Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda Giogre il gio giu 21, 2018 8:24 am

https://www.youtube.com/watch?v=I-y_Kjl4VIk dal minuto 20,15 tg locale di Acireale.
Da associato della sezione di Acireale non ho più parole per descrivere cosa penso di questa classe dirigente nazionale e locale...
ma sicuramente l'integerrimo presidente Nicchi questa volta commissarierà la sezione.......aspetta e spera!
Giogre
 
Messaggi: 2
Iscritto il: sab set 17, 2016 2:15 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda marblearch il gio giu 21, 2018 8:40 am

E quindi se una persona , in maniera anonima (tanto che necessita un indagine della polizia postale) compie un' azione penalmente perseguibile e tuttavia fa parte di un vasto gruppo dirigente, tutti sono indegni e devono vergognarsi.
Bel modo di ragionare. Non me ne meraviglio, peraltro. Mi meraviglio di Lunapop che preso dalla voglia di rivincita morale (ma quale?) afferma che D'anna sia stato premiato inserendolo nell' organico della CAN B, quando è un qualcosa che spetta a lui come da Norme vigenti (cosi come spetta ad un presidente di Sezione essere inserito nella CAI se ha fatto 4 anni nel ruolo di OT).
Personalmente non ho mai espresso alcun parere sulla vicenda, in attesa che la giustizia facesse il suo corso. Ricordo, inoltre, che questa è un' azione della Procura e quindi attendo pure il pronunciamento di un Giudice. Ma detto questo ed evitando sofisticazioni giuridiche utili per eventuali strumentalizzazioni degli "etici" qui scriventi, affermo senza alcuna remora che azioni come quella descritta sono aberranti e da condannare per direttissima.
Rimango tuttavia davvero colpito e ritengo stupefacenti tutte le cose che ho letto qui sopra. Quindi nella logica degli "etici" (sacerdoti della vera morale e purezza di animo e di comportamento che oggi, da setta perseguitata, vive nei sottoscali dell'' AIA) non esiste nesso tra causa ed effetto.
Cosa vuol dire?
Che nel momento in cui questa persona sarà condannata per azioni criminali, l' AIA procedrà nei suoi confronti così come previsto dalle norme attuali.
Risibile, ridicolo e vergognoso prendere a pretesto un comportamento anonimo, ripeto anonimo, e quindi ontologicamente parlando , nascosto, non osservabile, fraudolento per dare degli indegni a tutti sparando a 360°.
Questo atteggiamento sinceramente non solo lo ritengo senza senso ma davvero sciocco. Dato che in un board XY c'è un ladro, tutti sono ladri e devono vergognarsi; non solo , si devono vergognare pure quelli che si sono fidati di quella persona e di quel board. Così, in un effluvio di giustizialismo insensato.
Magari pure, tanto per ricordarlo, quel ladro del board pur volendolo non è stato ripresentato alle ultime elezioni dell' assemblea dei soci.
Personalmente, avendo appoggiato la governance Nicchi per mille e una ragione, non solo non ho nulla di cui vergognarmi (essendo una persona onesta, integerrima ed eticamente affidabile e questo me lo dico da me) ma, anzi, non desidero prendere lezioni da nessuno di cui viceversa non conosco la eticità e la dirittura morale, essendo tutti, qui dentro, "uno, nessuno e centomila". Ci sono nella governance Nicchi decine di persone brave, oneste, appassionate, ottimi dirigenti, ottimi istruttori, ottimi arbitri.
E' miserabile accomunare tutti questi in un unica melma per fini sopi di antagonismo rancoroso che dura da anni e che non ha mai (purtroppo per loro) trovato sfogo elettivo soddisfacente.
Qualora quella persona abbia commesso un' azione penalmente perseguibile, sia perseguito e abbia la giusta pena in sede penale e nell' associazione.
Per il resto , sfogatevi pure.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2380
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 85 volte
E'stato ringraziato : 209 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda seawolf il gio giu 21, 2018 8:53 am

Che D’Anna usasse metodi che si possono definire mafiosi lo sapevano tutti. Il sommo mi risulta essere stato informato da alcuni Presidenti siciliani ma ha fatto orecchie da mercante, quindi complice di queste nefandezze. Ha imposto persone al Cra a discapito di altre, ha fatto diventare Acireale per la parte fedele a lui, l’ombellico del mondo. Andare a vedere i tesserati di Acireale promossi in questi anni anche se poi ritornavano indietro con disonore. Ma la federazione ed il coni dove sono ???
seawolf
 
Messaggi: 28
Iscritto il: gio lug 15, 2010 7:48 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Prima

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda skorpys il gio giu 21, 2018 9:26 am

Io avrei trovato sta roba qui che, se vera, non riguarda il solo D'Anna.
La magistratura appurerà se ci sono state delle "distorsioni" oppure no.
Mi auguro che anche la giustizia interna AIA si preoccupi di valutare queste eventuali piccole inadempienze morali e materiali.
https://marcioaia.wordpress.com/tag/danna/
http://www.lurlo.news/a-i-a-acireale-el ... i-minacce/
skorpys
 
Messaggi: 134
Iscritto il: mer gen 25, 2012 8:47 am
Ha detto grazie: 29 volte
E'stato ringraziato : 17 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda lunapop il gio giu 21, 2018 9:27 am

marblearch ha scritto:E quindi se una persona , in maniera anonima (tanto che necessita un indagine della polizia postale) compie un' azione penalmente perseguibile e tuttavia fa parte di un vasto gruppo dirigente, tutti sono indegni e devono vergognarsi.
Bel modo di ragionare. Non me ne meraviglio, peraltro. Mi meraviglio di Lunapop che preso dalla voglia di rivincita morale (ma quale?) afferma che D'anna sia stato premiato inserendolo nell' organico della CAN B, quando è un qualcosa che spetta a lui come da Norme vigenti (cosi come spetta ad un presidente di Sezione essere inserito nella CAI se ha fatto 4 anni nel ruolo di OT).
Personalmente non ho mai espresso alcun parere sulla vicenda, in attesa che la giustizia facesse il suo corso. Ricordo, inoltre, che questa è un' azione della Procura e quindi attendo pure il pronunciamento di un Giudice. Ma detto questo ed evitando sofisticazioni giuridiche utili per eventuali strumentalizzazioni degli "etici" qui scriventi, affermo senza alcuna remora che azioni come quella descritta sono aberranti e da condannare per direttissima.
Rimango tuttavia davvero colpito e ritengo stupefacenti tutte le cose che ho letto qui sopra. Quindi nella logica degli "etici" (sacerdoti della vera morale e purezza di animo e di comportamento che oggi, da setta perseguitata, vive nei sottoscali dell'' AIA) non esiste nesso tra causa ed effetto.
Cosa vuol dire?
Che nel momento in cui questa persona sarà condannata per azioni criminali, l' AIA procedrà nei suoi confronti così come previsto dalle norme attuali.
Risibile, ridicolo e vergognoso prendere a pretesto un comportamento anonimo, ripeto anonimo, e quindi ontologicamente parlando , nascosto, non osservabile, fraudolento per dare degli indegni a tutti sparando a 360°.
Questo atteggiamento sinceramente non solo lo ritengo senza senso ma davvero sciocco. Dato che in un board XY c'è un ladro, tutti sono ladri e devono vergognarsi; non solo , si devono vergognare pure quelli che si sono fidati di quella persona e di quel board. Così, in un effluvio di giustizialismo insensato.
Magari pure, tanto per ricordarlo, quel ladro del board pur volendolo non è stato ripresentato alle ultime elezioni dell' assemblea dei soci.
Personalmente, avendo appoggiato la governance Nicchi per mille e una ragione, non solo non ho nulla di cui vergognarmi (essendo una persona onesta, integerrima ed eticamente affidabile e questo me lo dico da me) ma, anzi, non desidero prendere lezioni da nessuno di cui viceversa non conosco la eticità e la dirittura morale, essendo tutti, qui dentro, "uno, nessuno e centomila". Ci sono nella governance Nicchi decine di persone brave, oneste, appassionate, ottimi dirigenti, ottimi istruttori, ottimi arbitri.
E' miserabile accomunare tutti questi in un unica melma per fini sopi di antagonismo rancoroso che dura da anni e che non ha mai (purtroppo per loro) trovato sfogo elettivo soddisfacente.
Qualora quella persona abbia commesso un' azione penalmente perseguibile, sia perseguito e abbia la giusta pena in sede penale e nell' associazione.
Per il resto , sfogatevi pure.
marblearch ha scritto:E quindi se una persona , in maniera anonima (tanto che necessita un indagine della polizia postale) compie un' azione penalmente perseguibile e tuttavia fa parte di un vasto gruppo dirigente, tutti sono indegni e devono vergognarsi.
Bel modo di ragionare. Non me ne meraviglio, peraltro. Mi meraviglio di Lunapop che preso dalla voglia di rivincita morale (ma quale?) afferma che D'anna sia stato premiato inserendolo nell' organico della CAN B, quando è un qualcosa che spetta a lui come da Norme vigenti (cosi come spetta ad un presidente di Sezione essere inserito nella CAI se ha fatto 4 anni nel ruolo di OT).
Personalmente non ho mai espresso alcun parere sulla vicenda, in attesa che la giustizia facesse il suo corso. Ricordo, inoltre, che questa è un' azione della Procura e quindi attendo pure il pronunciamento di un Giudice. Ma detto questo ed evitando sofisticazioni giuridiche utili per eventuali strumentalizzazioni degli "etici" qui scriventi, affermo senza alcuna remora che azioni come quella descritta sono aberranti e da condannare per direttissima.
Rimango tuttavia davvero colpito e ritengo stupefacenti tutte le cose che ho letto qui sopra. Quindi nella logica degli "etici" (sacerdoti della vera morale e purezza di animo e di comportamento che oggi, da setta perseguitata, vive nei sottoscali dell'' AIA) non esiste nesso tra causa ed effetto.
Cosa vuol dire?
Che nel momento in cui questa persona sarà condannata per azioni criminali, l' AIA procedrà nei suoi confronti così come previsto dalle norme attuali.
Risibile, ridicolo e vergognoso prendere a pretesto un comportamento anonimo, ripeto anonimo, e quindi ontologicamente parlando , nascosto, non osservabile, fraudolento per dare degli indegni a tutti sparando a 360°.
Questo atteggiamento sinceramente non solo lo ritengo senza senso ma davvero sciocco. Dato che in un board XY c'è un ladro, tutti sono ladri e devono vergognarsi; non solo , si devono vergognare pure quelli che si sono fidati di quella persona e di quel board. Così, in un effluvio di giustizialismo insensato.
Magari pure, tanto per ricordarlo, quel ladro del board pur volendolo non è stato ripresentato alle ultime elezioni dell' assemblea dei soci.
Personalmente, avendo appoggiato la governance Nicchi per mille e una ragione, non solo non ho nulla di cui vergognarmi (essendo una persona onesta, integerrima ed eticamente affidabile e questo me lo dico da me) ma, anzi, non desidero prendere lezioni da nessuno di cui viceversa non conosco la eticità e la dirittura morale, essendo tutti, qui dentro, "uno, nessuno e centomila". Ci sono nella governance Nicchi decine di persone brave, oneste, appassionate, ottimi dirigenti, ottimi istruttori, ottimi arbitri.
E' miserabile accomunare tutti questi in un unica melma per fini sopi di antagonismo rancoroso che dura da anni e che non ha mai (purtroppo per loro) trovato sfogo elettivo soddisfacente.
Qualora quella persona abbia commesso un' azione penalmente perseguibile, sia perseguito e abbia la giusta pena in sede penale e nell' associazione.
Per il resto , sfogatevi pure.


Vedo caro Collega - e non me ne meraviglia leggendo tutto il tuo "accorato sfogo - che hai la coda di paglia, come si dice...........
Io non ho accomunato TUTTI negli "scorretti" che in questi anni hanno VOMITATO a più riprese fango su chi ha amministrato l'Associazione prima della attuale governance.
Anzi, sono stato, pur fra i critici, quello che spesso si è mantenuto a toni abbastanza bassi.
Eppure, e tu oggi nel tuo acrimonioso (e per questo colpevole, si, lo ripeto colpevole) intervento, ancora getti discredito personale.
Non ho, non cerco, né penso di desiderare nessuna tipo particolare di considerazione, né presente, né futura (e, in "questa" Associazione, perdonami la "superbia", neppure la vorrei...)
Continua pure. mischiando le carte, buttando tutto in mezzo alla rinfusa, da buon politicante (perché nella totale confusione si agitano meglio le coscienze...) a non volere ammettere ciò che era abbastanza chiaro allora ed oggi è stato chiarito, non da "sussurri di gente malata, che è rosa dalla bile, che vuole restaurare la dittatura perduta o riconquistare poteri", ma da una indagine della Polizia Postale che ha ACCLARATO (forse la cosa ti sfugge) che le mail vessatorie, intimidatorie e ricattatorie erano inviate da quella persona, non da un ANONIMO.
Forse la memoria non ti sovviene: quando allora qualcuno provò a denunciarlo, a ribellarsi, ebbene il signore in questione fu difeso strenuamente, chi si era ribellato ha perso la tessera e solo per la forza e l'insistenza di un Dirigente di enorme spessore e qualità morale, quale è l'ING. Nicolosi, che è andato avanti nella sua denuncia, oggi la verità è stata ristabilita.
Ora chi ridarà la tessera a quei Colleghi, ai quali, grazie a sentenze "amiche" è stata ritirata, dopo che è venuto a galla che le loro denunce erano veritiere?
Ma questo per te è indifferente, meglio essersele tolte di torno le persone che "rompevano", vero???
Ben modo di gridare la propria etica e moralità!
D'Anna fu fatto "ritirare" dalla competizione perché chi doveva sapere, sapeva e forse era troppo il tirare la corda fino alla fine.
Pensa se oggi fosse stato nel Comitato Nazionale: probabilmente l'AIA sarebbe stata commissariata e correre questo rischio non valeva la pena!
Non nascondiamo la testa sotto la sabbia, non fare finta di cadere dalle nuvole caro Collega: troppe volte avete "condannato" moralmente chi vi da fastidio solo perché non la pensa come voi:
Non fare il finto moralista con me e se ti venti toccato dal mio grido di VERGOGNA............beh, peggio per te!
Oggi sono livoroso, si, lo ripeto: OGGI, non ieri.
Oggi, perché se tutti sapevano ma c'era chi negava, chi osava criticare è stato vilipeso e, come spesso, accusato di "odio" verso i puri!
Oggi chi ha usato quel comportamento volgare, dovrebbe chiedere scusa e riconoscere che non c'è tutta immondizia da una parte e tutto oro dall'altra.
Quella persona, sapendo bene in alto loco che quello che era successo era VERO (inutile continuare a mistificare) doveva essere messa in un angolo non premiata (lasciamo perdere quanto "permettono" le Norme: quelle stesse norme che devono tenere in conto anche la linearità dei comportamenti!
Non continuare a mistificare: io non accomuno "uno, nessuno, centomila" a differenza di chi, come te, nei tuoi commenti ha sempre sprezzatamente unito tutti coloro che hanno amministrato l'AIA in precedenza.
Il mio VERGOGNA è rivolto SOLO ED ESCLUSIVAMENTE a coloro che hanno sempre difeso - e constato senza meravigliarmene - continuano imperterriti a difendere l'interezza, la assoluta moralità, la superiorità intellettuale davanti a questo misfatto ed altri, avvenuti e sempre pervicacemente negati, rivoltando ogni volta le situazioni addosso agli altri.
Bene, io mi sono rotto le scatole davanti all'assoluta arroganza di coloro che, parafrasando il Marchese del Grillo, dicono IO SONO IO E VOI NON SIETE UN C...................
L'Onestà, l'Etica, la Dirittura Morale non appartengono solo ad una parte, chi vuole a tutti i costi affermare ciò si rende ridicolo!
Costituzione italiana (1947)
Art. 21. - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione
.
Avatar utente
lunapop
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1221
Iscritto il: gio feb 04, 2010 10:20 am
Ha detto grazie: 28 volte
E'stato ringraziato : 57 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda OA_ots il gio giu 21, 2018 9:36 am

marblearch ha scritto:...

Marblearch, [cut by mod]
Ultima modifica di mike90 il gio giu 21, 2018 9:51 am, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Si parla della questione, non si accettano offese agli utenti
OA_ots
 
Messaggi: 253
Iscritto il: lun apr 13, 2015 11:53 am
Ha detto grazie: 23 volte
E'stato ringraziato : 35 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda mike90 il gio giu 21, 2018 9:52 am

Il tema è scottante e questo lo capiamo tutti. Non sarà tollerato chi oltrepassa certi confini.
Avatar utente
mike90
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3694
Iscritto il: gio dic 27, 2007 11:12 am
Ha detto grazie: 29 volte
E'stato ringraziato : 141 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda marblearch il gio giu 21, 2018 10:08 am

Lunapop sei un pò alterato , facendo una tale pastasciutta di azioni ed argomenti ed attribuendomi pensieri che sinceramente non ho mai espresso. Sei anziano e ti rispetto. Immagino tu abbia dato molto a questa Associazione e ti rispetto. Sei sincero e generoso e ti rispetto. E lo dico con sincerità. Mi spiace tu non riesca a seguire la logica del mio ragionamento. Me ne rammarico. Una cosa mi spiace tu abbia scritto, perchè non solo non l'ho mai scritta, ma francamente mai nemmeno pensata :
"...a differenza di chi, come te, nei tuoi commenti ha sempre sprezzatamente unito tutti coloro che hanno amministrato l'AIA in precedenza."
Ecco, vorrei che questo fosse chiaro. Io non distinguo in gruppi etnici le persone, come pare fai ora tu (lascio perdere gli altri accoliti della congrega degli "etici" perchè per me , visti i modi con cui si esprimono, non esistono) . Se qualcuno lo ha fatto ha sbagliato. E' una solenne cretinata. Io no, perchè ho conosciuto tante brave persone nell' AIA di una volta ma anche in quella di oggi. Mi pare che per te, forse, o per i tuoi fratelli etici questo non sia vero. Governance indegna, Giustizia domestica corrotta ed asservita, lacchè in qualsiasi posto dirigenziale alto , medio, minore, presidenti di sezione acerebrati ed asserviti. Beh, io no. Non la penso così. Se D' anna è colpevole, per me si è macchiato di una colpa gravissima. Se D' Anna ha ingannato persone che a lui credevano e gli hanno dato fiducia, si è macchiato di una colpa ancor più grave. Perchè spesso capita, anche in famiglia, o tra gli amici, o sul lavoro, che tu ti fidi di una persona ma quella persona poi fa cose di cui evidentemente capisci che la tua fiducia era mal riposta. Da ultimo, Lunapop, io non ho mai sprezzatamente trattato chi ha governato l'AIA "in precedenza", ma a volte ti ho risposto contestando la tua immagine di "famiglia felice" che volevi dare. Sono anziano pure io e ti assicuro che ho visto tanti soprusi e porcherie, tanta altezzosità, tante miserie umana anche nella vecchia e cara AIA che tu vagheggi. Ma è normale, l'AIA non è nulla di diverso dalla Società e solo un microcosmo che ripete comportamenti ed atteggiamenti comuni delle Comunità umane.
Questo almeno che sia chiaro. Per il resto ripeto, sfogatevi pure.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2380
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 85 volte
E'stato ringraziato : 209 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda Giogre il gio giu 21, 2018 10:23 am

....per qualcuno sarà anche inutile e oltremodo stupido che io aggiunga che la notizia che D'Anna fosse stato rinviato a giudizio è di quasi due mesi fa....e in questi due mesi I vertici dell'associazione dove erano?a parte " consigliargli"di dimettersi dalla Can B, cosa hanno fatto? e il fatto che D Anna, nonostante avesse ricevuto un avviso di garanzia, non abbia avvisato nessuno di questo fatto ed abbia continuato a svolgere attività tecnica ad un certo livello? anche questa è una notizia senza importanza.....
Giogre
 
Messaggi: 2
Iscritto il: sab set 17, 2016 2:15 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Rinvio a giudizio per Rosario D'Anna

Messaggioda marblearch il gio giu 21, 2018 10:30 am

Giogre ha scritto:....per qualcuno sarà anche inutile e oltremodo stupido che io aggiunga che la notizia che D'Anna fosse stato rinviato a giudizio è di quasi due mesi fa....e in questi due mesi I vertici dell'associazione dove erano?a parte " consigliargli"di dimettersi dalla Can B, cosa hanno fatto? e il fatto che D Anna, nonostante avesse ricevuto un avviso di garanzia, non abbia avvisato nessuno di questo fatto ed abbia continuato a svolgere attività tecnica ad un certo livello? anche questa è una notizia senza importanza.....


Ci sono norme associative, in casi penalmente rilevanti, che vanno rispettate per l'associato X e per D' Anna. Il rinvio a giudizio non è una condanna. Quando ci sarà una condanna l' AIA assumerà i conseguenti provvedimenti. L'avviso di garanzia non significa nulla. Guardate che questo giustizialismo è molto pericoloso, le norme si applicano quando ci sono gli elementi per applicarle.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2380
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 85 volte
E'stato ringraziato : 209 volte

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti