Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Forum dedicato al mondo degli osservatori arbitrali. Suggerimenti,metodi e approcci per avere il massimo nel confronto col direttore di gara

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda Observer il ven nov 14, 2014 3:51 pm

Hai ragione arrigo, era infatti una scrittura privata fatta ancora ai tempi di Lanese (una delle prime cose fatte). Non so se poi sia stata confermata nel tempo e se sia ancora valida.

Non ho rapporti diretti con il CSI, ma confermo che moltissimi colleghi che escono dai ranghi degli AE diventano arbitri CSI e ... la cosa diciamo è tollerata.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5461
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 243 volte
E'stato ringraziato : 526 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda arrigo il ven nov 14, 2014 3:58 pm

Io intendevo rimanendo in attività infatti.....se è su scala regionae(il permetterti di arbitrare) è un'ingiustizia poichè il codice etico vale per tutti gli arbitri italiani.
Quindi in Emilia addirittura OTR....

Non è che è vietato e siccome siamo in Italia ognuno fa come gli pare?

E' vietato dal Regolamento e quindi vale su tutto il territorio nazionale. Insomma, se nessuno ti vede o ti viene a cercare te la cavi. Altrimenti Procura e Commissione Disciplinare.
arrigo
 
Messaggi: 404
Iscritto il: ven gen 28, 2011 11:14 am
Ha detto grazie: 36 volte
E'stato ringraziato : 74 volte

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda f_brych il ven nov 14, 2014 5:10 pm

Vogliamo dirci una volta per tutte la verità, per cortesia?

A termini di regolamento A.I.A. è TASSATIVAMENTE VIETATO (tolte specifiche autorizzazioni del presidente di Sezione, ma solo per singole partite e normalmente di carattere benefico). Quindi parlando in linea puramente teorica, NON SI PUO' FARE.

Però stavolta il collega missed_approach mi trova d'accordo: in teoria è vietato, ma poi ognuno può fare quello che vuole. Io so per certo di presidenti di Sezione che sanno benissimo quali e quanti suoi arbitri facciano attività extra AIA, in Lombardia è un costume diffusissimo, tanto è che si è arrivati a scovare uno stesso presidente sezionale (il famoso caso Tacchino, sez. Lomellina) che arbitrava gare extra AIA, con tanto di foto. A proposito, mi risulta che se la sia cavata con una sospensione ridicola e che sia ancora al suo posto.

Diciamo che, fintanto che non dai problemi e te ne stai buono, puoi fare tutte le gare che ti paiono. Basta che non vai a pestare i piedi sbagliati, altrimenti possono essere solertissimi a mandarti in Procura e farti ritirare la tessera.
f_brych
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 706
Iscritto il: mer gen 12, 2011 5:04 pm
Ha detto grazie: 27 volte
E'stato ringraziato : 67 volte
Sezione di: Pavia
Qualifica: Arbitro
Categoria: Promozione

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda Observer il ven nov 14, 2014 8:18 pm

1) non capisco perchè questa cosa ti tocchi così profondamente l'animo. c'è chi arbitra per soldi ... è vero ... è sempre stato così, ma in fondo non ci portano via nulla. è una scelta loro, e ne rispondono nel caso in cui li beccano.

2) Tacchino se l'è cavata con una sospensione ridicola, perchè la violazione non è grave e la Procura Arbitrale, con tutto il lavoro che ha, la ritiene di secondaria importanza. La stessa cosa capita con il pagamento delle quote, o le assenze alle RTO. Si tratta di violazioni di basso impatto, che spesso si risolvono con una censura scritta, o con una sospensione disciplinare di pochi mesi.

La cosa ti dispiace?

Perchè sei così sanguinario verso coloro che non rispettano il regolamento AIA? Non sei mica un giudice, o un poliziotto. Dovresti essere felice e fiero di te, perchè tu il regolamento lo rispetti dalla prima lettera all'ultimo codicillo. No?
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5461
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 243 volte
E'stato ringraziato : 526 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda Indetoropater il ven nov 14, 2014 8:47 pm

beh Observer, se non paghi le quote, c'è il ritiro tessera con l'applicazione del giudizio semplificato (8.1 del regolamento di discipina se non sbaglio): cioè la Procura non ti chiama nemmeno, trasmette gli atti alla Commissione di disciplina che ti ritira la tessera, Poi magari puoi fare appello ma rimane il fatto che MANCATO PAGAMENTO DELLE QUOTE=RITIRO TESSERA
Conticuere omnes intentique ora tenebant.
Inde toro pater Aeneas, sic orsus ab alto:
"Infandum Regina iubes renovare dolorem"
Avatar utente
Indetoropater
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven gen 21, 2011 10:43 pm
Ha detto grazie: 20 volte
E'stato ringraziato : 69 volte

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda f_brych il ven nov 14, 2014 9:21 pm

Observer ha scritto:1) non capisco perchè questa cosa ti tocchi così profondamente l'animo. c'è chi arbitra per soldi ... è vero ... è sempre stato così, ma in fondo non ci portano via nulla. è una scelta loro, e ne rispondono nel caso in cui li beccano.

2) Tacchino se l'è cavata con una sospensione ridicola, perchè la violazione non è grave e la Procura Arbitrale, con tutto il lavoro che ha, la ritiene di secondaria importanza. La stessa cosa capita con il pagamento delle quote, o le assenze alle RTO. Si tratta di violazioni di basso impatto, che spesso si risolvono con una censura scritta, o con una sospensione disciplinare di pochi mesi.

La cosa ti dispiace?

Perchè sei così sanguinario verso coloro che non rispettano il regolamento AIA? Non sei mica un giudice, o un poliziotto. Dovresti essere felice e fiero di te, perchè tu il regolamento lo rispetti dalla prima lettera all'ultimo codicillo. No?


Da persona intelligente quale reputo tu sia, potresti ragionevolmente pensare che mi tocca da vicino perché è esattamente il motivo per cui sono fuori dall'AIA. Io sono il primo ad ammettere (e l'ho ammesso) di essere andato contro il regolamento, ma la procura arbitrale con me ci è andata giù particolarmente pesante, andando a scavare talmente a fondo che non avrei mai pensato (per quella che - come dici tu - è una violazione non grave). Con Tacchino sono stati molto più blandi, ma forse pago il fatto di essere stato denunciato dal mio presidente di sezione, molto amico del procuratore che ha indagato su di me ed anche del presidente della commissione di disciplina che ha giudicato il mio caso (imparzialità e terzietà del giudice sono concetti sconosciuti alla marcia giustizia interna AIA).

Mi spiace - e mi spiace molto - constatare una notevolissima disparità di trattamento tra me ed altri e mi rincresce altresì notare una plateale connivenza da parte di molti presidenti di sezione, i quali sanno e tacciono in maniera volontaria.

Mi danno fastidio le ingiustizie e le disparità di trattamento. Questo sì. Io comunque adesso - da esterno - su questo forum posso scrivere liberamente: tu no, quindi non venire a parlarmi di codicilli. Tu sei in palese violazione del regolamento, come ai tempi lo ero io. Se tu sapessi con certezza che la procura arbitrale può risalire alla tua identità, saresti il primo a non scrivere su questo forum.
f_brych
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 706
Iscritto il: mer gen 12, 2011 5:04 pm
Ha detto grazie: 27 volte
E'stato ringraziato : 67 volte
Sezione di: Pavia
Qualifica: Arbitro
Categoria: Promozione

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda Giglio il sab nov 15, 2014 11:04 am

In molti lo fanno e viene tollerata la cosa un po' ovunque! Quindi parlane in sezione e fallo pure! Anche AE Cra arbitrano csi e non ci vedo nulla di scandaloso!
Giglio
 
Messaggi: 84
Iscritto il: lun ago 18, 2014 11:57 am
Ha detto grazie: 4 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda tony il sab nov 15, 2014 7:45 pm

Correggetemi se sbaglio, non abbiamo un regolamento che abbina infrazione e sanzione, cioè non è scritto da nessuna parte cosa comporta una o l'altra infrazione, salvo casi come quello delle quote associative. Si fa riferimento alla prassi, a valutazioni che spesso si traducono in un giudizio sulla persona e non sui fatti e all'umore della commissione. E questo è male.
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2653
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Arbitro UISP/ACSI ed OA AIA

Messaggioda Observer il sab nov 15, 2014 9:12 pm

Indetoropater ha scritto:beh Observer, se non paghi le quote, c'è il ritiro tessera con l'applicazione del giudizio semplificato (8.1 del regolamento di discipina se non sbaglio): cioè la Procura non ti chiama nemmeno, trasmette gli atti alla Commissione di disciplina che ti ritira la tessera, Poi magari puoi fare appello ma rimane il fatto che MANCATO PAGAMENTO DELLE QUOTE=RITIRO TESSERA


Il giudizio semplificato, che di per se è moooolto pericoloso se usato indiscriminatamente, può essere impugnato come dici tu (sempre ex art. 8 norme di disciplina, la citazione è corretta) entro 15 giorni dalla data di ricevimento della Raccomandata dalla Commissione di Disciplina. Se "in the frattemp" l'associato paga la quota ... il ritiro tessera viene trasformato in una sospensione disciplinare di solito di 1 o 2 mesi.

Lo stesso vale per tutte le segnalazioni che seguono il regolamento AIA, che a quanto mi dicono sempre più Procure stanno disincentivando perchè con l'articolo 8 "si fa prima" (agghiacciante).



tony ha scritto:Correggetemi se sbaglio, non abbiamo un regolamento che abbina infrazione e sanzione, cioè non è scritto da nessuna parte cosa comporta una o l'altra infrazione, salvo casi come quello delle quote associative. Si fa riferimento alla prassi, a valutazioni che spesso si traducono in un giudizio sulla persona e non sui fatti e all'umore della commissione. E questo è male.



OOOHHHH ... esattissimo. E del resto ... esattamente come accade nel Codice di Giustizia Sportiva.
Che è la base di tutti nostri mali!



f_brych ha scritto:Da persona intelligente quale reputo tu sia, potresti ragionevolmente pensare che mi tocca da vicino perché è esattamente il motivo per cui sono fuori dall'AIA. Io sono il primo ad ammettere (e l'ho ammesso) di essere andato contro il regolamento, ma la procura arbitrale con me ci è andata giù particolarmente pesante, andando a scavare talmente a fondo che non avrei mai pensato (per quella che - come dici tu - è una violazione non grave). Con Tacchino sono stati molto più blandi, ma forse pago il fatto di essere stato denunciato dal mio presidente di sezione, molto amico del procuratore che ha indagato su di me ed anche del presidente della commissione di disciplina che ha giudicato il mio caso (imparzialità e terzietà del giudice sono concetti sconosciuti alla marcia giustizia interna AIA).

Mi spiace - e mi spiace molto - constatare una notevolissima disparità di trattamento tra me ed altri e mi rincresce altresì notare una plateale connivenza da parte di molti presidenti di sezione, i quali sanno e tacciono in maniera volontaria.

Mi danno fastidio le ingiustizie e le disparità di trattamento. Questo sì. Io comunque adesso - da esterno - su questo forum posso scrivere liberamente: tu no, quindi non venire a parlarmi di codicilli. Tu sei in palese violazione del regolamento, come ai tempi lo ero io. Se tu sapessi con certezza che la procura arbitrale può risalire alla tua identità, saresti il primo a non scrivere su questo forum.


Io devo dire sinceramente, che non mi ricordo il tuo caso e non so chi tu sia :-P quindi commenterò in astratto.

1) Il fatto che tu sia stato segnalato dal tuo presidente di sezione non ha alcun peso nella valutazione del caso. Il giudizio deve essere equo. Se così non è stato, dovevi mettere il tutto nella memoria difensiva del tuo appello.
2) Quello che dici sulla giustizia domestica della nostra associazione è in parte vero. Ed è per questo che esiste in ultima istante il TNAS, per ribaltare (e lo fanno spesso) sentenze astruse. Dovevi pervicacemente ricercare questo giudizio, ed una volta riabilitato cambiare sezione (visto che mi pare di capire che il rapporto con il tuo presidente di Sezione era compromesso).
3) Le ingiustizie danno fastidio a tutti. Resta il fatto che, purtroppo, alle volte più che cadere sotto la mannaia delle regole e dei codicilli (come li chiami tu) si cade sotto il vento del momento politico che l'associazione vive. Ovvero ci sono momenti di grande durezza, ai quali seguono momenti di relax, ai quali seguono ricorsivamente altri momenti di intransigenza. Ecco ... l'idea di vivere nell'AIA mi da l'impressione di vivere in una giostra che perennemente va sulle montagne russe.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5461
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 243 volte
E'stato ringraziato : 526 volte
Qualifica: Osservatore

Precedente


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Osservatori arbitrali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite