La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Forum dedicato al mondo degli osservatori arbitrali. Suggerimenti,metodi e approcci per avere il massimo nel confronto col direttore di gara

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda divisarossa il mar gen 26, 2016 6:19 pm

beh, io ritengo fondamentale la risposta dell'arbitro per decidere che voto dare, in caso di dubbio.

poniamo il caso di un gol dubbio (fallo o fuorigioco). ci sono alcuni arbitri o assistenti che alla contestazione o anche solo alla domanda di come hai visto l'episodio determinante della partita rispondono..."eh vedi, c...o, avevo il dubbio anche io, ora che me lo dici tu ".

se rispondono "no, no sono sicuro, rete regolare" già ti dà una idea diversa non dell'episodio, ma dell'UOMO che hai davanti.

sicuro, insicuro, dubbioso etc.
divisarossa
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 4627
Iscritto il: mer giu 09, 2010 8:37 pm
Ha detto grazie: 8 volte
E'stato ringraziato : 307 volte

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda tony il mar gen 26, 2016 8:02 pm

divisarossa ha scritto:se rispondono "no, no sono sicuro, rete regolare" già ti dà una idea diversa non dell'episodio, ma dell'UOMO che hai davanti.

sicuro, insicuro, dubbioso etc.
...onesto oppure paraculo. "io ho visto così" va bene sempre. In campo bisogna trasmettere sicurezza, di non aver dubbi e di sapere cosa si è deciso. Al colloquio bisogna capire se si ha visto giusto o sbagliato e soprattutto perché. Se l'osservatore è assolutamente convinto del contrario non si esce bene.
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2653
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda arbitrello2 il gio gen 28, 2016 2:23 pm

Chiedi una cosa impossibile: tu per primo non valuti allo stesso modo di un tuo collega un fallo di mano,eppure è oggettivo il fallo di mano sul regolamento. L'OA mica viene ad inventarsi le cose: si basa su basi oggettive stabilite dall'OT,poi è chiaro che uno le applica in base alla propria capacità,un po' come te col regolamento.....

P.S
Tu vorresti un Notaio non un OA


si, lo so che chiedo cose impossibili. ;) LA tua affermazione sull'OA purtroppo non posso condividerla per esperienza vissuta, ci sono anche quelli che si inventano le cose come quelli che hanno gli occhi bionici e i tuttosapienti. Poi ci sono anche coloro che sono bravi e competenti, non lo metto in dubbio.
Avatar utente
arbitrello2
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1790
Iscritto il: mar mag 01, 2012 8:11 pm
Ha detto grazie: 31 volte
E'stato ringraziato : 34 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Eccellenza

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda referee-ag il sab gen 30, 2016 12:39 pm

Dico la mia sul ruolo dell'Osservatore e sulla necessità di qualche cambiamento dello stesso. Premetto che sono abbastanza d'accordo con quanto postato nei suoi interventi da Observer. Ed anche molte cose dette da altri possono essere condivisibili. Io ritengo la figura assolutamente indispensabile ed anche tale il colloquio di fine gara. Almeno fino alla CAN-D. Poi in Lega PRO i problemi possono essere differenti e si può pensare anche a modificare qualcosa. Nelle categorie inferiori (fino alla CAN-D) il numero delle gare è talmente alto da rendere indispensabile la figura dell'Osservatore per la scoperta dei giovani talenti. Ed il ruolo non deve intendersi quello del Giudice che emette una valutazione numerica fine a se stessa, ma rivolto alla crescita del giovane collega, facendogli rimarcare il perchè di un eventuale errore e soprattutto consigliando la strada da percorrere affinchè non si commetta più quello stesso errore. Così come per l'arbitro è determinante l'importanza di farsi accettare dai giocatori in campo, è lo stesso per l'Osservatore farsi accettare dal collega arbitro e ciò dipende, come sempre, dalla propria capacità di essere credibile.
Poi vorrei dire cosa penso sulla "carriera" dell'Osservatore. A prescindere dalla conoscenza regolamentare e dalla passione e competenza del ruolo che ogni OA potrà avere, non ritengo giusto che un collega che abbia arbitrato esclusivamente a livello di OTP, per fare un esempio, possa giungere come carriera di OA anche alla CAN-A. Mi sembra veramente assurdo. Perchè secondo me la propria esperienza diretta sul terreno di gioco, è determinante ai fini di poter dare consigli ai colleghi AE. L'aver vissuto direttamente certe realtà comporta inevitabilmente una capacità d'interpretazione e di giudizio diverse rispetto a chi non ha fatto tali esperienze. Aver arbitrato solo gare con poche decine di spettatori o aver arbitrato solo a livello di OTP, non può non essere determinante nel saper valutare la prestazione di un collega che invece dirige gare di categoria ben superiore. Secondo me un OA non dovrebbe giungere ad essere inquadrato in OT superiori ad una categoria in cui non abbia militato come AE (per esempio un OA che abbia arbitrato a livello di CRA non può diventare un OA della CANPRO, ma al massimo della CAND e così via). Che ne pensate?
referee-ag
 
Messaggi: 197
Iscritto il: lun ott 27, 2014 1:39 pm
Ha detto grazie: 88 volte
E'stato ringraziato : 33 volte
Qualifica: Osservatore

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda OldReferee il sab gen 30, 2016 1:54 pm

A mio parere e' un'idea errata, ad esempio conosco bene un paio di osservatori che, come arbitri, hanno fatto la terza categoria per poi fare benissimo l'oa nelle categorie nazionali. E' un discorso di capacita', a livelli alti si deve essere in grado di cogliere quelle sfumature che differenziano un buon arbitro da un ottimo arbitro, a livelli bassi, otp e cra, si deve essere formatori, stessa figura, oa, ma caratteristiche diverse, e non necessariamente collegate al curriculum sul campo.
OldReferee
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2597
Iscritto il: mer feb 03, 2010 2:55 pm
Ha detto grazie: 226 volte
E'stato ringraziato : 150 volte

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda missed_approach il sab gen 30, 2016 3:25 pm

referee-ag ha scritto: A prescindere dalla conoscenza regolamentare e dalla passione e competenza del ruolo che ogni OA potrà avere, non ritengo giusto che un collega che abbia arbitrato esclusivamente a livello di OTP, per fare un esempio, possa giungere come carriera di OA anche alla CAN-A. Mi sembra veramente assurdo. Perchè secondo me la propria esperienza diretta sul terreno di gioco, è determinante ai fini di poter dare consigli ai colleghi AE.


Proietta questo tuo discorso su un Allenatore di calcio che,anche lui, da consigli,giudica e sceglie chi mettere in campo...e poi guarda se torna questo sbarramento "non hai giocato in serie A,non puoi allenare in serie A" :icon-mrgreen:

Sicuramente l'esperienza diretta sul terreno di gioco è determinante ma il processo selettivo lo tiene di conto indirettamente: quello che conta è la preparazione,la competenza e la capacità di essere un buon formatore/selezionatore e statisticamente se non hai una certa esperienza,poi fai fatica come OA ma allo stesso tempo, c'è chi è capace e studia che diventa molto più competente del ragazzo che arriva in CAN/PRO e poi non è buono a fare l'OA.
Questo tuo discorso salta fuori spesso e sa tanto di "come ti permetti te di giudicarmi se non ci sei nemmeno arrivato in queste categorie?"....beh,non mi risulta che Mourinho giocasse in A,al contrario di Gattuso che dopo aver fallito più volte,per allenare ha dovuto comprarsi il Pisa....zio Arrig,un altro a caso, diceva che un buon fantino non è mai stato cavallo.... :icon-mrgreen:
missed_approach
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1615
Iscritto il: mar set 18, 2007 10:44 am
Ha detto grazie: 138 volte
E'stato ringraziato : 230 volte

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda skorpys il lun feb 01, 2016 9:16 am

Ed io, concordando in toto con Missed, so per certo che il buon Farina è sempre stato dell'idea di referee-ag salvo poi cambiare radicalmente opinione in questi ultimi anni.
È riuscito, in sintesi, a scindere il nasino all'insù da quello che succede veramente nello spogliatoio quando l'OA va a fare visita.
L'intelligenza e la preparazione di un OA che, per mille motivi, non ha calcato terreni di gioco importanti non deve in alcun modo precudergli un avanzamento di carriera.
Non sta scritto da nessuna parte che un collega che ha arbitrato la finale di Coppa Campioni sia un ottimo Osservatore...
skorpys
 
Messaggi: 136
Iscritto il: mer gen 25, 2012 8:47 am
Ha detto grazie: 31 volte
E'stato ringraziato : 17 volte

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda pecosbill il lun feb 01, 2016 10:28 am

Un bravo, anzi molto bravo deve poter arrivare alla CAN A. In alcuni casi il non aver "fatto carriera" da AE è legato ad altri fattori (età, problemi fisici o di lavoro ad esempio). Ricordo di un Osservatore (anzi, Commissario Speciale) che arrivò in Serie A (CAN) pur avendo arbitrato solo sino alla Promozione. Bravo al punto di ricevere pure uno dei premi annuali dell'AIA. No limiti, tanta attenzione ai valori ed alle capacità (forse il problema sta qua).
pecosbill
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1091
Iscritto il: sab mar 24, 2012 3:22 pm
Ha detto grazie: 138 volte
E'stato ringraziato : 203 volte

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda rinnegan il lun feb 01, 2016 12:04 pm

missed_approach ha scritto:
referee-ag ha scritto: A prescindere dalla conoscenza regolamentare e dalla passione e competenza del ruolo che ogni OA potrà avere, non ritengo giusto che un collega che abbia arbitrato esclusivamente a livello di OTP, per fare un esempio, possa giungere come carriera di OA anche alla CAN-A. Mi sembra veramente assurdo. Perchè secondo me la propria esperienza diretta sul terreno di gioco, è determinante ai fini di poter dare consigli ai colleghi AE.


Proietta questo tuo discorso su un Allenatore di calcio che,anche lui, da consigli,giudica e sceglie chi mettere in campo...e poi guarda se torna questo sbarramento "non hai giocato in serie A,non puoi allenare in serie A" :icon-mrgreen:

Sicuramente l'esperienza diretta sul terreno di gioco è determinante ma il processo selettivo lo tiene di conto indirettamente: quello che conta è la preparazione,la competenza e la capacità di essere un buon formatore/selezionatore e statisticamente se non hai una certa esperienza,poi fai fatica come OA ma allo stesso tempo, c'è chi è capace e studia che diventa molto più competente del ragazzo che arriva in CAN/PRO e poi non è buono a fare l'OA.
Questo tuo discorso salta fuori spesso e sa tanto di "come ti permetti te di giudicarmi se non ci sei nemmeno arrivato in queste categorie?"....beh,non mi risulta che Mourinho giocasse in A,al contrario di Gattuso che dopo aver fallito più volte,per allenare ha dovuto comprarsi il Pisa....zio Arrig,un altro a caso, diceva che un buon fantino non è mai stato cavallo.... :icon-mrgreen:


Quoto
rinnegan
 
Messaggi: 48
Iscritto il: mer mar 24, 2010 1:36 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: La figura dell'OA andrebbe rinnovata?

Messaggioda tony il lun feb 01, 2016 8:30 pm

pecosbill ha scritto:Un bravo, anzi molto bravo deve poter arrivare alla CAN A. In alcuni casi il non aver "fatto carriera" da AE è legato ad altri fattori (età, problemi fisici o di lavoro ad esempio). Ricordo di un Osservatore (anzi, Commissario Speciale) che arrivò in Serie A (CAN) pur avendo arbitrato solo sino alla Promozione. Bravo al punto di ricevere pure uno dei premi annuali dell'AIA. No limiti, tanta attenzione ai valori ed alle capacità (forse il problema sta qua).
C'è ancora spazio per questi Commissari Speciali oggi?
Non è che tutti quelli che oggi escono delle CAN-A e CAN-B "devono" essere collocati in qualche modo? Commissioni, organi tecnici, presidenti di CRA, Settore Tecnico. E anche osservatori per i quali però può bastare un'esperienza inferiore ma pur sempre nazionale. L'idea può essere quella di non disperdere il patrimonio umano dato dagli ex-nazionali. Il risultato può portare a sbarrare la strada a chi potrebbe eccellere in una specialità diversa da quella sul terreno di gioco, pur anche vero che l'esperienza arbitrale di alto livello conta nella formazione di un osservatore.
In modo simile, il corso di qualificazione AA assegna posti nazionali da assistente a arbitri bravi, che magari hanno fatto la serie B o la Pro e li toglie a persone che hanno fatto una buona stagione da assistenti.
Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati (B. Brecht)
Avatar utente
tony
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2653
Iscritto il: sab giu 05, 2010 8:34 pm
Località: Veneto
Ha detto grazie: 61 volte
E'stato ringraziato : 117 volte
Qualifica: Arbitro

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Osservatori arbitrali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite