Schiaffo all'arbitro,gara sospesa. G. S.: si deve rigiocare

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Schiaffo all'arbitro,gara sospesa. G. S.: si deve rigioc

Messaggioda gadamer il ven apr 27, 2018 7:30 pm

Qui c’è un punto fermo, un presupposto giuridico su cui occorre fare chiarezza:
L’arbitro è giudice di campo e basta. Succede un episodio di violenza? A lui la decisione di proseguire o meno. Stop finisce qui. Quello che succede in ambito giustizia sportiva non può che essere oggetto di valutazione da parte di questa autorità.
Ora ipotizzare che l’arbitro possa stabilire se esistevano le condizioni oggettive è fuori da ogni logica di diritto, sportivo e no. Altrimenti in questi casi il giudice sportivo diventa un notaio se non meno.
L’arbitro può dichiarare quello che ritiene giusto, che era turbato, che non aveva la tranquillità e tutto ciò che si vuole ma, in mancanza di un riscontro terzo (referti, testimonianze, riprese ecc.) quello che mette a referto è un dato soggettivo. Qui sto parlando di altro e non di provvedimenti tecnico-disciplinari sia chiaro.
Non avessimo un soggetto della giustizia domestica ad avvalorare o meno referto, memorie, supplementi… ci si esporrebbe al rischio di porre l’arbitro al di sopra della giustizia, di rendere ogni sua decisione (anche un capriccio o una debolezza) definitiva, inappellabile sostanzialmente. E’ giusto questo? E’ onesto questo? Pare pacifico che una “violenza” (per inciso qualcuno dovrà ben giudicare se reale, se grave, lieve) di per sé determini un risultato sportivo sempre e comunque?
Il giudice valuta, gradua tale violenza coi mezzi di cui a freddo dispone, in modo tale da accettare la versione arbitrale dell’impossibilità e assegnare vittoria a tavolino oppure ritenere che si sia trattato di una decisione che non è giustificabile nel contesto fattuale. Non sto negando (non ho nessun elemento per fare ciò ma neppure per sostenere il contrario) che stesse male e non si sentisse in condizione di proseguire. Sto semplicemente sostenendo che questa sua soggettiva impossibilità di proseguire deve essere oggetto di sindacato da parte del giudice che, nella fattispecie in buona sostanza l’ha considerata come un malore e pertanto si è orientato in un certo senso.
Non so che altro dire, ho cercato di evitare il “giuridichese” per essere meglio inteso. Non ci giurerei affatto ma credo di aver fatto e ripetuto un ragionamento che fosse onesto e non solo corporativo. Come amo ripetere a me stesso e agli altri la verità è la miglior difesa possibile e considerare come semi-idioti o peggio fior di professionisti, giuristi, è pure molto ma molto antipatico.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
Avatar utente
gadamer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1557
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 29 volte
E'stato ringraziato : 244 volte

Re: Schiaffo all'arbitro,gara sospesa. G. S.: si deve rigioc

Messaggioda chip988 il sab apr 28, 2018 9:02 am

Squadra "incolpevole"?

State scherzando vero?

Se un tifoso, fuori dallo stadio, aggredisce un altro tifoso, la società per cui quel tifoso tifa è responsabile oggettivamente (e vedrete che scoppola daranno alla Roma per i fatti di Liverpool). E sono sostanzialmente d'accordo perchè altrimenti torneremmo al far west anni 80.

Se un suo tesserato aggredisce l'arbitro in campo, la società, poverina, è incolpevole?

Ma fatemi il piacere!
chip988
 
Messaggi: 384
Iscritto il: sab dic 18, 2010 3:41 am
Ha detto grazie: 4 volte
E'stato ringraziato : 8 volte

Re: Schiaffo all'arbitro,gara sospesa. G. S.: si deve rigioc

Messaggioda Georghe84 il sab apr 28, 2018 2:40 pm

chip988 ha scritto:Squadra "incolpevole"?

State scherzando vero?

Se un tifoso, fuori dallo stadio, aggredisce un altro tifoso, la società per cui quel tifoso tifa è responsabile oggettivamente (e vedrete che scoppola daranno alla Roma per i fatti di Liverpool). E sono sostanzialmente d'accordo perchè altrimenti torneremmo al far west anni 80.

Se un suo tesserato aggredisce l'arbitro in campo, la società, poverina, è incolpevole?

Ma fatemi il piacere!

Chip prima di scrivere e commentare a vanvera, rileggi meglio ciò che hanno scritto gli altri. Quell'aggettivo è stato usato da me (e riportato da altri) in riferimenti all'ALTRA squadra è non quella il cui tesserato si è reso colpevole della vioelnza!
Georghe84
 
Messaggi: 288
Iscritto il: lun dic 28, 2015 4:33 pm
Ha detto grazie: 10 volte
E'stato ringraziato : 19 volte

Precedente


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: tommy e 4 ospiti