sono alcuni arbitri che ragionano dicendo "l'arbitro sono io" .
Io da assistente, se vedo un fallo "evidente" che il collega non vede, lo segnalo. Se poi l'arbitro ritiene di non fischiarlo nessun problema. Il discorso è diverso se ovviamente il collega è piazzato bene e decide che quello "non è fallo".

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: lun mag 19, 2008 11:34 pm
da ciesse
Buio ha scritto:L'AA che si trova posizionato sulla linea mediana vede un fallo compiuto nella metà campo non di sua competenza, ma a pochi metri da lui, e più vicino all'azione rispetto all'arbitro. Se non ci sono state disposizioni a riguardo da parte dell'arbitro nel pre-gara, deve segnalare il fallo?

La risposta la dà, esaurientemente, tanto il Regolamento quanto la Guida Pratica:
Gli assistenti dell’arbitro REGOLA 6

REGOLAMENTO
Doveri


Sono designati due assistenti dell’arbitro,
i cui compiti, soggetti alla decisione dell’arbitro,
sono di segnalare:
...
• quando delle infrazioni vengono commesse
con gli assistenti dell’arbitro più vicini
all’azione rispetto all’arbitro (comprese,
eccezionalmente, le infrazioni commesse
nell’area di rigore);
...

Guida Pratica AIA

2 UN ASSISTENTE DELL’ARBITRO PUÒ SEGNALARE
EVIDENTI FALLI DI GIOCO, INFRAZIONI
PUNIBILI CON L’AMMONIZIONE O CON
L’ESPULSIONE, SICURAMENTE SFUGGITI AL
CONTROLLO DELL’ARBITRO?

Sì, purché non solo sia più vicino, ma essenzialmente
abbia una migliore visuale
dell’accaduto rispetto all’arbitro
. In ogni
caso, le decisioni da assumere in merito
a quanto accaduto, come riferitogli dall’assistente,
sono di esclusiva competenza
dell’arbitro.

Credo che sia particolarmente importante quello che dice la Guida Pratica: più della maggior vicinanza al punto in cui avviene il fallo, è importante che la visuale dell'assistente sia migliore di quella dell'arbitro; non sempre, infatti, essere più vicino significa automaticamente avere una visuale migliore.

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: mar mag 20, 2008 11:43 am
da Dode
Abbiamo toccato l'argomento parlando di casi in cui non ci siano disposizioni particolari. La segnalazione dei falli da parte di un AA e pero sempre soggetta a pesanti disposizioni. Io tuttora dopo 15 uscite da AA sono in difficolta. Soprattutto quando mi dicono in area faccio solo io. A volte noto una grande incongruenza tra il far bella figura con arbitro e osservatore, e arbitrare in modo giusto.

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: mar mag 20, 2008 8:02 pm
da cecco25
Dipende cosa dice l'arbitro nel pre-gara. Ad esempio io le poche partite che ho fatto ho sempre detto che mi guardo falli e rimesse laterali da solo se non è nella zona di loro competenza.
Domanda: mi è capitato che loro alzano la bandierina lo stesso dopo le mie raccomandazioni di non farlo nelle zone che non gli competono e siccome ancora non sono esperto con gli assistenti mi trovo spesso ad indicare cose opposte. Come mi dovrei comportare in casi del genere? cioè , se l'assistente segnala i falli distanti dalla sua zona di competenza e io non voglio.

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: mar set 09, 2008 8:06 am
da Claudio
cecco25 ha scritto:Come mi dovrei comportare in casi del genere? cioè , se l'assistente segnala i falli distanti dalla sua zona di competenza e io non voglio.


Il problema non è se sono distanti o no. Il problema è se ho potuto controllare l'azione o no.
Se non ho visto nulla (coperto, distante) ben venga l'aiuto dell'aa. Chiaramente parliamo di falli eclatanti; anche perché non credo proprio che l'aa possa ben valutare certi contattini da una distanza di 50 metri. Almeno che non sia Clark Kent :lol:.
Qualora invece l'aa segnali falli che tu non voglia sanzionare, semplicemente fai un cenno di abbassare. Vedrai che non ci metterà molto a non alzarteli più.

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: mar set 09, 2008 8:16 am
da teo6791pr
Claudio ha scritto:Qualora invece l'aa segnali falli che tu non voglia sanzionare, semplicemente fai un cenno di abbassare. Vedrai che non ci metterà molto a non alzarteli più.

Io non ne sarei così sicuro...

Ci sono AA che vanno "educati/domati" prima dell'incontro,dando disposizioni precise sulla loro zona di competenza e i falli che l'arbitro intende vengano sanzionati, basta anche 1 segnalazione inopportuna per innervosire i calciatori e creare problemi all'arbitro.
Quando faccio l'AA mi capita spesso di vedere interventi che io giudico in un modo e l'arbitro in un altro...in questo caso incrocio con lui lo sguardo, "peso" la sua distanza e mi regolo di conseguenza.

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: mar set 09, 2008 11:03 am
da aladar
Secondo la mia esperienza, da arbitro e da assistente in terna e confortato da quanto dice il regolamento, io ho sempre dato queste disposizioni agli assistenti e mi comportavo cosi' da assistente:
- l' area di rigore é essenzialmente esclusa, se non per falli assolutamente eclatanti sfuggiti al mio controllo (gol di mano, falli di mano di giocatori sulla linea di porta e via discorrendo). L'area di rigore é una zona troppo delicata (anche per il successivo sviluppo della gara dal punto di vista disciplinare e comportamentale) e quindi l'arbitro deve assumersi il 95% delle decisioni che la concernono.
- é gradita la collaborazione e la segnalazione dei falli fuori dall'area di rigore sottostando ad alcune condizioni inderogabili:
1- il fallo deve avere una sua "consistenza regolamentare". Quindi é fuori luogo segnalare spintarelle, lievi trattenute che fanno parte del normale sviluppo di gioco
2- considerato quanto detto al punto 1, guardare la mia posizione e capire/valutare se ho voluto dare un vantaggio, se non ho voluto fischiare perché non lo ritenevo fallo o quant'altro (non c'é cosa peggiore di un arbitro che da il vantaggio e un assistente che alza, soprattutto per l'assistente)..
3-considerare il fatto che segnalare un fallo che sia avvenuto distante o con cattiva visuale, puo' rivelarsi un'arma a doppio taglio perché in caso di errata segnalazione, l'assistente stesso perde credibilità agli occhi dei giocatori e soprattutto dell'OA
4-fatte tutte queste considerazioni, segnalare il fallo in modo chiaro e dando immediatamente la direzione, magari coadiuvando la segnalazione con gesti o parole che spieghino chiaramente cosa é successo (infatti una volta un assistente mi segnalo' un fallo e io, che distavo da lui una 20ina di metri, sono dovuto andare fin sotto la tribuna perché questo non mi aveva segnalato né la direzione né un perché plausibile).

Ovviamente poi ognuno si regola più o meno a proprio piacimento, io devo dire pero' che generalmente, in questo modo, ho sempre avuto ottime collaborazioni, sia da arbitro che da assistente! :D

Re: Segnalazione di un fallo nell'altra metà campo

MessaggioInviato: mar set 09, 2008 12:13 pm
da Aspide1979
E quando l'assistente ti alza una cosa per cui hai chiaramente fatto segno che per te il gioco può continuare je tajeresti la gola... :D