arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Documentiamo qui tutti i casi di aggresioni agli arbitri di cui veniamo a conoscenza, perchè non passino inosservati.

arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda Pablo 82 il gio nov 29, 2018 10:39 pm

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
gara MONS.ORSENIGO - NUOVA FRONTIERA – GIRONE G
Dal supplemento allegato al rapporto di gara si evi
nce che terminata la partita l' Arbitro (minorenne)
si
avviava a piedi verso la stazione F.S. di Melzo per
prendere il treno ma dopo poco veniva raggiunto da
una
vettura Audi di colore grigio il cui conducente lo
accusava di aver fatto il dito medio al proprio fig
lio (giocatore
della U.S. Nuova Frontiera) minacciandolo verbalmen
te.
L' Arbitro riconosceva il figlio (che era seduto su
l sedile anteriore accanto al genitore ed indossava
la tuta
della Società) in un calciatore che poco prima avev
a preso parte alla gara.
L' Arbitro rispondeva alla accusa che lui non aveva
assolutamente fatto quel gesto e rivolto domanda a
l
giocatore quando eventualmente fosse successo, il c
alciatore rispondeva che era quando aveva la borsa
in
mano e lui gli era dietro.
L' Arbitro non sapeva assolutamente che questo calc
iatore era dietro di lui e dichiara che il gesto ch
e può
essere stato preso come offensivo poteva eventualme
nte essere stato confuso con il movimento da lui fa
tto
per mettersi la borsa sulle spalle.
Ripreso il cammino verso la stazione il genitore lo
seguiva e minacciava di percosse,indi, con passo v
eloce
lo raggiungeva dandogli una spinta mettendogli le m
ani sul petto poi trattenendolo con la mano destra
per la
felpa, con la sinistra gli stringeva il collo.
Passava di lì un Carabinie
re"che
interveniva in suo favore togliendolo dalle mani de
ll' aggressore. Quest' ultimo risaliva in macchina
e se ne
andava.
L' Arbitro tornava al campo di gioco e raccontava t
utto l' accaduto ai dirigenti della Società Mons. O
rsenigo
che si premuravano di accompagnarlo in stazione.
Accusando poi un dolore al petto l' Arbitro si reca
va al pronto soccorso dell' ospedale Papa Giovanni
XXIII di
Bergamo da dove veniva poi dimesso con diagnosi "co
ntusione della parte toracica" e prognosi di sette
giorni s.c.
426
426
/
20
Da quanto accaduto non si può che esprimere dura co
ndanna alla vile e violenta aggressione gravemente
antisportiva subita dall' Arbitro.
Per quanto sopra
si delibera:
a) Di far obbligo alla Società Nuova Frontiera (res
ponsabilità oggettiva) di disputare le prossime 2 g
are
casalinghe di campionato a porte chiuse che dovrann
o essere scontate nelle 2 gare ufficiali successive
alla pubblicazione che per la categoria in oggetto
corrispondono alle gare:
18/11/2018 Nuova Frontiera - Grezzago
02/12/2018 Nuova Frontiera - Trezzo
b) Si fa obbligo alla Società Nuova Frontiera di or
ganizzare una serata formativa con i genitori alla
presenza di uno psicologo (da segnalare obbligatori
amente alla Delegazione) per approfondire e
diffondere la sana cultura sportiva tra le varie co
mponenti societarie ed in modo particolare tra i ti
fosi.


partita giovanissimi a cui la societa' ha pure fatto reclamo


482
482
/
22
7. GIUSTIZIA DI SECONDO GRADO TERRITORIALE
7.1 CORTE SPORTIVA DI APPELLO TERRITORIALE DEL CRL
RECLAMO SOCIETÀ NUOVA FRONTIERA CAMP. GIOVANISSIMI
PROV. U14 GIR. G
Gara dell’11.11.2018 tra Mons. Orsenigo / Nuova Fro
ntiera
C.U. n. 20 della Delegazione di Monza Brianza datat
o 15.11.2018.
La Società NUOVA FRONTIERA ha proposto reclamo avve
rso la decisione del G.S. che ha disposto la disput
a
di due gare a porte chiuse e l’obbligo di organizza
re una serata di formazione con i genitori alla pre
senza di
uno psicologo per approfondire e diffondere la sana
cultura sportiva tra le varie componenti societari
e, ivi
compresi i propri sostenitori, lamentando l’eccessi
vità della sanzione e comunque dissociandosi dai
comportamenti avvenuti da parte principalmente di u
n genitore.
La Corte Sportiva d’Appello Territoriale, preso att
o che il reclamo è stato inviato nei termini regola
mentari
osserva.
Il provvedimento reso dal giudice sportivo sportivo è corretto, b
en motivato e merita di essere confermato.
A fronte dei fatti avvenuti sul terreno di gioco ne
lla partita indicata in epigrafe con comportamenti
gravemente diseducativi nei confronti di calciatori
minori si ritiene corretta la sanzione della dispu
ta di due
gare a porte chiuse e l’obbligo di organizzare even
ti formativi nei termini indicati dal giudice sportivo.
Infatti, la semplice dissociazione seppur apprezzab
ile, deve essere accompagnata da momenti di rifless
ione
seguiti da comportamenti a valenza educativa, come
indicato dal giudice sportivo nel provvedimento reclamato.
Tanto premesso e ritenuto
RESPINGE
il reclamo proposto e conferma le sanzioni comminat
e.
Dispone l'addebito della tassa.
7.2 TRIBUNALE FEDERALE TERRITORIALE DEL CRL
Nessuna comunicazione
8. RETTIFICHE
Nessuna Comunicazione



meno male qualcunio e' intervenuto in suo aiuto, se questo e' l'insegnamento e la morale di certi genitori, mi immagino i figli domani...a volte e' dura digerire certe cose :
Pablo 82
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio ago 30, 2018 10:22 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 1 volta
Sezione di: Lodi
Qualifica: Osservatore

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda gtrs il ven nov 30, 2018 1:48 pm

scusate ma un carabiniere vede uno che ti mette le mani al collo e non fa nulla? neanche identificare la persona?
gtrs
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1866
Iscritto il: sab set 26, 2009 9:28 am
Ha detto grazie: 209 volte
E'stato ringraziato : 71 volte
Qualifica: Arbitro

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda RSM_Assistant il ven nov 30, 2018 3:34 pm

gtrs ha scritto:scusate ma un carabiniere vede uno che ti mette le mani al collo e non fa nulla? neanche identificare la persona?

Gli eventuali atti compilati ed i provvedimenti adottati dal Carabiniere non riguardano la giustizia sportiva e sono coperti dal dovere di riservatezza imposto a Polizia e Carabinieri.
In ogni caso i fatti oggetto della vicenda sono perseguibili a querela di parte per cui, in questo caso, a presentarla devono essere i genitori del collega (i quali, per fortuna, non sono vincolati dalla clausola compromissoria).
RSM_Assistant
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 92 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda missed_approach il ven nov 30, 2018 4:01 pm

gtrs ha scritto:scusate ma un carabiniere vede uno che ti mette le mani al collo e non fa nulla? neanche identificare la persona?


Il nostro codice di procedura penale è troppo garantista.
Stiamo parlando di un minorenne aggredito con spintoni e mano sul collo, colto in flagranza di reato(lesioni personali) da un agente di polizia giudiziaria. Negli USA ti arrestano all'istante con una manganellata nei denti e ti portano dentro. Poi dopo si vede.
Qui? Intanto l'arresto è facoltativo e non obbligatorio, poi si può procedere " soltanto se la misura e' giustificata dalla gravita' del fatto ovvero dalla pericolosita' del soggetto desunta dalla sua personalita' o dalle circostanze del fatto."
Poi "Se si tratta di delitto perseguibile a querela, l'arresto in flagranza puo' essere eseguito se la querela viene proposta, anche con dichiarazione resa oralmente all'ufficiale o all'agente di polizia giudiziaria presente nel luogo. Se l'avente diritto dichiara di rimettere la querela, l'arrestato e' posto immediatamente in liberta'."

Quindi che fa il Caramba in borghese? Soccorre il ragazzino, fa da pacere e poi siccome conosce la macchina burocratica Italiana, chi glielo fa fare di dover poi giustificare un arresto con tutti i problemi che ne derivano?
"Procederà poi con una querela.....forse tra 5 anni in penale e tra 10 in civile qualcosa otterrà....nel frattempo saluti e baci,io vo a casa ciaone"
missed_approach
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1594
Iscritto il: mar set 18, 2007 10:44 am
Ha detto grazie: 136 volte
E'stato ringraziato : 224 volte

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda javasup il ven nov 30, 2018 5:53 pm

RSM_Assistant ha scritto:
gtrs ha scritto:scusate ma un carabiniere vede uno che ti mette le mani al collo e non fa nulla? neanche identificare la persona?

Gli eventuali atti compilati ed i provvedimenti adottati dal Carabiniere non riguardano la giustizia sportiva e sono coperti dal dovere di riservatezza imposto a Polizia e Carabinieri.
In ogni caso i fatti oggetto della vicenda sono perseguibili a querela di parte per cui, in questo caso, a presentarla devono essere i genitori del collega (i quali, per fortuna, non sono vincolati dalla clausola compromissoria).


A parte che ormai chiunque abbia un referto ospedaliero con prognosi ottiene l'autorizzazione a procedere alla giustizia ordinaria dalla FIGC ma, il padre di un calciatore non è tesserato quindi non c'è alcun vincolo da rispettare e nessuna autorizzazione da chiedere.
Avatar utente
javasup
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4019
Iscritto il: mer set 12, 2007 1:30 am
Ha detto grazie: 53 volte
E'stato ringraziato : 156 volte

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda gadamer il ven nov 30, 2018 8:24 pm

RSM_Assistant ha scritto:.
In ogni caso i fatti oggetto della vicenda sono perseguibili a querela di parte per cui, in questo caso, a presentarla devono essere i genitori del collega (i quali, per fortuna, non sono vincolati dalla clausola compromissoria).

Solo per mettere i puntini sulla i. La querela non "deve" ma "può" presentarla il genitore. Ma può anche presentarla il minore dai 14 anni in su.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
Avatar utente
gadamer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 49 volte
E'stato ringraziato : 275 volte

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda RSM_Assistant il ven nov 30, 2018 10:45 pm

gadamer ha scritto:
RSM_Assistant ha scritto:.
In ogni caso i fatti oggetto della vicenda sono perseguibili a querela di parte per cui, in questo caso, a presentarla devono essere i genitori del collega (i quali, per fortuna, non sono vincolati dalla clausola compromissoria).

Solo per mettere i puntini sulla i. La querela non "deve" ma "può" presentarla il genitore. Ma può anche presentarla il minore dai 14 anni in su.

Il mio devono va inteso nell'ottica in cui, in presenza di una volontà di procedere, la querela va presentata dai genitori, null'altro.
Vero è che la querela può presentarla anche il minore dai 14 anni in su, ma l'atto deve essere controfirmato dall'esercente la potestà genitoriali e, alla fine, il risultato è lo stesso.

-- ven nov 30, 2018 11:48 pm --

javasup ha scritto:
RSM_Assistant ha scritto:
gtrs ha scritto:scusate ma un carabiniere vede uno che ti mette le mani al collo e non fa nulla? neanche identificare la persona?

Gli eventuali atti compilati ed i provvedimenti adottati dal Carabiniere non riguardano la giustizia sportiva e sono coperti dal dovere di riservatezza imposto a Polizia e Carabinieri.
In ogni caso i fatti oggetto della vicenda sono perseguibili a querela di parte per cui, in questo caso, a presentarla devono essere i genitori del collega (i quali, per fortuna, non sono vincolati dalla clausola compromissoria).


A parte che ormai chiunque abbia un referto ospedaliero con prognosi ottiene l'autorizzazione a procedere alla giustizia ordinaria dalla FIGC ma, il padre di un calciatore non è tesserato quindi non c'è alcun vincolo da rispettare e nessuna autorizzazione da chiedere.

E io che avevo detto?

-- sab dic 01, 2018 12:03 am --

missed_approach ha scritto:
gtrs ha scritto:scusate ma un carabiniere vede uno che ti mette le mani al collo e non fa nulla? neanche identificare la persona?


Il nostro codice di procedura penale è troppo garantista.
Stiamo parlando di un minorenne aggredito con spintoni e mano sul collo, colto in flagranza di reato(lesioni personali) da un agente di polizia giudiziaria. Negli USA ti arrestano all'istante con una manganellata nei denti e ti portano dentro. Poi dopo si vede.
Qui? Intanto l'arresto è facoltativo e non obbligatorio, poi si può procedere " soltanto se la misura e' giustificata dalla gravita' del fatto ovvero dalla pericolosita' del soggetto desunta dalla sua personalita' o dalle circostanze del fatto."
Poi "Se si tratta di delitto perseguibile a querela, l'arresto in flagranza puo' essere eseguito se la querela viene proposta, anche con dichiarazione resa oralmente all'ufficiale o all'agente di polizia giudiziaria presente nel luogo. Se l'avente diritto dichiara di rimettere la querela, l'arrestato e' posto immediatamente in liberta'."

Quindi che fa il Caramba in borghese? Soccorre il ragazzino, fa da pacere e poi siccome conosce la macchina burocratica Italiana, chi glielo fa fare di dover poi giustificare un arresto con tutti i problemi che ne derivano?
"Procederà poi con una querela.....forse tra 5 anni in penale e tra 10 in civile qualcosa otterrà....nel frattempo saluti e baci,io vo a casa ciaone"

Hai detto cose solo parzialmente vere.
A parte la polemica finale fuori luogo (nessun Poliziotto o Carabiniere, te lo garantisco, ragiona nell'ottica del "chi me lo fa fare" ma fa sempre il proprio dovere) nel presente caso siamo in presenza di "lesioni lievissime" (7 giorni di guarigione) per le quali la legge non consente ne il fermo di Polizia Giudiziaria ne l'arresto in flagranza.
RSM_Assistant
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 92 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda missed_approach il sab dic 01, 2018 9:32 am

RSM_Assistant ha scritto:Hai detto cose solo parzialmente vere.
A parte la polemica finale fuori luogo (nessun Poliziotto o Carabiniere, te lo garantisco, ragiona nell'ottica del "chi me lo fa fare" ma fa sempre il proprio dovere) nel presente caso siamo in presenza di "lesioni lievissime" (7 giorni di guarigione) per le quali la legge non consente ne il fermo di Polizia Giudiziaria ne l'arresto in flagranza.


Discutiamone :ok
Non ho parlato mai parlato di fermo ma di arresto.
L'agente di polizia giudiziaria,quando interviene, non fa diagnosi quindi non può sapere quanti giorni di prognosi l'aggressione ha cagionato. Vede un adulto che prende per il collo un minorenne dopo averlo spinto e su quello deve valutare. Questo è un reato di lesioni personali,che poi siano lievissime o gravissime comporta il fatto di proceder d'ufficio eventualmente al PS. La legge prevede l'arresto in flagranza facoltativo....la facoltà dell'agente sta nel valutare "se la misura e' giustificata dalla gravita' del fatto ovvero dalla pericolosita' del soggetto desunta dalla sua personalita' o dalle circostanze del fatto". Evidentemente ha valutato che non c'erano i requisiti: chissà se in USA...o in Francia, se un adulto insegue un minorenne, lo strattona e poi lo afferra per il collo se una giratina in Commissariato se la fa?
Secondo me si prende anche una manganellata così tanto per fare le presentazioni.

RSM_Assistant ha scritto:Hai detto cose solo parzialmente vere.
A parte la polemica finale fuori luogo (nessun Poliziotto o Carabiniere, te lo garantisco, ragiona nell'ottica del "chi me lo fa fare" ma fa sempre il proprio dovere)


Sono il primo sostenitore delle forze dell'ordine a cui va la mia ammirazione....ma non facciamo ipocrita retorica:
nessuna categoria è immune dalle debolezze e dai limiti dell'essere umano.
C'è il Medico che non si adopera come dovrebbe.
C'è il Giudice che si fa corrompere
C'è la mamma che fa prostituire la figlia
E c'è anche il Carabiniere che pensa al quieto vivere.

Magari non è questo il caso,anzi ci saranno motivazioni che io ignoro(ad esempio il ragazzo non ha manifestato volontà di querela verso l'uomo) al punto di rendere questi discorsi poco più che chiacchere da Bar(non era mia pretesa andare oltre), comunque, i criteri di reclutamento degli anni passati fanno si che oggi tu abbia un Luogotenente analfabeta con la 3 media e un Appuntato Ingegnere. Nella Polizia idem: trattasi di pubblico impiego,ci trovi di tutto. Conosco molto bene e da vicino l'ambiente....un Commissariato non è ne più ne meno di un Comune.
Ed un Agente di Polizia può essere Jason Statham........ o Checco Zalone :icon-neutral:
Il problema è che le regole d'ingaggio di Polizia GIudiziaria sono così assurde che l'operatore ha solo da rimetterci....questo è il punto focale.
missed_approach
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1594
Iscritto il: mar set 18, 2007 10:44 am
Ha detto grazie: 136 volte
E'stato ringraziato : 224 volte

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda gadamer il sab dic 01, 2018 2:40 pm

RSM_Assistant ha scritto:Vero è che la querela può presentarla anche il minore dai 14 anni in su, ma l'atto deve essere controfirmato dall'esercente la potestà genitoriali e, alla fine, il risultato è lo stesso.

Ma quando mai? La querela (atto penale che prescinde dalla capacità processuale) la può presentare tranquillamente il minore senza controfirme di chicchessia.
L'eventuale azione civile (che implica capacità processuale) può essere esercitata dal solo genitore/i o da qualunque persona fisica o giuridica che si ritenga danneggiata.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
Avatar utente
gadamer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 49 volte
E'stato ringraziato : 275 volte

Re: arbitro giovanissimi inseguito in stazione aiuto dai cc

Messaggioda RSM_Assistant il dom dic 02, 2018 8:25 am

missed_approach ha scritto: ……Non ho parlato mai parlato di fermo ma di arresto. L'agente di polizia giudiziaria, quando interviene, non fa diagnosi quindi non può sapere quanti giorni di prognosi l'aggressione ha cagionato. Vede un adulto che prende per il collo un minorenne dopo averlo spinto e su quello deve valutare. Questo è un reato di lesioni personali, che poi siano lievissime o gravissime comporta il fatto di proceder d'ufficio eventualmente al PS. La legge prevede l'arresto in flagranza facoltativo……

Devo correggerti nuovamente: l’Agente di Polizia Giudiziaria, quando interviene per il reato di lesioni personali, non deve basarsi sul fatto che vi è “un adulto che prende per il collo un minorenne dopo averlo spinto” ma sulle lesioni riportate dalla vittima certificate da un medico di pronto soccorso, il cui referto è processualmente probatorio. Si può non essere d’accordo ma la legge stabilisce così, come stabilisce che per procedere d’ufficio le lesioni subite dalla vittima debbano essere superiori a 20 giorni. Nel presente caso il collega ha avuto 7 (sette) giorni di guarigione per cui si procede dopo l’eventuale querela della vittima. Per questo motivo, quindi, ribadisco che all’Agente di Polizia Giudiziaria non è consentito nemmeno l’arresto facoltativo in flagranza per il combinato disposto dell’Art. 582 comma 1 del codice penale (chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni) e dell’Art. 381 comma 1 del codice di procedura penale (Gli ufficiali e gli agenti di polizia giudiziaria hanno facoltà di arrestare chiunque è colto in flagranza di un delitto non colposo, consumato o tentato, per il quale la legge stabilisce la pena della reclusione superiore nel massimo a tre anni ovvero di un delitto colposo per il quale la legge stabilisce la pena della reclusione non inferiore nel massimo a cinque anni). Per quanto riguarda la volontà di quieto vivere o i titoli di studio dei Carabinieri o dei Poliziotti queste, si, sono chiacchiere da bar alle quali non mi presto.
missed_approach ha scritto: ……Conosco molto bene e da vicino l'ambiente....un Commissariato non è ne più ne meno di un Comune……

Da queste tue parole mi sembra di capire che tu lavori in un comune, ma ci sono dipendenti pubblici di vario genere per cui mi permetto quindi di risponderti con una battuta: ho abitato per anni vicino ad un ospedale, ma non sono diventato dottore.

-- dom dic 02, 2018 9:45 am --

gadamer ha scritto: ……Ma quando mai? La querela (atto penale che prescinde dalla capacità processuale) la può presentare tranquillamente il minore senza controfirme di chicchessia.
L'eventuale azione civile (che implica capacità processuale) può essere esercitata dal solo genitore/i o da qualunque persona fisica o giuridica che si ritenga danneggiata……

L’Art. 120 comma 3 del codice penale dice che “i minori che hanno compiuto gli anni quattordici e gli inabilitati possono esercitare il diritto di querela, e possono altresì, in loro vece, esercitarlo il genitore ovvero il tutore o il curatore, nonostante ogni contraria dichiarazione di volontà, espressa o tacita, del minore o dell'inabilitato". Questo articolo lascia poco spazio ad interpretazioni per cui………..
RSM_Assistant
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 598
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 92 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Regole del forum
Questa sezione serve a documentare, attraverso articoli di giornale, comunicati del giudice sportivo, o testimonianze dirette, casi di violenza subita dagli arbitri.

I commenti in questo forum devono avere sempre e comunque rispetto di tutti e in particolar modo degli Organi di Giustizia Sportiva.
Le sanzioni e le squalifiche vengono comminate attraverso precisi regolamenti.

Sono quindi vietati commenti che giudichino l'entità della squalifica/sanzione adottata dai Giudici Sportivi.

Ogni commento che non rispetti queste disposizioni sarà cancellato.

Torna a NO alla violenza!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti