Carriera ideale ed ambizioni per un OA

Forum dedicato al mondo degli osservatori arbitrali. Suggerimenti,metodi e approcci per avere il massimo nel confronto col direttore di gara

Re: Carriera ideale ed ambizioni per un OA

Messaggioda missed_approach il mar giu 14, 2016 2:49 pm

Concordo con Peo,che fa un vademecum del buon OA di OTS.
Io onestamente,per quel poco di esperienza che ho come OA, mi sono reso conto di alcune cose:

1)A livello di CRA...gli OT non si fidano degli OA perchè li ritiengono(giustamente) incompetenti(è normale...al CRA ci va chi non ha voglia di stare in Sezione e si raccattano morti e feriti,senza un percorso di formazione adeguato e senza selezione vera,causa mancanza di persone...oltretutto si investe pochissimo negli OA,prima di Trentalange zero),quindi si avvalgono di qualche OA ex OTN e un pugno di fedelissimi,poi fanno tutto loro....

2)A livello di OTN diventa una gara selvaggia di arrivisti che danno il voto in base alle indiscrezioni circa il grado di piacere che quell'AE ha sulla commissione. Questo avviene perchè ci si continua a dire ai raduni,in maniera ipocrita, che la terna dev'essere valutata senza tenere conto della storia pregressa. Poi tu dai un 8.40 ad un quarto anno,gli seghi la stagione e se questa cosa non piace all'OT vieni segato...

Il sistema è fallace....non può coesistere l'attività selettiva dell'OA che fa media con quella dell'OT perchè i primi sanno che se non compiaciono il capo,sono fottuti....
A questo punto 100 volte meglio che gli OA siano dirottati tutti sotto il Settore Tecnico, che le giudica solo tecnicamente senza porsi il problema dell'aver segato l'arbitro che piace tanto alla commissione e che le manda in categoria superiore senza promozioni,dismissioni annuali. Le dismissioni solo per incompetenza indipendentemente dalla categora: praticamente sono membri del Settore Tecnico e non degli OT.
La Commissione poi passa chi vuole,come ora, ma almeno non giudica l'OA in palese conflitto di interessi...e gli OA smettono di prostituirsi intellettualmente con tutti i mezzucci che tutti sappiamo...
missed_approach
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1562
Iscritto il: mar set 18, 2007 10:44 am
Ha detto grazie: 135 volte
E'stato ringraziato : 215 volte

Re: Carriera ideale ed ambizioni per un OA

Messaggioda Zantaf il mar giu 14, 2016 3:53 pm

Il livello della discussione si sta abbassando, eh?
Parlare di arrivismo tra gli OA nazionali è demenziale nel terzo millennio. Quasi ogni gara, dalla CAI a salire, è abbondantemente ripresa da ogni sorta di device e sovente postata su social di vario tipo. Tali inserimenti, poi, sono anche utilizzati come spazi dibattimentali sugli stessi social, come in una sorta di gigantesca matrioska mediatica. Se pensate che un OA, che ha faticato non poco per uscire dalla sua realtà regionale, sia asservito all'OTN di turno vi conviene restituire la tessera già da stasera. Il sistema valutativo è certamente migliorabile, per carità, perchè ha molti punti di evidente carenza. Se tutte le Sezioni curassero allo stesso modo la crescita dei loro OA certamente si aumenterebbe il livello generale dell'Associazione: ma questo, lo sappiamo bene, non accade. Ecco, allora, l'evidente disparità esistente tra Sezioni e CRA che trova espressione nella loro produzione tecnica. E' notorio che un CRA brillante è in grado di portare in avanti tutta la sua regione come, purtroppo, può accadere esattamente il contrario. A sostegno di ciò vale la statistica rilevabile sulla produzione di arbitri e assistenti ai massimi livelli nazionali. Ci sono sezioni, se non regioni, che non esprimono nulla di rilevante da decenni! Altre, invece, non necessariamente grandi e famose, che rappresentano una costante nella produzione di elevata qualità. Inoltre, va segnalato che in ciascuna Stagione sportiva ogni singolo arbitro e assistente è visionato un numero tale di volte da non lasciare molti dubbi sulla loro qualità. Se sei bravo si vede, così come se non lo sei: ma se non sei in grado di ascoltare e capire ciò che l'OA ti sta dicendo ebbene il problema è tuo: e non migliori. Del resto, non c'è peggior sordo...
Zantaf
 
Messaggi: 307
Iscritto il: mar mar 01, 2016 9:48 am
Ha detto grazie: 9 volte
E'stato ringraziato : 26 volte
Sezione di: Roma1
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Re: Carriera ideale ed ambizioni per un OA

Messaggioda javasup il mar giu 14, 2016 4:29 pm

Proprio un paio di sere fa parlavo con una giovane collega in attività e parlando dei vari osservatori ed ot della commissione in cui si trova le ho detto che ovunque ella vada, siccome nella nostra associazione siamo più di 30mila, ad ogni partita ti troverai una persona diversa. Quello bravo, quello arrivista, quello tecnicissimo e spocchiosissimo, il sega ossa, il padre di famiglia che vede bene tutti.... insomma un bel calderone!
Ma alla fine sono assolutamente convinto che tutti questi incontri si bilanciano fra di loro e se hai le qualità vai avanti lo stesso.

dire che tutti gli OA sono in malafede è come quando le squadre di calcio dicono che tutti gli arbitri ce l'hanno con loro. Lo trovo ridicolo. Poi è normale che su 30mila teste, qualcuna sia bacata. Ma per fortuna le mele marce dopo un po' vengono scoperte e tornano da dove sono venute.
Avatar utente
javasup
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 3988
Iscritto il: mer set 12, 2007 1:30 am
Ha detto grazie: 51 volte
E'stato ringraziato : 152 volte

Re: Carriera ideale ed ambizioni per un OA

Messaggioda missed_approach il mar giu 14, 2016 10:19 pm

javasup ha scritto:
dire che tutti gli OA sono in malafede è ...


Spero non sia passato questo,sennò mi scuso e mi faccio 2 domande sulle mie capacità comunicative :icon-neutral:
missed_approach
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1562
Iscritto il: mar set 18, 2007 10:44 am
Ha detto grazie: 135 volte
E'stato ringraziato : 215 volte

Re: Carriera ideale ed ambizioni per un OA

Messaggioda tony il mer giu 15, 2016 8:01 pm

Magari non è quello che hai detto.
Hai detto che però tolto OTS, tutti gli osservatori mentre pensano al voto e scrivono la relazione sanno che chi la legge valuterà anche loro sulla base delle proprie convinzioni e sulla base di questo sistema si deciderà chi va avanti e chi va indietro, arbitri e osservatori.
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2654
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

Precedente


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Osservatori arbitrali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite