Protocollo di utilizzo della VAR Technology (IFAB)

I dubbi sul regolamento e il galateo dell'arbitro sui campi da gioco

Protocollo di utilizzo della VAR Technology (IFAB)

Messaggioda M1313 il mer dic 21, 2016 2:32 pm

L'IFAB ha pubblicato un interessante sommario del protocollo completo della VAR (link); di seguito un riassunto (in traduzione) delle parti più importanti.

PRINCIPI FONDAMENTALI

  • la VAR è usata soltanto per quattro categorie di situazioni (reti, calci di rigore, espulsioni dirette, scambio di identità), e soltanto quando un chiaro errore è stato commesso dall'arbitro centrale;
  • l'arbitro deve sempre prendere una decisione, e non può riservarsi di non decidere nell'attesa di una review (a meno dei rari casi in cui una scorrettezza sanzionata con il cartellino giallo potrebbe in realtà essere da espulsione, o quando non è chiaro chi debba ricevere una sanzione);
  • soltanto l'arbitro può iniziare una review: tutti gli altri ufficiali di gara, inclusi i VAR, possono solo suggerire che sia iniziata una review;
  • non deve esserci alcuna fretta: è più importante l'accuratezza della decisione che la velocità nel prendere la stessa;
  • i calciatori non devono in alcun modo pressare o influenzare la review; nello specifico, un calciatore sarà ammonito se:
    • usa il 'review signal', ossia il gesto, fatto con le mani, che riproduce il contorno di una televisione;
    • entra nella RRA ('referee review area'), cioè la zona da cui l'arbitro centrale rivede le azioni da sé;
  • se un dirigente si rende colpevole delle infrazioni di cui al punto precedente, questi sarà allontanato;
  • l'arbitro deve sempre rimanere visibile durante tutto il processo per assicurarne la trasparenza;
  • se il gioco continua dopo un certo episodio, su cui poi la VAR ritorna per farlo annullare, e nel frattempo sono state prese sanzioni disciplinari contro dei calciatori, queste NON sono annullate a meno che non si trattasse di espulsioni per DOGSO o di ammonizioni per interruzione di promettente azione d'attacco;
  • c'è un limite massimo di tempo entro cui una certa decisione può essere rivista, e cioè si può tornare indietro solo fino all'inizio della APP ('attacking possession phase'), ossia sino al momento in cui, in occasione di una rete, di un episodio da rigore o da DOGSO, la squadra in attacco ha conquistato il possesso del pallone per far partire l'azione che ha portato all'episodio da rivedere.

PROCEDIMENTO DELLA REVIEW

  • il VAR osserva tutte le azioni dalla VOR, la 'video operation room', coadiuvato da un RO ('replay operator'); questi controlleranno automaticamente tutte le decisioni dell'arbitro, così non ci sarà necessità di alcun challenge da parte di calciatori o dirigenti;
  • se l'arbitro vuole una review, ma il gioco non è ancora fermo, dovrà fermarlo non appena il pallone è in una zona "neutrale" da cui nessuna delle due squadre ha buone possibilità d'attacco;
  • l'arbitro deve mimare con le mani il contorno di una televisione, e una decisione non può essere cambiata se questo segnale non è stato mostrato;
  • l'arbitro può affidarsi al giudizio del VAR, o controllare la decisione da sé con una OFR ('on-field review'): questa deve essere usata soltanto in caso di decisioni soggettive, e non per questioni fattuali come la determinazione di una posizione di fuorigioco, ecc.;
  • l'arbitro può guardare il video a velocità normale o in slow-motion; si precisa che:
    • lo slow-motion deve essere usato esclusivamente per determinare l'esatto punto di contatto in occasione di un fallo fisico o di mano;
    • la velocità normale deve essere usata in tutti gli altri casi, incluso per decidere sull'intensità di un fallo o sulla volontarietà di un tocco con la mano;
  • gli altri ufficiali di gara non prenderanno parte alla review, a meno che non siano espressamente richiesti dall'arbitro;
  • per gli episodi da espulsione diretta (ma non di DOGSO), è rivisto solo l'episodio in sé; in caso di DOGSO, e di episodi da rete o da rigore, l'arbitro riguarderà il replay dal momento in cui è cominciata l'azione d'attacco che ha portato all'episodio, e — se è rilevante — può essere rivisto anche il modo stesso in cui la squadra ha ottenuto il possesso del pallone all'inizio di questa azione;
  • il regolamento non permette di cambiare una ripresa di gioco dopo che questa è stata effettuata (calci d'angolo, rimesse laterali, ecc.), dunque queste decisioni non possono essere riviste, anche se hanno contribuito a far iniziare l'azione d'attacco di cui al punto precedente;
  • una gara NON è invalidata:
    • se la VAR Technology o la GLT hanno mostrato malfunzionamenti;
    • in relazione a qualsiasi decisione presa dal VAR, incluso il decidere se rivedere o meno una determinata azione.
Avatar utente
M1313
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1076
Iscritto il: gio lug 01, 2010 8:57 am
Ha detto grazie: 124 volte
E'stato ringraziato : 196 volte
Qualifica: Arbitro


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Regolamento del gioco del calcio e disposizioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti