Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospedale

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda fradi il lun feb 12, 2018 11:56 am

fradi
 
Messaggi: 63
Iscritto il: ven dic 23, 2011 2:25 pm
Ha detto grazie: 38 volte
E'stato ringraziato : 11 volte
Categoria: Giovanissimi

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda RSM_Assistant il lun feb 12, 2018 1:35 pm

fradi ha scritto:http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/ha-aggredito-la-baby-arbitro-di-16-anni-3-anni-fuori-dagli-stadi-il-babbo-di-un-giocatore-1.3716512

Standing Ovation per il Questore di Arezzo ! ! ! !
:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:
RSM_Assistant
 
Messaggi: 464
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 69 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda Observer il mer feb 14, 2018 6:12 pm

RSM_Assistant ha scritto:
fradi ha scritto:http://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/ha-aggredito-la-baby-arbitro-di-16-anni-3-anni-fuori-dagli-stadi-il-babbo-di-un-giocatore-1.3716512

Standing Ovation per il Questore di Arezzo ! ! ! !
:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:


corazzata-4.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
****

Sono solo i superficiali a non giudicare mai dalle apparenze (O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4761
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 159 volte
E'stato ringraziato : 433 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda tony il mer feb 14, 2018 6:53 pm

gad ha scritto:
Quindi se da un lato sarebbe sacrosanto far passare meritati guai a quel tale, d'altra parte è probabile che se la caverebbe con una modesta multa e un altrettanto modesto risarcimento.

Meglio di niente
Che il sistema giudiziario italiano abbia ampi margini di miglioramento e che uno possa entrare da vittima e uscire quasi da colpevole, ecco questo non penso sia in discussione.
Che dare un calcio a una porta dietro al quale sapeva bene che c'è qualcuno, perché la collega stava tentando di chiuderla dietro di sé prima di essere preso e portato fuori dai dirigenti, cito:
si avvicinava minacciosamente all'arbitro e, tentando di entrare nello spogliatoio del predetto ...
ritornava nei pressi dello spogliatoio ed incurante del fatto che all'arbitro venissero apprestate le prime cure, continuava a inveire.

Io non so fino a che punto puoi farla passare per colposo (cioè non per volontà di nuocere, ma per errore, imbranataggine, senza alcun dolo anche eventuale), e anche se fosse, tra sbattimento, processo, risarcimento minimo, parcella avvocato inversamente proporzionale alla condanna preventivaibile, spese varie, ce la caviamo con meno di 3.000 €? perché a me lasciare tra 3 e 5mila cucuzze così non è che piacerebbe troppo.
Quanto alla collega non voglio neanche ipotizzare una possibilità diversa da: l'avvocato AIA si prende in carico la pratica, costituisce lei e l'associazione parte civile, l'accompagna a deporre al magistrato o al maresciallo, conferma del referto, e ci vediamo tra 1-2-3 anni o quello che ci vuole.
Mi associo all'applauso al questore Bruno Failla.
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2653
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda gadamer il mer feb 14, 2018 8:43 pm

Tony, ho visto cose che voi umani......
Che nessuno pensi che non nutra il più assoluto disprezzo nei confronti del tizio ma per principio di realtà alcuni pensieri sparsi forse controcorrente a smorzare entusiasmi. Primo il Daspo è impugnabile (TAR) quindi siamo ancora nel provvisorio, non che sia ipotizzabile un annullamento ma una riduzione è possibilissima (ricordo che, salvo eccezioni che non riguardano casi singoli, la punizione è da uno a cinque anni). Quindi il questore ha avuto mano abbastanza pesante e ha fatto bene, ma non è per nulla sicuro che, in caso di ricorso il giudice amministrativo confermi.
Altro aspetto: per il procuratore referto arbitrale e dispositivo della sentenza del giudice sportivo non sono vangelo ma semplici atti presentati dal querelante che saranno posti in contraddittorio con quelli del querelato (testimonianze a favore quale esempio), sempre che il querelato infame non si metta a 90. Questo per determinare il tipo di reato (doloso o colposo) poi i giudici faranno quello che loro compete.
Ricordo ancora che per configurare il dolo va provata la volontà di nuocere fisicamente e che insulti, minacce e altre schifezze possono fungere da cornice ma non provano nulla riguardo all'intenzionalità. Perciò, per esperienza diretta e indiretta, credimi, credetemi , a parte i tempi molto variabili da tribunale a tribunale, da magistrato a magistrato ecc. l'esito non è per nulla scontato (però meglio che niente dice Gad con ragione anche le lesioni colpose).
Quanto all'assistenza legale AIA dovrebbe provvedere, va da sé, se non altro per tutela d'immagine. Tuttavia non è legittimata a costituirsi parte civile, sono lesioni personali e solo il querelante ha questa facoltà.
E chiudo sperando di essere pessimo profeta.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
Avatar utente
gadamer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1588
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 30 volte
E'stato ringraziato : 245 volte

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda RSM_Assistant il mer feb 14, 2018 10:04 pm

gadamer ha scritto:Ricordo ancora che per configurare il dolo va provata la volontà di nuocere fisicamente e che insulti, minacce e altre schifezze possono fungere da cornice ma non provano nulla riguardo all'intenzionalità.

Gadamer esiste anche il "dolo eventuale", vale a dire che il soggetto che ha calciato la porta dello spogliatoio “accetta il rischio” che un ulteriore fatto, non da lui preso direttamente di mira e tuttavia di probabilissima verificazione, si verifichi come conseguenza del fatto realmente da lui voluto e posto in essere.
Facciamo un esempio: tizio vuole uccidere caio e sa che costui passeggia tutti i giorni alle 3 del pomeriggio in una determinata piazza e decide così di piazzare una bomba proprio in quella piazza.
Tizio ha quindi intenzione di uccidere caio (dolo diretto), ma accetta altresì il rischio che dall’esplosione della bomba restino vittima anche persone che non aveva nessun interesse ad uccidere tuttavia, al fine di poter portare a compimento la propria condotta omicida, tizio è disposto ad accettare l’ulteriore evento, non direttamente preso di mira, di uccidere anche altre persone.
Questo esempio dimostra come nel dolo eventuale vi sia non soltanto la rappresentazione di un fatto (quello voluto – la morte di tizio – e quello non necessariamente voluto, ma di cui si accetta il rischio – la morte di altre persone) ma anche la volizione dello stesso: uccidere caio e aderire all’ulteriore evento non direttamente preso di mira (uccisione di altre persone accettando il rischio che si verifichi).
In questo caso il signore (si fa per dire) che scalcia con forza la porta dello spogliatoio per intimidire e spaventare l'Arbitro che da dietro sta cercando di chiuderla (fatto da lui preso direttamente di mira, dolo diretto) accetta coscientemente che la violenza del calcio faccia sbattere la porta addosso all'Arbitro procurandogli delle lesioni (fatto da lui non preso direttamente di mira e tuttavia di probabilissima verificazione, dolo eventuale).
Ultima modifica di RSM_Assistant il mer feb 14, 2018 10:49 pm, modificato 1 volta in totale.
RSM_Assistant
 
Messaggi: 464
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 69 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda tony il mer feb 14, 2018 10:35 pm

gadamer ha scritto:Tony, ho visto cose che voi umani......
....

Ah, non metto in dubbio una sola parola
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2653
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda gadamer il mer feb 14, 2018 11:39 pm

RSM_Assistant ha scritto:Gadamer esiste anche il "dolo eventuale", vale a dire che il soggetto che ha calciato la porta dello spogliatoio “accetta il rischio” che un ulteriore fatto, non da lui preso direttamente di mira e tuttavia di probabilissima verificazione, si verifichi come conseguenza del fatto realmente da lui voluto e posto in essere...
.

Scusa quasi mi offendi (scherzo) vuoi che non lo sappia? Il dolo eventuale è una gradazione del dolo, come dici in seguito e
semplifico: conseguenze più gravi del previsto di quelle volute. Se rileggi con attenzione ho sostenuto e sostengo che la lesione procurata potrebbe essere vista dalla magistratura non come intenzionale ovvero dolosa bensì accidentale ma colposa. Questo è lo snodo: se non si configura la volontà di procurare un danno fisico non può sussistere il "dolo eventuale" semplicemente in virtù dell'insussistenza di un dolo qualsiasi ma solo l'attuazione di un comportamento diciamo, fuori dal giuridichese, imprudente e verbalmente aggressivo, cioè colposo. Non è una mia lettura "legale" dei fatti, sarebbe impossibile averne una oggettiva conoscendo la sola versione del giudice sportivo, è quello che potrebbe venir fuori in giudizio. Un conto è la condanna morale che è fuori discussione, altro è la cosiddetta verità giudiziaria. Ciao
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
Avatar utente
gadamer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1588
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 30 volte
E'stato ringraziato : 245 volte

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda papero nero il gio feb 15, 2018 9:22 pm

ecco perché sempre meno giovani decidono di diventare arbitro....... non si può spingere un o una ragazzina in campo se non è in grado gestire la partita, poi si scrivono articoli drammatici convinti di ottenere risultati a favore della categoria mentre in realtà finirà tutto a " tarallucci e vino ". Non importa quanto alta è l' ammenda o quanti giorni di squalifica prendono i giocatori e gli allenatori, chi veramente resterà segnato da questa vicenda, sarà l' arbitro sedicenne che probabilmente sceglierà di dedicarsi ad attività alternative dove nessuno si permetterà mai di offenderla.
papero nero
 
Messaggi: 5
Iscritto il: lun ott 10, 2016 7:28 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Ragazzina-arbitro aggredita da genitore: finisce in ospe

Messaggioda gad il gio feb 15, 2018 10:48 pm

.. non si può spingere un o una ragazzina in campo se non è in grado gestire la partita,

Se anche mandassimo Collina a dirigere la gara più semplice del mondo e questo sbagliasse ogni decisione non riuscirei comunque a capire in base a quale principio qualcuno possa arrogarsi il diritto di insultare, fare del male o più banalmente trovarsi all'interno del recinto di gioco. Il problema non è saper gestire le gare ma dirigere le gare in un un mondo civile.

L'età (ovvero l'inesperienza) dell'arbitro conta 0 perchè da qualche parte si deve perforza cominciare, e guardacaso, non si tratta di una gara di Eccellenza dove è stato mandato un arbitro che "non si sa bene come ha fatto ad arrivarci" ma di una gara di Giovanissimi.

E, infine, non venitemi a dire che si comincia troppo presto perchè è così in tutti gli sport (cose come la responsabilità, la capacità di gestire se stessi e il rapporto con il mondo ci sono anche atleti che le praticano in scioltezza sotto i 15 anni già a livello internzazionale) e comunque se cominciassimo più tardi in serie A dovremmo mandarci dei 50enni scoppiati.
Un cartellino rosso è come l'esplosione di una bomba;il giallo l'accensione di un timer. Possiamo dare al pubblico 15 secondi di sorpresa o 15 minuti di suspence. -A. Hitchcok-
Avatar utente
gad
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3062
Iscritto il: lun mag 09, 2011 7:56 pm
Ha detto grazie: 82 volte
E'stato ringraziato : 304 volte

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti