Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Discussioni che riguardano il forum e il sito in generale: proposte, suggerimenti o critiche.

Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda onlyReferee il ven gen 03, 2014 3:07 pm

Buonasera a tutti,
ho notato, in particolar modo nel sottoforum esperienze personali, un nutrito numero di post in cui gli utenti (soprattutto quello che si approcciano da poco all'arbitraggio) chiedono informazioni riguardo alle varie categorie che andranno ad arbitrare. Potrebbe essere una buona idea quella di creare un post unico in cui vengano riassunte le stesse, almeno per quanto riguarda le differenze principali :?: In tal caso potrei offrirmi per fare una sorta di riassunto dopo essermi letto i vari post relativi.
Cosa ne pensate :?: Mi rendo conto che le differenze possano essere in minima misura anche opinabili però non mi sembra una brutta idea.

Per aspera sic itur ad astra
Avatar utente
onlyReferee
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3357
Iscritto il: sab ago 09, 2008 11:23 pm
Ha detto grazie: 175 volte
E'stato ringraziato : 58 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie A

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda Edwin il ven gen 03, 2014 5:49 pm

è tutto molto opinabile...comunque se hai voglia fallo pure e postalo qui. lo leggo e poi lo pubblichiamo. grazie!
Avatar utente
Edwin
Amministratore
 
Messaggi: 3338
Iscritto il: mer ago 08, 2007 2:10 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 148 volte

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda onlyReferee il dom gen 05, 2014 11:35 am

Caro Edwin,
come d'accordo eccoti quanto sono riuscito a produrre dopo aver raccolto. Chiaramente correggi pure eventuali errori e poi, se per te va bene, posta :wink: .
  • Esordienti
    • Sono ancora sostanzialmente bambini;
    • E' rarissimo che partite di questo livello creino problemi.
  • Giovanissimi provinciali
    • Non sono ancora dentro le dinamiche dell'adolescenza quindi sono facilmente gestibili;
    • Non hanno ancora grossa tecnica ed atleticità;
    • Non creano problemi principalmente salvo rari e circoscritti casi;
    • Sono molto lenti;
    • Fanno azioni "telefonate", molto spesso commettono erroni banali nella fase d'attacco e tornano indietro.
  • Allievi provinciali
    • Negli allievi c'è una maggiore concezione del gioco;
    • E' una categoria più interessante rispetto ai giovanissimi ma non si può dire ci sia ancora un grande salto di qualità.
  • Allievi regionali
    • C'è un po' di pressione in più rispetto agli allievi provinciali ma sostanzialmente cambia poco;
    • Giocano un buon calcio, si vedono diverse belle giocate, perché sono molto curati dagli allenatori e dai settori giovanili delle squadre;
    • Rispetto ai provinciali si tirano fuori tendenzialmente più cartellini.
  • Juniores provinciali
    • Da alcuni sono definiti come il peggior calcio a livello giovanile;
    • Ragazzi molto esaltati (convinti di essere delle star sia tecnicamente che caratterialmente) e quindi molto spesso arroganti e difficili da gestire (spesso si dimostrano davvero disciplinarmente insostenibili);
    • Atleticamente più forti degli allievi danno maggiore ritmo alla gara e pertanto solitamente si deve correre di più (quindi maggiore preparazione fisica richiesta rispetto agli allievi). Questo è anche dovuto al fatto che i tempi di gioco che durano 10 min in più rispetto agli allievi (si passa da 30 a 40 min per tempo);
    • Tecnicamente più scarsi degli allievi in quanto carenti della cura che un buon Settore giovanile può dare;
  • Juniores regionali
    • A differenza degli juniores provinciale, per certi versi è forse la categoria più bella da arbitrare a livello otp:
    • A calcio ci sanno decisamente giocare (buone individualità) e soprattutto sono molto più disciplinati rispetto ai provinciali.
  • Terza categoria
    • In questa categoria la cosa fondamentale per un arbitro è saper gestire la gara;
    • Sono presenti giocatori d'età avanzata che spesso, vedendo un arbitro molto più giovane e di loro e con un'esperienza non molto grande, cercano di prendersi gioco di lui;
    • C'è molta maleducazione da parte di giocatori/allenatori e dirigenti. Vengono preferite bestemmie a non finire.
  • Seconda categoria
    • Si inizia finalmente a giocare in maniera più delineata e costruita, pur non essendo ancora un livello molto alto;
    • Tutt'altro discorso rispetto alla terza categoria;
    • In alcune regioni fa già parte dei campionati gestiti dalla regione;
    • Si può dire che rappresenti un buon punto d'inizio per un arbitro che possa avere futuribilità in regione.
  • Prima categoria
    • Si gioca già abbastanza bene poiché ci sono squadre con gioco ancora più fluido, ordinato e scorrevole rispetto alla seconda;
    • E' necessaria ancora una maggiore atleticità da parte dell'arbitro per affrontare rapidi cambiamenti di fronte, essere sempre nei pressi dell'azione, curare al meglio lo spostamento ed incrementare sprint/resistenza. Si può dire che da questo punto in poi la preparazione atletica è data come qualcosa di scontato;
    • A livello di gestione non c'è grandissima differenza rispetto ad una prima;
    • I giocatori che si incontrano sono molto più esperti (alcuni hanno militato in passato in serie D/eccellenza/promozione ed in campionati di ancora più alto livello in certi casi).
  • Promozione
    • In questo caso la maturazione personale di un arbitro fa davvero la differenza per portare a casa nella maniera migliore gare di questo tipo;
    • Non basta più vedere falli e valutare episodi in maniera scolastica ma serve quel valore aggiunto in più. Ad esempio la prontezza e la bravura nel prevedere le situazioni costituiscono davvero il fiore all'occhiello per un arbitro di tale categoria che vuole andare avanti;
    • Nella maggior parte delle regioni si inizia ad avere gli assistenti ufficiali ad ogni gara. Bisogna dunque iniziare fin da subito ad instaurare con questi una collaborazione ottimale che va opportunamente chiarita prima della gara.
  • Eccellenza
    • La massima categoria regionale, dove si può vedere sicuramente un calcio di tutto rispetto e con un livello di gioco ottimo;
    • E' un punto cruciale per la futuribilità di molti arbitri dove solo chi riesce a dar prova di saper gestire anche le situazioni più difficili va avanti;
    • Oltre alla gestione della gara e degli episodi anche il rapporto con i calciatori costituisce un fattore importantissimo per il proseguio della carriera;
    • Bisogna far trovare sempre pronti in ogni situazioni, avere una tenuta fisica ottimale ed essere sempre disponibili e costanti nell'impegno.

Per aspera sic itur ad astra
Avatar utente
onlyReferee
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3357
Iscritto il: sab ago 09, 2008 11:23 pm
Ha detto grazie: 175 volte
E'stato ringraziato : 58 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie A

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda psycobeast il dom gen 05, 2014 11:42 am

Veramente ottimo. Sarebbe bello che qualche volenteroso facesse lo stesso per il calcio a 5!
psycobeast
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1280
Iscritto il: lun mag 14, 2012 10:06 pm
Ha detto grazie: 11 volte
E'stato ringraziato : 50 volte
Qualifica: Arbitro calcio a 5

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda invincibile2011 il dom gen 05, 2014 1:21 pm

ottimo ;) Davvero utile ;), ma dopo l'eccellenza si parte con le categorie nazionali?

solo una cosa
Rispetto agli allievi). Questo è anche dovuto al fatto che i tempi di gioco che durano 10 min in più rispetto agli allievi (si passa da 30 a 40 min per tempo);

In piemonte dove sono io i tempi sono: 35m. giovanissimi; 40m allievi e gia 45 minuti negli juniores. ;)
se non ricordo male ;)
invincibile2011
 
Messaggi: 104
Iscritto il: gio apr 12, 2012 8:09 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda onlyReferee il dom gen 05, 2014 2:24 pm

Grazie, ragazzi :!:

@invincibile2011
Credo di aver fatto un errore di trascrizione, grazie invincibile2011 :ok . Chiedo agli admin di fare la correzione nel post poiché il tempo per correggerlo mi è scaduto e non trovo più il pulsante di modifica. Più che altro ho appreso dopo che fino al 2009 i tempi per i giovanissimi erano di 30 min, successivamente aumentati a 35 min. Se non erro c'è stato un mancato aggiornamento nel regolamento in seguito a questa correzione che per un po' di tempo ha dato luogo a confusione. Cosa mi sapete dire in merito :?:
D'ora in poi se verrà creato un post apposito chi ha dubbi a riguardo sulle varie categorie che andrà ad arbitrare (in particolar modo i più giovani) può consultare direttamente quello senza necessità di aprirne di nuovi.
Dopo le categorie regionali arrivano quelle nazionali, esatto, a partire dalla CAN D. Di mezzo in realtà c'è la CAI (vecchi scambi) ma di fatto si vanno ad arbitrare i campionati di eccellenza in regioni diverse dalla propria quindi vale quanto detto per tale campionato. Magari però mi servirebbe l'ausilio di uno che abbia arbitrato in tali campionati per dare informazioni più precise.

@psycobeast
Sì, sarebbe bello anche per il calcio a 5. Non ho ancora cercato info riguardo ai vari campionati ma sicuramente l'idea di riassumere nel post anche le caratteristiche delle varie categorie per tale disciplina è buona.

PS: perdonate alcune sviste, considerate che arbitro un altro sport (pallamano) e seguo il calcio di tanto in tanto solo per diletto. Scrivete pure tranquillamente tutte le correzioni che ritenete di dover fare pertanto.

Per aspera sic itur ad astra
Avatar utente
onlyReferee
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3357
Iscritto il: sab ago 09, 2008 11:23 pm
Ha detto grazie: 175 volte
E'stato ringraziato : 58 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie A

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda Edwin il dom gen 05, 2014 5:44 pm

inserite pure altri pensieri e poi metto io tutto insieme in un post unico. grazie a tutti!
Avatar utente
Edwin
Amministratore
 
Messaggi: 3338
Iscritto il: mer ago 08, 2007 2:10 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 148 volte

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda strambox il gio gen 09, 2014 2:48 pm

Bisognerebbe comunque sottolineare che dipende moltissimo dalla posizione in classifica delle squadre: ho fatto partite ALR prima contro seconda davvero spettacolari e molto delicate sotto il punto della gestione dei calciatori, meglio di molte partite di 2° categoria per fare un paragone. E comunque gli ALR è una categoria da non sottovalutare. Per quanto riguarda la 3° cat. il discorso è particolare, in molte regioni è una categoria che si affida agli arbitri più "consumati", e che i giovani non fanno quasi mai, di solito si salta dagli JUP alla SEC. La gestione di JUR e SEC varia di regione in regione, in alcune sono sotto il CRA, in altre no.
Personalmente non sono molto d'accordo sulla descrizione della SEC, mi spiego: secondo me il salto da JUP a SEC non è per niente semplice, ti ritrovi con squadre composte principalmente da giovani (scarsi e indisciplinati) uniti ad altri giocatori più "esperti". Una volta arginati i secondi si riesce a finire la partita senza grossi problemi, perché solitamente influenzano molto i primi. Questa è la categoria dove, almeno dalle mie parti, si a esperienza prima del salto al CRA, i singoli episodi iniziano ad avere più rilevanza rispetto alle categorie giovanili, e si deve imparare bene la gestione dei giocatori. Personalmente penso sia importante essere molto "freddi", dare un po di confidenza a questi giocatori, come magari può succedere nelle giovanili, rischia di essere deleterio in detereminate situazioni. Ultima cosa, il livello delle partite di solito non è molto alto, anzi, è l'esatto contrario, squadre scarse e fallose, fatta eccezione per poche partite, si rendono necessari molti cartellini in quasi ogni incontro. Spero di essere stato d'aiuto :ok
strambox
 
Messaggi: 411
Iscritto il: mer apr 10, 2013 3:29 pm
Ha detto grazie: 47 volte
E'stato ringraziato : 41 volte

Re: Tanti post sulle differenze tra categorie calcistiche

Messaggioda onlyReferee il mar gen 14, 2014 6:22 pm

Accogliendo parzialmente i suggerimenti di strambox penso si possa modificare quanto inserito per la seconda categoria come segue:
  • Il livello di gioco non cambia molto rispetto alla terza categoria ma comunque risulta un attimo più costruito nella maggior parte dei casi;
  • Bisogna ancora lavorare molto sulla gestione disciplinare talvolta per tenere a bada gli animi;
  • In alcune regioni fa già parte dei campionati gestiti dalla regione e pertanto rappresenta in ogni caso un discreto salto per un arbitro che magari è abituato a dirigere juniores.

Per aspera sic itur ad astra
Avatar utente
onlyReferee
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3357
Iscritto il: sab ago 09, 2008 11:23 pm
Ha detto grazie: 175 volte
E'stato ringraziato : 58 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie A



{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Arbitri.com

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite