Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda ccni17 il sab giu 20, 2020 9:05 am

Il buon Zappi, come dici tu, sapeva fin da subito come indicare la collaborazione ma, da persona intelligente e preparata quale è, ha capito che il problema dell’autocertificazione non era banale e penalmente rilevante e quindi a me personalmente ha detto di attendere e di rifarmi a quanto mi dicevano i miei dirigenti nazionali anche perché non tutte le federazioni avevano la stessa situazione. Con mia grande sorpresa, mi ha ricontattato lui stesso non appena era stato tutto chiarito dandomi indicazioni precise su come muovermi e come documentare l’arbitraggio di mio figlio. Da marzo non incasso un euro, l’INps non mi ha dato niente perché dicono che all’amministratore di società non spetta una fava e anche mia moglie è in cassa integrazione non ancora percepita. Senza Zappi sarei qui a recriminare senza oggi fare la spesa con maggiore serenità. Lo avevo conosciuto anni fa in una riunione e mi era sembrata una persona perbene e competente. Poi la vita me ne ha dato le prove. Ho voluto dirlo qui perché avendolo fatto in privato, lui mi ha detto che non dovevo ringraziare lui ma il governo e l’Aia. Perché signori si nasce.
FollettoGigante ha scritto:Il buon Zappi fin da subito ha detto che ci spettava salvo però non sapere rispondere su come si poteva provare la nostra "collaborazione sportiva" che poi non è... sinceramente Spadafora inconsciamente ha pensato di fare un piacere agli sportivi salvo scoprire che quel mondo è ben diverso da come viene disegnato per cui chi ci lavora DAVVERO all'inizio lo ha preso nel C**O mentre chi lo fa saltuariamente (come noi...) ha avuto un bel regalo di natale... e no Observer, non si tratta di mancia elettorale ma solo di incompetenza della politica nel gestire il mondo dello sport... nonostante l'inciampo del ministro sul bonus confido che sappia ridare la giusta dignità a chi, come me, nello sport ci lavora davvero.
ccni17
 
Messaggi: 363
Iscritto il: gio lug 16, 2009 3:00 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 31 volte
Sezione di: Venezia
Qualifica: Assistente
Categoria: Seconda

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda bracco75 il sab giu 20, 2020 11:45 am

Antonio Zappi è una persona perbene, un professionista credibilile e preparato ed un mio caro amico.
Non è che ho paura di morire. Solo che non voglio esserci quando accadrà. W. Allen
Avatar utente
bracco75
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5008
Iscritto il: mar feb 02, 2010 12:34 pm
Ha detto grazie: 367 volte
E'stato ringraziato : 556 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda divisarossa il sab giu 20, 2020 2:00 pm

ccni17 ha scritto:Il buon Zappi, come dici tu, sapeva fin da subito come indicare la collaborazione ma, da persona intelligente e preparata quale è, ha capito che il problema dell’autocertificazione non era banale e penalmente rilevante e quindi a me personalmente ha detto di attendere e di rifarmi a quanto mi dicevano i miei dirigenti nazionali anche perché non tutte le federazioni avevano la stessa situazione. Con mia grande sorpresa, mi ha ricontattato lui stesso non appena era stato tutto chiarito dandomi indicazioni precise su come muovermi e come documentare l’arbitraggio di mio figlio. Da marzo non incasso un euro, l’INps non mi ha dato niente perché dicono che all’amministratore di società non spetta una fava e anche mia moglie è in cassa integrazione non ancora percepita. Senza Zappi sarei qui a recriminare senza oggi fare la spesa con maggiore serenità. Lo avevo conosciuto anni fa in una riunione e mi era sembrata una persona perbene e competente. Poi la vita me ne ha dato le prove. Ho voluto dirlo qui perché avendolo fatto in privato, lui mi ha detto che non dovevo ringraziare lui ma il governo e l’Aia. Perché signori si nasce.
FollettoGigante ha scritto:Il buon Zappi fin da subito ha detto che ci spettava salvo però non sapere rispondere su come si poteva provare la nostra "collaborazione sportiva" che poi non è... sinceramente Spadafora inconsciamente ha pensato di fare un piacere agli sportivi salvo scoprire che quel mondo è ben diverso da come viene disegnato per cui chi ci lavora DAVVERO all'inizio lo ha preso nel C**O mentre chi lo fa saltuariamente (come noi...) ha avuto un bel regalo di natale... e no Observer, non si tratta di mancia elettorale ma solo di incompetenza della politica nel gestire il mondo dello sport... nonostante l'inciampo del ministro sul bonus confido che sappia ridare la giusta dignità a chi, come me, nello sport ci lavora davvero.


