Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda BlueLord il sab dic 28, 2019 9:18 am

`Fabio Maresca è il primo arbitro internazionale della città «Non mi piacciono i sorrisini. E la Var è il nostro portiere» `Vomerese doc, è stato quarto uomo alla Supercoppa a Riad «Conosco tutti i segreti dei calciatori, dai tiri ai movimenti».

89.jpeg

Sessanta anni dopo Gennaro Marchese, un arbitro della sezione Aia di Napoli diventa “internazionale”: è Fabio Maresca, 38 anni, vomerese, vigile del fuoco presso il comando provinciale di Napoli. Mariarosaria, la sua compagna, lo ha reso papà di Carlo Ferdinando, un anno e mezzo.

Maresca, la cosa più difficile da spegnere in campo?
«I propri sentimenti, il proprio impeto, la gestione delle proprie emozioni, bisogna imparare a non reagire d’istinto ma ad agire consapevolmente».

Cosa proprio non perdona a un calciatore?
«La bugia. Quando negano una cosa evidente».

Chi è il primo che le dice se ha sbagliato?
«Lo capisco da solo.E poi mi interrogo sul perché ho commesso quell’errore e penso a come fare per evitarlo in futuro».

Comele è venuto in mente di fare l’arbitro?
«A15 anni giocavo da attaccante ed ebbi l’opportunità di arbitrare una partita amichevole, non ho più smesso».

Un arbitro è solo come un tennista?
«Di recente Boban mi ha fatto riflettere parlando di Federer, uno dei miei sportivi preferiti: ha detto che Roger gli ha reso la vita migliore. Ed è successa anche a me la stessa cosa, perché il tennis è uno spettacolo straordinario che paragono alla nostra attività. Un punto vale come un altro in termini di punteggio ma ogni quindici ha un peso diverso. Per noi è la stessa cosa: ad ogni decisione, fallo o non fallo, giallo o non giallo, rigore o no è come se fossimo a un bivio apparentemente uguale a un altro ma in una partita un conto è commettere un errore in area di rigore un altro è in mezzo al campo, per esempio».

Quest’anno in 8 presenze in serie A è ricorso al Var solo in una partita. Si è meno “tennisti” con la tecnologia?
«È l’ultimo baluardo a difesa della nostra prestazione. Èil portiere della squadra arbitrale, nessuno vuole uscire dalcampo col peso di aver condizionato un risultato».

Si rischia di avere due partite: quella che vede lei e l’altra vivisezionata dalle telecamere?
«La vera sfida è questa. E ci prepariamo per vincerla. Penso all’ultima finale di Libertadores, quattro uomini che provano a vedere in campo ciò che può essere rivisto al monitor attraverso 36 telecamere».

Per arbitrare bene bisogna conoscere la tattica di gioco di tutte le squadre?
«Non solo il sistema di gioco,ma anche le tattiche adottate in occasione di calci da fermo e poi ognuno di noi conosce le caratteristiche tecniche di ogni singolo calciatore della serie A. Magari non mi ricordo il nome di battesimo di un giocatore,ma posso dire di chiunque se calcia col destro, col sinistro o con tutti e due i piedi».

Come ha fatto Di Bello alla prima di Gattuso sabato?
«Come feci io l’anno scorso prima dell’esordio di Ranieri sulla panchina della Roma con l’Empoli: andai a rivederecome
giocava il Fulham».


Chi è l’arbitro da cui lei ha imparato di più?
«Tanti,ma su tutti Paolo Gregoroni, il mio mentore, Stefano Farina, Nicola Rizzoli. Il primo venne a vedermi durante una gara Allievi all’Italsider e mi disse “hai talento ma la strada sarà lunga”. Da Farina ho imparato a fidarmi di me stesso».

Cosa fece?
«Ero in serie Cal terzo anno, dopo una pessima prestazione a Latina mi chiamò e invece di rimproverarmi mi disse che la
domenica successiva avrei diretto il derby Benevento-Avellino. Invece di punirmi mi diede fiducia: vide in me cose che ancora io non avevo visto».


E come andò a Benevento?
«Dopo 20 minuti avevo già concesso due rigori agli irpini per due falli di mano. Sbagliai poco quel giorno.E capii che quella era la strada giusta».

Con Rizzoli e Nicchi come va?
«Con Rizzoli lavoro da 3 anni, precedentemente siamo stati compagni di stanza a Coverciano,mi ha stimolato a mettermi davvero in discussione e oggi raccogliamo i frutti di questo lavoro. Ma dal punto di vista associativo devo ringraziare il presidente Nicchi e il suo vice Pisacreta che hanno sempre creduto nelle mie possibilità».

Avere buoni rapporti con allenatori e giocatori...
«Accetto e propongo il dialogo quando occorre.Non mi piace il sorrisino ironico dopo una mia decisione. In fondo noi arbitri siamo un po’ permalosi».

Un vomerese internazionale è un grande orgoglio?
«Certo che lo è. Lo è per tutta la mia famiglia, per il Cra Campania di Virginio Quartuccio e per la sezione presieduta da Nicola Cavaccini insieme a Ciro (Carbone assistente internazionale, ndr) abbiamo dimostrato che anche nella nostra città si possono raggiungere grandi traguardi. Io mantengo i piedi per terra. Prima di Cagliari-Lazio ho scritto su un foglio di carta, il mio campo delle emozioni che devo “continuare a sentirmi l’arbitro che sta scalando la montagna”».

Che consiglio dà ai giovani arbitri campani?
«Le partite devono scivolare via il più possibile perché i protagonisti sono i calciatori».

Fonte:
Il Mattino 19/12/19, pag. 23
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
BlueLord
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 24564
Iscritto il: dom dic 21, 2008 11:04 am
Località: Campania
Ha detto grazie: 3068 volte
E'stato ringraziato : 1180 volte

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda emiro1965 il sab dic 28, 2019 9:46 am

"dopo Latina mi chiamò e invece di rimproverarmi mi disse che la
domenica successiva avrei diretto il derby Benevento-Avellino."

Punto.
Todo lo que brille échalo pa’cá, pa’ que lo malo se arrodille y échalo pa’llá
Avatar utente
emiro1965
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2807
Iscritto il: ven giu 13, 2008 8:57 pm
Località: Oltrepò Pavese
Ha detto grazie: 475 volte
E'stato ringraziato : 254 volte

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda Observer il sab dic 28, 2019 12:50 pm

ogni riferimento a altro topic è del tutto voluto.

vedete, questa è la differenza tra chi sa, e ha vissuto in un certo ambiente, e chi chiacchiera facendo il leone da tastiera.

tanto per rendermi simpatico :-)
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5703
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 270 volte
E'stato ringraziato : 551 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo

Messaggioda andre-rm il dom dic 29, 2019 2:48 pm

Observer ha scritto:ogni riferimento a altro topic è del tutto voluto.

vedete, questa è la differenza tra chi sa, e ha vissuto in un certo ambiente, e chi chiacchiera facendo il leone da tastiera.

tanto per rendermi simpatico :-)


Facile fare il leone da tastiera al contrario, il buonista, l’osservatore col voto in tasca perché ha i suoi canali per informarsi sulle “belle speranze”. Qui nessuno ha fatto il leone da tastiera, io personalmente ho solo sostenuto e continuerò a farlo che una prestazione negativa DEVE sempre per forza portare a una valutazione negativa. Poi l’OT decide lui cosa fare, io non ho parlato di sospensioni, non mi interessa perché non faccio l’OT. Ma stare sempre sul politico e dire che gli errori e le prestazioni negative non vanno giudicate tali, mi sembra assurdo e totalmente lontano dalla tanto agognata meritocrazia.

E vorrei anche ricordare che di Farina qui dentro un giorno parlate bene un giorno lo denigrate. Prima dite che ha portato avanti in modo cocciuto solo quelli che vedeva lui, poi lo portate a modello. Fate pace col cervello. Io personalmente ribadisco che ognuno deve essere valutato per la partita singola e se fa errori grossi deve pagare con un brutto voto. Poi l’OT gestisce il capitale umano come meglio crede e solo dopo tanti anni si vedrà chi avrà ragione.

E sinceramente visto che te la chiami da sola, che tu sappia e abbia vissuto qualsiasi ambiente ce ne frega proprio il giusto.
andre-rm
 
Messaggi: 236
Iscritto il: lun giu 09, 2008 11:09 am
Ha detto grazie: 7 volte
E'stato ringraziato : 15 volte

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo

Messaggioda Observer il dom dic 29, 2019 3:24 pm

andre-rm ha scritto:
Observer ha scritto:ogni riferimento a altro topic è del tutto voluto.

vedete, questa è la differenza tra chi sa, e ha vissuto in un certo ambiente, e chi chiacchiera facendo il leone da tastiera.

tanto per rendermi simpatico :-)


Facile fare il leone da tastiera al contrario, il buonista, l’osservatore col voto in tasca perché ha i suoi canali per informarsi sulle “belle speranze”. Qui nessuno ha fatto il leone da tastiera, io personalmente ho solo sostenuto e continuerò a farlo che una prestazione negativa DEVE sempre per forza portare a una valutazione negativa. Poi l’OT decide lui cosa fare, io non ho parlato di sospensioni, non mi interessa perché non faccio l’OT. Ma stare sempre sul politico e dire che gli errori e le prestazioni negative non vanno giudicate tali, mi sembra assurdo e totalmente lontano dalla tanto agognata meritocrazia.

E vorrei anche ricordare che di Farina qui dentro un giorno parlate bene un giorno lo denigrate. Prima dite che ha portato avanti in modo cocciuto solo quelli che vedeva lui, poi lo portate a modello. Fate pace col cervello. Io personalmente ribadisco che ognuno deve essere valutato per la partita singola e se fa errori grossi deve pagare con un brutto voto. Poi l’OT gestisce il capitale umano come meglio crede e solo dopo tanti anni si vedrà chi avrà ragione.

E sinceramente visto che te la chiami da sola, che tu sappia e abbia vissuto qualsiasi ambiente ce ne frega proprio il giusto.


se non sei stato tu a chiedere la sospensione di quel povero ragazzo .... perché ti senti tirato in mezzo nel discorso. se non hai chiesto tu la sospensione del Collega, appare del tutto evidente che il contenuto delle mie riflessioni non fosse indirizzato a te.

e quindi, perchè questa animosità?

per quanto riguarda Stefano Farina, invito a non far di tutta l'erba un fascio. Io non ci ho mai lavorato in commissione, ma ciò nonostante ritengo che sia (stato) un dirigente AIA di livello straordinario e di caratura eccezionale.

tutto il resto è animosità personale, e credo che non debba essere commentata, la accetto per come la proponi e va bene così.
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5703
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 270 volte
E'stato ringraziato : 551 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda andre-rm il dom dic 29, 2019 3:30 pm

Observer ha scritto:
andre-rm ha scritto:
Observer ha scritto:ogni riferimento a altro topic è del tutto voluto.

vedete, questa è la differenza tra chi sa, e ha vissuto in un certo ambiente, e chi chiacchiera facendo il leone da tastiera.

tanto per rendermi simpatico :-)


(...)
E sinceramente visto che te la chiami da sola, che tu sappia e abbia vissuto qualsiasi ambiente ce ne frega proprio il giusto.


(...)
tutto il resto è animosità personale, e credo che non debba essere commentata, la accetto per come la proponi e va bene così.


Più che accettarla, la mia risposta, che non è animosità ma semplice spunto di riflessione per te, dovresti comprenderla perché una cosa è non avere la necessità inutile di rendersi simpatico, altra cosa è la caduta di stile di risultare facilmente antipatico.

Allora restiamo semplicemente sulla discussione tecnica/associativa, senza piedistalli.
andre-rm
 
Messaggi: 236
Iscritto il: lun giu 09, 2008 11:09 am
Ha detto grazie: 7 volte
E'stato ringraziato : 15 volte

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda Observer il dom dic 29, 2019 7:57 pm

andre-rm ha scritto:Più che accettarla, la mia risposta, che non è animosità ma semplice spunto di riflessione per te, dovresti comprenderla perché una cosa è non avere la necessità inutile di rendersi simpatico, altra cosa è la caduta di stile di risultare facilmente antipatico.

Allora restiamo semplicemente sulla discussione tecnica/associativa, senza piedistalli.


a me sembrava di esserci sulla discussione tecnica, stimato collega.
e continuo a propugnare la tesi che chi pensa di fermare un arbitro CAND perché commette un errore tecnico, ha esagerato con il Vin Brulè.
Un conto è fare una valutazione da OA, da colui che quindi valuta (lo ripeto per l'ennesima volta) i 90 minuti che p chiamato a relazionare all'OT.
e se il collega merita 8,30 ... si assegna tranquillamente quel voto senza paura e senza preconcetti.
ma la CAND non ferma nessuno per un 8,30 .... punto!
tutto il resto sono artifici retorici spesso dettati da incompetenza basilare, o da un approccio non sereno alla funzione di OA.
io mi sono arrabbiato solo per aver letto valutazioni sprezzanti ai limiti delle forche caudine per un errore tecnico commesso in concomitanza da un AE e da un AA ... come se in campo non ci fossimo mai andati. e come se noi, topiche non ne avessimo mai beccate.
questo mi da fastidio perché nella mia vita da OA ho incontrato un sacco di Colleghi osservatori "castigamatti" ... che non capiscono un fico secco di quanto sia duro andare a arbitrare.
qui nessuno dice che dobbiamo regalare voti e valutazioni, qui si afferma solennemente che tanta gente cammin facendo perde di vista il profumo dell'erba di un terreno di gioco (anche perché sono sempre più spesso sintetici :-) ) e che, per questo, disumanizza la valutazione che rende.

lo ho detto, lo affermo, e nel suo piccolo questo aneddoto di Maresca è qui che ce lo ricorda.

Se avessero fermato Maresca per un mese, quella volta, chissà se sarebbe venuto su l'eccellente talento Arbitrale che è!!
****

Non viaggio mai senza il mio diario. Si dovrebbe avere sempre qualcosa di sensazionale da leggere in treno.
(O. Wilde - Aforismi)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 5703
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 270 volte
E'stato ringraziato : 551 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda andre-rm il lun dic 30, 2019 6:25 am

Observer ha scritto:
andre-rm ha scritto:Più che accettarla, la mia risposta, che non è animosità ma semplice spunto di riflessione per te, dovresti comprenderla perché una cosa è non avere la necessità inutile di rendersi simpatico, altra cosa è la caduta di stile di risultare facilmente antipatico.

Allora restiamo semplicemente sulla discussione tecnica/associativa, senza piedistalli.


a me sembrava di esserci sulla discussione tecnica, stimato collega.
e continuo a propugnare la tesi che chi pensa di fermare un arbitro CAND perché commette un errore tecnico, ha esagerato con il Vin Brulè.
Un conto è fare una valutazione da OA, da colui che quindi valuta (lo ripeto per l'ennesima volta) i 90 minuti che p chiamato a relazionare all'OT.
e se il collega merita 8,30 ... si assegna tranquillamente quel voto senza paura e senza preconcetti.
ma la CAND non ferma nessuno per un 8,30 .... punto!
tutto il resto sono artifici retorici spesso dettati da incompetenza basilare, o da un approccio non sereno alla funzione di OA.
io mi sono arrabbiato solo per aver letto valutazioni sprezzanti ai limiti delle forche caudine per un errore tecnico commesso in concomitanza da un AE e da un AA ... come se in campo non ci fossimo mai andati. e come se noi, topiche non ne avessimo mai beccate.
questo mi da fastidio perché nella mia vita da OA ho incontrato un sacco di Colleghi osservatori "castigamatti" ... che non capiscono un fico secco di quanto sia duro andare a arbitrare.
qui nessuno dice che dobbiamo regalare voti e valutazioni, qui si afferma solennemente che tanta gente cammin facendo perde di vista il profumo dell'erba di un terreno di gioco (anche perché sono sempre più spesso sintetici :-) ) e che, per questo, disumanizza la valutazione che rende.

lo ho detto, lo affermo, e nel suo piccolo questo aneddoto di Maresca è qui che ce lo ricorda.

Se avessero fermato Maresca per un mese, quella volta, chissà se sarebbe venuto su l'eccellente talento Arbitrale che è!!


Con la tua risposta confermi quello che ti dicevo.
Con una sapiente argomentazione rendi il tuo pensiero molto più interessante e ampiamente condivisibile che con una affermazione sulla presunta differenza di autorevolezza tra chi è stato da qualche parte e chi no. Saluti.
andre-rm
 
Messaggi: 236
Iscritto il: lun giu 09, 2008 11:09 am
Ha detto grazie: 7 volte
E'stato ringraziato : 15 volte

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda RSM_Assistant il lun dic 30, 2019 12:22 pm

Observer ha scritto:
andre-rm ha scritto:Più che accettarla, la mia risposta, che non è animosità ma semplice spunto di riflessione per te, dovresti comprenderla perché una cosa è non avere la necessità inutile di rendersi simpatico, altra cosa è la caduta di stile di risultare facilmente antipatico.

Allora restiamo semplicemente sulla discussione tecnica/associativa, senza piedistalli.


a me sembrava di esserci sulla discussione tecnica, stimato collega.
e continuo a propugnare la tesi che chi pensa di fermare un arbitro CAND perché commette un errore tecnico, ha esagerato con il Vin Brulè.
Un conto è fare una valutazione da OA, da colui che quindi valuta (lo ripeto per l'ennesima volta) i 90 minuti che p chiamato a relazionare all'OT.
e se il collega merita 8,30 ... si assegna tranquillamente quel voto senza paura e senza preconcetti.
ma la CAND non ferma nessuno per un 8,30 .... punto!
tutto il resto sono artifici retorici spesso dettati da incompetenza basilare, o da un approccio non sereno alla funzione di OA.
io mi sono arrabbiato solo per aver letto valutazioni sprezzanti ai limiti delle forche caudine per un errore tecnico commesso in concomitanza da un AE e da un AA ... come se in campo non ci fossimo mai andati. e come se noi, topiche non ne avessimo mai beccate.
questo mi da fastidio perché nella mia vita da OA ho incontrato un sacco di Colleghi osservatori "castigamatti" ... che non capiscono un fico secco di quanto sia duro andare a arbitrare.
qui nessuno dice che dobbiamo regalare voti e valutazioni, qui si afferma solennemente che tanta gente cammin facendo perde di vista il profumo dell'erba di un terreno di gioco (anche perché sono sempre più spesso sintetici :-) ) e che, per questo, disumanizza la valutazione che rende.

lo ho detto, lo affermo, e nel suo piccolo questo aneddoto di Maresca è qui che ce lo ricorda.

Se avessero fermato Maresca per un mese, quella volta, chissà se sarebbe venuto su l'eccellente talento Arbitrale che è!!

Caro Collega,
nell'altra discussione io ero uno di quelli favorevoli allo stop del collega.
Copio e incollo quel post perchè rende perfettamente il senso del mio pensiero e sono convinto di ogni parola:
".....c'è errore ed errore, e noi abbiamo delle responsabilità.
Se un A.E. commette un errore grave (che non dovrebbe accadere ma ci stà) può succedere ma se l'errore, oltre che grave, determina il risultato di una gara come in questo caso allora l'errore da grave diventa inescusabile, e questi tipi di errore contano (eccome) a qualsiasi livello, sopra tutto perchè come ho già detto è avvenuto a visuale libera e in un'azione "lineare" non su una palla che ballonzola sulla linea o di un salvataggio del portiere in un area piena di gente in un'azione convulsa.
La pausa di riflessione, a mio parere si impone per vari motivi:
1) un periodo di stop servirebbe non per lapidare i colleghi ma proprio per capire, come dici tu, "se si tratta di una topica clamorosa singola oppure di carenze tecniche strutturali". Non si può rischiare di mandare in campo un A.E. con carenze tcniche e/o strutturali con il rischio che falsi altre partite;
2) servirebbe, in caso si fosse in presenza di un singolo errore, a non bruciare un eventuale A.E. con buone prospettive facendogli recuperare serenità e fiducia in se che in caso di errori come questo vengono messi a dura prova;
3) servirebbe all'A.E. per capire come, e sopra tutto, perchè si è verificato il black out ed evitare che possa ripeterlo e migliorarsi.
Se poi vogliamo dire che per un A.E. una singola gara sbagliata non deve compromettere un'intera stagione, allora sono pienamente d'accordo.....
".
Io stesso in carriera sono stato fermato due turni per aver concesso un rigore per un fallo commesso un metro fuori l'area (decisione confermata dall'Assistente), rigore che ha poi determinato la vittoria della squadra che ne ha beneficiato.
Lo stop mi è servito per capire come e perchè avevo sbagliato, per recuperare la tranquillità mentale e la serenità persa per la consapevolezza dell'errore commesso ed è servito al mio O.T. per capire che si era trattato di un episodio.
Dopo il fermo sono ripartito determinato a fare bene ed ho avuto una carriera soddisfacente, se fosse stato diverso, se avessi fatto la vittima, se avessi cercato scuse, se avessi dato le dimissioni avrebbe voluto dire che avevo sbagliato sport.
Tu dici ".....Se avessero fermato Maresca per un mese, quella volta, chissà se sarebbe venuto su l'eccellente talento Arbitrale che è....." ebbene, se avessero fermato Maresca per un mese e poi non fosse venuto su l'eccellente talento che è, voleva semplicemente dire che talento non era.
Un buon Arbitro è quello che sa superare le avversità, non chi le scansa, che metabolizza e impara dai propri errori e dalla loro comprensione sa migliorarsi.
P.S.: volevo dirti una cosa, ma non lo faccio per rimproverare, per astio o per spirito polemico. Trovo veramente brutto ed una caduta di stile verticale dare dell'ubriacone (".....chi pensa di fermare un arbitro CAND perché commette un errore tecnico, ha esagerato con il Vin Brulè.....") a chi ha un'opinione diversa dalla tua.
RSM_Assistant
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 649
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 5 volte
E'stato ringraziato : 100 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: Intervista a Fabio Maresca: "Porto Napoli nel mondo"

Messaggioda Doraemon il lun dic 30, 2019 3:03 pm

Avete davvero bisogno che vi dica che siete clamorosamente OT?
Doraemon
Amministratore
 
Messaggi: 5713
Iscritto il: mer set 12, 2007 8:00 am
Ha detto grazie: 197 volte
E'stato ringraziato : 492 volte
Qualifica: Arbitro

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }

Manchester City - Porto Forum: Casistica Autore: phileasfogg Risposte: 4
Porto-Maritimo Forum: Casistica Autore: maik Risposte: 7
Parma-Napoli Forum: Casistica Autore: Galaxy Risposte: 3
Nicchi: "Riunifichiamo Serie A e B" Forum: Notizie Autore: BlueLord Risposte: 30
Barcellona - Napoli Forum: Casistica Autore: Dreamer Risposte: 43

Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti