Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzoli"

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda OA_ots il ven apr 13, 2018 4:39 pm

marblearch ha scritto:Se uno viene eletto per 4 anni, governa per 4 anni. Non c'è nessuna ragione per doversi dimettere. Gli "anni di fuffa" sono opinioni, rispettabili ma solo opinioni. Come pure l'affermazione che sia gente che ha lavorato per tornaconti personali o prebende di vario tipo. Affermazioni di sano populismo, così di moda in questo periodo, ma frutto unicamente di convincimenti personali. Al termine del quadriennio, ci saranno le elezioni e chi legittimato a farlo, voterà un nuovo presidente.

Che non vi siano ragioni per dimettersi è una tua opinione di parte, sarebbe sufficiente una analisi onesta obiettiva ed imparziale per prendere atto della situazione in essere ed avere il buonsenso di togliere il disturbo per il bene dell'Aia, gli elementi sono molteplici e sotto gli occhi di tutti. Ma questo non succederà mai, queste persone sono attaccate per loro interesse alle poltrone, di prove ne abbiamo avute a bizzeffe in questi anni vedi l'ultimo episodio del sostegno dato a Gravina in cambio della vice presidenza federale, altro che "sano populismo", fatevi un giro tra la vera base, scartate le opinioni di chi è stato messo dal management in determinate posizioni, scartate le opinioni di chi di politica se ne frega (la stragrande maggioranza di chi ha ancora la fortuna di scendere su un terreno di gioco con fischietto o bandierina), scartate le opinioni di chi teme di esporsi per non nuocere ai propri ragazzi, poi vediamo se le mie sono opinioni personali ...
OA_ots
 
Messaggi: 253
Iscritto il: lun apr 13, 2015 11:53 am
Ha detto grazie: 23 volte
E'stato ringraziato : 35 volte

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda lahir il ven apr 13, 2018 5:10 pm

Observer ha scritto:.....


Quindi, siccome un tempo si stava peggio ora bisogna tacere, altrimenti si compie il reato di lesa maestà. Boh, va beh, credo che se queste sono le argomentazioni, siamo ad un vicolo cieco, per cui inutile proseguire il dialogo, parliamo lingue diverse.

marblearch ha scritto:Se uno viene eletto per 4 anni, governa per 4 anni. Non c'è nessuna ragione per doversi dimettere. Gli "anni di fuffa" sono opinioni, rispettabili ma solo opinioni. Come pure l'affermazione che sia gente che ha lavorato per tornaconti personali o prebende di vario tipo. Affermazioni di sano populismo, così di moda in questo periodo, ma frutto unicamente di convincimenti personali. Al termine del quadriennio, ci saranno le elezioni e chi legittimato a farlo, voterà un nuovo presidente.


Marby, Marby... Uno si dimette se durante il suo mandato ottiene smacchi incredibili. Oppure uno si dimette se in otto anni quello che riesce a produrre è una conferenza stampa imbarazzante. Ah, a proposito di populismo, ti lascio con un "non manderemo più un arbitro in quei campi dove vengono picchiati". Bye.
lahir
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 702
Iscritto il: mar feb 08, 2011 5:45 pm
Ha detto grazie: 256 volte
E'stato ringraziato : 56 volte

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda Observer il sab apr 14, 2018 2:55 pm

lahir ha scritto:Quindi, siccome un tempo si stava peggio ora bisogna tacere, altrimenti si compie il reato di lesa maestà. Boh, va beh, credo che se queste sono le argomentazioni, siamo ad un vicolo cieco, per cui inutile proseguire il dialogo, parliamo lingue diverse.


Temo proprio che tu abbia ragione. Se io scrivo "raviolo" e tu capisci "tortellino" .... credo proprio che parliamo lingue diverse :-)
****

Sono solo i superficiali a non giudicare mai dalle apparenze (O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4768
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 163 volte
E'stato ringraziato : 436 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda lunapop il sab apr 14, 2018 6:24 pm

Observer ha scritto:Ma scusate: nell'AIA di OGGI non c'è trasparenza. Ma come vi permettete? Ma dove ca##o stavate voi quando negli anni d'oro che tanto vi mancano arrivavi dopo 3 stagioni di OTS e almeno 4 di CRA alla CASP e ricevevi 1 commissario ogni 4-5 gare, non visionato ogni gara come accade oggi, e non avevi MAI la media ne ai raduni ne in via elettronica, e a fine anno scoprivi che andavi a casa nemmeno perché avevano la decenza di chiamarti la mattina della pubblicazione dei quadri, ma lo scoprivi ricevendo la lettera.
Dove eravate voi quando poteva capitare che fossi "dimenticato" e che per questo non venivi visto mai dall'OT per tutta una stagione. E facevi 1 raduno a inizio stagione, 1 a metà campionato e poi non sapevi nemmeno il nome del tuo OT se veniva a vederti. Chi hai avuto .... boh .... fracacchio da Velletri .... sincrotone da Frascati.
Rimpiangete i tempi andati? Ecco mi sarebbe piaciuto vederle certe penne che qui dentro intingono il calamaio nel curaro, al corso di formazione per dirigenti arbitrali degli anni che furono. Dove entravi solo su cooptazione, nessuno ha mai saputo in base a quale merito ci aderivi. E guai se aprivi bocca. Dovevi solo stare zitto, e prendere appunti.
E tutti impomatati, in fila per la foto di rito, con la brillantina Linetti che ti impiastriccia la testa e tutti con il vestito buono della festa e la spilla dell'AIA sul bavero della giacca della domenica, quella con cui vai in chiesa ma che ti sta strettina sui fianchi. Colori ammessi, grigio e blu.
E non c'era un ispettorato tecnico che faceva le pulci agli OT di tutte le categorie (tanto perché qualcuno blatera e straparla del ST che va in gita, elefantiaco) ne uno amministrativo che andava a fare le pulci a come si usavano i soldi e perché. E scoprivi solo a consuntivo che certe sezioni inserivano gare finte per liquidare note spese per far "tornare i conti".
Ma davvero, ma avete tutti meno di 10 anni di tessera e quindi vivete l'associazione solo sotto la presidenza Nicchi, o ne avete più di 35 abbondanti come me e quindi SAPETE come andavano le cose una volta.
Le Medie ? Riservate.
Le Relazioni degli OA? Riservate.
Se ti va bene è così .... non ti va bene?
"Normale Avvicendamento" ......
Cerco, nei limiti del possibile, davvero di farmi i fatti miei, e di non assumere posizioni preconcette perché tanto a me non mi paga nessuno per dire la verità. E mi urta davvero essere considerato il lacchè di chicchessia, perché nella mia vita ho pagato spesso il prezzo di una lingua lunga e di non saper tacere le ingiustizie. Nelle amicizie, nel lavoro ... ufff ...... per cui a me chi me lo fa fare di star qui a dire le cose come stavano una volta?
Ma certe volte ... santo cielo ... ti scappano i tasti sotto i polpastrelli perché per tanti di voi o c'è malafede, o c'è davvero una scarsa MA SCARSAAAAAA conoscenza di cosa era l'AIA una volta.
Dove per inciso, feci tantissimi anni fa (inizio anni '80) la mia prima gara a inizio SETTEMBRE, e il rimborso delle spese mi fu liquidato a inizio FEBBRAIO!
Ergo ... ma che mi state dicendo?.......
ps: Lunapop, leggerti è sempre un gran piacere non solo per la tua raffinatezza espressiva e la capacità nelle argomentazioni, ma anche e soprattutto per il modo diretto e sanguigno di perorare le tue tesi. Ebbi a dire che mi parevi "rancoroso" e in parte me ne pento. Non tanto per la superficialità del commento in se' (non ti conosco, non ho mai parlato con te ... io dico quel che penso senza filtri ma ovviamente posso sbagliarmi) quanto semmai perché mi sembra che questa cosa ti abbia toccato o forse tu la senta come una cosa ingiusta. Se è così ... me ne scuso di cuore.



Carissimo Observer, leggo con sempre grande attenzione i tuoi messaggi e, ti confesso, pur trovandoci spesso a disquisire da posizioni differenti, mi piace dibattere con te di questioni Associative.
Ci accomuna, infatti, un grande "amore" per questa nostra Associazione e vorremmo, ognuno con le proprie idee e convinzioni, che essa fosse sempre vivibile al massimo ed ottimale per gli Associati tutti, ma, in special modo, per i Giovani Colleghi.
Ho premesso che mi piace avere questo confronto che, credo, da parte mai non sia mai venuto meno ai canoni della correttezza: per cui, quando ho letto che mi hai appellato come "rancoroso", in effetti la cosa mi ha sorpreso, non perchè me ne sia doluto come "offesa", quanto perchè ti ritengo "superiore" ad altri che qui scrivono e che non accettano mai confronto se non attaccando o, respingendo in maniera diciamo "critica dura" chi espone altre opinioni.
Detto ciò, da parte mia è tutto superato e quindi "amici" come prima!
Leggo che hai iniziato il tuo "percorso" Associativo negli anni 80: io molto prima di te e, perdonami, pertanto mi vanto di avere conosciuto un'Associazione che tu, per ovvi motivi, conosci solo per relata.
Ho avuto l'opportunità di avere contatti e conoscenza, diretta o meno, con Grandi Dirigenti e Galantuomini, sia Associativi che Tecnici e te ne cito alcuni a mente, così: Marengo di Chiavari, Jonni di Macerata, Macchiarella di Roma, Giunti di Arezzo, Ferrari di Milano, Agrò di Palermo, Nicolosi di Acireale, Francescon di Padova, Adami di Roma, Mattei di Macerata, oltre, naturalmente al compianto Presidente Campanati.
Yi assicuro che sono state tutte Persone di enormi qualità, che hanno trasmesso valori Etici, Tecnici e, sopratutto, Umani di enorme spessore e leggere che c'è chi - pur neppure conoscendoli - li "disprezza", solo perchè appartenenti ad un'AIA differente da quella odierna, mi fa veramente male. Non avevano nulla da invidiare a chi oggi governa l'Associazione: prova ne è che una miriade di Arbitri (e Dirigenti) sono usciti dalla loro gestione e sono cresciuti grazie ai loro insegnamenti.
Io personalmente sono onorato e grato a tutti loro (e tanti altri che non mi dilungo a nominare) per quanto ho ricevuto in questa lunghissima esperienza di vita Associativa.
A ben vedere, se ci pensi, se lo stesso Nicchi oggi riveste ll ruolo di Presidente, non è certo per "grazia divina": c'è arrivato attraverso un percorso tecnico e di crescita umana, attraverso quanto ha avuto prima come Arbitro (fino ad Internazionale) e poi come Dirigente (compresa, se proprio vogliamo essere più sinceri dei sinceri, anche con una militanza, quale Componente, nella "famigerata" Commissione della CAN ante Calciopoli!).
Hai ragione sul fatto che a quei tempi, spesso si arrivava ad arbitrare in Serie D da grandi (ma era un dato di fatto che i Campionati erano molto più difficili di oggi, la violenza dilagante ed era necessario che arrivassero Arbitri più "maturi" anche per età e poi i limiti di permanenza negli OT Nazionali e nell'attività in genere erano più elevati; si poteva rimanere fino ad oltre 50 anni!); che durante la Stagione eri visto da 5/7 Commissari Speciali (allora si chiamavano così), ma erano le allora Norme di Funzionamento e "giravano" molti meno soldi di oggi, perchè il budget era davvero misero e che, in tutto ciò, capitava che Arbitri, magari al I anno, non ricevesse la visita dell'OT; vero è anche che non avevi contezza della visionatura (perchè il voto non veniva comunicato: attenzione però, questo NON accade neppure oggi!) e che spesso non venivi a conoscenza della tua media.
Ma non è stato sempre così: pensa un po' che nel periodo in cui Benedetti di Roma ricoprì il ruolo di Responsabile della CAND (e per un anno della CANC), ai raduni (erano effettivamente solo 3, ma sempre legati ai costi: comunque, tanto per saperlo, tutti i partecipanti venivano rimborsati dei costi di viaggio, lo dico, perchè Nicchi nella conferenza stampa ha affermato che oggi gli Arrbitri si devono pagare tutto da soli...) fu veramente innovativo (anni 80/90): mostrava ad ogni Arbitro la propria scheda tecnica (scritta a mano, su un libretto che veniva fornito ad ogni OT proprio dall'AIA per la fattispecie e sul quale venivano riportate tutte le gare dirette, con risultati, nomi dei Commissari e voti assegnati) e poi chiedeva loro "cosa ne pensi"????
Come vedi non c'era proprio il buio assoluto! Eppure non eravamo ancora "autonomi"....
Poi sono venuti grandissimi tecnici, quali Agnolin e Casarin (forse non piacevano come Uomini per il carattere, ma di Tecnici così, ahime, oggi ce li sognamo: hanno messo i prodromi per l'Arbitro del futuro!)
Se volgiamo parlare del Settore Tecnico (allora Scuola Arbitrale: nata con un Galantuomo quale Riccardo Lattanzi di Roma), mi pare che non si possa dimenticare tutto il materiale "avveniristico" per l'epoca (Regolamento interattivo, filmati, slide) che ha aperto la strada a quello odierno (ma oggi i mezzi tecnici sono "marziani" rispetto ad allora...).
Un impulso ulteriore lo ebbe poi sotto la gestione di Antonio Trono di Torino (altro grandissimo Dirigente) e, successivamente con Mattei (e qui, sottolineo che, dato che il Settore Tecnico - nel frattempo aveva assunto l'odierna denominazione - da circa 130 Componenti, lo fece "dimagrire" a 90, proprio per razionalizzare e diminuire i costi, qualificando vieppiù i Componenti, anche perchè c'erano allora - come OGGI - aree che si riunivano si e no 1 volta all'anno!).
Se vai a cercare le cassette, i CD, le slide di allora, vedrai che molte servono tuttoggi (anche se c'è chi ha pensato bene di "rinominarle" e renderle proprie...). Oggi siamo ad oltre 150 Componenti: perdonami ma che senso ha? E, non mi dire che anche tu non trovi assurda la presenza di un Componente ad ogni raduno della CAN A, B e LEGA PRO, solo e soltanto - sei troppo Onesto,non negarlo - solo per "portare il saluto del Responsabile; oppure, come è accaduto anche quest'anno in alcune Regioni, ben 3 presenti al raduno CRA di inizio stagione!?!?
Per me questi sono "viaggi di piacere, per lo meno è la mia opinione, poi se per te non è così, beh, abbiamo opinioni diverse e ci sta.
Da ultimo, una tua affermazione la smentisco per esperienza personale ed è relativa al Corso per Dirigenti.
Sai come io, semplice Associato, allora Commissario Speciale, riuscii a partecipare ad uno di quei Master? Attraverso una domanda di partecipazione che si poteva fare, utilizzando un modulo che venne pubblicato in una Rivista "L'Arbitro", pensa un po'.
Il Presidente della Commissione era Boschi di Parma, vi partecipavano Consonni di Milano ed una Psicologa (ahimè, per l'età vetusta mi sfugge il nome: non era una Associata) e tutto il Corso fu improntato a far parlare proprio i partecipanti...
Per inciso, non ci furono foto di gruppo del genere "gruppo vacanza Piemonte", non c'era obbligo di vestiario d'ordinanza, ci fu una sorta di esame finale (ma ogni giorno era pressochè un esame) e venne rilasciato il Diploma che ancora conservo gelosamente...
Come vedi, qualcosa di buono anche nei tempi "più bui" dell'Associazione avveniva, no?!?
E non eravamo "autonomi" (solo dopo il 2000 l'AIA riacquisto il potere elettivo dei propri Dirigenti) e non avevamo la possibilià di avere sponsor per l'Associazione (il famoso Conto Arancio, durò poco e, sopratutto rendeva pochissimo, perchè una fetta notevole degli introiti se lo "intascava" la FIGC) nè, tanto meno per le Sezioni, che oggi ne usufruiscono.
Eppure gli Arbitri crescevano (e ne crescevano tanti e molto bravi) ed eano già allora considerati i migliori al Mondo (vedi Gonella e Collina Direttori delle Finali Mondiali, oltre a Finali degli Europei e delle Coppe dei Campioni, delle Coppe e Mitropa)!
Però funzionava tutto male, era un "magna magna", poca etica, intrallazzi, rimborsi tardivi, violenza a gogo......
Sicuro sicuro che sia tutto così?!?!
Mah, ai posteri l'ardua sentenza.
Buona serata.
Costituzione italiana (1947)
Art. 21. - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione
.
Avatar utente
lunapop
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: gio feb 04, 2010 10:20 am
Ha detto grazie: 33 volte
E'stato ringraziato : 59 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda pecosbill il sab apr 14, 2018 10:56 pm

Mi emozioni lunapop. Io son arrivato un po più tardi, ma quell'AIA l'ho vissuta, alcuni di quelli che citi li ho conosciuti. Uno, con cui ho passato solo due giornate non lo scorderò mai: Riccardo Lattanzi. Quell'AIA è stata fondamentale nella mia esistenza. E' cambiata l'AIA come è cambiato il mondo. Meglio? Peggio? Mah...
pecosbill
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 703
Iscritto il: sab mar 24, 2012 3:22 pm
Ha detto grazie: 99 volte
E'stato ringraziato : 126 volte

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda emiro1965 il dom apr 15, 2018 8:47 am

Ricordo e riconosco parte dell'associazione che racconti e ho conosciuto alcune persone che hai citato. Altre per sentito dire perchè erano in auge quando io ho iniziato.
E' vero quello che dici su Vittorio Benedetti perchè io ero uno di quelli che , seduto di fronte a lui, leggeva le sue note. Mi sembra di ricordare che i raduni fossero solo due, inizio e metà stagione e comunque interamente rimborsati. Il commendator Macchiarella designava un giovane Collina....
Posso parlare dagli anni 80 in poi, non ho il ricordo di anni bui, segreti..anche del mio periodo al CAR sapevo tutto, medie, voti degli organi tecnici, classifiche finali, nessun segreto.
......Dopo 4 minuti, e Bluelord è testimone, Obrenovic mi ha già colpito !!! Eccellente !!!! Entra immediatamente nella lista dei miei preferiti. 28 anni !!!!!
Avatar utente
emiro1965
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1555
Iscritto il: ven giu 13, 2008 8:57 pm
Ha detto grazie: 196 volte
E'stato ringraziato : 79 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Scambi

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda bracco75 il lun apr 16, 2018 11:22 am

Non è che ho paura di morire. Solo che non voglio esserci quando accadrà. W. Allen
Avatar utente
bracco75
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4524
Iscritto il: mar feb 02, 2010 12:34 pm
Ha detto grazie: 338 volte
E'stato ringraziato : 474 volte

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda FlyingOA il lun apr 16, 2018 3:17 pm

bracco75 ha scritto:http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/16-04-2018/nicchi-tuona-riforma-si-rischia-nuova-calciopoli-ma-federazione-non-esiste-260570999581.shtml


Urca....ma Nicchi tempo fa aveva annunciato che Calciopoli praticamente non era mai esistita...ricordo una foto sulla nostra Rivista e, mi pare, un editoriale ove affermava con forza che calciopoli non aveva toccato il nostro sistema.
E ricordo anche la riabilitazione dell'ex Presidente Lanese, con tanto di restituzione della benemerenza ed anche qui con articolo e foto sulla rivista.
FlyingOA
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 645
Iscritto il: lun apr 26, 2010 1:10 pm
Ha detto grazie: 6 volte
E'stato ringraziato : 2 volte
Sezione di: Milano
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda lunapop il lun apr 16, 2018 5:22 pm

bracco75 ha scritto:http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/16-04-2018/nicchi-tuona-riforma-si-rischia-nuova-calciopoli-ma-federazione-non-esiste-260570999581.shtml


Sinceramente....quetse dichiarazioni del Presidente mi danno un po' l'idea di "pane ai poveri"!
Innanzi tutto cosa c'entra ritirare in ballo Calciopoli?
C'è qualche motivo e sospetto, ignoto ai più, ma conosciuto solo da lui, perchè si paventi un nuovo scandalo nel Calcio di Serie A?
Se ne è a conoscenza, lo avrà già denunciato, immagino e quindi ci saranno indagini in corso.
Oppure è una sua supposizione?
Attenzione a gettare ombre sulla regolarità dei Campionati, specie in questa fase: può essere pericoloso e controproducente, proprio per quegli Arbitri che lui intenderebbe salvaguardare.
Dire "la Federazione è assente", "c'è chi trama nel torbido per togliere potere agli Arbitri e riportarci a Calciopoli" è particolarmente grave; ancor più se affermato da un Dirigente Federale!
Chi sarebbero questi "poteri occulti"? Il CONI? Malagò? Fabbricini?
Considerato che è il Comitato Nazionale del CONI (non della Federazione Gioco Calcio) che ha deliberato di togliere il potere elettivo a TUTTE le Componenti Arbitrali di TUTTE le Federazioni ( si obietterà: solo noi lo abbiamo...peggio, quindi, allora è vero che siamo un'anomalia!) è quindi il CONI (ed i suoi vertici...vedi Malagò in primis) che vuole mischiare nel torbido!
Direi parecchio avventurosa come affermazione e screditante verso la massima Autorità Sportiva Italiana.
A quale scopo lo farebbe? Tornaconto personale? O, peggio ancora, "intruppamento"????
Ricordiamoci che poi che i Principi Informatori del CONI FANNO Legge obbligatoria per tutte le Federazioni Nazionali riconosciute e non possono essere disattese dall'essere recepite: pena l'esclusione della Federazione.
Se il Coni stabilisce così, la Federazione Gioco Calcio non può che adeguare il prooprio Statuto nella prossima Assemblea Straordinaria.
Nicchi poi afferma una cosa errata (dimenticanza o volontà fuorviante), quando dice che in altri Paesi gli Arbitri votano in Assemblea: dopo la storia dei rimborsi va a cercarsi un'altra schiaffeggiata da Fabbricini e da Malago,i quali hanno affermato chiaramente che, fatta una indagine in tal senso "l'AIA è l'unica che ha questo privilegio anomale".
E, da ultimo, faccia un po' pace con le sue affermazioni sullo sciopero: negli ultimi 20 giorni, ad .intermittenza, un giorno "sciopero, forse", un giorno "sciopero: mai, noi non scioperiamo", un altro "mai parlato di sciopero" e ora "non escludo lo sciopero".....
Un bel rebus (a prescindere che come si fa a parlare di sciopero per chi non ha un contratto di lavoro: eventualmente "astensione dal designare").
Ma sa benissimo che è una boutade: come hanno scritto ben più autorevoli fonti del sottoscritto, neppure due minuti dopo dalla proclamazione dell'astensione dall'attività, l'AIA verrebbe Commissariata.
E, voi vedete gli OT Nazionali (cioè le Commissioni, lautamente retribuite, insieme agli Arbitri) che seguono questo percorso, correndo fortemente il rischio di "ritrovarsi a casa" da un momento all'altro?
Sarebbe bello, ma lo trovo del tutto poco ipotizzabile.
Certo, si potrebbero fermare i Campionati Regionali e Provinciali ed il Presidente potrebbe dire che è stata una presa di posizione di CRA e Sezioni: dopo di che, per lo stesso motivo sopra detto, se non Commissariasse le Sezioni colpevoli e non avvicendasse i Presidenti dei CRA, verrebbe lui stesso Commissariato.
Quindi, lo sciopero? Improponibile e basta.
In tutto questo, ho trovato di "cattivo gusto" (passatemelo), parlando della questione 2%, infilarci dentro la questione ben più grave della violenza sugli Arbitri (a proposito, quindi presumo che per i rimborsi, le tessere ed il budget, sia tutto risolto!)...........
Questo per attirare consensi? Nella Conferenza stampa, sbaglio od a domanda precisa, aveva affermato che le due cose erano completamente distinte?!?
Mah, ripeto, dubbi tanti, certezze poche: se qualcuno lo indirizzasse in maniera più cauta quando si lascia andare nelle sue elucubrazioni... mi ricorda tanto un uomo politico che spara a destra e manca a vanvera per accaparrarsi sempre la scena!
Costituzione italiana (1947)
Art. 21. - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione
.
Avatar utente
lunapop
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: gio feb 04, 2010 10:20 am
Ha detto grazie: 33 volte
E'stato ringraziato : 59 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Nicchi denuncia: "Pallottole indirizzate a me e a Rizzol

Messaggioda OA_ots il lun apr 16, 2018 10:04 pm

Tutta l'AIA compatta dovrebbe "scioperare" per questi fatti ( https://www.tg24.info/roma-calcio-aggre ... a-di-casa/ ), ma chissenefrega del 2% ! :grr
OA_ots
 
Messaggi: 253
Iscritto il: lun apr 13, 2015 11:53 am
Ha detto grazie: 23 volte
E'stato ringraziato : 35 volte

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti