La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda cammello il sab mag 16, 2020 5:08 pm

No lunapop...non lo condivido- Mi sembra un post populista perchè tutti si stanno ponendo le stesse domande (sia nella vita civile, lavorativa, sportiva, ecc...) , non da ultimo sulla responsabilità penale a carico dei datori di lavoro se un suo dipendente dovesse risultare positivo (vai a capire se poi si è ammalato in altro luogo o frequentando amici e parenti). Nessuno garantisce che un calciatore o un arbitro non possano risultare positivi dopo la ripresa del campionato, così come sessuno può escludere che si possano infettare fuori dal campo di gioco. Che facciamo? chiudiamo tutto e portiamo al fallimento il sistema italia oppure ripartiamo adottando ognuno (si spera) un comportamento responsabile? Io sono per quest'ultima ipotesi, ma non mi sogno di dire che sia l'unica soluzione possibile o criticare chi la pensa diversamente. Riportando il discorso nell'alveo dell'arbitraggio credo che tutti siano vogliosi di ritornare in campo sapendo che andranno in un ambiente iper controllato e che questo gli permetterà di ritornare alla propria vita ed ai prorpi guadagni. D'altronde dal 3 giugno sarà riattivata la possibilità di spostarsi tra regioni, anche se io eviterei designazioni con aerei o eccessive distanze (eccezione x cagliari) , e quindi perchè dovremmo impedirlo agli arbitri?
cammello
 
Messaggi: 205
Iscritto il: dom giu 30, 2013 3:33 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 25 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Serie A

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda Observer il sab mag 16, 2020 5:58 pm

lunapop ha scritto:Buon giorno cari Colleghi. E' un po' che non intervengo, perché mi sono stancato di troppe polemiche ogni volta che qualcuno espone, giusta o sbagliata che sia, una propria idea. Ed, a volte, anche con asprezza che esula da un corretto confronto, specie fra Associati o comunque, appassionati dell'Associazione.
Detto ciò, oggi faccio una riflessione sulla situazione attuale del Calcio e sul rincorrersi di voci, idee, protocolli, intese certe o meno, che coinvolge il mondo del calcio di serie A (non so se la B sia ricompresa in tutto ciò, per non non se ne sente parlare molto).
Anche oggi, leggo su Repubblica (ma non solo) delle polemiche fra mondo federale e Lega di A, con il Governo (nel senso dei Ministri coinvolti) e l'ISS, per le norme che dovrebbero entrare in vigore da lunedi prossimo (cioè non fra x mesi, ma solo fra 2 giorni!!!) relativamente agll ripresa totale degli allenamenti di gruppo e tutto ciò che ne consegue, al fine di una ipotetica (quando auspicata da parte di FIGC e LEGA) ripresa del campionato dal 13 giugno prossimo.
Tutti a discutere delle varie situazioni atte a tutelare (giustamente) la salute medi calciatori, dei tecnici, dello staff delle varie Società, nonché quella giuridica dei Medici sportivi.
Quindi il problema dell'autoisolamento delle squadre durante il periodo di ripresa delle gare (tornare o meno a casa da parte dei partecipanti, dopo ogni singola partita o meno), controlli ematici e tamponi somministrati ad ogni calciatore, tutela penale dei Medici in caso di contagi, eventuale quarantena per l'intera squadra in caso di singola positività..........
E le Società, che certo non sono quelle Dilettantistiche (che mai potrebbero permettersi tutto ciò), ma che vogliono riprendere a giocare (non certo per "amore" dello Sport, ma per vil pecunia, diciamocelo chiaro!), che però non tollerano tutta questa pressione di norme. Della serie "voglio la botte piena e la moglie ubriaca" (rifacendomi ad un vecchio - come me - proverbio).
Parlano tutti: Presidenti, Dirigenti, calciatori (ho letto già qualcuno che si vuole ritirare), Medici (proprio di oggi la defezione del Medico del Trapani), Tommasi per l'Assocalciatori.............ma, qualcuno si chiede se esistono anche gli Arbitri e se, casualmente, senza di loro il campionato comunque non riparte???
Possibile che dal coro, nessuna voce si alzi per chiedere: scusate ma per gli Arbitri che si fa?
Lasciamo perdere la clip (per altro simpatica, ma, perdonatemi, nulla più che una favoletta, ben ne siamo consci; una cosa per sorridere di un Mondo ideale e fantastico quali le fiabe...): qui ci sono mille domande da farsi e da fare (in primis da parte di chi presiede l'Associazione.
Gli Arbitri coinvolti nelle fasi finali di questo campionato saranno anche loro in autoisolamento per tutto il periodo, o se ne vanno avanti ed indietro prima e dolo ogni gara, come fanno normalmente? Quindi, rientrando nelle loro abitazioni e nelle loro attività lavorative consuete (chi ce 'ha), chi tutela la salute, oltre che loro, anche delle persone /familiari ed altri) con i quali vengono a contatto (e fra Arbitri, Assistenti, eventuali VAR e - questo non credo - Osservatori, non proprio due/tre persone...)? Faranno anche a loro analisi e prelievi, oltre che tamponi, pre e dopo le gare?
Quali saranno i Medici che si dovranno fare carico del controllo delle condizioni di questi Colleghi e si assumeranno la responsabilità di persone che, magari a differenza dei calciatori (se autoisolati in strutture controllate), invece durante la settimana possono venire a contatto con moltissime altre persone per vari motivi?
Sia mai, facendo i debiti scongiuri, qualcuno si positivizza o si ammala, che succede? Tutta la terna/quaterna (o quant'altro) sia stata in contatto, viene messa in quarantena (compresi familiari e, magari, colleghi di lavoro?)
Non credo che sia una cosa di minimo conto e mi preoccupa che nessuna voce si sia ancora levata forte, cercando risposte chiare e certe a queste domande.
Qualcuno obietterà che anche i calciatori ed i loro staff correranno questi rischi (minori e contenuti se ci sarà l'autoisolamento): scusatemi, ma loro sono "professionisti" e, come tanti altri "lavoratori" obbligati da un contratto a lavorare anche in presenza di rischi (senza citare i meravigliosi Medici, Infermieri, Personale sanitario, parliamo anche di tutti coloro che ci hanno permesso (ed ancora ci permettono) - grazie alle loro molteplici attività "obbligate", di vivere e sopravvivere e non c'è bisogno che li citi, perché innumerevoli), perché solo lavorando portano a casa ciò che serve per vivere e far vivere le proprie Famiglie.
Per gli Arbitri di vertice non esiste un "vero" professionismo, quindi anche le tutele sono limitate e, soprattutto, nel momento in cui cessa l'attività non c'è una pensione (tantomeno, una tutela anche nel caso di infortunio causato sul o dal lavoro, che possa innescare un trattamento pensionistico idoneo: invalidità/inabilità).
Per gli Arbitri gli "investimenti" non sono certo paragonabili a quelli che ogni Società mette a disposizione per i loro calciatori (anche quelli che, magari, una gara di A non la vedranno mai, ma fanno parte della "rosa") perché sono un patrimonio (sul lato Umano ho spesso molti dubbi...).
Spero che il Presidente Nicchi ( che siede orgogliosamente in Consiglio Federale e lo rimarca molto spesso e fortemente, titolare del famoso 2%) ora faccia sentire fortemente la sua voce a favore dei Colleghi: o grandissime garanzie sotto tutti gli aspetti, o gli Arbitri se li prendano dall'estero (se ne trovano)!
La salute, la vita, dei Colleghi e delle loro Famiglie non può essere di minore importanza rispetto a chi, comunque, guadagna mille volte di più ed ha tutele del massimo rispetto.
Condividete queste mie riflessioni?
Buon fine settimana a tutti ed aspettiamo novità.


Trovo le tue riflessioni di buon senso, attuali e molto centrate sulla pratica dell'associazione per quanto riguarda l'ultima parte del tuo intervento, ovvero chi tutelerà i nostri ragazzi?

Faranno raduni tutti assieme? Camere doppie come al solito?

Lo sanno che se si fa un raduno, il primo che viene a contatto con il COVID19 al primo raduno brucia tutta la forza arbitrale?

E gli OA? Colloquio via Google Meet ?

Tutto ben centrato, equilibrato come sempre e di buon senso.

Forse secondo me sei un po' eccessivo nella valutazione della clip, ma in questo siamo nel campo delle valutazioni personali. Io ho la mia, tu hai la tua e nessuno ha il dono dell'assolutezza!

Comunque il punto di analisi sui ragazzi CANA e CANB credo sia del tutto centrato.

Conto che, nel caso in cui la Lega predisponga dei protocolli per gli atleti, faccia lo stesso per gli ufficiali di gara!
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5305
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 214 volte
E'stato ringraziato : 507 volte
Qualifica: Osservatore

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda Elpifurb il sab mag 16, 2020 6:37 pm

Ci saranno contatti con i colleghi tedeschi immagino e mi auguro, far due parole con loro e farsi raccontare cosa hanno fatto loro potrebbe essere una strada.
Elpifurb
 
Messaggi: 16
Iscritto il: sab gen 18, 2020 6:12 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 1 volta
Qualifica: Arbitro

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda marblearch il dom mag 17, 2020 11:20 am

Sinceramente trovo superfluo (" spero che il Presidente....") l 'insinuare che l 'AIA subisca passivamente , mettendo a repentaglio la salute degli arbitri CAN A ( perchè è di ciò di cui si parla). Ovvio che dei protocolli se ne parla da settimane nelle debite sedi. Non serve esternare sui media, ogni incontro e discussione che si tiene con cadenza settimanale. Altrettanto chiaro che il "rischio" zero non è possibile. Forse mettendo l 'arbitro sul seggiolone a centrocampo come al tennis. Per gli altri livelli poi, soprattutto per la "base" non poniamoci neppure il problema, perchè è impensabile una ripresa a breve termine ( speriamo almeno a settembre).
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2464
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 90 volte
E'stato ringraziato : 224 volte

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda Observer il dom mag 17, 2020 12:30 pm

marblearch ha scritto:Sinceramente trovo superfluo (" spero che il Presidente....") l 'insinuare che l 'AIA subisca passivamente , mettendo a repentaglio la salute degli arbitri CAN A ( perchè è di ciò di cui si parla). Ovvio che dei protocolli se ne parla da settimane nelle debite sedi. Non serve esternare sui media, ogni incontro e discussione che si tiene con cadenza settimanale. Altrettanto chiaro che il "rischio" zero non è possibile. Forse mettendo l 'arbitro sul seggiolone a centrocampo come al tennis. Per gli altri livelli poi, soprattutto per la "base" non poniamoci neppure il problema, perchè è impensabile una ripresa a breve termine ( speriamo almeno a settembre).


Se posso, Marbly Carissimo, non essere così tranciante. Perchè tutti i ragazzi con cui parlo, e che conosco per esperienza personale perchè ci siamo incrociati nel cammino in diverse funzioni ... mi dicono tutti che nessuno sa un accidenti di niente. E che sono lasciati li, a aspettare in un certo isolato silenzio.

Secondo me l'argomentazione di Lunapop non è campata per aria, è lo stesso sentimento che sento raccontare io quando sento gli amici al telefono, o via whatsapp.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5305
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 214 volte
E'stato ringraziato : 507 volte
Qualifica: Osservatore

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda marblearch il dom mag 17, 2020 2:43 pm

Immagino tu ti riferisca agli arbitri di vertice, in ogni caso. Detto ciò è chiaro che protocolli emessi non ce ne sono. Ciò non vuol dire che siano state già prefigurate misuri e scenari, coinvolgendo anche l 'AIA. Credo che a tempo debito ( se il Governo darà il via libera) chi deve sapere, saprà. Non pensi ?
marblearch
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2464
Iscritto il: ven ott 14, 2011 4:18 pm
Ha detto grazie: 90 volte
E'stato ringraziato : 224 volte

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda Observer il dom mag 17, 2020 7:21 pm

marblearch ha scritto:Immagino tu ti riferisca agli arbitri di vertice, in ogni caso. Detto ciò è chiaro che protocolli emessi non ce ne sono. Ciò non vuol dire che siano state già prefigurate misuri e scenari, coinvolgendo anche l 'AIA. Credo che a tempo debito ( se il Governo darà il via libera) chi deve sapere, saprà. Non pensi ?


si chiaro, parlo dei conoscenti incontrati nelle categorie nazionali e con i quali si è rimasti in contatto.
ecco, se potessi esprimere un sentimento, raccomanderei allo Zio se ci legge ... di essere vicino ai suoi ragazzi. Anche solo con una telefonata, anche solo con una pacca sulla spalla virtuale, anche solo con un Google Team ....

I ragazzi hanno paura, e io do loro voce perchè capita questo thread. Hanno paura perché vedono un mondo intorno a loro che si muove, e che fa cose, mentre noi stentiamo ancora a metterci in moto perché non abbiamo ancora riscontri su che cacchio vuole fare la Lega tal dei tali perchè per i loro porcacci comodi non hanno ancora finito di litigare sulla soluzione A o sulle soluzione B.

E se qualcuno si aspetta (il primo povero illuso ero io) che la Lega si occupi anche degli ufficiali di gara, stiamo freschi.

Ma se si ricominciasse domani, come organizzerebbero le trasferte i ragazzi?

Dove dormirebbero? E gli OA?

E i raduni?

E i poli di Allenamento?

Tu hai ragione, Marbly, ragione da vendere quando dici che questo evento è talmente incredibile, pazzesco e eccezionale che nessuno poteva immaginare mai accadesse. E per questo occorre fiducia e gratitudine verso Zio Marcello, perché questa è una situazione per definizione impossibile da gestire.

E sono certo che stanno facendo di tutto per garantire la salute dei ragazzi.

Perchè dietro ogni ragazzo c'è una famiglia, un micro mondo, e non possiamo da semi professionisti mettere a repentaglio la salute dei nostri ragazzi.

Non possiamo davvero!

Zio ... se ci leggi ... batti un colpo! Con i ragazzi ... hanno bisogno di sentirti vicino
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5305
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 214 volte
E'stato ringraziato : 507 volte
Qualifica: Osservatore

Re: La giusta distanza: la clip con l'appello degli arbitri

Messaggioda lunapop il mar mag 19, 2020 1:47 pm

Observer ha scritto:
marblearch ha scritto:Sinceramente trovo superfluo (" spero che il Presidente....") l 'insinuare che l 'AIA subisca passivamente , mettendo a repentaglio la salute degli arbitri CAN A ( perchè è di ciò di cui si parla). Ovvio che dei protocolli se ne parla da settimane nelle debite sedi. Non serve esternare sui media, ogni incontro e discussione che si tiene con cadenza settimanale. Altrettanto chiaro che il "rischio" zero non è possibile. Forse mettendo l 'arbitro sul seggiolone a centrocampo come al tennis. Per gli altri livelli poi, soprattutto per la "base" non poniamoci neppure il problema, perchè è impensabile una ripresa a breve termine ( speriamo almeno a settembre).


Se posso, Marbly Carissimo, non essere così tranciante. Perchè tutti i ragazzi con cui parlo, e che conosco per esperienza personale perchè ci siamo incrociati nel cammino in diverse funzioni ... mi dicono tutti che nessuno sa un accidenti di niente. E che sono lasciati li, a aspettare in un certo isolato silenzio.

Secondo me l'argomentazione di Lunapop non è campata per aria, è lo stesso sentimento che sento raccontare io quando sento gli amici al telefono, o via whatsapp.



Caro Observer, mancavo da parecchio tempo qui e, come ho scritto nell'incipit del mio post le motivazioni erano chiare.
Rientro e ritrovo sempre lo stesso tono in alcuni interventi di risposta..............
O la pensi come dico io (che so tutto e quindi parlo per bocca di chi comanda) o stai zitto perché non sai nulla e dici stupidaggini!
Il "marblearch pensiero" assoluto non mi infastidisce per le idee, che possono e debbono essere diverse, il tono assolutistico e perentorio di colui che vuole leggere ed interpretare l'altrui pensiero a proprio uso e consumo e porta a contraddittorio che "chi Governa non si deve mai mettere in discussione, perché - a prescindere . fa bene"......beh lo lascio ai poveri di spirito.
Poi, sull'altro intervento del Collega "cammello" che parla di "populismo" (?!?).............qui proprio mi cadono le braccia e penso quanto era bello qualche anno fa, quando molte persone non sapevano neppure che esistesse il termine populismo e quelli che lo usavano ne conoscevano l'essenza e lo utilizzavano in maniera appropriata.
Oggi, quando si vuole confutare un pensiero diverso dal proprio, si accusa l'altro di essere "populista", fosse anche nello scegliere di mangiare una pizza, piuttosto che un piatto di pasta..........
Ti saluto con grande stima, rimani come sei, libero nel pensiero e nel tuo modo di discutere sempre pacato ed apprezzabile per stile e contenuti.
Costituzione italiana (1947)
Art. 21. - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione
.
Avatar utente
lunapop
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1254
Iscritto il: gio feb 04, 2010 10:20 am
Ha detto grazie: 36 volte
E'stato ringraziato : 64 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Precedente


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti