Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di morire

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda superpes il gio nov 15, 2018 7:44 am

Verdifra ha scritto:Alla fine il Comitato ha disposto la sospensione delle attività in forma ufficiale, quindi di fatto l'idea di sciopero viene superata da una delibera formale di sospensione. Dal mio punto di vista avrei fatto diversamente. Avrei fatto tutte le designazioni come se niente fosse, avrei mandato tutte le comunicazioni previste come se si giocasse e poi il giorno della gara non arrivavano le terne. Squadre che viaggiavano a vuoto, tifosi in tribuna senza arbitri, un mondo veramente sospeso senza gli arbitri. Così alla fine sarà il male minore di trovare un giorno per recuperare.

Esatto... così non è neanche sciopero ufficialmente.. è come dire “si fa sciopero dei mezzi” e poi gli uffici e le scuole dicono “si è deciso di chiudere”... fantastica come cosa... se non si crea un “disagio” non è sciopero... così è diventato riposo... l’azione doveva essere intrapresa all’ultimo momento dopo le designazioni... per quanto scorretto e subdolo... si avvisava il presidente della LND con raccomandazione di non farlo sapere e basta.. così mi pare che non si sia fatto nulla..
Che poi le sanzioni in Italia continuo ad essere barzellette e non deterrenti... si prenda d’esempio il rugby.. così come si è preso in molte regole... poi il filone calcio si è distaccato divenendo un’occhiata sport che ha perso i principi che contraddistinguono il termine “sport” vero e proprio.. ancora mi chiedo perché nel regolamento del calcio, come in quello di rugby, nelle prime pagine non si scrivano i valori e lo spirito del gioco... che sono le basi per poter scendere in campo e divertirsi facendo divertire gli altri... boh
superpes
 
Messaggi: 193
Iscritto il: gio mag 15, 2014 1:31 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 11 volte
Qualifica: Assistente

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda marblearch il gio nov 15, 2018 9:02 am

superpes ha scritto:
Verdifra ha scritto:Alla fine il Comitato ha disposto la sospensione delle attività in forma ufficiale, quindi di fatto l'idea di sciopero viene superata da una delibera formale di sospensione. Dal mio punto di vista avrei fatto diversamente. Avrei fatto tutte le designazioni come se niente fosse, avrei mandato tutte le comunicazioni previste come se si giocasse e poi il giorno della gara non arrivavano le terne. Squadre che viaggiavano a vuoto, tifosi in tribuna senza arbitri, un mondo veramente sospeso senza gli arbitri. Così alla fine sarà il male minore di trovare un giorno per recuperare.

Esatto... così non è neanche sciopero ufficialmente.. è come dire “si fa sciopero dei mezzi” e poi gli uffici e le scuole dicono “si è deciso di chiudere”... fantastica come cosa... se non si crea un “disagio” non è sciopero... così è diventato riposo... l’azione doveva essere intrapresa all’ultimo momento dopo le designazioni... per quanto scorretto e subdolo... si avvisava il presidente della LND con raccomandazione di non farlo sapere e basta.. così mi pare che non si sia fatto nulla..
Che poi le sanzioni in Italia continuo ad essere barzellette e non deterrenti... si prenda d’esempio il rugby.. così come si è preso in molte regole... poi il filone calcio si è distaccato divenendo un’occhiata sport che ha perso i principi che contraddistinguono il termine “sport” vero e proprio.. ancora mi chiedo perché nel regolamento del calcio, come in quello di rugby, nelle prime pagine non si scrivano i valori e lo spirito del gioco... che sono le basi per poter scendere in campo e divertirsi facendo divertire gli altri... boh


Personalmente del tutto contrario ad azioni del genere. La sospensione delle designazioni per il 18 (alle quali formalmente e tecnicamente la LND del lazio si è dovuta adeguare con un CU ) è un atto che deve porre l'attenzione per chi nel calcio dilettantistico opera. Non si tratta di sciopero e nessuno ha mai parlato di sciopero. Non siamo Cobas , nè dobbiamo mettere in difficoltà nessuno (e ricordiamo che ci sono tante persone perbene nel mondo del calcio, che non hanno colpe per le malefatte altrui). Per fortuna il profilo di serietà e professionalità, sostanziale e formale, che distingue l' AIA da qualsiasi altra Componente rimane e deve essere il nostro tratto distintivo. Come se ucciso un carabiniere, le Stazioni non aprissero più le porte o le chiamate di soccorso non fossero evase. Se tu , collega, non hai chiaro quale siano lo stile di un arbitro, fermati un attimo a riflettere. Ben diverso è la ferma azione sul piano legislativo, sportivo e civile, con l'adeguamento del Codice di Giustizia sportiva e la "certezza delle pene" che ancora oggi, a livello territoriale, spesso lasciano molte perplessità. Nel tempo gradatamente (seguendo peraltro il criterio della giustizia ordinaria in senso lato) si è scesa una china pericolosa, ritenendo sempre meno gravi comportamenti che invece gravi , e molto, lo sono. E' possibile che un ragazzino prenda 10 giornate di squalifica negli allievi e possa giocare ugualmente negli Juniores? Il concetto di "violenza" è spesso troppo labile, derubricato a "mancanza di rispetto". E altro ancora.
Ma Cobas...no, grazie. Mai e poi mai azioni scorrette e sotterfugi. Così non si combatterebbe nulla, ma si passerebbe solo per poco seri.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2433
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 90 volte
E'stato ringraziato : 219 volte

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda czechpoint il gio nov 15, 2018 9:55 am

Sono d'accordo, non sarebbe per nulla serio adottare una sorta di sciopero, per lo più facendo muovere inutilmente migliaia di persone, però trovo non calzante il paragone con i Carabinieri. Il calcio non è un servizio essenziale, è uno sport e tale deve rimanere o ritornare. Credo che sia questo il messaggio. Contro i violenti adotterei in ogni caso misure molto pesanti, perchè si è visto che sono le uniche che ottengono qualche risultato.
czechpoint
 
Messaggi: 91
Iscritto il: gio lug 06, 2017 2:34 pm
Ha detto grazie: 18 volte
E'stato ringraziato : 8 volte

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda Verdifra il gio nov 15, 2018 1:57 pm

marblearch ha scritto:
superpes ha scritto:
Verdifra ha scritto:Alla fine il Comitato ha disposto la sospensione delle attività in forma ufficiale, quindi di fatto l'idea di sciopero viene superata da una delibera formale di sospensione. Dal mio punto di vista avrei fatto diversamente. Avrei fatto tutte le designazioni come se niente fosse, avrei mandato tutte le comunicazioni previste come se si giocasse e poi il giorno della gara non arrivavano le terne. Squadre che viaggiavano a vuoto, tifosi in tribuna senza arbitri, un mondo veramente sospeso senza gli arbitri. Così alla fine sarà il male minore di trovare un giorno per recuperare.

Esatto... così non è neanche sciopero ufficialmente.. è come dire “si fa sciopero dei mezzi” e poi gli uffici e le scuole dicono “si è deciso di chiudere”... fantastica come cosa... se non si crea un “disagio” non è sciopero... così è diventato riposo... l’azione doveva essere intrapresa all’ultimo momento dopo le designazioni... per quanto scorretto e subdolo... si avvisava il presidente della LND con raccomandazione di non farlo sapere e basta.. così mi pare che non si sia fatto nulla..
Che poi le sanzioni in Italia continuo ad essere barzellette e non deterrenti... si prenda d’esempio il rugby.. così come si è preso in molte regole... poi il filone calcio si è distaccato divenendo un’occhiata sport che ha perso i principi che contraddistinguono il termine “sport” vero e proprio.. ancora mi chiedo perché nel regolamento del calcio, come in quello di rugby, nelle prime pagine non si scrivano i valori e lo spirito del gioco... che sono le basi per poter scendere in campo e divertirsi facendo divertire gli altri... boh


Personalmente del tutto contrario ad azioni del genere. La sospensione delle designazioni per il 18 (alle quali formalmente e tecnicamente la LND del lazio si è dovuta adeguare con un CU ) è un atto che deve porre l'attenzione per chi nel calcio dilettantistico opera. Non si tratta di sciopero e nessuno ha mai parlato di sciopero. Non siamo Cobas , nè dobbiamo mettere in difficoltà nessuno (e ricordiamo che ci sono tante persone perbene nel mondo del calcio, che non hanno colpe per le malefatte altrui). Per fortuna il profilo di serietà e professionalità, sostanziale e formale, che distingue l' AIA da qualsiasi altra Componente rimane e deve essere il nostro tratto distintivo. Come se ucciso un carabiniere, le Stazioni non aprissero più le porte o le chiamate di soccorso non fossero evase. Se tu , collega, non hai chiaro quale siano lo stile di un arbitro, fermati un attimo a riflettere. Ben diverso è la ferma azione sul piano legislativo, sportivo e civile, con l'adeguamento del Codice di Giustizia sportiva e la "certezza delle pene" che ancora oggi, a livello territoriale, spesso lasciano molte perplessità. Nel tempo gradatamente (seguendo peraltro il criterio della giustizia ordinaria in senso lato) si è scesa una china pericolosa, ritenendo sempre meno gravi comportamenti che invece gravi , e molto, lo sono. E' possibile che un ragazzino prenda 10 giornate di squalifica negli allievi e possa giocare ugualmente negli Juniores? Il concetto di "violenza" è spesso troppo labile, derubricato a "mancanza di rispetto". E altro ancora.
Ma Cobas...no, grazie. Mai e poi mai azioni scorrette e sotterfugi. Così non si combatterebbe nulla, ma si passerebbe solo per poco seri.


Non vedo alcun tipo di attinenza neanche lontana fra il servizio dei Carabinieri e gli arbitri per le partite di calcio. Non ricordo che da arbitro abbia mai prestato giuramento di fedeltà. Detto questo, se ne parla se crei disagio altrimenti se ne parla adesso e domani neanche si ricorderà del motivo per cui c'è stata una giornata di sospensione delle attività come se ci fosse stato maltempo.
Avatar utente
Verdifra
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 896
Iscritto il: gio feb 05, 2009 10:48 pm
Ha detto grazie: 22 volte
E'stato ringraziato : 12 volte

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda gadamer il gio nov 15, 2018 2:27 pm

A parte il non felice accostamento coi Carabinieri, per quel che conta sottoscrivo il pensiero di Marblearch, pur condividendo, nei confronti del sommo, la stessa simpatia di Dracula per l'aglio. Sia in linea di principio che pragmaticamente. L'arbitro (e a maggior ragione l'associazione) ha un dovere implicito di comportarsi "meglio" di un lavoratore, senza nulla togliere alla dignità di quest'ultimo. Quindi nessuna imboscata o azione non comunicata apertamente e tempestivamente. La si facesse inevitabile l'effetto boomerang, cioè l'aumento dell'ostilità dei tifosi gabbati e dio sa di quanto poco ne abbiamo bisogno.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
La prova più evidente che esistono altre forme di vita intelligenti nell'universo è che nessuna di esse ha mai provato a contattarmi.(Watterson)
Avatar utente
gadamer
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: dom mar 25, 2012 12:33 pm
Ha detto grazie: 49 volte
E'stato ringraziato : 274 volte

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda cicciopasticcio il gio nov 15, 2018 4:19 pm

“Ha RISCHIATO DI MORIRE”, poi quando ci scapperà il morto andremo giù di :”r.i.p.” “che la terra ti sia lieve” “siamo vicini alla famiglia” e via con altre cazz..... cari colleghi avvenimento eccezionale corrisponde una reazione eccezionale, e questa non è una risposta. Non mandando arbitri domenica nel lazio è una mossa del CR Lazio non di certo nostra.
cicciopasticcio
 
Messaggi: 215
Iscritto il: sab mar 24, 2012 1:28 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 8 volte

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda marblearch il gio nov 15, 2018 5:01 pm

czechpoint ha scritto:Sono d'accordo, non sarebbe per nulla serio adottare una sorta di sciopero, per lo più facendo muovere inutilmente migliaia di persone, però trovo non calzante il paragone con i Carabinieri. Il calcio non è un servizio essenziale, è uno sport e tale deve rimanere o ritornare. Credo che sia questo il messaggio. Contro i violenti adotterei in ogni caso misure molto pesanti, perchè si è visto che sono le uniche che ottengono qualche risultato.


Il paragone con I carabinieri è chiaramente un' estremizzazione. Credo che il messaggio sia ugualmente chiaro.
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2433
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 90 volte
E'stato ringraziato : 219 volte

messaggio antiviolenza CR LOMBARDIA

Messaggioda Pablo 82 il ven nov 16, 2018 8:55 am

MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DEL COMITATO REGIONALE LOMBARDIA
In considerazione della circostanza per cui nemmeno il Comitato Regionale Lombardia si è rivelato esente
da
inopinati episodi di aggressioni arbitrali, purtroppo già registratisi in quest
a prima parte di stagione su
diversi campi lombardi e ai quali non ve
rrà accordata
nessuna tolleranza
, sono ad invitare tutti i dirigenti
delle società affiliate a vigilare con
la massima attenzione sul comportamento dei propri tesserati prima,
durante e d
opo le gare onde evitare il ripetersi di gesti inconsulti che ledono
i valori fondanti del calcio
dilettantistico e giovanile.
Invito, altresì, tutti i club ad
affiggere press
o le proprie sedi
nonché a
dare lettura
prima dello svolgimento
di ogni partita
il seguente messaggio antiviolenza al fine di ulteriormente diffonder
e l’importanza della
correttezza e della lealtà sportiva fra tutti i protagonisti di uno sport che deve con
tinuare ad essere il più
bello del mondo.
Giuseppe Baretti
MESSAGGI
O ANTIVIOLENZA
La FIGC

Lega Nazionale Dilettanti

Comitato Regional
e Lombardia e tutte le sue società affiliate ripugnano
ogni forma di violenza, verbale e fisica, contrast
ante con i sani valori dello sport promossi nel calcio
giovanile e dilettantisti
co.
Il momento agonistico non può in nessun caso travalicare i confini
del rispetto e della correttezza tra le
diverse parti in gioco con il ruolo di calciatore, tecnico, diri
gente, arbitro o sostenitore che sia.
Ricordando altresì le severe sanzioni pre
viste, anche a carico delle società, in caso di atti violenti, si invit
ano
pertanto tutti i presenti all'evento sportivo, all'interno e fuori dal rettangolo di gioco, a mantene
re sempre
un comportamento leale e corretto all'insegna della vera sportività

non e' molto ma almeno si inizia a fare qualcosaa
Pablo 82
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio ago 30, 2018 10:22 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 1 volta
Sezione di: Lodi
Qualifica: Osservatore

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda cammello il ven nov 16, 2018 12:43 pm

Sanzioni <giudice sportivo?
cammello
 
Messaggi: 189
Iscritto il: dom giu 30, 2013 3:33 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 22 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Serie A

Re: Promozione Lazio: arbitro aggredito, ha rischiato di mor

Messaggioda baywatch il ven nov 16, 2018 3:31 pm

cammello ha scritto:Sanzioni <giudice sportivo?


Nel comunicato non se ne parla...
baywatch
 
Messaggi: 41
Iscritto il: lun lug 02, 2018 10:02 am
Ha detto grazie: 12 volte
E'stato ringraziato : 10 volte

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti