Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No...

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No...

Messaggioda thedruyd il mar mar 21, 2017 12:43 am

Il presidente dell'Aia a Radio Anch'io Sport: "L'obbiettivo resta, ma dopo i fatti recenti abbiamo fatto un grande passo indietro. Per come ora stanno le cose verrebbe ripresa mezza frase e allontanata dalla verità".
'obiettivo è far sì che un giorno gli arbitri possano parlare pubblicamente al termine della partita ma quanto successo nelle ultime settimane "è stato un grande passo indietro. Avevamo chiesto serenità nel giudicare, nel dire, nello scrivere, nel diffondere e purtroppo non è accaduto. Ognuno ha pensato ai propri interessi e non al bene del calcio e alla tranquillità degli arbitri, alla violenza che si può generare con dichiarazioni sbagliate". È lo sfogo di Marcello Nicchi, presidente dell'Aia, ai microfoni di «Radio Anch'io Sport». "Dietro a fisiologici e pochi errori, qualche società ne ha approfittato per giustificare i mancati obiettivi raggiunti, qualche allenatore ha pensato più al rinnovo di contratto e qualche editore ne ha approfittato per vendere qualche copia in più dimenticando che così abbiamo fatto del male all'immagine del calcio italiano. Ci sono state partite bellissime, intense, ricondotte a un episodio, a un fallo laterale, a un rigore, cose che accadranno sempre anche quando ci sarà la tecnologia. Con la Var non ci sarebbero state le polemiche di Juve-Milan? Lo vedremo, forse daranno la colpa ai registi".

DISTORSIONE — Secondo Nicchi, non è immaginabile vedere oggi un arbitro rispondere alle domande dei media "perché verrebbe ripresa mezza frase e verrebbe ricondotta a qualcosa che non è la verità. Semmai gli allenatori dovrebbero parlare un po' di meno e magari un giorno si potrebbe arrivare a far parlare allenatore e arbitro insieme. Chi non ha parlato in questo periodo di partite belle da vedere non conosce il calcio, non conosce il regolamento. Abbiamo fatto degli errori come li fanno i calciatori e gli allenatori ma credo che abbiamo anche la sensazione che il calcio al suo interno non sia così compatto come dovrebbe essere, si vedono cose che non si dovrebbero vedere, come le proteste. Ieri, per esempio, i giocatori hanno protestato di meno e gli arbitri hanno arbitrato meglio. Più si mettono gli arbitri nelle condizioni di serenità per operare, più crescono e operano meglio. Mi è dispiaciuto sentire dire che un arbitro serio e intelligente fischiava la fine dieci secondi prima - aggiunge Nicchi riferendosi a Juve-Milan -. Vogliamo forse tornare ai tempi in cui si fischiava il fallo di confusione?".

SERENITA' — Il presidente dell'Aia assicura che i fischietti italiani non sono comunque "allarmati, anche quando sono attaccanti in alcuni casi in modo ingiustificato. Gli arbitri sono sereni, tranquilli e lavorano perché si evitino errori e le polemiche inutili". E a questo proposito Nicchi spera in una svolta comportamentale in campo: "Bisogna smettere di circondare gli arbitri, non è nemmeno bastato il fatto di aver avvertito che in questi casi in due, un giocatore per squadra, ci rimettono il giallo. Proporrò di ammonire anche il capitano perché il capitano si deve riappropriare del suo ruolo e della sua squadra".
SOLDI — Pronto a `punire´ un arbitro che ha sbagliato facendogli saltare un turno di campionato ("ma se arriva ad arbitrare in serie A è perché i suoi designatori lo hanno valutato nel tempo"), Nicchi smentisce che gli arbitri verranno pagati non più dalla Figc ma dalle Leghe: "A me risulta il contrario, che sarà la Federazione a farsi carico di tutte le spese possibili. Detto questo non ce ne fregherebbe niente se il rimborso dovuto ad un arbitro per l'albergo lo paghi la Lega o la Figc, non fa differenza".

Fonte: http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/2 ... 8544.shtml
thedruyd
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 909
Iscritto il: gio nov 05, 2015 9:06 pm
Ha detto grazie: 53 volte
E'stato ringraziato : 68 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda gad il mar mar 21, 2017 10:20 am

iettivo è far sì che un giorno gli arbitri possano parlare pubblicamente al termine della partita ma quanto successo nelle ultime settimane "è stato un grande passo indietro. Avevamo chiesto serenità nel giudicare, nel dire, nello scrivere, nel diffondere e purtroppo non è accaduto. Ognuno ha pensato ai propri interessi e non al bene del calcio e alla tranquillità degli arbitri, alla violenza che si può generare con dichiarazioni sbagliate".

Alcune indiscrezioni dicono che nei prossimi giorni sia in programma una conferenza stampa sulla scoperta dell'acqua calda.
Un cartellino rosso è come l'esplosione di una bomba;il giallo l'accensione di un timer. In un caso abbiamo offerto al pubblico quindici secondi di sorpresa; nell'altro quindici minuti di suspence. -A. Hitchcok-
Avatar utente
gad
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2518
Iscritto il: lun mag 09, 2011 7:56 pm
Ha detto grazie: 70 volte
E'stato ringraziato : 253 volte

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda marblearch il mar mar 21, 2017 10:28 am

gad ha scritto:
iettivo è far sì che un giorno gli arbitri possano parlare pubblicamente al termine della partita ma quanto successo nelle ultime settimane "è stato un grande passo indietro. Avevamo chiesto serenità nel giudicare, nel dire, nello scrivere, nel diffondere e purtroppo non è accaduto. Ognuno ha pensato ai propri interessi e non al bene del calcio e alla tranquillità degli arbitri, alla violenza che si può generare con dichiarazioni sbagliate".

Alcune indiscrezioni dicono che nei prossimi giorni sia in programma una conferenza stampa sulla scoperta dell'acqua calda.


Se l'acqua è calda , ne prendiamo serenamente atto. E stiamo dove l'acqua è fredda. Quando si raffredderà (cosa molto difficile, visti i personaggi che la fanno scorrere) torneremo a pensarci.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2326
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 84 volte
E'stato ringraziato : 204 volte

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda lunapop il gio nov 16, 2017 7:07 pm

Riprendo questo post, per una osservazione di carattere generale: Il Presidente afferma che è troppo presto per far parlare gli Arbitri.............
In questa occasione direi che il primo che a volte dovrebbe pensarci mille volte prima di dar sfogo alle sue elucubrazioni è proprio lui!

LaPresse - "Noi arbitri siamo tranquilli, ai Mondiali ci andremo e faremo la nostra bella figura". Lo dice il capo degli arbitri Marcello Nicchi arrivando in Figc per la riunionee indetta dal presidente Tavecchio. "Fiducia a Tavecchio? Prima di dire sì o no, rosso o giallo, vogliamo capire lo stato dell'arte e questo è il motivo di questa riunione", conclude

Se con questo tipo di dichiarazioni (tra l'altro abbastanza fuori luogo) Nicchi pensa di fare un favore agli Arbitri.....stiamo freschi!
Con il "popolo" dei tifosi incavolati neri per la mancata qualificazione della Nazionale alla fase finale dei Mondiali, quegli stessi tifosi mai teneri con gli Arbitri, questa affermazione che sa di "arroganza" e "superiorità" (quelle "virtù" spesso addossate alla nostra categoria) pensate davvero che sia propizia di simpatia per i nostri Colleghi che andranno in Russia?
E davvero ai tifosi il fatto che in quella situazione ci siano gli Arbitri e non la Nazionale sarà di stimolo per fare il tifo per loro?
Al di la del fatto che, dopo aver elogiato in più e più occasioni tutte le "grandi" qualità di Tavecchio, "amico e sostenitore dell'AIA" (vedi dichiarazioni in sede di ultime elezioni federali...), ora gli si rivolterebbe contro?!?
Ma via, nessuno gli hai mai detto che "un bel tacere non è mai morto"???
La mia massima stima va a Tommasi, che non ha tirato in ballo "cartellini gialli e rossi": senza se e senza ma ha detto quello che pensava, a nome dell'Associazione che presiede ed ha lasciato la riunione (e per fortuna che Nicchi si vanta di dire sempre quello che è giusto, senza peli sulla lingua!)
Costituzione italiana (1947)
Art. 21. - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione
.
Avatar utente
lunapop
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1201
Iscritto il: gio feb 04, 2010 10:20 am
Ha detto grazie: 28 volte
E'stato ringraziato : 41 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda Heisenberg il gio nov 16, 2017 10:33 pm

Il vero problema è che la prossima stagione, quasi certamente, l'Aia vedrà drasticamente ridursi i fondi che la Figc le mette a disposizione e questo proprio a causa della mancata partecipazione ai mondiali di calcio, io da associato non sarei così tranquillo...
Avatar utente
Heisenberg
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 714
Iscritto il: mer set 02, 2009 11:06 am
Ha detto grazie: 298 volte
E'stato ringraziato : 54 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda Zantaf il ven nov 17, 2017 10:30 am

Faccio mia una frase che dice un mio collega (che si definisce un "nicchiano pentito"): vorrei tatno sapere chi gli scrive i testi!
Dalla metà del secondo mandato il presidente se ne esce con frasi di una infelicità quasi inebriante, dimenticando che quanto detto oggi resterà per sempre scritto sul web. A titolo di esempio riporto questo articolo - http://www.soccerillustrated.it/soccer/5476/ - che si riferisce a Buffon ma è indicativo di ciò che ti può accadere (e ti possono scrivere) quando conduci una vita incoerente.
Zantaf
 
Messaggi: 238
Iscritto il: mar mar 01, 2016 9:48 am
Ha detto grazie: 9 volte
E'stato ringraziato : 17 volte
Sezione di: Roma1
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda divisarossa il ven nov 17, 2017 6:54 pm

lunapop ha scritto:Riprendo questo post, per una osservazione di carattere generale: Il Presidente afferma che è troppo presto per far parlare gli Arbitri.............
In questa occasione direi che il primo che a volte dovrebbe pensarci mille volte prima di dar sfogo alle sue elucubrazioni è proprio lui!

LaPresse - "Noi arbitri siamo tranquilli, ai Mondiali ci andremo e faremo la nostra bella figura". Lo dice il capo degli arbitri Marcello Nicchi arrivando in Figc per la riunionee indetta dal presidente Tavecchio. "Fiducia a Tavecchio? Prima di dire sì o no, rosso o giallo, vogliamo capire lo stato dell'arte e questo è il motivo di questa riunione", conclude

Se con questo tipo di dichiarazioni (tra l'altro abbastanza fuori luogo) Nicchi pensa di fare un favore agli Arbitri.....stiamo freschi!
Con il "popolo" dei tifosi incavolati neri per la mancata qualificazione della Nazionale alla fase finale dei Mondiali, quegli stessi tifosi mai teneri con gli Arbitri, questa affermazione che sa di "arroganza" e "superiorità" (quelle "virtù" spesso addossate alla nostra categoria) pensate davvero che sia propizia di simpatia per i nostri Colleghi che andranno in Russia?
E davvero ai tifosi il fatto che in quella situazione ci siano gli Arbitri e non la Nazionale sarà di stimolo per fare il tifo per loro?
Al di la del fatto che, dopo aver elogiato in più e più occasioni tutte le "grandi" qualità di Tavecchio, "amico e sostenitore dell'AIA" (vedi dichiarazioni in sede di ultime elezioni federali...), ora gli si rivolterebbe contro?!?
Ma via, nessuno gli hai mai detto che "un bel tacere non è mai morto"???
La mia massima stima va a Tommasi, che non ha tirato in ballo "cartellini gialli e rossi": senza se e senza ma ha detto quello che pensava, a nome dell'Associazione che presiede ed ha lasciato la riunione (e per fortuna che Nicchi si vanta di dire sempre quello che è giusto, senza peli sulla lingua!)


beh al di là delle dichiarazioni, il paradosso è chiaro ed evidente. La classe arbitrale, quella meno pagata e piu vituperata del mondo del calcio dalla base ai vertici, andrà a rappresentare l'Italia al massimo livello (come 4 anni fa del resto e da molte edizioni), mentre quelli strapagati con contratti milionari se ne staranno a casa.
divisarossa
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4378
Iscritto il: mer giu 09, 2010 8:37 pm
Ha detto grazie: 7 volte
E'stato ringraziato : 292 volte

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda Radici il mar nov 21, 2017 11:16 am

pensavo che veniva aperto uno spazio su Tavecchio ma vedo che la situazione non interessa....ma permettetemi una riflessione, ieri dopo le dimissioni di Tavecchio comunicate alla stampa dal Sommo :lol: ha poi aggiunto " adesso si deve rifondare la FIGC!" ma lui a chi ha votato ? adesso la deve rifondare? non dite che sono sempre il solito..... saluti
Radici
 
Messaggi: 356
Iscritto il: mar lug 27, 2010 11:51 pm
Ha detto grazie: 231 volte
E'stato ringraziato : 19 volte

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda Observer il mar nov 21, 2017 12:46 pm

Io sono dell'idea che parlare dopo le partite dovrebbe essere una possibilità "discrezionale" che il singolo associato deve potersi amministrare.

Questo permetterebbe ai formatori Arbitrali di formare anche una persona per saper stare davanti ad una telecamera, a eludere domande trabocchetto, e sapersi difendere.

così per come siamo messi oggi, il rischio di essere come dire .... fraintesi .... è altissimo.

il resto non lo commento, perché palesemente off topic.
****

Sono solo i superficiali a non giudicare mai dalle apparenze (O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4412
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 128 volte
E'stato ringraziato : 376 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Aia, Nicchi: "Far parlare gli arbitri dopo le gare? No..

Messaggioda gadamer il mar nov 21, 2017 1:02 pm

Esiste una via di mezzo fra il parlare nell'immediato post partita e il vietare di poterne parlare mai. E' del tutto evidente come l'appiglio alla bellicosità dei media sia del tutto strumentale a sostegno della mordacchia agli arbitri. Chiaro che sarebbe assurdo obbligare gli arbitri a rilasciare commenti, chiaro che è per me altrettanto assurdo, anacronistico, illiberale e chi più ne ha più ne metta, vietare a un arbitro (come a qualunque cittadino qualunque attività svolga) esprimersi sia pure entro limiti deontologici del''associazione.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
gadamer
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1310
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 25 volte
E'stato ringraziato : 197 volte

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti