Giocatore a terra nell'area di di porta

questa sezione è per tutti quelli che in campo, invece di fischiare, sventolano una bandierina :)

Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda Dode il dom dic 05, 2010 10:15 pm

Preso atto delle disposizioni aia in merito ai casi del difensore che esce involontariamente il terreno di gioco vorrei discutere su questo episodio:
dopo un corner, la difesa libera e parte il contropiede. All'interno dell'area di porta resta un difendente a terra. L'assistente sale e si allinea al penultimo difendente, in questo caso il portiere che si trova al limite dell'area (l'ultimo difendente è appunto il morto in area piccola). Il gioco non viene interrotto e pertanto l'assistente resta allineato col portiere. Il giocatore a terra si alza, si allarga in fascia oltrepassando il portiere e l'assistente si allinea con lui. Non riuscendo pero evidentemente a giocare sto calciatore si porta fuori dalla linea laterale e si accascia a terra. A questo punto l'assistente si va ad allineare col penultimo difendente "in campo".
Considerando che tempisticamente saranno passati 30 secondi dal momento in cui il calciatore e rimasto a terra mi chiedo:
1) Non essendo uscito dal terreno di gioco per antisportivita o per dinamica d'azione si resta ugualmente allineati sul giocatore che e uscito o si fa come l'assistente di questo racconto?
2) Se l'arbitro continua a non avvedersi dell'infortunio ed il gioco si interrompe per altre cause, possiamo considerare da quel momento il giocatore autorizzato ad uscire dal terreno di gioco o lo consideriamo "in campo"?
# Dode e Torqui ti disprezzano
Avatar utente
Dode
Top Forumista 2012
 
Messaggi: 5241
Iscritto il: mer set 12, 2007 11:40 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 240 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Eccellenza

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda xanatos il dom dic 05, 2010 10:40 pm

io direi che lo si deve "mollare"

perchè non è uscito dal terreno di gioco per antisportivita o per dinamica d'azione quindi non puoi stare su un moribondo....fuori dal campo...e la squadra avversaria non può beneficiare troppo della situazione.....(se estremizziamo e diciamo che questo difensore si mette sulla linea laterale vicino all'angolo....praticamente gli attaccanti non finiscono più in fuorigioco)(considerando il portiere in porta :D )
xanatos
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 698
Iscritto il: lun set 17, 2007 8:47 pm
Località: Il Paese delle meraviglie
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda teo6791pr il dom dic 05, 2010 11:04 pm

A mio avviso nel momento in cui abbandona il terreno di gioco senza il consenso dell'arbitro rimane per noi "in gioco", è l'arbitro che deve accertarsi di questo,se l'arbitro non interviene lui non può abbandonare il terreno di gioco,anche se con tutte le giustificazioni del caso.
Solo nel caso in cui il gioco venga interrotto anche per altre cause, riterrei a questo punto "fuori" il calciatore, sperando che il DDG prima o poi si chieda cosa ci faccia fuori dal terreno di gioco un calciatore che lui non ha autorizzato ad uscire.
teo6791pr
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2451
Iscritto il: mar dic 04, 2007 9:35 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda john wayne il mar dic 07, 2010 9:37 pm

Giusto per mettere un pò di carne al fuoco provo a dire la mia facendo anche qualche altra ipotesi
partiamo da un presupposto: l'arbitro non avendo visto - e deciso - nulla in merito all'infortunio del giocatore sembra escluso da questa discussione...(in parole povere: sono cavoli dell'assistente!)in realtà (non essendoci -sembra - un parere certo e chiaro su questo)dimosterò in seguito potrebbe non esserlo del tutto - molto dipende dal comportamento dell'assistente...
Credo che l'a.a. sia nella posizione migliore per valutare il tutto,visto che può seguire l'andamento della situazione lungo tutto il suo evolversi...chiaro che nelle fasi iniziali l'a.a. che si comporta come descritto da dode fa tutto nel modo giusto...il punto è il momento in cui esce il giocatore...ora io credo che abbia chiara la possibilità di capire se l'uscita dal campo è dovuta ad un effettiva comprensione della propria incapacità di continuare il gioco a causa dell'infortunio o se sia dovuto ad un sottile trucco anti-sportivo per far scattare il fuorigioco...
Distinguerei tre casi
caso semplice: l'infortunato e a terra,poi si rialza,poi esce fuori...ma lo fa nel momento in cui la squadra avversaria sta ripartendo in contropiede....credo siamo tutti d'accordo nel NON pensare minimamente alla possibilità di escludere il difensore dal gioco e spostarci...chiaramente si tratta di un comportamento antisportivo e quindi l'a.a. rimane sul giocatore pseudo-infortunato considerandolo penultimo difendente

caso medio: poniamo il caso che il giocatore difendente esca dal terreno di gioco in un momento in cui la sua squadra sta attaccando e magari si trova nel pieno dell'area di rigore avversaria con tutti i giocatori avversari schierati nella loro metà campo...francamente mi sentirei di escludere che il difendente esca dal campo per innescare un fuorigioco con un comportamento anti-sportivo...(non avrebbe molto senso,visto che nel breve non c'è possibilità immediata di ripartenza)
qualcuno sarebbe portato a pensare che l'assistente dovrebbe portarsi in linea con il successivo difendente...
io NON credo sia invece giusto! e provo a spiegare perchè:
poniamo che l'assistente considera il giocatore fuori dal campo. l'azione degli avversari dopo un tot di secondi riparte e un giocatore attaccante viene servito in posizione di fuorigioco (N.B.:il difendente infortunato è fuori e l'assistente lo considera fuori per le ragioni dette prima, quindi l'attaccante sembra essere effettivamente in fuorigioco),l'a.a. va su ma non appena alza la bandierina, prima ancora del fischio dell'arbitro il difendente si alza e contrasta l'attaccante...ora : o l'arbitro capisce tutto e quindi fa continuare oppure nota la baniderina alzata dell'a.a. e fischia e a quel punto si scatenerà il finimondo....
qualcuno potrebbe pensare:la situazione si chiarisce nel momento in cui l'arbitro dopo il fischio, magari sentito l'assistente e quindi avendo capito il tutto, sanzioni il comportamento del giocatore difendente....
e se l'attaccante sebbene contrastato dal difensore era riuscito a superarlo e l'arbitro solo dopo si fosse accorto della bandierina alzata e avesse fischiato?
forse l'assistente dovrebbe abbassare immediatamente la bandierina appena resosi conto dell'intervento del difensore?e se non è tempestivo e l'arbitro fischia prima?
mi scuserete per tutte queste ipotesi ma servono a far capire perchè secondo me la soluzione migliore è quella di rimanere sul difendente infortunato
Vi sembra finita?
No, c'è un ultimo caso...il difendente si comporta come al solito (a terra,si rialza,esce)ma esce in maniera un pò strana...
si allarga infatti andando sulla fascia opposta alla nostra (quindi non vicino a noi) e dopo magari essersi accovacciato per qualche attimo in campo,sviene - perde proprio i sensi - e per effetto della caduta - che sembra naturale - cade fuori dal campo. Giusto per rendere la situazione più complessa poniamo il caso che dal lato in cui ciò avviene non ci sono panchine,non ci sono spalti e l'altro a.a. nè l'arbitro hanno visto nulla perchè impegnati a seguire l'azione...e per non farci mancare nulla nemmeno nessuno delle panchine ha visto nulla...se concordate con il ragionemanto fatto da me sopra chiaramente bisognerebbe rimanere sull'uomo
voi però avete notato qualcosa di strano in quella caduta, lo vedete fermo a terra immobile, non avete la piena certezza ma al 99,9% siete convinti che sia svenuto...ma nemmeno lo pensate che nel frattempo l'azione dall'altra parte è ripartita e da quel giocatore dipende il fuorigioco
la mia idea anche qui è che conviene rimanere sull'inforunato(anche svenuto)...se avete la certezza che sia svenuto infatti,non potete semplicemente considerarlo fuori ma semmai dovreste subito segnalare in qualche modo la cosa all'arbitro per permettere le cure necessarie...
se non siete sicuri rischiate di incappare in una dinamica simile alla precedente,col difensore che poi si rialza...
dunque, in definitiva per me la soluzione è una sola: si rimane sul penultimo difendente anche se infortunato fuori dal campo
e ciò vale anche nel momento in cui l'arbitro non si avvede di nulla e il pallone esce fuori dal campo più volte
Lei sarà pure nel giusto ma fondamentalmente...io me ne sbatto,me ne sono sbattuto sempre!
Avatar utente
john wayne
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: mar giu 24, 2008 2:21 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 6 volte

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda tony il mar dic 07, 2010 10:12 pm

Immagine


john wayne ha scritto:dunque, in definitiva per me la soluzione è una sola: si rimane sul penultimo difendente anche se infortunato fuori dal campo e ciò vale anche nel momento in cui l'arbitro non si avvede di nulla e il pallone esce fuori dal campo più volte

Ci ho messo un po' per capire tutto il discorso. Ritengo che una volta che esistono le disposizioni che regolano il caso del giocatore che esce dal campo involontariamente (problema venuto fuori dopo Olanda - Italia 2008), se non ci sono altri sottocasi esplicitamente definiti dal Settore Tecnico, IFAB, UEFA, si debba rimanere sul caso generale, prospettato da john, fino al momento in cui l'arbitro non se ne accorge e considera il giocatore momentaneamente non partecipante al gioco.
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2654
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda teo6791pr il mar dic 07, 2010 11:30 pm

Secondo me, nel momento in cui il pallone esce dal campo, il calciatore che è uscito non fa più parte del gioco e l'assistente andrà a posizionarsi con un calciatore presente sul terreno di gioco.
teo6791pr
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2451
Iscritto il: mar dic 04, 2007 9:35 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda john wayne il mer dic 08, 2010 1:22 pm

teo6791pr ha scritto:Secondo me, nel momento in cui il pallone esce dal campo, il calciatore che è uscito non fa più parte del gioco e l'assistente andrà a posizionarsi con un calciatore presente sul terreno di gioco.


E se poi finisce cosi?
poniamo che l'assistente considera il giocatore fuori dal campo. l'azione degli avversari dopo un tot di secondi riparte e un giocatore attaccante viene servito in posizione di fuorigioco (N.B.:il difendente infortunato è fuori e l'assistente lo considera fuori per le ragioni dette prima, quindi l'attaccante sembra essere effettivamente in fuorigioco),l'a.a. va su ma non appena alza la bandierina, prima ancora del fischio dell'arbitro il difendente si alza e contrasta l'attaccante...ora : o l'arbitro capisce tutto e quindi fa continuare oppure nota la baniderina alzata dell'a.a. e fischia e a quel punto si scatenerà il finimondo....
qualcuno potrebbe pensare:la situazione si chiarisce nel momento in cui l'arbitro dopo il fischio, magari sentito l'assistente e quindi avendo capito il tutto, sanzioni il comportamento del giocatore difendente....
e se l'attaccante sebbene contrastato dal difensore era riuscito a superarlo e l'arbitro solo dopo si fosse accorto della bandierina alzata e avesse fischiato?
Lei sarà pure nel giusto ma fondamentalmente...io me ne sbatto,me ne sono sbattuto sempre!
Avatar utente
john wayne
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: mar giu 24, 2008 2:21 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 6 volte

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda teo6791pr il mer dic 08, 2010 3:23 pm

Secondo me però mischiamo 2 situazioni, se un calciatore termina oltre le linee perimetrali o se ci si porta senza il consenso dell'arbitro è da ritenere "sul terreno di gioco", nel momento in cui il pallone termina fuori dal terreno di gioco, (per come la interpreto io) la sua posizione viene "sanata" (fermo restando il provvedimento disciplinare) nel senso che il gioco si è fermato ed è ripreso con lui fuori.
Nel momento in cui si viene a trovare oltre le linee è tenuto a rientrare immediatamente se non lo fa è chiara la sua intenzione di non rientrare a questo punto per rientrare deve avere il consenso dell'arbitro, in mancanza di questo commette un'infrazione.
teo6791pr
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2451
Iscritto il: mar dic 04, 2007 9:35 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda triplofilotto il lun feb 14, 2011 10:13 am

Scusate tutti, questa era una situuazione molto semplice, che forse si è un po' capita male.
se ho ben capito l'episodio descritto si svolge in queste fasi:
1)calciatore infortunato a terra con azione che si sposta repentinamente:
2)calciatore che si alza e si porta fuori (non per comportamento antisportivo).
Al punto uno è chiaro che si rimanga sul penultimo difendente che nel caso era il portiere.
al punto 2 finchè il calciatore è in campo diciamo lo si segue, ma dal momento che esce volontariamente fuori per farsi curare da un infortunio noi non dobbiamo riamnere assolutamente su lui, sarebbe altro se il calciatore uscisse per mettere gli avversari in fuorigioco.
Un calciatore ha diritto di uscire dal terreno di gioco per curarsi o aggiustare il suo equipaggiamento, rientrerà con l'assenso dell'arbitro.

teo6791pr ha scritto:poniamo che l'assistente considera il giocatore fuori dal campo. l'azione degli avversari dopo un tot di secondi riparte e un giocatore attaccante viene servito in posizione di fuorigioco (N.B.:il difendente infortunato è fuori e l'assistente lo considera fuori per le ragioni dette prima, quindi l'attaccante sembra essere effettivamente in fuorigioco),l'a.a. va su ma non appena alza la bandierina, prima ancora del fischio dell'arbitro il difendente si alza e contrasta l'attaccante...ora : o l'arbitro capisce tutto e quindi fa continuare oppure nota la baniderina alzata dell'a.a. e fischia e a quel punto si scatenerà il finimondo....
qualcuno potrebbe pensare:la situazione si chiarisce nel momento in cui l'arbitro dopo il fischio, magari sentito l'assistente e quindi avendo capito il tutto, sanzioni il comportamento del giocatore difendente....
e se l'attaccante sebbene contrastato dal difensore era riuscito a superarlo e l'arbitro solo dopo si fosse accorto della bandierina alzata e avesse fischiato?
forse l'assistente dovrebbe abbassare immediatamente la bandierina appena resosi conto dell'intervento del difensore?e se non è tempestivo e l'arbitro fischia prima?
mi scuserete per tutte queste ipotesi ma servono a far capire perchè secondo me la soluzione migliore è quella di rimanere sul difendente infortunato


questa situazione mi appare impossibile visto che in calciatore non è a terra ma fuori.


teo6791pr ha scritto:No, c'è un ultimo caso...il difendente si comporta come al solito (a terra,si rialza,esce)ma esce in maniera un pò strana...
si allarga infatti andando sulla fascia opposta alla nostra (quindi non vicino a noi) e dopo magari essersi accovacciato per qualche attimo in campo,sviene - perde proprio i sensi - e per effetto della caduta - che sembra naturale - cade fuori dal campo. Giusto per rendere la situazione più complessa poniamo il caso che dal lato in cui ciò avviene non ci sono panchine,non ci sono spalti e l'altro a.a. nè l'arbitro hanno visto nulla perchè impegnati a seguire l'azione...e per non farci mancare nulla nemmeno nessuno delle panchine ha visto nulla...se concordate con il ragionemanto fatto da me sopra chiaramente bisognerebbe rimanere sull'uomo
voi però avete notato qualcosa di strano in quella caduta, lo vedete fermo a terra immobile, non avete la piena certezza ma al 99,9% siete convinti che sia svenuto...ma nemmeno lo pensate che nel frattempo l'azione dall'altra parte è ripartita e da quel giocatore dipende il fuorigioco
la mia idea anche qui è che conviene rimanere sull'inforunato(anche svenuto)...se avete la certezza che sia svenuto infatti,non potete semplicemente considerarlo fuori ma semmai dovreste subito segnalare in qualche modo la cosa all'arbitro per permettere le cure necessarie...
se non siete sicuri rischiate di incappare in una dinamica simile alla precedente,col difensore che poi si rialza...
dunque, in definitiva per me la soluzione è una sola: si rimane sul penultimo difendente anche se infortunato fuori dal campo
e ciò vale anche nel momento in cui l'arbitro non si avvede di nulla e il pallone esce fuori dal campo più volte


questa situazione è un po' inimmaginabile.
un conto sono i calciatori che si accasciano in campo molte volte per simulare e interrompere l'azione. ma un calciatore che esce fuori e si accascia con quel meccanismo li.... ragazzi ma stiamo scherzando??? quì quello potrebbe magari rischiare la vita e noi pensiamo al fuorigioco? ma io mi butto nel campo con tutte le panchine che il mondo si fermi chiamate l'ambulanza che ogni secondo è prezioso. quì si parla di salute. poi se ha simulato è un gran coglione lui non noi. ci siamo attivati per qualcosa che a tutti pare reale.

non cerchiamo di ingarbugliarci troppo la mente
nel caso del forum la tempistica adottata dall'assistente citato è stata esemplare.
triplofilotto
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mar nov 02, 2010 6:54 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Giocatore a terra nell'area di di porta

Messaggioda Jose il lun feb 14, 2011 2:00 pm

:shock:
Jose
 
Messaggi: 117
Iscritto il: sab dic 18, 2010 4:18 pm
Località: Vittoria (RG)
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Sezione di: Ragusa
Qualifica: Assistente
Categoria: Promozione

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Assistenti arbitrali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite