Il "nuovo" forum

Discussioni che riguardano il forum e il sito in generale: proposte, suggerimenti o critiche.

Il "nuovo" forum

Messaggioda pized85 il mer mar 10, 2010 12:39 am

In diversi interventi ho notato il riferimento al nuovo corso del forum, quello cioé che é partito dopo il nuovo deferimento di Buio...molti nuovi utenti iscritti, alcuni dei quali sembrano molto informati rispetto ad alcune questioni e problematiche politiche dell´Aia.

Rispetto a questo tipo di post, mancando la certezza di quello che é scritto (anche per la nuova iscrizione degli utenti, ho piú inclinazione in generale a credere ad un Javasup o un Assistant, che leggo e rispetto nel forum da diversi anni piuttosto che a un Tomtom, o a un Lunapop) mi sento profondamente a disagio, e credo che il forum ne perda piú che guadagnarne. L´elemento di aggregazione che contaddistingue da anni il forum é basato sul rispetto, la pacatezza dei toni, ed un´attenta opera di bonifica dei moderatori rispetto a quegli interventi che stanno sul filo del regolamento Aia. Questi fattori credo siano venuti a mancare negli ultimi tempi.

Dal deferimento di Buio in poi ci si é un po' lasciata prendere la mano facendo presenti tutti quegli avvenimenti che rappresentano la parte piú brutta della nostra associazione.

Con questo non voglio né essere il censore, né offendere nessuno dei nuovi arrivati che sono bene accetti, ma solo creare lo spunto di una riflessione. Per questo tipo di scoop o bisbigli di corridoio credo esistano altri luoghi nella rete. Non voglio che si rischi di rovinare uno dei piú bei prodotti che la rete potesse offrire a noi col fischietto.
Avatar utente
pized85
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1934
Iscritto il: mar set 11, 2007 9:40 pm
Ha detto grazie: 40 volte
E'stato ringraziato : 80 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda Dode il mer mar 10, 2010 8:50 am

Il corso del nuovo forum appare chiaro guardando l'impostazione (non so se voluta, o per coincidenza) della home page.
Si legge, in alto: AIA vs Arbitri.com
A sx: Come giudichi l'operato di Nicchi - Commissariata la sezione di Finale con motivazione sconosciuta - il gestore del sito rischia il deferimento.
Diciamo che una parte del sito si e istradata a chiaccherare su argomenti a me sconosciuti, su cui non sono competente e che, ahime, mi infastidiscono un pelino.
Ma rispetto tutto, e rimarcando per l'ultima volta la stima e la soliderieta per buio, ci tengo a precisare che non interverro piu su quegli aspetti del forum!
# Dode e Torqui ti disprezzano
Avatar utente
Dode
Top Forumista 2012
 
Messaggi: 5090
Iscritto il: mer set 12, 2007 11:40 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 226 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Eccellenza

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda tomtom il mer mar 10, 2010 9:54 am

Spiace dover constatare che chi scrive da poco tempo gode di minor credito rispetto a chi frequenta il forum da anni. Forse per alcuni la credibilità non è legata a ciò che si scrive bensì al numero di interventi fatti. E' un'opinione, lasciamo sempre a tutti la libertà di giudicare. Speriamo che i nuovi iscritti di questi ultimi giorni non si intimoriscano o si sentano a disagio a loro volta. Il percorso che volete intraprendere, mettendo il silenziatore a quelle che chiamate chiacchiere, pettegolezzi o altro, è piuttosto pericoloso. Il deferimento di Buio ha evidentemente smosso alcune coscienze e credo che tutti abbiano avvertito il pericolo che si cela dietro questa mossa: mettere fuori gioco il fondatore e cercare di annientare il sito. O, anche, intimorire proprio per evitare che su questo sito si trattino argomenti scottanti. Questo è emerso un po' da tutti gli interventi al riguardo, con grande solidarietà a Buio, grande stupore per i fatti di Finale Emilia e grande partecipazione al dibattito sul lavoro fin qui svolto dalla ns. dirigenza nazionale. Qualche dubbio può venire sul sondaggio che, stranamente, nelle ultime ore ha preso vigore: ho notato in questi ultimi due giorni tantissime nuove iscrizioni ma nessun intervento sui vari topic dei nuovi iscritti! Occhio Buio, la sensazione è che molti si stanno iscrivendo solo per votare al sondaggio: questa sì che sarebbe strumentalizzazione del sito. Per il resto, ripeto, credo che la vivacità degli interventi sui temi scottanti emersi ultimamente, dimostri la voglia che c'era di potersi finalmente esprimere con uno strumento a disposizione di tutti ed al riparo da censure o deferimenti. Ora è molto pericoloso fare dichiarazioni di "chiusura" alla partecipazione a determinati argomenti, è anche un po' poco democratico e rischia di far raggiungere lo scopo di coloro che vogliono screditare il sito. La scelta di Buio è stata fin dal primo momento coraggiosa, aperta e leale: noi ci eravamo impegnati a sostenerlo! Fermarsi ora o mettere la museruola a taluni interventi significa, secondo me, percorrere la solita abitudine dell'AIA: andate avanti voi, tanto non cambierà molto. Buio ci ha insegnato che invece, con il coraggio e la dignità, certe battaglie possono essere intraprese anche all'interno della ns. associazione. Con Nicchi o senza Nicchi, con Apricena o senza Apricena, discutere sui problemi della base, ancora oggi non risolti, non credo sia esercizio retorico o pettegolezzo ma un atto dovuto anche ai tanti frequentatori del forum che hanno bisogno di confrontarsi su questi temi.
Ribadisco, ancora una volta, tutto il mio rispetto per chi non la pensa così e mi scuso, ancora una volta, per essermi iscritto soltanto da pochi mesi.
tomtom
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1287
Iscritto il: mer feb 03, 2010 10:38 am
Ha detto grazie: 3 volte
E'stato ringraziato : 9 volte

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda pized85 il mer mar 10, 2010 10:24 am

tomtom ha scritto:Spiace dover constatare che chi scrive da poco tempo gode di minor credito rispetto a chi frequenta il forum da anni. Forse per alcuni la credibilità non è legata a ciò che si scrive bensì al numero di interventi fatti. E' un'opinione, lasciamo sempre a tutti la libertà di giudicare.


Per il resto, ripeto, credo che la vivacità degli interventi sui temi scottanti emersi ultimamente, dimostri la voglia che c'era di potersi finalmente esprimere con uno strumento a disposizione di tutti ed al riparo da censure o deferimenti. Ora è molto pericoloso fare dichiarazioni di "chiusura" alla partecipazione a determinati argomenti, è anche un po' poco democratico e rischia di far raggiungere lo scopo di coloro che vogliono screditare il sito. La scelta di Buio è stata fin dal primo momento coraggiosa, aperta e leale: noi ci eravamo impegnati a sostenerlo!



Due cose, la prima é che credo sia normale in un forum che la credibilitá sia legata a quello che si scrive, infatti per questo rispetto ed apprezzo gli interventi di tutti. Ma se te incontri uno per strada, gli dai la stessa credibilitá ad un amico che conosci da anni? non credo proprio, e penso sia normale sia cosí.(poi la credibilitá la si costruisce col tempo, non sto dicendo che quello che scrivi é tutto falso, per niente, ho usato il tuo nome nel post perché era il primo che mi era venuto in mente tra i nuovi iscritti di cui parlavo).

Ti faccio un esempio, se c´é un dubbio regolamentare su un caso conraddittorio guardo gli interventi di tutti, ma fino a che Ciesse non scrive non sono sicuro al 100% delle risposte, questo perché Ciesse negli anni ha sempre dimostrato una conoscenza profonda e precisa del regolamento e di tutte le sue sfaccettature.

La seconda cosa, credo si mischino un po' le carte, il deferimento di Buio era legato al forum che tutti noi abbiamo conosciuto per anni, che era estremamente diverso da quello che si é paventato nelle ultime settimane. Uno strumento come quello degli ultimi tempi non solo credo che sia da deferimento, proprio perché si parla apertamente senza censure(che ci sono sempre state nel forum), senza prove certe e certezze, ma credo sia dannoso per l´Associazione. Se il sito vuole prendere un´altra strada basta essere chiari e farlo con coerenza, ma non mi si dica che il deferimento a Buio, a cui resta la totale solidarietá, sia legato alle vicende di cui si discute in questi giorni, perché non c´entra una mazza.
Ultima modifica di pized85 il mer mar 10, 2010 10:40 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
pized85
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1934
Iscritto il: mar set 11, 2007 9:40 pm
Ha detto grazie: 40 volte
E'stato ringraziato : 80 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda Dode il mer mar 10, 2010 10:36 am

Tom, se segui una linea neutra ti renderai conto che l'iscrizione di tanti utenti (tutti competenti e a conoscenza di tante cose) dopo il fatto del deferimento puo essere visto in modi estremi ed opposti. Un estremo e anche quello di gente che ha visto scoppiare il bugnone e si è lanciata nella folla a tirare sassolini che da un po aveva nelle scarpe.
Cioe qui ci conosciamo tutti e non ci conosciamo nessuno, il RANGE di pensiero va da quello che dico io a quello che dici tu. Non si puo sapere l'intenzione di ognuno.
Io il programma elettorale di nicchi non so manco di cosa parlava. Pero non penso di essere un matto per questo. Prima leggevo il 100% del forum, ora ne leggo il 90%, alcune pagine le segno "gia lette" per far sparire il coso rosso dalla vista.
Pero con questo non sono nemico di coloro che scrivono in quei post eh, l'espressione che mi infastidiscono e sbagliata, non mi interessano, questa e la verita.
Io se facessi la guerra all'AIA su internet sarei un ipocrita, perche il giorno che mi arriva la raccomandata come a Buio non ci vado a roma, e mi girerebbero le palle perche non potrei piu fare la mia attivita, dovrei litigare col mio presidente si sezione ecc ecc ecc.
Io amo il forum perche si parla di arbitri, di regolamento e di casistica. Stimo buio, l'ho difeso quando in sezione (dopo aver letto la stampa) dicevano la loro sul caso. Pero battaglie piu grosse di me non ne faccio. E se mi sento dire che e' grazie a gente come me che non cambiera mai niente, rispondo che per lo meno non dico palle. I miei problemi ora sono lavoro, appartamento e mutuo (e oggi la neve).
Spero venga apprezzata per lo meno la sincerità.
# Dode e Torqui ti disprezzano
Avatar utente
Dode
Top Forumista 2012
 
Messaggi: 5090
Iscritto il: mer set 12, 2007 11:40 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 226 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Eccellenza

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda tomtom il mer mar 10, 2010 11:02 am

Mi spiace Dode che cataloghi come pallisti tutti quelli che hanno portato contributi su temi che tu, massimo rispetto, non condividi. Anch'io fin ora non ho detto palle e "godo" purtroppo dei tuoi stessi problemi quotidiani: lavoro, casa, ( anche qui quanta neve ). Se poi trovo anche il tempo per "sognare" di fare qualche battaglia beh...lasciami prigioniero di questo mio sogno. Per continuare a parlare di regolamento, casistica e di arbitri, forse serve anche qualcuno che parli di violenza, di rimborsi spese, di programmi e progetti, di sensibilizzazione dei vertici, di libertà di espressione, di revisione dei regolamenti ecc. Perchè limitarlo o non partecipare anche a questi dibattiti? Ascoltare i tuoi interventi come quelli di altri che non la pensano esattamente come il sottoscritto, mi sta facendo crescere molto e, ti assicuro, ho già un'età ed un'esperienza nell'AIA che mi autorizzerebbero a non crescere più! Invece mi sto arricchendo molto. Ecco, volevo dire solo questo. Nel condividere l'imbarazzo di alcuni per un nuovo capitolo che si è aperto sul forum ( nuovo forum ), credo si possa accettare anche questa impostazione. Ho detto anche e non solo, perchè mi pare che arbitri.com mantenga comunque la sua impostazione originaria. Ma non credo che debba essere necessariamente l'unica o quella definitiva.
tomtom
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1287
Iscritto il: mer feb 03, 2010 10:38 am
Ha detto grazie: 3 volte
E'stato ringraziato : 9 volte

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda Dode il mer mar 10, 2010 11:05 am

Solo una cosa. La questione "palle" non era riferita a te o chi la pensa come te, ma a chi sostiene la battaglia sul forum ma MAI firmerebbe col suo nome e cognome cio che ha detto.
# Dode e Torqui ti disprezzano
Avatar utente
Dode
Top Forumista 2012
 
Messaggi: 5090
Iscritto il: mer set 12, 2007 11:40 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 226 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Eccellenza

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda quartouomo il mer mar 10, 2010 11:17 am

Credo che la data di registrazione non sia (probabilmente per nessuno) una discriminante di alcun valore.
Credo che la credibilità venga sicuramente da cosa si scrive, come lo si fa e da una "conoscenza" nel tempo.
Non dubito che i più recenti iscritti sapranno consolidare la propria credibilità nel tempo.
Non possiamo, però, mettere la testa sotto la sabbia negando che dopo l'affaire-Buio si sono moltiplicate le persone che si sono iscritte e partecipano accalorate a discussioni prevalentemente di tipo politico-associativo.

Inviterei, ove possibile, tutti (io per primo...o per quarto :lol: :oops: ) a voler riabbassare un poco i toni, rientrando nell'alveo della correttezza tra colleghi e tra forumisti.
quartouomo
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3331
Iscritto il: ven giu 12, 2009 7:47 am
Ha detto grazie: 87 volte
E'stato ringraziato : 82 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda tomtom il mer mar 10, 2010 11:17 am

Pized85, condivido alcune tue affermazioni ( quella della credibilità legata alla conoscenza o meno dell'interlocutore ), ma sul deferimento di Buio occorre essere più precisi. Il deferimento è avvenuto prima che si aprissero certe discussioni su temi generali (hai ragione) e questo è ancora più grave e sospetto. Perchè intervenire dopo anni di silenzio? Perchè voler imbavagliare uno strumento, come dici tu e Dode, che voleva essere solo di aiuto per gli arbitri, soprattutto quelli della base? Quello che è accaduto dopo è stata una reazione, un voler dire lasciateci in pace perchè nell'AIA ci sono ben altri problemi che non il sito arbitri.com! Sono state fatte ben altre nefandezze rispetto all'idea di Buio di aprire e gestire questo sito. Questo, come ha fatto e fa riflettere noi, dovrebbe anche far riflettere i vertici! Tutto qui, con toni più o meno condivisibili, con notizie più o meno documentabili, ma con un grande segnale di "vivacità" ed un avviso al capotreno: attenzione, nel 2010 i trentamila non sono più quelli di una volta ( ahimè, parlo per me ). Discutono di regolamento, di casistica, delle loro esperienze in campo, ma sono anche in grado di discutere e valutare l'operato di chi li guida o comunque di fornire la propria opinione al riguardo. Oggi purtroppo possiamo farlo solo qui e con tutti i rischi del caso. Se riusciamo a cambiare un po' le cose forse domani lo potremo fare alla luce del sole.
tomtom
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1287
Iscritto il: mer feb 03, 2010 10:38 am
Ha detto grazie: 3 volte
E'stato ringraziato : 9 volte

Re: Il "nuovo" forum

Messaggioda w1llys il mer mar 10, 2010 11:20 am

Faccio evidentemente parte di quella schiera, piccola o grande che sia, dei nuovi iscritti.
Faccio evidentemente parte di quella schiera, piccola o grande che sia, che ha portato sul forum argomenti che esulano dalle argomentazioni solite.
E' ovvio che tali interventi abbiano preso lo spunto dall'assurdo deferimento di Buio per poi allargarsi ad altri argomenti.
Normale: quante volte vi è capitato di passare una serata al pub, chiaccherare di calcio con gli amici per arrivare a fine serata discutendo animatamente di politica? E' normale, spesso non ci si ricorda nemmeno da dove si è partiti.
Con questo voglio dire che la dialettica, in una democrazia, è fondamentale.
Quella democrazia a cui qualcuno, su in alto, sta tentando di mettere una museruola, proprio per evitare che ci sia qualcuno che possa portare all'esterno un pensiero, una riflessione differente da quella che pretendono.
Sono d'accordo con quello che dite: in taluni casi ci sono state critiche troppo pesanti, a volte si è andati troppo oltre.
Sono d'accordo che la credibilità si acquista con la conoscenza, un nuovo iscritto non potrà mai avere la stessa credibilità di un utente storico (tipo pized, assistant, aladar, i primi che mi sovvengono). Ma è anche vero che molti di voi sono talmente giovani che non immaginano nemmeno quello che avviene da un certo punto in avanti. Mi riferisco a politica, promozioni, dismissioni, alleanze strane tra associati ed istituzioni esterne.
Quando si dice che bisogna dare spazio ai giovani io mi esalto. Che bello: forze nuove, nuovi arbitri che danno il cambio ad altri che hanno fatto abbondantemente il loro tempo (ma resistono per il loro nome o per altri squallidi motivi), nuovi dirigenti che portano idee nuove, facce nuove in questi maledetti corridoi dove si incontrano sempre le stesse facce (una volta bianche, un'altra rosse, quella dopo verdi, quella dopo ancora gialle tendenti al marroncino).
Bella la gioventù, bel ricordo per me.
Bello vedere i giovani che con tante speranze, tanta gioia, tanta passione si affacciano alla ribalta, con il sogno di arrivare là dove pochi possono aver detto di essere arrivati.
Alcuni arrivano, uno su mille. Alcuni vi rimangono, la maggior parte, dopo poco tempo, deve fare le valigie e andarsene, spesso senza sapere il perchè e sempre senza poter reagire perchè, si sa, l'AIA funziona così.
Eccoci giovani colleghi, al punto.
Queste cose non devono più accadere.
Io non voglio più sentire i MIEI giovani (della sezione, intendo) chiamarmi in lacrime dopo l'uscita dei quadri, non voglio più sentirli delusi dall'AIA, non voglio più vedere gente sorridente mentre annuncia alla stampa i nomi dei dismessi, non voglio più vedere epurazioni nelle varie commissioni alla fine di ogni tornata elettorale.
Non voglio più vedere guerre interne nelle sezioni per la nomina a presidente, non voglio più vedere gente venire alle mani per una frase in campagna elettorale, non voglio più vedere presidenti regionali che sistemano le graduatorie per far passare il soggetto w della sezione y a scapito di un giovane come voi che magari non ha il santo giusto nel paradiso giusto.
Non voglio più vedere arbitri scarsi promossi chissà come. Non voglio più vedere il regolamento dell'AIA allo stato attuale, perchè lo stesso è vecchio, obsoleto, contraddittorio, limitativo. E se il regolamento deve rimanere questo, non voglio più vedere infrazioni allo stesso.
Io, voi, buio, gli utenti vengono puniti (su iniziativa del presidente di sezione, del presidente regionale, del presidente nazionale o della procura d'ufficio) per sciocchezze. I vertici sono intoccabili, i designatori possono ottenre deroghe in barba al regolamento, il comitato nazionale invece di vigilare chiude gli occhi, il presidente si adegua (senza fiatare? Boh, certo si adegua), viene commissariata la sezione di Finale Emilia senza un motivo logico e contro il regolamento, deferiscono Buio senza nemmeno dirgli per quale motivo deve andare fino a Roma (senza poter nemmeno preparare un minimo di difesa) e noi che possiamo fare? Nulla, i soldatini che, in un primo momento siamo i giovani del futuro, poi, per delicati equilibrismi politici, diventiamo vecchi e rincoglioniti, pronti ad essere gettati giù dalla torre.
E che fare se siamo oggetto di un'ingiustizia? Nulla. Non possiamo fare nulla.
Non possiamo chiedere l'intervento della giustizia domestica perchè non siamo normali cittadini, ma semplici figuranti. Solo alcuni eletti (ed alcuni nominati) possono adire alla Suprema Corte di Giustizia nota come procura arbitrale.
Non possiamo rivolgerci alla giustizia ordinaria altrimenti ci becchiamo un deferimento in nome di quella fondamentale legge italiana che ci impedisce di tutelarci di fronte ad un danno subito. Non esiste? E' esattamente il contrario? Oh, accidenti, è vero...
Non possiamo incavolarci, prendere il telefono e perlomeno sfogarci perchè becchiamo il deferimento per lesa maestà.
Non possiamo fare nulla se non accettare supinamente e sperare di essere riciclati come dirigenti per continuare la storia dell'AIA, fatta di ritorni, uscite e rientri, facce incartapecorite che si riciclano come nuove.
Poi arriverà il giorno in cui vi renderete conto che tutto è stupendo fin quando si è in campo. Capita la "segata", capita la società che contesta, capita il bel voto, capita la società che perde e vi fa i complimenti, capita l'OT che crede in voi, capita di essere promossi, capita di avere una stagione sfortunata.
Capita di sentire al telefono giovani speranzosi piangere per essere stati messi alla porta senza nemmeno sapere perchè. E fa male, vi assicuro che fa malissimo. Ma chi se ne frega, ognuno soffra a casa sua, l'importante è che noi possiamo fare quello che ci pare e piace.
Ecco ragazzi.
Anche io sono stato giovane, di belle speranze rimaste tali.
Anche io ho rifiutato sempre i toni troppo alti, non servono a nulla.
Anche io ho cercato di calmare colleghi che stavano superando la soglia della correttezza.
Ma purtroppo mi son reso conto che non serve a nulla.
Non serve a nulla fin quando non ci sarà un cambio di rotta.
Vi assicuro una cosa, ragazzi: se anche voi vi arrendete, se anche voi vi adeguate a questo sistema di cose, abbiamo perso, l'AIA vera, quella della base, ha perso. Abbiamo perso l'occasione di rendere migliore l'Associazione.
Tra vent'anni sarete voi i dirigenti e sarete costretti a comportarvi alla stessa identica maniera, perchè senza accordi, senza cambiali, senza favori, senza promosse non si andrà mai da nessuna parte.
Perchè l'AIA è così, è sempre stata così. Quante volte avete sentito questa orribile frase?
Non siete stanchi di sentirla?
w1llys
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1367
Iscritto il: mar feb 02, 2010 5:24 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Arbitri.com

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite