Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda KillTheRef il dom giu 21, 2020 3:47 pm

Mi permetto di dissentire dalla maggior parte di voi, non centrate la vera questione. Zappi compreso, il quale evidentemente manca del giusto approccio alla vicenda (che non può che essere esclusivamente giuridico).

Il Bonus è stato pensato per tutelare dei LAVORATORI (andate a leggervi il post di Spadafora del 12 di Giugno, in cui parla di tutela dei "lavoratori sportivi" a più riprese). Non dei liceali, non degli universitari, non un bonus una tantum a sostegno delle spese di persone in difficoltà. Ma un sostegno al REDDITO di lavoratori che non potevano lavorare. Qualcuno di noi può definirsi LAVORATORE, in qualità di arbitro? Qualcuno di noi può definire REDDITO i rimborsi spese che riceviamo?
Ecco, quindi, che una norma scritta male ha portato a delle conseguenze non volute da chi la scritta.

Giusto approfittarne? No, se siamo arbitri, se siamo consapevoli di quello che siamo (prima ancora di quello che facciamo) non avremmo dovuto farlo a priori. E non cambia nulla parlare di "reale bisogno": chi stabilisce un reale bisogno? Ma di cosa stiamo parlando?

Tutti poi ignoriamo che siamo dei VOLONTARI e che il nostro è un HOBBY (come il nostro Presidente non manca mai di ricordare...). Quindi fatemi capire, quando serve per prendersi dei soldi (in maniera abnorme) siamo LAVORATORI e quando invece si tratta di avere maggiori tutele (penso agli AE di C che rischiano di perdere il lavoro a causa dei lunghi raduni infrasettimanali e alle trasferte) ci viene detto di no perchè siamo VOLONTARI e il nostro è un HOBBY? C'è una ipocrisia e una contraddizione, ripeto giuridica alla base, incredibile.
E gente come Zappi in primis si è comportata in maniera irresponsabile (per non parlare delle direttive dall'alto).
KillTheRef
 
Messaggi: 1
Iscritto il: dom giu 21, 2020 2:27 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda Observer il dom giu 21, 2020 4:28 pm

KillTheRef ha scritto:Mi permetto di dissentire dalla maggior parte di voi, non centrate la vera questione. Zappi compreso, il quale evidentemente manca del giusto approccio alla vicenda (che non può che essere esclusivamente giuridico).

Il Bonus è stato pensato per tutelare dei LAVORATORI (andate a leggervi il post di Spadafora del 12 di Giugno, in cui parla di tutela dei "lavoratori sportivi" a più riprese). Non dei liceali, non degli universitari, non un bonus una tantum a sostegno delle spese di persone in difficoltà. Ma un sostegno al REDDITO di lavoratori che non potevano lavorare. Qualcuno di noi può definirsi LAVORATORE, in qualità di arbitro? Qualcuno di noi può definire REDDITO i rimborsi spese che riceviamo?
Ecco, quindi, che una norma scritta male ha portato a delle conseguenze non volute da chi la scritta.

Giusto approfittarne? No, se siamo arbitri, se siamo consapevoli di quello che siamo (prima ancora di quello che facciamo) non avremmo dovuto farlo a priori. E non cambia nulla parlare di "reale bisogno": chi stabilisce un reale bisogno? Ma di cosa stiamo parlando?

Tutti poi ignoriamo che siamo dei VOLONTARI e che il nostro è un HOBBY (come il nostro Presidente non manca mai di ricordare...). Quindi fatemi capire, quando serve per prendersi dei soldi (in maniera abnorme) siamo LAVORATORI e quando invece si tratta di avere maggiori tutele (penso agli AE di C che rischiano di perdere il lavoro a causa dei lunghi raduni infrasettimanali e alle trasferte) ci viene detto di no perchè siamo VOLONTARI e il nostro è un HOBBY? C'è una ipocrisia e una contraddizione, ripeto giuridica alla base, incredibile.
E gente come Zappi in primis si è comportata in maniera irresponsabile (per non parlare delle direttive dall'alto).


l'alto non c'entra nulla. E Zappi neppure a mio avviso.
il management investito di un quesito, ha chiesto lumi agli esperti legali della FIGC
I quali hanno chiesto a Sport e Salute.

E' stata Sport e Salute a dirimere la questione, e a confermare che gli Ufficiali di gara (in verità non solo noi, a che io sappia ci sono anche gli Arbitri di Pallavolo e Pallacanestro molto interessati alla questione) rientrano nel plateau.

E il management, nulla altro ha fatto se non girare l'informazione una volta in possesso.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5397
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 220 volte
E'stato ringraziato : 517 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda FollettoGigante il dom giu 21, 2020 4:38 pm

KillTheRef, guardiamo se dopo quello che hai scritto te qualcuno ragiona... :ok

divisarossa, nessun governo hai mai capito come funziona il mondo dello sport... ma non puoi escludere in prima battuta gli over 10mila e fotte una se*a se ora li hanno avuti! Scusa il francesismo ma quella gente per 2 mesi è stata senza nessuna fonte di reddito! Gente, ribadisco, che lavora spesso 7 giorni su 7 e non uno su 7.
FollettoGigante
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1909
Iscritto il: lun ago 27, 2012 3:34 pm
Ha detto grazie: 192 volte
E'stato ringraziato : 78 volte
Sezione di: Firenze
Qualifica: Arbitro
Categoria: Terza

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda Referee 97 il dom giu 21, 2020 4:44 pm

Ormai la frittata é stata fatta!
Chiederanno indietro a tutti i soldi? Non credo proprio.
Referee 97
 
Messaggi: 151
Iscritto il: ven nov 10, 2017 10:48 am
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 9 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda divisarossa il dom giu 21, 2020 6:24 pm

FollettoGigante ha scritto:KillTheRef, guardiamo se dopo quello che hai scritto te qualcuno ragiona... :ok

divisarossa, nessun governo hai mai capito come funziona il mondo dello sport... ma non puoi escludere in prima battuta gli over 10mila e fotte una se*a se ora li hanno avuti! Scusa il francesismo ma quella gente per 2 mesi è stata senza nessuna fonte di reddito! Gente, ribadisco, che lavora spesso 7 giorni su 7 e non uno su 7.


Per farti un esempio, ci sono arbitri di pallavolo che lavorano 6 giorni su 7 perchè li i campionati ci sono ad ogni ora e ogni giorno e si fanno in pratica uno stipendio (spesso giocano anche per la società per cui son tesserati e fanno gli "allenatori" dei ragazzini), anche se sono rimborsi spesa.

Sopra i 10 mila non erano stati esclusi, erano stati messi in coda, sia per aiutare subito chi già guadagna poco, sia per aspettare di sapere quanti avrebbero fatto domanda in modo di poi integrare col decreto successivo tutte le risorse necessarie, ed aiutare tutti i richiedenti anche oltre quella cifra come è stato fatto. Quindi chi vive di sport spero venga effettivamente normato in altra maniera di come è adesso. Ed è questo l'indirizzo preso da Spadafora per agosto settembre. Spero glielo lascino fare. Lo stesso spadafora, in qualche intervento, capiva la difficoltà di quegli studenti fuori sede che magari facendo qualche ora in palestra o facendo appunto l'arbitro contribuivano a parte delle spese di questa situazione e che erano rimasti senza niente.

Il discorso arbitri, comunque, è del tutto marginale. Non potevi fare distinzione di sport, nè all'interno dello stesso calcio potevi dire SI al calciatore di terza categoria (a rimborso e per hobby come noi) e NO all'arbitro. Ed è tutto questo che è stato approfondito e chiarito.
Coi ragionamenti etici che sento in questi giorni, probabilmente di 150 mila richieste ne sarebbero state accolte 10 mila.
Partiamo sempre dal presupposto che ad evento eccezionale si risponde con intervento eccezionale.
Anche questo sappiamo avendo arbitrato no? Non è un intervento governativo in situazione di normalità, ma a fronte di una epidemia inimmaginabile in tempi moderni.
divisarossa
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4603
Iscritto il: mer giu 09, 2010 8:37 pm
Ha detto grazie: 8 volte
E'stato ringraziato : 307 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda ccni17 il lun giu 22, 2020 10:16 am

C’è da rimanere basiti. Nel buio più totale, in assenza di indicazioni precise da parte di tutti, decine di arbitri chiedono aiuto all’unico che in tempo reale aveva inquadrato davvero la questione legale. Quell’uomo che che non credo che abbia tempo da perdere, mi spiega tutto, mi dice correttamente di essere prudenti e di attendere perché sapeva che erano in arrivo posizioni ufficiali e qui gli si dà dell’irresponsabile perché ha confermato che una cosa è legittima ? Voi siete fuori, ma fuori davvero e la verità forse è che qualcuno che aveva giurato che non c’era diritto non si rassegna ad aver fatto figure da pantofola. Anche l’Aia si è comportata bene e semmai avrebbe solo dovuto dare indicazioni più chiare. .
KillTheRef ha scritto:Mi permetto di dissentire dalla maggior parte di voi, non centrate la vera questione. Zappi compreso, il quale evidentemente manca del giusto approccio alla vicenda (che non può che essere esclusivamente giuridico).

Il Bonus è stato pensato per tutelare dei LAVORATORI (andate a leggervi il post di Spadafora del 12 di Giugno, in cui parla di tutela dei "lavoratori sportivi" a più riprese). Non dei liceali, non degli universitari, non un bonus una tantum a sostegno delle spese di persone in difficoltà. Ma un sostegno al REDDITO di lavoratori che non potevano lavorare. Qualcuno di noi può definirsi LAVORATORE, in qualità di arbitro? Qualcuno di noi può definire REDDITO i rimborsi spese che riceviamo?
Ecco, quindi, che una norma scritta male ha portato a delle conseguenze non volute da chi la scritta.

Giusto approfittarne? No, se siamo arbitri, se siamo consapevoli di quello che siamo (prima ancora di quello che facciamo) non avremmo dovuto farlo a priori. E non cambia nulla parlare di "reale bisogno": chi stabilisce un reale bisogno? Ma di cosa stiamo parlando?

Tutti poi ignoriamo che siamo dei VOLONTARI e che il nostro è un HOBBY (come il nostro Presidente non manca mai di ricordare...). Quindi fatemi capire, quando serve per prendersi dei soldi (in maniera abnorme) siamo LAVORATORI e quando invece si tratta di avere maggiori tutele (penso agli AE di C che rischiano di perdere il lavoro a causa dei lunghi raduni infrasettimanali e alle trasferte) ci viene detto di no perchè siamo VOLONTARI e il nostro è un HOBBY? C'è una ipocrisia e una contraddizione, ripeto giuridica alla base, incredibile.
E gente come Zappi in primis si è comportata in maniera irresponsabile (per non parlare delle direttive dall'alto).
ccni17
 
Messaggi: 363
Iscritto il: gio lug 16, 2009 3:00 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 31 volte
Sezione di: Venezia
Qualifica: Assistente
Categoria: Seconda

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda lavori il lun giu 22, 2020 10:46 am

ccni17 ha scritto:C’è da rimanere basiti. Nel buio più totale, in assenza di indicazioni precise da parte di tutti, decine di arbitri chiedono aiuto all’unico che in tempo reale aveva inquadrato davvero la questione legale. Quell’uomo che che non credo che abbia tempo da perdere, mi spiega tutto, mi dice correttamente di essere prudenti e di attendere perché sapeva che erano in arrivo posizioni ufficiali e qui gli si dà dell’irresponsabile perché ha confermato che una cosa è legittima ? Voi siete fuori, ma fuori davvero e la verità forse è che qualcuno che aveva giurato che non c’era diritto non si rassegna ad aver fatto figure da pantofola. Anche l’Aia si è comportata bene e semmai avrebbe solo dovuto dare indicazioni più chiare. .
KillTheRef ha scritto:Mi permetto di dissentire dalla maggior parte di voi, non centrate la vera questione. Zappi compreso, il quale evidentemente manca del giusto approccio alla vicenda (che non può che essere esclusivamente giuridico).

Il Bonus è stato pensato per tutelare dei LAVORATORI (andate a leggervi il post di Spadafora del 12 di Giugno, in cui parla di tutela dei "lavoratori sportivi" a più riprese). Non dei liceali, non degli universitari, non un bonus una tantum a sostegno delle spese di persone in difficoltà. Ma un sostegno al REDDITO di lavoratori che non potevano lavorare. Qualcuno di noi può definirsi LAVORATORE, in qualità di arbitro? Qualcuno di noi può definire REDDITO i rimborsi spese che riceviamo?
Ecco, quindi, che una norma scritta male ha portato a delle conseguenze non volute da chi la scritta.

Giusto approfittarne? No, se siamo arbitri, se siamo consapevoli di quello che siamo (prima ancora di quello che facciamo) non avremmo dovuto farlo a priori. E non cambia nulla parlare di "reale bisogno": chi stabilisce un reale bisogno? Ma di cosa stiamo parlando?

