Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Documentiamo qui tutti i casi di aggresioni agli arbitri di cui veniamo a conoscenza, perchè non passino inosservati.

Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda REF4428 il dom dic 26, 2021 10:58 am

Ennesimo episodio ed ennesima sentenza vergognosa, come si fa a dire che il collega doveva riprendere la gara dopo una cosa del genere?

- al 18' del secondo tempo il calciatore FORMICONI Francesco (BRICTENSE) in segno di protesta correva
verso l'arbitro rivolgendogli gravi offese tentando di aggredirlo con pugni senza riuscirvi perchè lo stesso
prontamente correva verso l'esterno del terreno di gioco.
In tale frangente il FORMICONI veniva bloccato dai calciatori di entrambe le squadre, in conseguenza di a
tale comportamento, l'arbitro sospendeva definitivamente la gara al 18' del secondo tempo sul seguente
punteggio: PALOMBARA - BRICTENSE 1 - 1.
Da quanto sopra descritto appare evidente che l'arbitro non ha messo in atto tutti i poteri attribuitigli dal
regolamento del gioco del calcio (Regola 5) che prevede "che prima di adottare tale eccezionale decisione,
l'arbitro se le circostanze lo consentono deve porre in essere tutte le misure disciplinari che sono in suo
potere". Avrebbe dovuto chiedere l'intervento del capitano della squadra e con la sua collaborazione
allontanare dal terreno di gioco il Sig. FORMICONI ristabilendo le normali condizioni per la regolare
prosecuzione della gara.
Nel caso in esame, non c'è stata aggressione all'arbitro tanto più che il calciatore FORMICONI è stato
bloccato e successivamente è intervenuta la Forza Pubblica.
Pertanto, questo Organo Giudicante avvalendosi del dispositivo di cui all'art. 10 comma 6 del condotta gravemente sleale
DELIBERA
a) di annullare il provvedimento di sospensione della gara in epigrafe adottato dall'arbitro;
b) di ordinare la ripetizione della gara con effetto, dando mandato a Comitato Regionale Lazio per gli
adempimenti di competenza
c) di squalificare il Sig. FORMICONI Francesco (BRICTENSE) per 4 gare effettive.
REF4428
 
Messaggi: 2
Iscritto il: lun ott 18, 2021 3:02 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Sezione di: Domodossola
Qualifica: Arbitro
Categoria: Serie B

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda RSM_Assistant il dom dic 26, 2021 3:44 pm

REF4428 ha scritto:Ennesimo episodio ed ennesima sentenza vergognosa, come si fa a dire che il collega doveva riprendere la gara dopo una cosa del genere?

- al 18' del secondo tempo il calciatore FORMICONI Francesco (BRICTENSE) in segno di protesta correva verso l'arbitro rivolgendogli gravi offese tentando di aggredirlo con pugni senza riuscirvi perchè lo stesso prontamente correva verso l'esterno del terreno di gioco.
In tale frangente il FORMICONI veniva bloccato dai calciatori di entrambe le squadre...

Il nocciolo della questione è tutto nelle frasi che ti ho evidenziato: non c'è stata un'aggressione, ma solo un tentativo non riuscito, senza nessuno contatto fisico e con l'esagitato che è stato bloccato dai giocatori di entrambe le squadre, cosa che dimostra la fattiva collaborazione di entrambe le società nel voler collaborare l'Arbitro a ripristinare le condizioni di gioco ed in particolare la volontà di dissociarsi dal suo comportamento.
In questa specifica occasione non mi sento di dare torto al Giudice Sportivo.
RSM_Assistant
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 716
Iscritto il: dom mag 06, 2012 4:46 pm
Ha detto grazie: 7 volte
E'stato ringraziato : 112 volte
Qualifica: Assistente
Categoria: Serie A

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda Observer il dom dic 26, 2021 11:02 pm

Qui, siamo alla prosecuzione della storia del Kiwi.

Non poteva che essere così, e chi afferma il contrario dimostra palese incompetenza in materia di giustizia sportiva.

Nelle versioni antiche del regolamento, quelle con parti estese di interpretazioni in italiano della FIGC sulle decisioni nelle regole, c’era un capitolo sulla prosecuzione pro forma della gara, o sulla sospensione. Regola 5.

Questo capitolo recitava espressamente che l’Arbitro, prima di proseguire pro forma la gara o prima di sospenderla definitivamente per questioni disciplinari e comportamentali da parte dei calciatori, deve attuare ogni sforzo per proseguire la gara e portarla a termine, utilizzando ogni strumento che il regolamento mette a disposizione per terminare la gara.

È del tutto palese che esiste una sproporzione incredibile tra un calciatore che “tenta” di colpirti ma che non ci riesce, e fare i tre fischi andandosene via.

Il Giudice Sportivo territoriale, non poteva fare diversamente applicando il Codice di Giustizia Sportiva, e ha mandato ripetuta la gara. Esponendo l’Arbitro a una pessima figura, e portandosi dietro tutta l’AIA.

Ma la colpa è del sentimento diffuso in moltissimi di noi (e anche qui per la verità) che considera ogni offesa un delitto di lesa maestà.

Noi Arbitri siamo un elemento del gioco. Un elemento imprescindibile, necessario. Siamo malpagati, oggetto di ingiuste quotidiane vessazioni da parte di spettatori spesso incompetenti e dirigenti alle volte sportivamente in malafede. Arbitriamo sotto il freddo in inverno, e sotto il sole cocente d’estate. Abbiamo una passione straordinaria, e un grande cuore.

Ma questo non ci autorizza ad andare contro le regole del gioco del calcio stesso.
E' assurdo dividere le persone in buoni o cattivi. Le persone o sono affascinanti o sono noiose.

(O. Wilde)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 7428
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 475 volte
E'stato ringraziato : 812 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda Doraemon il lun dic 27, 2021 7:36 am

Ennesimo intervento lucidissimo di Obs che - come spessissimo accade - rimette il pallone al centro del terreno di gioco (semicit.).
Spiace per il collega, ma il giudice sportivo non poteva fare altrimenti.
Doraemon
Amministratore
 
Messaggi: 6194
Iscritto il: mer set 12, 2007 8:00 am
Ha detto grazie: 265 volte
E'stato ringraziato : 599 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda quagliabella il lun dic 27, 2021 7:55 am

una cosa (a prescindere dalla diversa percezione che noi abbiamo di una tentata aggressione dato che c'è chi si agita di più, chi di meno, chi troppo, chi ha un fisico da wrestling e chi da suonatore di violino..) voglio chiedere : ma questi casi non dovrebbero rientrare nella tipologia di gara che riprede dal minuto della sospensione? Pensate un po se gli avversari della squadra dove gioca il giocatore "aggressore" fossero stati in vantaggio per 4a0: sarebbe una bella beffa per loro, incolpevoli. e, inoltre, uno stimolo a dire a qualche giocatore "stiamo perdendo di brutto, tu hai 45 anni, fai un aggressione " da distante" così partita sospesa e tutto da rifare
quagliabella
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 396 volte
E'stato ringraziato : 143 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda Observer il lun dic 27, 2021 11:22 am

quagliabella ha scritto:una cosa (a prescindere dalla diversa percezione che noi abbiamo di una tentata aggressione dato che c'è chi si agita di più, chi di meno, chi troppo, chi ha un fisico da wrestling e chi da suonatore di violino..) voglio chiedere : ma questi casi non dovrebbero rientrare nella tipologia di gara che riprede dal minuto della sospensione? Pensate un po se gli avversari della squadra dove gioca il giocatore "aggressore" fossero stati in vantaggio per 4a0: sarebbe una bella beffa per loro, incolpevoli. e, inoltre, uno stimolo a dire a qualche giocatore "stiamo perdendo di brutto, tu hai 45 anni, fai un aggressione " da distante" così partita sospesa e tutto da rifare


quaglia ... te lo dico da ex rappresentante AIA ....

nooooooooooooo

esistono tonnellate di sentenze che affermano che questo è un errore tecnico. per cui la gara va ripetuta.

poi siccome ciccio fa la legge, e ciccio se la imbroglia, se il collega fosse venuto da me in Sezione a chiedermi consiglio, dopo avergli fatto un sonoro cazziatone perchè aveva commesso un palese errore tecnico, lo avrei aiutato a mettere giù il referto in un modo tale che .... con il Giudice Sportivo Territoriale giusto .... magari un ex collega .... usando termini giusti e appropriati (senza mai dire una sola parola di non vero ... ci tengo a specificarlo, ma solo esponendo in un certo modo gli accadimenti visti dalla prospettiva dell'Arbitro) forse saremmo riusciti a medicare la situazione in modo tale che la gara non andasse ripetuta.

ma se ci ostiniamo a fregarcene bellamente del Codice di Giustizia Sportiva mettendoci la coda tra le gambe ogni volta che qualcuno "ci fa brutto" o ci tira un mandarino ... di gare ne andranno ripetute una marea.

e prima o poi, qualcuno ci chiederà conto di questo.

non sottovalutate un altro aspetto: tutto questo gridare "al lupo al lupo" su episodi di presunta violenza, non fanno altro che SVILIRE gli atti di violenza quelli VERI!

per cui chi ci legge dopo un po' inizia a strumentalizzare sentenze come questa, affermando che siamo un branco di pelabrocchi perchè mandiamo ripetute le gare.

ragazzi, la lotta contro la violenza è sacrosanta. ma occorre tenere dritta la barra del timone.

E soprattutto, dovete smetterla di dire agli Arbitri che scendono in campo che appena uno starnutisce devono prendere e andarsene.

La sospensione della gara è un evento di portata eccezionale, e deve essere preceduta da atti di violenza riscontrabili e evidenti a tutti. O a tumulti del pubblico che mettono a repentaglio la integrità fisica dell'Arbitro o dei calciatori.

Non è un bicchiere di acqua fresca che si assume a cuor leggero, e soprattutto senza aver PRIMA tentato di ristabilire l'ordine in campo. Ovvero espellendo il calciatore che opera un tentativo di violenza, di aver chiesto l'aiuto del capitano per ristabilire l'ordine. Non prima di aver espulso il capitano in caso di solidarietà con il violento. E non prima di aver chiesto l'intervento del vice capitano per ristabilire l'ordine, espellendo anche Lui in caso di solidarietà con i primi.

SOLO ALLORA il regolamento ci autorizza a sospendere la gara.

Se lo facciamo prima, le gare andranno ripetute SEMPRE!
E' assurdo dividere le persone in buoni o cattivi. Le persone o sono affascinanti o sono noiose.

(O. Wilde)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 7428
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 475 volte
E'stato ringraziato : 812 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda val35 il lun dic 27, 2021 2:15 pm

Observer ha scritto:Qui, siamo alla prosecuzione della storia del Kiwi.

Non poteva che essere così, e chi afferma il contrario dimostra palese incompetenza in materia di giustizia sportiva.

Nelle versioni antiche del regolamento, quelle con parti estese di interpretazioni in italiano della FIGC sulle decisioni nelle regole, c’era un capitolo sulla prosecuzione pro forma della gara, o sulla sospensione. Regola 5.

Questo capitolo recitava espressamente che l’Arbitro, prima di proseguire pro forma la gara o prima di sospenderla definitivamente per questioni disciplinari e comportamentali da parte dei calciatori, deve attuare ogni sforzo per proseguire la gara e portarla a termine, utilizzando ogni strumento che il regolamento mette a disposizione per terminare la gara.

È del tutto palese che esiste una sproporzione incredibile tra un calciatore che “tenta” di colpirti ma che non ci riesce, e fare i tre fischi andandosene via.

Il Giudice Sportivo territoriale, non poteva fare diversamente applicando il Codice di Giustizia Sportiva, e ha mandato ripetuta la gara. Esponendo l’Arbitro a una pessima figura, e portandosi dietro tutta l’AIA.

Ma la colpa è del sentimento diffuso in moltissimi di noi (e anche qui per la verità) che considera ogni offesa un delitto di lesa maestà.

Noi Arbitri siamo un elemento del gioco. Un elemento imprescindibile, necessario. Siamo malpagati, oggetto di ingiuste quotidiane vessazioni da parte di spettatori spesso incompetenti e dirigenti alle volte sportivamente in malafede. Arbitriamo sotto il freddo in inverno, e sotto il sole cocente d’estate. Abbiamo una passione straordinaria, e un grande cuore.

Ma questo non ci autorizza ad andare contro le regole del gioco del calcio stesso.


Scusami Obs, spesso concordo con te, ma stavolta no, la storia del Kiwi non c'entra proprio nulla. e se lo riterrai opportuno puoi rispondermi nel relativo thread.
In questo caso è palese che il collega abbia sbagliato, sicuramente si sarà spaventato come è giusto che sia, non se l'è sentiva di proseguire e ha fatto ciò che ha fatto. Cose così accadono, soprattutto con ragazzi inesperti che si trovano impreparati all'evento, ma basta leggere il comunicato per capire dove ha sbagliato, fine della storia. Nell'altro caso, il ragazzo era stato colpito, non possiamo giudicare le sue condizioni
val35
 
Messaggi: 248
Iscritto il: mer nov 06, 2019 12:32 pm
Ha detto grazie: 13 volte
E'stato ringraziato : 22 volte

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda Observer il lun dic 27, 2021 3:04 pm

capisco il tuo punto di vista ma il nocciolo della questione è che in giurisprudenza ci deve essere proporzionalità tra offesa e reazione.

tanto è vero che esiste il reato di eccesso colposo di legittima difesa, concetto ribadito miliardi di volte dalla cassazione.

noi possiamo considerarci lesi quanto vogliamo dal fatto che da distanza ragguardevole un kiwi ci colpisca ... ma questo non giustifica il fatto che prendiamo a andiamo a casa.

proprio per quello che ti ho appena detto, l'enorme sproporzione tra offesa e difesa.

poi abbiamo trovato un Giudice all'acqua di rose che ci ha dato ragione, ma dubito fortemente riguardo a quella sentenza.

resta da dire, in punto di fatto, che sono atteggiamenti quanto meno "border line" a essere benevoli, come quello del Collega del Kiwi, a innescare nei giovani la convinzione che appena uno fa un colpo di tosse, occorre prendere e andare a casa.

nella mia (invero non lunghissima) carriera, mi sono preso una moneta dalle tribune. non mi è venuto nemmeno nell'anticamera del cervello la possibile soluzione di sospendere.

tutt'al più ho pensato che la mattina successiva, avrei avuto un caffè pagato al distributore automatico.

detto questo, non ho l'ambizione di convincerti. sei fermo nella tua idea, e io la rispetto.

non la condivido, ma la rispetto.
E' assurdo dividere le persone in buoni o cattivi. Le persone o sono affascinanti o sono noiose.

(O. Wilde)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 7428
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 475 volte
E'stato ringraziato : 812 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda quagliabella il mar dic 28, 2021 8:45 am

dato che siamo sempre (purtroppo) nella mia LIGURIA e perchè non ho ho voglia di andare a verificare, vi chiedo : ma il giudice sportivo "del kiwi" (che ha stabilito la sconfitta " a tavolino" e quindi avallato la sospensione della gara da parte dell'arbitro) è lo stesso che ha dato solo 3 anni e mezzo al giocatore che ha colpito alla testa l'arbitro mentre era a terra e già colpito? e, anche se non fosse, non sarebbe male che ci fosse più uniformità nelle sentenze, spesso "sorprendenti" (uso un termine educato) di queste persone?

-- mar dic 28, 2021 8:51 am --

Observer ha scritto:
quagliabella ha scritto:una cosa (a prescindere dalla diversa percezione che noi abbiamo di una tentata aggressione dato che c'è chi si agita di più, chi di meno, chi troppo, chi ha un fisico da wrestling e chi da suonatore di violino..) voglio chiedere : ma questi casi non dovrebbero rientrare nella tipologia di gara che riprede dal minuto della sospensione? Pensate un po se gli avversari della squadra dove gioca il giocatore "aggressore" fossero stati in vantaggio per 4a0: sarebbe una bella beffa per loro, incolpevoli. e, inoltre, uno stimolo a dire a qualche giocatore "stiamo perdendo di brutto, tu hai 45 anni, fai un aggressione " da distante" così partita sospesa e tutto da rifare


quaglia ... te lo dico da ex rappresentante AIA ....

nooooooooooooo

esistono tonnellate di sentenze che affermano che questo è un errore tecnico. per cui la gara va ripetuta.

poi siccome ciccio fa la legge, e ciccio se la imbroglia, se il collega fosse venuto da me in Sezione a chiedermi consiglio, dopo avergli fatto un sonoro cazziatone perchè aveva commesso un palese errore tecnico, lo avrei aiutato a mettere giù il referto in un modo tale che .... con il Giudice Sportivo Territoriale giusto .... magari un ex collega .... usando termini giusti e appropriati (senza mai dire una sola parola di non vero ... ci tengo a specificarlo, ma solo esponendo in un certo modo gli accadimenti visti dalla prospettiva dell'Arbitro) forse saremmo riusciti a medicare la situazione in modo tale che la gara non andasse ripetuta.

ma se ci ostiniamo a fregarcene bellamente del Codice di Giustizia Sportiva mettendoci la coda tra le gambe ogni volta che qualcuno "ci fa brutto" o ci tira un mandarino ... di gare ne andranno ripetute una marea.

e prima o poi, qualcuno ci chiederà conto di questo.

non sottovalutate un altro aspetto: tutto questo gridare "al lupo al lupo" su episodi di presunta violenza, non fanno altro che SVILIRE gli atti di violenza quelli VERI!

per cui chi ci legge dopo un po' inizia a strumentalizzare sentenze come questa, affermando che siamo un branco di pelabrocchi perchè mandiamo ripetute le gare.

ragazzi, la lotta contro la violenza è sacrosanta. ma occorre tenere dritta la barra del timone.

E soprattutto, dovete smetterla di dire agli Arbitri che scendono in campo che appena uno starnutisce devono prendere e andarsene.

La sospensione della gara è un evento di portata eccezionale, e deve essere preceduta da atti di violenza riscontrabili e evidenti a tutti. O a tumulti del pubblico che mettono a repentaglio la integrità fisica dell'Arbitro o dei calciatori.

Non è un bicchiere di acqua fresca che si assume a cuor leggero, e soprattutto senza aver PRIMA tentato di ristabilire l'ordine in campo. Ovvero espellendo il calciatore che opera un tentativo di violenza, di aver chiesto l'aiuto del capitano per ristabilire l'ordine. Non prima di aver espulso il capitano in caso di solidarietà con il violento. E non prima di aver chiesto l'intervento del vice capitano per ristabilire l'ordine, espellendo anche Lui in caso di solidarietà con i primi.

SOLO ALLORA il regolamento ci autorizza a sospendere la gara.

Se lo facciamo prima, le gare andranno ripetute SEMPRE!

ti rispondo da vecchio ( anagrafico e di tessera ) arbitro: ma veramente ce lo vedete un arbitro che, aggredito o minacciato, dopo aver espulso un capitano va a cercare il vice capitano e gli notifica il cartellino rosso quando magari questo è più invasato del primo? perchè la teoria è bella ma la pratica.... in quanto alla "ripresa dal punto interruzione dal momento dell' errore tecnico, non sarà previsto ma lo troverei doveroso, tanto per non dare appigli a chi "ci marcia sopra". ti faccio un esempio (rimasto storico) eccellenza liguria, 5a1 per la squadra di casa, gli ospiti "si tirano" apposta (e lo fanno bene, evidentemente) un calcio di punizione DIRETTAMENTE nella propria porta, rete concessa (complimenti alla terna..) gara rifatta ma sportivamente più che ingiusto; altro esempio invece di "sorprese" del giudice sportivo LIGURE: sempre eccellenza, la squadra in vantaggio 3a0 fa a tre minuti dalla fine la 4° sostituzione, (allora se ne potevano fare 3 ).. sconfitta a tavolino? NOOOOO secondo il giudice sportivo la 4° sostituzione, con il largo vantaggio acquisito, non influiva sulla gara.. quando parlo di giudizi sorprendenti mi riferisco anche a episodi come questo
quagliabella
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 396 volte
E'stato ringraziato : 143 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Tentata Aggressione, gara da ripetere!

Messaggioda Doraemon il mar dic 28, 2021 10:29 am

Apro un OT, ricollegandomi al messaggio sopra il mio, con giudizi a volte poco coerenti su fatti diversi ma simili.
Qui abbiamo un unico fatto, oggettivo, valutato in due modi opposti da due gradi di giudizio diversi, dove la CA evidenzia una "causa di forza maggiore" non rilevata in primo grado (perchè? E' corretto? Se sì, cosa ha spinto il Giudice Sportivo a non rilevarla?).
L'unica mia conclusione, da ignorantone clamoroso, è che uno dei due gradi di giudizio sia clamorosamente sballato: non so quale e soprattutto non capisco perchè possa essere così sballato.



e) Ricorso della ASD CITTA’ DI BAVENO 1908 avverso la delibera del Giudice Sportivo pubblicata sul comunicato ufficiale FIGC di codesto Comitato Regionale n. 38 del 02.12.2021, con la quale veniva comminata la sanzione della perdita della gara tra la ricorrente e la GASSINO SANRAFFAELE del 28.11.2021, valida per il Campionato Regionale Under 15 - Girone A

La società CITTA’ DI BAVENO ha proposto ricorso mediante il quale richiede l’annullamento della delibera indicata in epigrafe, evidenziando di avere appreso in data 27.11.2021 dopo le ore 19 che il proprio giocatore sig. Vola Andrea, sottopostosi a test antigenico, era risultato positivo al Coronavirus. Per tale ragione il Presidente della società, in considerazione del fatto che tale giocatore era stato a contatto con i compagni di squadra in occasione degli allenamenti del giorno prima, non essendo materialmente possibile verificare l’eventuale positività di altri giocatori in tempo utile per poter disputare in sicurezza la gara calendarizzata per il giorno 28.11.2021 alle ore 10, comunicava alla Federazione alle ore 21,40 del 27.11.2021 di non poter partecipare alla gara del giorno successivo. Per le ragioni di cui sopra la ricorrente riteneva legittima la sua mancata partecipazione alla gara del 28.11.2021 e ne richiedeva il recupero.

Questa Corte Sportiva d’Appello Territoriale, letto il ricorso ed esaminata la documentazione ufficiale, sentita la società ricorrente che ne ha fatto regolare richiesta, esprime le seguenti considerazioni.

Come correttamente rilevato dal Giudice Sportivo, la Circolare n. 3 allegata al C.U. n. 15 del 04.09.2021 prevede che le gare debbano essere regolarmente disputate qualora non risultino positivi al virus SARS –COV-2 un numero di calciatori superiori a 5. Tuttavia nel caso di specie la società ricorrente è venuta a trovarsi in una situazione di impossibilità materiale di verificare in tempo utile l’eventuale positività di altri giocatori, che soltanto il giorno prima erano stati a contatto con il giocatore risultato positivo. E’ agli atti prova documentale del fatto che la positività del calciatore Vola Andrea era stata accertata soltanto alle ore 19,10 del 27.11.2021 e dunque che non era possibile verificare tempestivamente lo stato di salute degli altri giocatori, se si tiene conto della distanza tra la città di Baveno e la città di Gassino, dove la ricorrente avrebbe dovuto presentarsi il giorno successivo in tempo utile a consentire il regolare svolgimento della gara, fissata per le ore 10.

Tali circostanze avevano indotto il Giudice Sportivo ad esprimere apprezzamento per l’intenzione di non esporre i propri tesserati, il direttore di gara ed i tesserati della società ospitante al rischio di contagio, tanto da non comminare ammende ed ulteriori penalizzazioni alla ASD CITTA’ DI BAVENO, ma non erano state ritenute sufficienti a giustificare la mancata partecipazione alla gara, proprio in forza del fatto che non sussisteva la prova della positività al virus di un numero superiore a 5 giocatori.

Ritiene al contrario codesta Corte Sportiva di Appello che la ricorrente sia venuta a trovarsi in una situazione di forza maggiore tale da impedire, in un contesto di rischio evidente, di poter svolgere i necessari accertamenti di carattere sanitario che le avrebbero consentito di poter disputare la gara in condizioni di sicurezza ed abbia quindi fatto buon governo della regola alla stessa imposta di prevenire e neutralizzare qualsiasi situazione di pericolo e/o di danno, come previsto dal menzionato Protocollo.

Del resto, una diversa decisione del legale rappresentante della società ricorrente avrebbe comportato il rischio di una sua precisa responsabilità per non avere posto in isolamento i propri tesserati che erano stati in contatto con un soggetto risultato positivo. Per tali motivi la Corte Sportiva d’Appello Territoriale ritiene che il ricorso della ASD CITTA’ DI BAVENO sia meritevole di accoglimento e, per l’effetto ANNULLA la decisione del Giudice Sportivo pubblicata sul C.U. n. 38 del 02.12.2021 e dispone la ripetizione della gara tra la ASD CITTA’ DI BAVENO 1908 e la GASSINO SANRAFFAELE, in origine fissata per il 28.11.2021. Nulla si dispone in merito alla tassa di reclamo.
Doraemon
Amministratore
 
Messaggi: 6194
Iscritto il: mer set 12, 2007 8:00 am
Ha detto grazie: 265 volte
E'stato ringraziato : 599 volte
Qualifica: Arbitro

Prossimo


{ SIMILAR_TOPICS }


Regole del forum
Questa sezione serve a documentare, attraverso articoli di giornale, comunicati del giudice sportivo, o testimonianze dirette, casi di violenza subita dagli arbitri.

I commenti in questo forum devono avere sempre e comunque rispetto di tutti e in particolar modo degli Organi di Giustizia Sportiva.
Le sanzioni e le squalifiche vengono comminate attraverso precisi regolamenti.

Sono quindi vietati commenti che giudichino l'entità della squalifica/sanzione adottata dai Giudici Sportivi.

Ogni commento che non rispetti queste disposizioni sarà cancellato.

Torna a NO alla violenza!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti

cron