Questa è una bella considerazione. Perchè secondo me limitarsi a fare discorsi di eticità, in questo periodo storio UNICO nella storia modera, non ha molto senso. Proprio per questa situazione lavorativa che causa covid per MOLTI è cambiata drasticamente. E un bonus che, per la situazione di molte famiglie riferita a febbraio poteva essere non eticamente spettante, ora è diventato una necessità per quei nuclei. Una boccata di ossigeno.
Poi ci sarà sempre, come in ogni ambito della vita, chi ha fatto richiesta pur non necessitandone in alcun modo, ma per non favorire un singolo di sicuro non si può penalizzarne 10.000.
Sono troppi 1800 euro (o 1200 per chi l'ha chiesto dopo)? Forse si, certamente si, ma ricordiamo che lo stesso Ministero si è lanciato in un settore decisamente poco conosciuto e dove ogni disciplina ha le sue peculiarità (molti arbitri dipendono direttamente dalla propria federazione, non c'è una associazione che fa "filtro" come nel calcio).

Ed è stato pensato proprio per chi è "dilettante", perchè chi arbitra da "professionista" può chiedere i bonus come p.iva, non a sport e salute. Si era partiti con solo 600 euro e una tantum, e credo che "eticamente" fosse una cifra accettabilissima, che avrebbe coperto i rimborsi dei tre mesi circa restanti al termine della stagione. Nessuno era partito pensando di prenderne 1.800, questo è certo. Banalmente, da ragazzo, prima di avere un lavoro e anche poi per diversi anni finchè ho vissuto coi miei, con quelle entrate (dovute magari a 60 partite dirette l'anno) in casa ci pagavo il riscaldamento per tutto l'inverno. E se fosse a me successo di non avere quelle entrate in quel mio periodo storico, beh, probabilmente la mia famiglia sarebbe stata in difficoltà seria a tenere tiepido in casa costantemente. Quindi ogni caso fa storia a parte. Probabilmente chi si rifà solo all'etica non ha difficoltà economiche tali da avere attualmente problemi. Chiunque di noi finchè non sbatte la testa in un problema non si accorge che esiste. Io per primo se non avessi in questi giorni per mio diletto approfondito la tematica, probabilmente rischierei di rispondere con superficialità su questo argomento.

Un sostegno che avrà mille difetti ma che è stato fortemente voluto dal ministro, ma non da lui avvallato a prescindere, ma a seguito di verifiche e controlli di legittimità.

Perchè chi dice che verranno richiesti indietro quelli degli arbitri, allora dovrebbero esser chiesti indietro quelli di calciatori, dirigenti etc. etc. perchè sono dilettanti a rimborso spese pure loro, facendo crollare alla base il principio di questo bonus: sostenere la maggior parte di gente possibile in un momento particolarissimo
divisarossa
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4603
Iscritto il: mer giu 09, 2010 8:37 pm
Ha detto grazie: 8 volte
E'stato ringraziato : 307 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda FollettoGigante il sab giu 20, 2020 2:15 pm

divisarossa, è vero il ministro ha scoperto un mondo ai più sconosciuto ma una volta che hai scoperto che c'è gente che ci lavora sul serio nel mondo dello sport, forse era il caso che avesse fatto un distinzione... hai fatto un ca**ata sui primi 600 euro escludendo chi percepisce più di 10000 euro perchè nella seconda tornata non hai cambiato i criteri? Anzi hai aggiunto pure i giudici di gara?
Te con i rimborsi aia ci paghi il riscaldamento? Io con il mio contratto di collaborazione sportiva ci pago anche la luce, l'acqua, la tari, l'assicurazione auto...
FollettoGigante
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1909
Iscritto il: lun ago 27, 2012 3:34 pm
Ha detto grazie: 192 volte
E'stato ringraziato : 78 volte
Sezione di: Firenze
Qualifica: Arbitro
Categoria: Terza

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda mimoriale il sab giu 20, 2020 3:19 pm

divisarossa ha scritto:
ccni17 ha scritto:Il buon Zappi, come dici tu, sapeva fin da subito come indicare la collaborazione ma, da persona intelligente e preparata quale è, ha capito che il problema dell’autocertificazione non era banale e penalmente rilevante e quindi a me personalmente ha detto di attendere e di rifarmi a quanto mi dicevano i miei dirigenti nazionali anche perché non tutte le federazioni avevano la stessa situazione. Con mia grande sorpresa, mi ha ricontattato lui stesso non appena era stato tutto chiarito dandomi indicazioni precise su come muovermi e come documentare l’arbitraggio di mio figlio. Da marzo non incasso un euro, l’INps non mi ha dato niente perché dicono che all’amministratore di società non spetta una fava e anche mia moglie è in cassa integrazione non ancora percepita. Senza Zappi sarei qui a recriminare senza oggi fare la spesa con maggiore serenità. Lo avevo conosciuto anni fa in una riunione e mi era sembrata una persona perbene e competente. Poi la vita me ne ha dato le prove. Ho voluto dirlo qui perché avendolo fatto in privato, lui mi ha detto che non dovevo ringraziare lui ma il governo e l’Aia. Perché signori si nasce.
FollettoGigante ha scritto:Il buon Zappi fin da subito ha detto che ci spettava salvo però non sapere rispondere su come si poteva provare la nostra "collaborazione sportiva" che poi non è... sinceramente Spadafora inconsciamente ha pensato di fare un piacere agli sportivi salvo scoprire che quel mondo è ben diverso da come viene disegnato per cui chi ci lavora DAVVERO all'inizio lo ha preso nel C**O mentre chi lo fa saltuariamente (come noi...) ha avuto un bel regalo di natale... e no Observer, non si tratta di mancia elettorale ma solo di incompetenza della politica nel gestire il mondo dello sport... nonostante l'inciampo del ministro sul bonus confido che sappia ridare la giusta dignità a chi, come me, nello sport ci lavora davvero.


Questa è una bella considerazione. Perchè secondo me limitarsi a fare discorsi di eticità, in questo periodo storio UNICO nella storia modera, non ha molto senso. Proprio per questa situazione lavorativa che causa covid per MOLTI è cambiata drasticamente. E un bonus che, per la situazione di molte famiglie riferita a febbraio poteva essere non eticamente spettante, ora è diventato una necessità per quei nuclei. Una boccata di ossigeno.
Poi ci sarà sempre, come in ogni ambito della vita, chi ha fatto richiesta pur non necessitandone in alcun modo, ma per non favorire un singolo di sicuro non si può penalizzarne 10.000.
Sono troppi 1800 euro (o 1200 per chi l'ha chiesto dopo)? Forse si, certamente si, ma ricordiamo che lo stesso Ministero si è lanciato in un settore decisamente poco conosciuto e dove ogni disciplina ha le sue peculiarità (molti arbitri dipendono direttamente dalla propria federazione, non c'è una associazione che fa "filtro" come nel calcio).

Ed è stato pensato proprio per chi è "dilettante", perchè chi arbitra da "professionista" può chiedere i bonus come p.iva, non a sport e salute. Si era partiti con solo 600 euro e una tantum, e credo che "eticamente" fosse una cifra accettabilissima, che avrebbe coperto i rimborsi dei tre mesi circa restanti al termine della stagione. Nessuno era partito pensando di prenderne 1.800, questo è certo. Banalmente, da ragazzo, prima di avere un lavoro e anche poi per diversi anni finchè ho vissuto coi miei, con quelle entrate (dovute magari a 60 partite dirette l'anno) in casa ci pagavo il riscaldamento per tutto l'inverno. E se fosse a me successo di non avere quelle entrate in quel mio periodo storico, beh, probabilmente la mia famiglia sarebbe stata in difficoltà seria a tenere tiepido in casa costantemente. Quindi ogni caso fa storia a parte. Probabilmente chi si rifà solo all'etica non ha difficoltà economiche tali da avere attualmente problemi. Chiunque di noi finchè non sbatte la testa in un problema non si accorge che esiste. Io per primo se non avessi in questi giorni per mio diletto approfondito la tematica, probabilmente rischierei di rispondere con superficialità su questo argomento.

Un sostegno che avrà mille difetti ma che è stato fortemente voluto dal ministro, ma non da lui avvallato a prescindere, ma a seguito di verifiche e controlli di legittimità.

Perchè chi dice che verranno richiesti indietro quelli degli arbitri, allora dovrebbero esser chiesti indietro quelli di calciatori, dirigenti etc. etc. perchè sono dilettanti a rimborso spese pure loro, facendo crollare alla base il principio di questo bonus: sostenere la maggior parte di gente possibile in un momento particolarissimo


Solo applausi. Hai centrato in pieno il problema.
mimoriale
 
Messaggi: 111
Iscritto il: ven mar 10, 2017 4:43 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 5 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda divisarossa il sab giu 20, 2020 4:27 pm

FollettoGigante ha scritto:divisarossa, è vero il ministro ha scoperto un mondo ai più sconosciuto ma una volta che hai scoperto che c'è gente che ci lavora sul serio nel mondo dello sport, forse era il caso che avesse fatto un distinzione... hai fatto un ca**ata sui primi 600 euro escludendo chi percepisce più di 10000 euro perchè nella seconda tornata non hai cambiato i criteri? Anzi hai aggiunto pure i giudici di gara?
Te con i rimborsi aia ci paghi il riscaldamento? Io con il mio contratto di collaborazione sportiva ci pago anche la luce, l'acqua, la tari, l'assicurazione auto...


Siamo tutti d'accordo che sarebbe stato piu giusto. Nessuno dice o pensa il contrario. MA...MA...MA ci sarebbe voluto molto più tempo. Tieni conto che il provvedimento dei 600 euro (del decreto Cura Italia che riguarda tutti i lavoratori, non solo lo sport) era una prima mossa tampone da elargire nell'immediato, cioè nel giro di un mese, e cosi è stato per una fetta dei richiedenti. E' evidente che per fare questo non sarebbe stato possibile imporre una gradualità. E sai perchè? perchè a monte non sapevi chi avrebbe fatto richiesta e quindi, per paradosso, avresti dovuto iniziare a verificare ogni pratica, poi chiusa la finestra di richiesta, analizzare ogni singolo sport, ogni singola disciplina, entrando nel merito poi dei singoli guadagni di ognuno. Con dati mancanti e soprattutto anche controllori che non potevano conoscere ogni singola materia e disciplina nello specifico. Un lavoro cosi accurato avrebbe necessitato di un anno di approfondimenti.

Poi i tempi si sono dilatati perchè ci son stati problemi di rifinanziamento e pure gli stessi che avevano fatto le domande inizialmente, ma oltre i primi 80 mila hanno atteso 2 mesi. Oltre per il tempo perso per integrazioni successive (essendo la prima volta molti hanno anche sbagliato l'inserimento dei dati o altro).

Il concetto sbagliato che molti fanno passare è, per riassumere, "hanno dato soldi a loro e non ad altri"
No, non è cosi, non è che quei soldi se non fossero andati agli arbitri (di tutti gli sport, è bene ricordarlo) sarebbero andati ad altri lavoratori sportivi o, che ne so, alla cassa integrazione o alle partite iva. Nessuno degli sportivi che ha fatto domanda è stato escluso dal provvedimento (a parte casi come ha detto il ministro di qualcuno che ci ha provato, ma con lo sport proprio non c'entrava nulla)

A sto punto aspetto una campagna contro i calciatori che prendono 50 euro al mese per la benzina per andare ad allenamento, oppure chi balla in coppia. Non ne usciamo più. E' stato annunciato un progetto per lo sport e per i lavoratori. Spero mettano i puntini sulle i, coi tempi e modi giusti.

E comunque chi era sopra i 10.000 è stato solo accantonato, non escluso e pagato per le tre mensilità comunque in questi giorni. Non erano stati esclusi, ma solo messi momentaneamente in secondo piano per il motivo di cui sopra. Non sapevano che platea avrebbe chiesto il bonus
divisarossa
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4603
Iscritto il: mer giu 09, 2010 8:37 pm
Ha detto grazie: 8 volte
E'stato ringraziato : 307 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda andre-rm il dom giu 21, 2020 9:27 am

Mi permetto di dire inoltre che il bonus a quanto mi risulta spettava solo a chi non era a carico di altri soggetti. Quindi dire che dei liceali hanno rubato 1800 euro è un’assoluta bugia. E come ribadito, la morale fatta in un periodo così è sempre pericolosa da verificare... se un giovane è in un contesto familiare in grosse difficoltà non credo che 1800 euro siano uno sfizio rubato a qualcuno. Oltretutto condividendo la precisazione che quei soldi non sono stati tolti ad altri, in ogni caso.
andre-rm
 
Messaggi: 116
Iscritto il: lun giu 09, 2008 11:09 am
Ha detto grazie: 4 volte
E'stato ringraziato : 11 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda Observer il dom giu 21, 2020 10:19 am

andre-rm ha scritto:Mi permetto di dire inoltre che il bonus a quanto mi risulta spettava solo a chi non era a carico di altri soggetti. Quindi dire che dei liceali hanno rubato 1800 euro è un’assoluta bugia. E come ribadito, la morale fatta in un periodo così è sempre pericolosa da verificare... se un giovane è in un contesto familiare in grosse difficoltà non credo che 1800 euro siano uno sfizio rubato a qualcuno. Oltretutto condividendo la precisazione che quei soldi non sono stati tolti ad altri, in ogni caso.


perdonami, ma per componenti del mio nucleo familiare interessati alla questione ho seguito abbastanza attentamente la vicenda. non è affatto vero quello che dici, non è mai stato chiesto da Sport e Salute uno stato di famiglia dal quale si potesse evincere alcunché ne è stato mai richiesto un ISEE familiare.

questi sono i due strumenti attraverso cui si potrebbe comprendere se il richiedente è sullo stato di famiglia dei genitori, o se ha altre forme di reddito.

le uniche cose che sport e salute ha chiesto sono state:

- il contratto attestante il vincolo di collaborazione
- documenti di identità personali
- dichiarazione del cd "datore di lavoro" (ovvero associazione sportiva, palestra, federazione nazionale, ecc ecc)
- prova di avvenuto pagamento delle prestazioni di Febbraio 2020.

Punto. Nulla altro ...

Aggiungo una cosa sola, per spiegare meglio la mia posizione: ho letto l'intervento di un collega in difficoltà familiare per questa tragedia che è stato il COVID. Secondo me il collega non ha fatto SOLO bene a richiedere il sostegno, ha fatto BENISSIMO. Per me a lui occorreva darlo triplo, quadruplo. Quando parlo di etica, parlo di necessità e di bisogno. E nessuno meglio di noi sa dire che questo bisogno esiste, o è farlocco. Nel suo caso è reale, esistente, vivo. E ha fatto benissimo a richiedere il contributo.

Sono i ragazzini che vivono sulle spalle di genitori che non ne hanno alcun bisogno, che hanno fatto male a portar via soldi a chi ne ha bisogno veramente.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5397
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 220 volte
E'stato ringraziato : 517 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda andre-rm il dom giu 21, 2020 10:46 am

La tua posizione è chiarissima e condivisibile, le forme assistenziali vanno attivate in caso di reale necessità, io mettevo solo in risalto che non si può come al solito puntare il dito su tutti indiscriminatamente perché dietro ci sono mille storie. La responsabilità personale è ovviamente la base di una convivenza civile.

Sul fatto dello stato di famiglia, all epoca con altri associati avevamo trovato anche questo paletto, che a me risultava anche non stupido. Se poi è stato rimosso o era riferito ad altre categorie, mi scuso per l’informazione non corretta.
andre-rm
 
Messaggi: 116
Iscritto il: lun giu 09, 2008 11:09 am
Ha detto grazie: 4 volte
E'stato ringraziato : 11 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda Observer il dom giu 21, 2020 2:38 pm

andre-rm ha scritto:La tua posizione è chiarissima e condivisibile, le forme assistenziali vanno attivate in caso di reale necessità, io mettevo solo in risalto che non si può come al solito puntare il dito su tutti indiscriminatamente perché dietro ci sono mille storie. La responsabilità personale è ovviamente la base di una convivenza civile.

Sul fatto dello stato di famiglia, all epoca con altri associati avevamo trovato anche questo paletto, che a me risultava anche non stupido. Se poi è stato rimosso o era riferito ad altre categorie, mi scuso per l’informazione non corretta.


se posso dirti, secondo me questo paletto non è stato considerato per ammettere al contributo una platea che fosse la più ampia possibile.

secondo me lo hanno fatto apposta.

va verso l'orientamento "sociale" di questo esecutivo e dei partiti che lo compongono.

ripeto, si rischia di cadere in questioni di politica, ma secondo me la formulazione è stata volontariamente larga e interpretabile, in un momento di difficoltà eccezionale, per permettere al maggior numero possibile di persone di potervi accedere.....

in caso di bisogno :-P

ciao buona domenica.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5397
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 220 volte
E'stato ringraziato : 517 volte
Qualifica: Osservatore

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Felice Di Gioia, gabriele9, Hawk_94, javasup e 11 ospiti