Tutti poi ignoriamo che siamo dei VOLONTARI e che il nostro è un HOBBY (come il nostro Presidente non manca mai di ricordare...). Quindi fatemi capire, quando serve per prendersi dei soldi (in maniera abnorme) siamo LAVORATORI e quando invece si tratta di avere maggiori tutele (penso agli AE di C che rischiano di perdere il lavoro a causa dei lunghi raduni infrasettimanali e alle trasferte) ci viene detto di no perchè siamo VOLONTARI e il nostro è un HOBBY? C'è una ipocrisia e una contraddizione, ripeto giuridica alla base, incredibile.
E gente come Zappi in primis si è comportata in maniera irresponsabile (per non parlare delle direttive dall'alto).




90 MINUTI DI APPLAUSI
lavori
 
Messaggi: 291
Iscritto il: mer nov 09, 2011 2:25 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 10 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda rimini rimini il mer giu 24, 2020 9:21 am

La dirigenza non c'entra nulla nel momento in cui la volontà governativa è indirizzata verso un precisa direzione. A mio avviso o non hanno inquadrato la figura dell'arbitro, o hanno (volutamente) regalato soldi a ragazzini che votano o voteranno a breve. Il problema di fondo è un altro, ci sono lavoratori ed imprese (ai cui amministratori è stato negato il bonus) che hanno subito danni ingenti, che non hanno ricevuto nessun ristoro; in questo panorama elargire somme a soggetti che casomai alla ripresa presenteranno le dimissioni è alquanto discutibile, per non dire altro.
rimini rimini
 
Messaggi: 320
Iscritto il: mer lug 03, 2013 7:17 pm
Ha detto grazie: 11 volte
E'stato ringraziato : 13 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda javasup il mer giu 24, 2020 10:43 am

Qui è decisamente il Ministero dello Sport che non ci ha capito nulla ed a seguire anche la neonata Sport e Salute.
Pensate che i lavoratori, quindi che pagano le tasse e nemmeno poche, titolari di contratti di Collaborazione Continuata e Coordinata (Co.co.co.) che sono centinaia di migliaia in Italia, hanno ricevuto il bonus dei 600 euro solo per due mesi (marzo e aprile), invece il ristoro per i giudici di gara ed in generale per i collaboratori sportivi (quindi tutte persone che ricevevano solo rimborsi spese esentasse) è stato di 600 euro per 3 mesi.

Quindi pensate che ingiustizia: se lavori e paghi tasse prendi 1200 euro invece i collaboratori sportivi 1800 euro.
Avatar utente
javasup
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4084
Iscritto il: mer set 12, 2007 1:30 am
Ha detto grazie: 54 volte
E'stato ringraziato : 167 volte

Re: Articolo sul bonus di 1800 Euro dato agli arbitri

Messaggioda divisarossa il mer giu 24, 2020 2:09 pm

javasup ha scritto:Qui è decisamente il Ministero dello Sport che non ci ha capito nulla ed a seguire anche la neonata Sport e Salute.
Pensate che i lavoratori, quindi che pagano le tasse e nemmeno poche, titolari di contratti di Collaborazione Continuata e Coordinata (Co.co.co.) che sono centinaia di migliaia in Italia, hanno ricevuto il bonus dei 600 euro solo per due mesi (marzo e aprile), invece il ristoro per i giudici di gara ed in generale per i collaboratori sportivi (quindi tutte persone che ricevevano solo rimborsi spese esentasse) è stato di 600 euro per 3 mesi.

Quindi pensate che ingiustizia: se lavori e paghi tasse prendi 1200 euro invece i collaboratori sportivi 1800 euro.


Faccio una considerazione generale, senza parlare di arbitri, ma limitandoci a tutta l'altra platea di collaboratori sportivi a rimborso spese, non si tiene conto forse di una cosa: che per mesi e mesi non torneranno a lavorare, se pensi a quanti tornei, eventi durante l'estate anche solo di fitness ci sono in Italia. Quindi se calcoli come 600 euro tanti per chi ne prendeva 400, bisogna anche tenere conto che per 3-4 mesi sicuramente non avranno collaborazioni...quindi i tre mesi sono da spalmare sui6-7 di inattività sul lungo periodo.

Chi ha un contratto probabilmente inizierà nuovamente a lavorare PRIMA di chi lo fa a rimborso spese.
divisarossa
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4603
Iscritto il: mer giu 09, 2010 8:37 pm
Ha detto grazie: 8 volte
E'stato ringraziato : 307 volte

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: fradi e 2 ospiti