Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospedale

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospedale

Messaggioda admin il mar feb 06, 2018 12:18 pm

Monterchi (Arezzo), 6 febbraio 2018 - UN NUOVO e grave episodio di violenza nei confronti degli arbitri arriva dal settore giovanile. Stavolta a finire in ospedale – dopo l’aggressione subìta alla fine di una partita – è stata una ragazzina di 17 anni, che ha rimediato una decina di giorni di prognosi prima di essere dimessa dopo le cure del caso. Nulla di grave, per fortuna, sul piano fisico. Molto di più su quello psicologico.

L’aggressore è il genitore di un ragazzo più o meno della stessa età dalla giovane: fortunatamente è stato subito fermato dai dirigenti dellesocietà, altrimenti la situazione poteva degenerare. Tutto accade domenica mattina al termine della gara del campionato Giovanissimi regionali dell’Umbria tra Junior Tiferno e Bastia. Il club tifernate gioca le sue gare interne allo stadio di Monterchi, nell’Aretino. Mentre R.B., l’arbitro-baby della sezione di Città di Castello, consegna i documenti ai dirigenti del Bastia, nasce una discussione perché la ragazza avrebbe invertito un’ammonizione. Nelle vicinanze c’è il padre del calciatore a cui sarebbe stata assegnata la sanzione e, mentre la giovane si avvicina all’ingresso del suo spogliatoio, l’uomo la raggiunge e sferra un violento calcio alla porta che colpisce l’arbitro all’anca.

La diciassettenne finisce a terra dolorante e si rivela fondamentale l’intervento dei dirigenti delle due squadre che fermano l’individuo probabilmente intento a proseguire nella sua aggressione. A questo punto la giovane viene subito accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Città di Castello dove le vengono prestate le prime cure; la paura è tanta, lei è quasi in stato di choc. Viene confortata dal padre – ex arbitro, molto conosciuto a Città di Castello – e dai vertici della sezione Aia tifernate che, in serata, sono stati a trovarla nella sua abitazione.

Nel frattempo allo stadio di Monterchi arrivano i carabinieri della locale Stazione guidati dal maresciallo Alberto Alunno che provvedono ai primi accertamenti nei confronti dell’uomo che, da Bastia, aveva accompagnato il figlio nella trasferta in Valtiberina e dopo l’aggressione aveva pure tentato di dileguarsi. Peraltro ieri mattina la ragazza, insieme al padre, si è recata nella caserma dei carabinieri di Monterchi per presentare denuncia nei confronti dell’aggressore. Contestualmente, come accade in questi casi, ora i militari effettueranno le indagini, con l’uomo che verrà messo di fronte alle proprie responsabilità. Se confermato che il genitore non è un tesserato della società del Bastia, rischierà grosso sia dal punto di vista penale che civile, in quanto l’arbitro colpito non è vincolato dalla clausola compromissoria che impedisce adire le vie legali nei confronti degli altri tesserati senza l’autorizzazione della Figc. Intanto anche ieri – a 24 ore dal fatto - lo sconcerto tra gli arbitri di Città di Castello non era sopito. Il presidente Michele Ceccagnoli, come da prassi, ha già segnalato quanto avvenuto agli organi preposti dell’associazione arbitri; si tratta di un osservatorio che si occupa degli atti di violenza e della tutela legale a favore degli ufficiali di gara colpiti da atti di violenza.

fonte: La Nazione
Avatar utente
admin
Amministratore
 
Messaggi: 1937
Iscritto il: dom set 16, 2007 7:23 pm
Ha detto grazie: 229 volte
E'stato ringraziato : 266 volte

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda MrSoul il mar feb 06, 2018 12:52 pm

Pazzesco, che schifo.
Certa gente deve essere bandita da ogni contesto sportivo
MrSoul
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 619
Iscritto il: gio dic 14, 2017 4:28 pm
Ha detto grazie: 11 volte
E'stato ringraziato : 28 volte

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda gad il mar feb 06, 2018 2:41 pm

Se confermato che il genitore non è un tesserato della società del Bastia, rischierà grosso sia dal punto di vista penale che civile, in quanto l’arbitro colpito non è vincolato dalla clausola compromissoria che impedisce adire le vie legali nei confronti degli altri tesserati senza l’autorizzazione della Figc.

E se non è confermato rischierà grosso lo stesso perchè saremo autorizzati dalla federazione.
Un cartellino rosso è come l'esplosione di una bomba;il giallo l'accensione di un timer. Possiamo dare al pubblico 15 secondi di sorpresa o 15 minuti di suspence. -A. Hitchcok-
Avatar utente
gad
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2859
Iscritto il: lun mag 09, 2011 7:56 pm
Ha detto grazie: 76 volte
E'stato ringraziato : 289 volte

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda tony il mer feb 07, 2018 6:59 pm

Uno arriva a casa la sera, si guarda allo specchio e ripensa che è appena tornato dalla caserma dopo aver spedito in ospedale una ragazza dell'età di suo figlio e che neanche conosceva, è stato portato via da almeno due persone e poi ha tentato anche di scappare come un ladro. Pagherei dei soldi per sapere cosa passa per la zucca in questi momenti alla gente.

gad ha scritto:
Se confermato che il genitore non è un tesserato della società del Bastia, rischierà grosso sia dal punto di vista penale che civile, in quanto l’arbitro colpito non è vincolato dalla clausola compromissoria che impedisce adire le vie legali nei confronti degli altri tesserati senza l’autorizzazione della Figc.

E se non è confermato rischierà grosso lo stesso perchè saremo autorizzati dalla federazione.

E se caso estremissimo, la federazione non autorizza, rischierà grosso lo stesso perché un genitore della ragazza non tesserato FIGC può querelare senza dover chiedere niente a nessuno, nemmeno alla figlia (120 c.p.).
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2623
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 113 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda Francesco77 il gio feb 08, 2018 8:27 am

questo è quanto....siamo proprio alla frutta!
GARE DEL 4/ 2/2018
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
gara del 4/ 2/2018 JUNIOR CASTELLO CALCIO - BASTIA 1924
PREMESSO CHE durante la partita i tifosi del Bastia 1924 insultavano e minacciavano, a più riprese, il
Direttore Di Gara;
CHE al termine della partita il Sig. MIRABELLI Francesco (Allenatore del Bastia) protestava animatamente
contro l'arbitro pronunciando frasi irriguardose;
CHE subito dopo il Sig. AISA Gianni (Dirigente del Bastia) aggrediva verbalmente l'arbitro con frasi ingiuriose
e irriguardose "accompagnandolo" fino al suo spogliatoio, con fare minaccioso e bestemmiando ad alta voce;
CHE il predetto, altresì, in segno di stizza, colpiva violentemente con dei pugni la porta dello spogliatoio della
propria squadra;
CHE successivamente il MIRABELLI, entrato nello spogliatoio dell'arbitro per ritirare la propria lista dei
calciatori, aggrediva verbalmente il Direttore di Gara pretendendo, in malo modo, che l'arbitro modificasse i
nominativi degli ammoniti (nel senso di sostituire un nominativo con un altro, su presupposto che l'arbitro
avesse sbagliato a scrivere nel referto), fintanto che il custode (richiamato dalle urla del predetto) riusciva ad
allontanarlo;
CHE nel frangente un soggetto non inserito in lista, ma chiaramente riconducibile alla Società Bastia
(verosimilmente un tifoso della stessa), si avvicinava minacciosamente all'arbitro e, tentando di entrare nello
spogliatoio del predetto, protestava vibratamente per l'avvenuta ammonizione di un calciatore del Bastia,
nonché per la sconfitta patita dalla propria squadra;
CHE mentre il Direttore di Gara cercava di chiudere la porta dello spogliatoio per arginare "l'assedio" a cui era
stato sottoposto, il predetto sferrava un violento calcio alla porta dello spogliatoio, così che la stessa colpisse
intenzionalmente l'arbitro all'anca ed alla gamba destra, facendolo cadere a terra e provocando allo stesso un
intenso e persistente dolore;
CHE, il citato facinoroso, sebbene allontanato - in un primo momento-dai Dirigenti del Castello Calcio, ritornava
nei pressi dello spogliatoio ed incurante del fatto che all'arbitro venissero apprestate le prime cure, continuava
ad inveire nei confronti del predetto (fra l'altro a richiesta dell'arbitro il predetto esibiva anche il proprio
documento di identità);
LANARI GIACOMO (VIS NUOVA ALBA)
PARIOTA CIRO GIACOMO (VIS NUOVA ALBA)
MANCINI SAMUELE (TERNANA UNICUSANO
CAL.SPA) FALCINELLI LORENZO (VIS NUOVA ALBA)
Pag. 2553 / C.U. N. 109
CHE in virtù del colpo subito, il Direttore di Gara veniva condotto in ospedale, ove gli veniva diagnosticata la
contusione all'anca destra con il consiglio di effettuare anche un'indagine radiologica, laddove il dolore non
fosse scomparso definitivamente entro qualche giorno;
OSSERVA
I fatti sopra descritti appaiono particolarmente gravi, soprattutto se rapportati alla categoria della gara (ossia i
"Giovanissimi Regionale") ed all'età ed al sesso dell'arbitro (l'arbitro, infatti, è poco più che una ragazzina non
ancora diciassettenne).
Se, infatti, può apparire comprensibile (sebbene non giustificabile) che, nella concitazione del momento, un
arbitro - sia anche minorenne e di sesso femminile - possa essere oggetto di aggressione verbale, non è in
alcun modo ammissibile che una ragazzina, dopo aver subito pressioni ed aggressioni verbali di vario tipo,
venga anche aggredita fisicamente da un soggetto che potrebbe essere suo padre e che in virtù
dell'aggressione sia costretta ad andare al "Pronto Soccorso".
Vien da chiedersi, fra l'altro, quale insegnamento abbiano tratto, i giovani calciatori che hanno preso parte alla
gara (per inciso ragazzini compresi fra i 13 ed i 15 anni di età) da simili eventi; così come vien da chiedersi
come mai simili soggetti (non in grado di tollerare eventuali errori arbitrali, ed incapaci di fare eccezioni anche
laddove la casacca arbitrale sia indossata da una ragazzina) la domenica non coltivino altri interessi; e vien
da chiedersi come mai nessuno dei Dirigenti della Società Bastia sia intervenuta in difesa dell'arbitro.
Non vi è dubbio, pertanto, che i fatti accaduti siano gravi e che richiedano una sanzione commisurata alla loro
entità e che, per i fatti dei propri tifosi, risponda la Società;
Per le ragioni sopra esposte, il Giudice Sportivo
DELIBERA
1) L'AMMENDA di Euro 1.200,00 a carico della Società BASTIA 1924;
2) La squalifica del campo, per una giornata, a carico della Società BASTIA 1924;
3) La squalifica fino al 15 marzo 2018 a carico di Mirabelli Francesco (Allenatore BASTIA 1924);
4) La squalifica fino al 31 marzo 2018 a carico di AISA Gianni (Dirigente BASTIA 1924).
Francesco77
 
Messaggi: 241
Iscritto il: mer feb 10, 2010 4:32 pm
Ha detto grazie: 24 volte
E'stato ringraziato : 1 volta
Sezione di: Terni
Qualifica: Arbitro
Categoria: Seconda

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda quagliabella il gio feb 08, 2018 9:15 am

Mi sono sempre chiesto: se un arbitro ( non una ragazzino/a ma uno "scafato", che non deve giocarsi nulla) reagisse con la stessa moneta? mi piacerebbe sapere,dato che qui leggo molti pareri legali: saremmo nel caso di "legittima difesa" o saremo "cornuti e mazziati"? (definizioni spesso collegate a noi arbitri..) :lol: :lol: :lol:
quagliabella
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1440
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 247 volte
E'stato ringraziato : 96 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda RSM_Assistant il gio feb 08, 2018 9:16 am

A parte la multa di 1200 Euro, che per una squadra di Giovanissimi Regionali è una bella stangata, le sanzioni comminate al Bastia 1924 sono assolutamente R - I - D - I - C - O - L - E ! ! ! ! !
Poi, alla luce di tutto il papiro e dei toni usati e scritti nella motivazioni, la sentenza del G.S. appare come una vera a propria presa in giro.
Da genitore spero che il Padre della giovane collega minorenne, che non ha bisogno di autorizzazioni perchè non tesserato, quale esercente la patria potestà denunci il folle, subumano, bestia, criminale autore di questo gesto e che gli venga accordato un risarcimento danni tale da mandarlo per stracci!
Chiedo scusa a tutti per i toni che ho usato, ma quando è troppo è troppo!
Non si può sopportare l'dea di un energumeno che aggredisce una ragazzina di neanche 16 anni, sopratutto se può avere l'età di suo figlio!
Ultima modifica di RSM_Assistant il gio feb 08, 2018 9:18 am, modificato 1 volta in totale.
RSM_Assistant
 
Messaggi: 433
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 67 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda quagliabella il gio feb 08, 2018 9:16 am

e, sopratutto , mettere nome cognome indirizzo di questo "eroe"? Un po di gogna mediatica gli starebbe bene! ma mi sa che c'è la maledetta privacy..
quagliabella
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1440
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 247 volte
E'stato ringraziato : 96 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda Martinhel2 il gio feb 08, 2018 9:33 am

Anche se i dirigenti del Bastia non avessero fatto quello che hanno fatto, già solo per non essere intervenuti in difesa dell'arbitro, non gli dovrebbe più essere permesso di allenare squadre giovanili.
Fossi io un genitore di qualcuno di quei ragazzi, lo porterei via immediatamente dalla società.
Martinhel2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: lun mar 13, 2017 3:00 pm
Località: Lombardia
Ha detto grazie: 2 volte
E'stato ringraziato : 3 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda jacksonfive il gio feb 08, 2018 9:51 am

Leggendo le motivazioni mi sono detto, oh bene, finalmente un giudice sportivo che dice e pensa quello che pensiamo tutti e gli farà il culo a questi 2 s.....i, poi alla fine leggo che da poco più di un mese di squalifica???

Ma cos'è? uno scherzo?
jacksonfive
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 846
Iscritto il: lun apr 26, 2010 10:48 am
Ha detto grazie: 8 volte
E'stato ringraziato : 50 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Giovanissimi

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti