Alcuni chiarimenti chiesti all'IFAB: le risposte

I dubbi sul regolamento e il galateo dell'arbitro sui campi da gioco

Alcuni chiarimenti chiesti all'IFAB: le risposte

Messaggioda Freedomofspeech il lun set 23, 2019 6:08 pm

Come è solito suggerire M1313 (se vuole poi intervenire dicendo la sua, qualcosa è ancora poco chiaro), mi sono preso la briga di sottoporre all'IFAB qualche dubbio che mi è venuto in mente rileggendo il Regolamento, e volevo rendervi partecipi.

Dubbio fugato

Poteva essere una dimenticanza e invece è proprio così: magari in pochi ci hanno fatto caso ma c'è un'ulteriore casistica riguardo il pezzo di regolamento qua sotto, dal momento che non viene elencato il "calciatore espulso della propria squadra".

DOMANDO:
Regola 12, pagina 100. "Se un’infrazione viene commessa fuori del terreno di gioco da un calciatore titolare contro un calciatore titolare, di riserva, sostituito o un dirigente della propria squadra, il gioco sarà ripreso con un calcio di punizione indiretto sulla linea perimetrale più vicina al punto in cui si è verificata l’infrazione."
Significa che se un'infrazione viene commessa fuori dal terreno di gioco da un calciatore titolare contro un calciatore espulso della propria squadra la ripresa di gioco sarebbe una rimessa da parte dell'arbitro? Se sì, dove?

L'IFAB risponde:
Sì, dove si trovava il pallone quando il gioco è stato interrotto


Risposta che mi lascia perplesso

DOMANDO:
Regola 14, pagina 116. Prima che il pallone sia in gioco, due calciatore infrangono le Regole in questi termini: un compagno di squadra del portiere commette un'infrazione passibile di cartellino rosso (es. condotta violenta), e il calciatore incaricato del tiro commette una finta irregolare. Quali sono le decisioni se il pallone entra in porta e se il pallone non entra in porta?

L'IFAB risponde:
Il principio generale sarebbe una ripetizione del calcio di rigore se le infrazioni vengono commesse dopo il fischio dell'arbitro che ne autorizza l'esecuzione


Io avrei detto ripetizione se il pallone non entra in porta e gol convalidato se entra in porta, secondo il principio della priorità del provvedimento disciplinare, quindi che tecnicamente si dovrebbe punire solo l'infrazione da rosso, e non ripetizione in ogni caso :eusa-think:

Cosa interessante

DOMANDO:
Ho un dubbio riguardo la nuova parte della Regola 5, pagina 44. Mentre il gioco è fermo per una qualsiasi ragione, un calciatore commette un'infrazione passibile di espulsione (es. condotta violenta). Quindi, un Assistente dell'Arbitro tenta di comunicare l'accaduto all'arbitro ma il gioco riprende. Quali sono le decisioni se:
1) il calciatore gioca/contende il pallone ad un avversario o interferisce con il gioco?
2) la squadra di quel giocatore segna una rete?
3) il calciatore segna una rete?
Possiamo fare riferimento a pagina 29 ("RETE SEGNATA CON UNA PERSONA IN PIÙ SUL TERRENO DI GIOCO") e/o pagina 94 ("Vantaggio") o no?

L'IFAB risponde:
Lo "spirito" della regola Vantaggio sarebbe che venisse assegnato un calcio di punizione indiretto contro il giocatore


Quindi veniamo a scoprire che dal punto di vista regolamentare bisogna rifarsi solo a pagina 94 e quindi se la squadra ingiustamente con un uomo in più sul terreno di gioco segnasse una rete non usufruendo dell'aiuto del calciatore che sarebbe da espellere quella rete sarebbe da convalidare

Cosa di cui ho ancora il dubbio

DOMANDO:
In passato, lanciare/calciare un oggetto dall'esterno all'interno del terreno di gioco significava un cartellino giallo automatico perché l'oggetto veniva considerato un'"estensione" delle mani e quindi era come se il calciatore fosse entrato senza permesso sul terreno di gioco; ora che lanciare/calciare un oggetto è un'infrazione a sé stante, questa infrazione è ancora considerata da cartellino giallo per essere entrati sul terreno di gioco senza il permesso dell'arbitro (o per qualsiasi altra ragione)?

L'IFAB risponde:
Questo era e dovrebbe ancora essere un cartellino giallo per comportamento antisportivo (non per essere entrati senza permesso sul terreno di gioco)

DOMANDO:
Anche se non è scritto da nessuna parte, lanciare/calciare un oggetto contro il pallone durante un'azione assolutamente irrilevante, quindi senza interferire con o interrompere una promettente azione d'attacco, è da considerare un'infrazione da cartellino giallo perché "non è una cosa giusta"? Se no, perché?

L'IFAB risponde:


DOMANDO:
Lanciare/calciare un oggetto, dall'esterno all'interno del terreno di gioco, durante un'azione assolutamente irrilevante, quindi senza interferire con o interrompere una promettente azione d'attacco, è da considerare ancora un'azione da essere sanzionata con un doppio cartellino giallo, dal momento che sono due infrazioni da cartellino giallo differenti, determinando l'espulsione del giocatore?

L'IFAB risponde:
Lanciare/calciare un oggetto all'interno del terreno di gioco senza alcuna ragione sarebbe da sanzionare con un singolo cartellino giallo se l'arbitro ha giudicato il comportamento come antisportivo ed espressione di dissenso o un tentativo di interferire con il gioco, ecc...


Ecco, questo trittico di risposte cozza con il passo del regolamento che dice di estrarre più cartellini per infrazioni che singolarmente sono da sanzionare col giallo anche se queste fanno parte della stessa condotta antisportiva (pagina 95) :eusa-think:
Freedomofspeech
 
Messaggi: 407
Iscritto il: lun dic 30, 2013 3:37 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 24 volte


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Regolamento del gioco del calcio e disposizioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti