Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda Observer il ven giu 18, 2021 1:19 pm

occorre dare a Cesare ciò che è di Cesare.

Arbitrare alla CAN è un impegno titanico, che di fatto impedisce quasi a tutti di avere una professione vera di lavoro dipèendente subordinato che sostenga il nucleo familiare.

Poi come in tutte le cose, ci sono le eccezioni. E io conosco colleghi, anche di altissimo rango internazionale, che non hanno mai mollato il lavoro e che "devolvono" il proprio monte ferie all'AIA.

Ovvero, sante mogli, sante famiglie, alcuni colleghi per avere una certezza per il dopo, accettano di usare Ferie, ROL e ex festività per poter andare a Arbitrare.

E quindi in Agosto lavorano, in ufficio. Anche perchè su questo aveva ragione Marchionne: solo in Italia in Agosto si chiude baracca e tutti in ferie.

Detto questo, doverosamente, è altrettanto vero che il rendimento con l'utilizzo delle riunioni in remoto non è crollato.

Ed è verissimo che taluni raduni sono organizzati, perchè tanto li paga la FIGC.

E danno il senso a tutta una serie di infrastrutture che ruotano loro attorno.

Come se ne esce? Sinceramente non ho questa risposta, e per questo vi leggo con attenzione. Sono a conoscenza del problema, ma non ho una forma di risoluzione in mente per questo.

Pertanto, vi ascolto tutti con grande attenzione!
Lo spreco della vita si trova nell'amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell'egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità.

(O. Wilde)
Avatar utente
Observer
Fischietto d'oro
 
Messaggi: 6592
Iscritto il: lun nov 08, 2010 12:16 pm
Ha detto grazie: 380 volte
E'stato ringraziato : 673 volte
Qualifica: Osservatore

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda napisan il ven giu 18, 2021 1:40 pm

the_falsepriest ha scritto:Con tutto il rispetto, Oldref e Napisan, avete esperienza diretta dell'impegno richiesto ad un AE Can? Ritenete seriamente che, a parte liberi professionisti, commercianti e partimers (e sempre che queste categorie di lavoratori abbiano qualcuno in grado di affiancarli e sostituirli al bisogno), un datore mantenga il posto ad un ae che, con preavviso di 2 giorni, salta giorni lavorativi come ostacolini del polo?
I raduni annuali, da casarin in poi, variano da 20 a 40 all'anno, da agosto a maggio...
Senza contare le gare.
Se poi mi dite che vanno aboliti i raduni e che basta il web...beh permettetemi di dissentire (e, in parte, la prova è data proprio da quest'ultima stagione, in tema di applicazione var, ad esempio).

Ho esperienza diretta, e so anche di aver toccato un tasto dolente, almeno per chi ne è parzialmente coinvolto...
Meno impegno richiesto significa ovviamente meno introiti, ed è chiaro che a chi è sulla giostra non fa piacere, con ottica enormemente miope.
Meglio un raduno ogni 15 giorni e passare le giornate fra lettura del giornale, lettino del fisioterapista, il polo di allenamento, la visione dei sessantaquattresimi di finale di coppa di lega austriaca, ma pagati 100mila euro, che non andare in ufficio tutti i giorni alle 8.30 e poi allenarsi alle 17, percependo 1500 euro per il lavoro e "solo" 20 mila per arbitrare.
Del resto da decenni gli AA italiani sono i migliori del mondo, eppure mi sembra che praticamente tutti lavorino: allora non c'è una correlazione fra essere preparati e passare le giornate sul divano, allenandosi a mezzogiorno.

P.S. la mia proposta è ovviamente di ridurre l'impegno di tempo richiesto, che sai forse ancora meglio di me quanto sia sprecato, tre giorni a Coverciano per stare in aula 4 ore e fare uno yoyo che dura mezzora compreso riscaldamento e stretching... Non eliminandoli completamente, sono d'accordo. Ma da 25 li puoi passare ad un terzo senza che succeda assolutamente nulla. E comunque la crescita esponenziale del numero dei raduni avvenne nell'epopea del duo B&P, se non ricordo male e serviva a giustificare le onerose retribuzioni del duo.
napisan
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 819
Iscritto il: mar feb 10, 2015 4:56 pm
Ha detto grazie: 139 volte
E'stato ringraziato : 128 volte
Sezione di: Merano
Qualifica: Arbitro
Categoria: Giovanissimi

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda the_falsepriest il ven giu 18, 2021 2:33 pm

in linea di principio sarei d'accordo, napisan, ma non è ciò che attualmente è richiesto dalla Figc e dalla Lega: vai a dire a Marotta (ad esempio, nome a caso) che Orsato (ad esempio) non è in forma perchè tutta la settimana, invece di allenarsi, guardare 3 ore di video, andare dal fisio, andare all'estero e tornare, è andato a montare scatole di derivazione in un capannone a Chiampo...
Ti assicuro che la Lega paga, quando richiesto, e preferisce avere AE preparati e pagati piuttosto che dei dopolavoristi.
Poi, se mi dici che parte del tempo a Coverciano è sprecato e dovrebbe essere ottimizzato, così come molti non lo utilizzano per prepararsi ma per fare le lampade, posso essere d'accordo.
Ma, ripeto, non è ciò che è richiesto.
Allora, se è richiesto il semiprofessionismo è giusto, a mio parere, che venga garantito (non dall'aia, ma da chi ciò richiede a chi presta un servizio) anche un "dopo" a cifre del tutto diverse, ovviamente. Per sentito dire, ma non ho alcuna certezza, alcuni colleghi europei hanno un contratto con la federazione al termine del mandato arbitrale, per alcuni anni.
Questa è la mia opinione, ovviamente
the_falsepriest
 
Messaggi: 120
Iscritto il: ven feb 05, 2021 4:31 pm
Ha detto grazie: 17 volte
E'stato ringraziato : 5 volte
Qualifica: Arbitro calcio a 5

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda Indice il ven giu 18, 2021 3:00 pm

the_falsepriest ha scritto:in linea di principio sarei d'accordo, napisan, ma non è ciò che attualmente è richiesto dalla Figc e dalla Lega: vai a dire a Marotta (ad esempio, nome a caso) che Orsato (ad esempio) non è in forma perchè tutta la settimana, invece di allenarsi, guardare 3 ore di video, andare dal fisio, andare all'estero e tornare, è andato a montare scatole di derivazione in un capannone a Chiampo...
Ti assicuro che la Lega paga, quando richiesto, e preferisce avere AE preparati e pagati piuttosto che dei dopolavoristi.


questo perchè è passato il concetto che l'arbitro "professionista" impegnato h24 nell'arbitraggio incorra mediamente in meno errori rispetto ad un arbitro semi professionista (in pratica come sono i ns AA attualmente).
Ma noi che ci siamo dentro sappiamo che non è così.... e credo che se ne stiano rendendo conto anche le leghe.
Indice
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 623
Iscritto il: mar apr 23, 2013 9:36 am
Ha detto grazie: 24 volte
E'stato ringraziato : 84 volte
Qualifica: Arbitro
Categoria: Allievi

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda cammello il ven giu 18, 2021 3:31 pm

Scusate, ma credo che siano ben più importanti tutte le altre questioni piuttosto che pensare a garantire il futuro a chi raggiunge i vertici. Io credo che ognuno debba essere responsabile delle proprie scelte e se sbaglia i propri calcoli dopo non può prendersela con nessuno. Se io arrivassi in Serie A a 32-33 anni mi farei i conti su quanto possa guadagnare, quanto debba mettere da parte, cosa fare quando tutto finirà. Se guadagno 100 ed ogni anno spendo 100 dopo non posso prendermela con l'AIA che non mi garantisce un futuro economicamente all'altezza.
cammello
 
Messaggi: 399
Iscritto il: dom giu 30, 2013 3:33 pm
Ha detto grazie: 6 volte
E'stato ringraziato : 39 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Serie A

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda ATAF il ven giu 18, 2021 4:48 pm

cammello ha scritto:Scusate, ma credo che siano ben più importanti tutte le altre questioni piuttosto che pensare a garantire il futuro a chi raggiunge i vertici. Io credo che ognuno debba essere responsabile delle proprie scelte e se sbaglia i propri calcoli dopo non può prendersela con nessuno. Se io arrivassi in Serie A a 32-33 anni mi farei i conti su quanto possa guadagnare, quanto debba mettere da parte, cosa fare quando tutto finirà. Se guadagno 100 ed ogni anno spendo 100 dopo non posso prendermela con l'AIA che non mi garantisce un futuro economicamente all'altezza.

Ecco concordo in pieno. Un po come certi attori di un tempo che hanno guadagnato tanto ma non hanno messo da parte nulla e che chiedono la "Bacchelli"
ATAF
 
Messaggi: 342
Iscritto il: ven lug 15, 2011 4:44 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 22 volte
Sezione di: Bernalda
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda quagliabella il ven giu 18, 2021 6:29 pm

ATAF ha scritto:
cammello ha scritto:Scusate, ma credo che siano ben più importanti tutte le altre questioni piuttosto che pensare a garantire il futuro a chi raggiunge i vertici. Io credo che ognuno debba essere responsabile delle proprie scelte e se sbaglia i propri calcoli dopo non può prendersela con nessuno. Se io arrivassi in Serie A a 32-33 anni mi farei i conti su quanto possa guadagnare, quanto debba mettere da parte, cosa fare quando tutto finirà. Se guadagno 100 ed ogni anno spendo 100 dopo non posso prendermela con l'AIA che non mi garantisce un futuro economicamente all'altezza.

Ecco concordo in pieno. Un po come certi attori di un tempo che hanno guadagnato tanto ma non hanno messo da parte nulla e che chiedono la "Bacchelli"

meno male! pensavo di essere l'unico a pensare peste e corna della Legge Bacchelli, che garantisce una pensione più che doppia rispetto a chi ha lavorato una vita mentre questi nel frattempo se la sono goduta alla grande....
quagliabella
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2133
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 354 volte
E'stato ringraziato : 134 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda mammamia il sab giu 19, 2021 2:13 pm

Ritengo che molti siano fuori strada forse perchè non stanno vivendo (nè hanno vissuto) ciò che il calcio e l'Aia chiedono agli arbitri di oggi: in poche parole, continua e indiscussa disponibilità.

Al di là dei rimborsi spese imbarazzanti, vi rendete conto cosa voglia dire per un lavoratore dipendente essere designato a 2/3 giorni dalla gara? Organizzazione della trasferta, tampone, viaggio, partita, pernotto (anche doppio pernotto), referto, rimborso spese... Pensate davvero che ci siano tanti datori di lavoro disposti ad accettare una richiesta di ferie dalla mattina alla sera, assenze 1/2/3 mercoledì al mese, se non anche il martedì o il giovedì o il venerdì (perchè c'è da prendere l'aereo o perchè qualche lega ha ben pensato di giocare un'inutile partita di SGS in settimana). E guai a inserire un'indisponibilità o a comunicare un rifiuto, sei rovinato... Tutto ciò accade dalla Promozione a salire... Quindi due sono le cose: o ci si dedica solo al fischietto o ci si esaurisce a stare dietro alle partite, alla famiglia e al lavoro. L'arbitraggio dovrebbe essere divertimento, non fonte di stress.

Poi leggo i commenti di qualcuno con la pancia piena (magari pensionato) che predica su come deve comportarsi un trentenne o un ventenne... ma che ne sanno dei ritmi dell'Aia e della vita di oggi!

Cominciassero a darsi tutti una regolata, a ogni livello: cominciassero a programmare per tempo le nostre uscite (basterebbe dire che in data X si è designati, senza specificare la gara), a cancellare i raduni inutili, ad abbattere la burocrazia (capisco che ci siano i furbi, ma siamo nel 2020 e ancora inviamo scontrini e lettere col francobollo)... Mi sono limitato a poche piccole cose che si potrebbero fare fin da oggi, senza alcuna modifica regolamentare. Ma a cambiare deve essere la mentalità, altrimenti nessuno vorrà / potrà più arbitrare.
mammamia
 
Messaggi: 14
Iscritto il: mar giu 08, 2021 1:12 pm
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 0 volte

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda Mark1974 il sab giu 19, 2021 4:08 pm

FinalFour ha scritto:
cambiamo ha scritto:Carino (è un eufemismo naturalmente) questo articolo trovato oggi.
Riassume un po' tristemente quasi tutti i problemi della nostra Associazione.
https://storiesport.it/indiscreto/arbitricaos/


Direi purtroppo quasi esaustivo, ahimè, per noi, ma andiamo con ordine

- Parto dal nome del papabile sostituto di Rizzoli. Dubito fortemente possa essere lui, non ha il curriculum adeguato per gestire un gruppo dove in molti hanno fatto almeno il doppio di ciò che ha fatto lui, e stiamo parlando di un gruppo che ha smesso di seguire Rizzoli, figuriamoci un arbitro qualunque che, a ricordi, non ha mai o quasi mai arbitrato un big match. Quindi lo escluderei, a meno che la politica forzi anche tutto ciò, ma si andrebbe a scontrare con una realtà che della politica interna aia ben poco gli importa e verrebbe immediatamente messo “spalle al muro” alla prima difficoltà; la Serie A non è la Serie d.

La cosa che deve far riflettere invece è la mancanza assoluta di una persona in grado di poter sostituire Rizzoli che, come gli altri, se sceglierà di andarsene lascia l’Associazione verso lidi dove gli possono offrire più soldi/sicurezza; e chi non lo farebbe? (Solo quelli a cui non gli vengono offerti…)

L’Aia si deve dare una svegliata perché non è possibile perdere arbitri arrivati ad un certo livello solo perché non può permettersi di tenerli perché non può garantire loro una sicurezza economica. In serie A e B arbitrare è un lavoro, che lo si voglia riconoscere o meno, ed è corretto che chi ha dovuto lasciare il lavoro per arbitrare e trova un’offerta migliore/più sicura, non ci pensi su 1’ in più e lasci la barca. Poi però l’Associazione è costretta a mettere i Gervasoni vari in Can perché Rocchi ha capito che lì dov’è non lo smuove più nessuno; e chi glielo fa fare?


- Settore Tecnico: trovo corretto sostituirlo per via di ciò che c’è in atto e che non mi permetto di giudicare in quanto non conosco minimamente la vicenda. Mi vengono i brividi invece pensare al possibile sostituto. Vorrebbe dire fare 10 passi indietro rispetto al recente passato. Staremo a vedere.

- Situazione rimborsi: Se i ragazzi hanno sbagliato è giusto che paghino, però attenzione a fare le cose correttamente perché da quello che ho saputo qualcuno ha fatto ricorso avverso la sospensione tecnica creando non pochi problemi ad una vicenda che già di per sé è delicata.

- Situazione voti can B: e qui la situazione è da tenere monitorata se non per il fatto che è interessata tutta la classe dirigenziale da poco uscita e qualcuno anche della nuova.
Ora, come ho detto sopra sui ragazzi coinvolti nella vicenda rimborsi, se hanno sbagliato è giusto che paghino. A maggior ragione dico che se i dirigenti hanno sbagliato, devono assolutamente pagare anche loro. E qui però è ancora più grave perché coloro i quali avrebbero dovuto assicurare trasparenza, correttezza, etica, lealtà sono venuti a mancare dei principi fondamentali della nostra Associazione e dello Sport in generale mancando di rispetto non solo ai ragazzi coinvolti, ma a tutti gli arbitri della nostra Associazione e, qualora venissero ritenuti colpevoli ritengo la cosa di una gravità inaudita proprio per il ruolo che ricoprivano in quel momento.
Sempre in merito a questa vicenda l’altra cosa che non riesco a capire è che, indipendentemente da chi abbia sbagliato, la cosa certa è che sembra che come associazione qualcuno abbia sbagliato. Perché non riconoscere una volta tanto l’errore e reintegrare i due ragazzi?
Io trovo che il riammetterli non sia segno di debolezza ma bensì di netto e forte taglio con il modus operandi del passato davanti ad una situazione che vomitevole è dir poco; il dubbio che mi viene è che non lo si voglia veramente mettere uno punto ad una gestione tecnica rivelatasi imbarazzante…
Ho sentito voci dire che alla fine non sono stati reintegrati, come invece doveva essere, perché la nuova governance è stata consigliata da qualche “esperto” in materia legale che avrebbe detto che si sarebbe creato un precedente molto scomodo; ed allora mi chiedo: Non è che si pensa già a modificare altri voti in futuro? (Ora sembra che ci si sia evoluti, si cambiano direttamente le regole in corsa…) Altrimenti non vedo come si possa ricreare una situazione simile…

- Situazione deroga dell’ultimo minuto: Anche qui non trovo parole. Davvero non capisco: al di là dell’etica di fare un cambio di regole a campionato finito e prima di aver deciso le dismissioni, come possano far accettare ad un collega che dovrà finire al posto di Calvarese una gestione del genere.
Vorrebbe dire aprire il portone ad un’altra serie di ricorsi, anche qui, con un valido fondamento, magari non per la “giustizia” sportiva (stendiamo un velo pietoso) ma sicuramente per quella ordinaria. E non biasimerei affatto i ragazzi che eventualmente dovessero farlo.
Stesso discorso del designatore, andrei piuttosto a vedere il perché ci si ritrova a dover fare una roba del genere (inguardabile). Dover tenere Calvarese, andando oltre a ciò che ci permette il regolamento, vista la direzione imbarazzante dell’ultima partita, che fino ad un paio di anni fa ha sempre vissuto tra la dismissione e la salvezza quindi mi sembra evidente che non si stia parlando di un Collina… Chissà come sono stati fatti i passaggi in tutti questi anni per trovarsi in una situazione simile.

La cosa, per finire, che mi lascia molto preoccupato, tornando alla storia dei voti cambiati, è che spero che questi ragazzi non siano diventati “scomodi” solo perché sono riusciti, con le prove, a dimostrare come funzionava il giochino, perché dare un esempio ai giovani arbitri di questo tipo lo troverei inqualificabile e molto pericoloso. L’Associazione ha bisogno di ragazzi che se scoprono qualcosa che non va bene denuncino senza indugio.
E spero tanto che nessuno dei nuovi dirigenti fosse a conoscenza di tutto questo schifo altrimenti troverei altrettanto schifoso che nessuno di loro lo abbia denunciato, magari perché rischiava di essere coinvolto qualcuno di “loro”; ecco, se fosse così, hai voglia a parlare di etica, correttezza e trasparenza. Facile farlo quando la cosa non ti tocca direttamente (vedi situazione rimborsi), un po’ più difficile invece farlo quando rischi di toccare qualcuno di tuo, però questa si chiama coerenza con quello che hai promesso in campagna elettorale.
Solo così potremo sognare un’Associazione pulita, libera e trasparente, ed allora sì che si potrà parlare di Etica, Correttezza ed Umanizzazione come a qualcuno piace spesso dire.


365 giorni di applausi.
Analisi che delinea perfettamente una gestione molto dilettantistica di tutti i punti.
Concordo sul rimarcare la situazione voti truccati (e verbale falso del Comitato Nazionale annesso). Di quel tipo di dirigenti non ce ne facciamo proprio nulla.
Che pagina triste dell’associazione.
Mark1974
 
Messaggi: 349
Iscritto il: ven giu 08, 2012 8:57 am
Ha detto grazie: 1 volta
E'stato ringraziato : 12 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Riunito a Roma il Comitato Nazionale dell'AIA

Messaggioda The Pirate il dom giu 20, 2021 1:32 pm

Mark1974 ha scritto:
FinalFour ha scritto:
cambiamo ha scritto:Carino (è un eufemismo naturalmente) questo articolo trovato oggi.
Riassume un po' tristemente quasi tutti i problemi della nostra Associazione.
https://storiesport.it/indiscreto/arbitricaos/


Direi purtroppo quasi esaustivo, ahimè, per noi, ma andiamo con ordine

- Parto dal nome del papabile sostituto di Rizzoli. Dubito fortemente possa essere lui, non ha il curriculum adeguato per gestire un gruppo dove in molti hanno fatto almeno il doppio di ciò che ha fatto lui, e stiamo parlando di un gruppo che ha smesso di seguire Rizzoli, figuriamoci un arbitro qualunque che, a ricordi, non ha mai o quasi mai arbitrato un big match. Quindi lo escluderei, a meno che la politica forzi anche tutto ciò, ma si andrebbe a scontrare con una realtà che della politica interna aia ben poco gli importa e verrebbe immediatamente messo “spalle al muro” alla prima difficoltà; la Serie A non è la Serie d.

La cosa che deve far riflettere invece è la mancanza assoluta di una persona in grado di poter sostituire Rizzoli che, come gli altri, se sceglierà di andarsene lascia l’Associazione verso lidi dove gli possono offrire più soldi/sicurezza; e chi non lo farebbe? (Solo quelli a cui non gli vengono offerti…)

L’Aia si deve dare una svegliata perché non è possibile perdere arbitri arrivati ad un certo livello solo perché non può permettersi di tenerli perché non può garantire loro una sicurezza economica. In serie A e B arbitrare è un lavoro, che lo si voglia riconoscere o meno, ed è corretto che chi ha dovuto lasciare il lavoro per arbitrare e trova un’offerta migliore/più sicura, non ci pensi su 1’ in più e lasci la barca. Poi però l’Associazione è costretta a mettere i Gervasoni vari in Can perché Rocchi ha capito che lì dov’è non lo smuove più nessuno; e chi glielo fa fare?


- Settore Tecnico: trovo corretto sostituirlo per via di ciò che c’è in atto e che non mi permetto di giudicare in quanto non conosco minimamente la vicenda. Mi vengono i brividi invece pensare al possibile sostituto. Vorrebbe dire fare 10 passi indietro rispetto al recente passato. Staremo a vedere.

- Situazione rimborsi: Se i ragazzi hanno sbagliato è giusto che paghino, però attenzione a fare le cose correttamente perché da quello che ho saputo qualcuno ha fatto ricorso avverso la sospensione tecnica creando non pochi problemi ad una vicenda che già di per sé è delicata.

- Situazione voti can B: e qui la situazione è da tenere monitorata se non per il fatto che è interessata tutta la classe dirigenziale da poco uscita e qualcuno anche della nuova.
Ora, come ho detto sopra sui ragazzi coinvolti nella vicenda rimborsi, se hanno sbagliato è giusto che paghino. A maggior ragione dico che se i dirigenti hanno sbagliato, devono assolutamente pagare anche loro. E qui però è ancora più grave perché coloro i quali avrebbero dovuto assicurare trasparenza, correttezza, etica, lealtà sono venuti a mancare dei principi fondamentali della nostra Associazione e dello Sport in generale mancando di rispetto non solo ai ragazzi coinvolti, ma a tutti gli arbitri della nostra Associazione e, qualora venissero ritenuti colpevoli ritengo la cosa di una gravità inaudita proprio per il ruolo che ricoprivano in quel momento.
Sempre in merito a questa vicenda l’altra cosa che non riesco a capire è che, indipendentemente da chi abbia sbagliato, la cosa certa è che sembra che come associazione qualcuno abbia sbagliato. Perché non riconoscere una volta tanto l’errore e reintegrare i due ragazzi?
Io trovo che il riammetterli non sia segno di debolezza ma bensì di netto e forte taglio con il modus operandi del passato davanti ad una situazione che vomitevole è dir poco; il dubbio che mi viene è che non lo si voglia veramente mettere uno punto ad una gestione tecnica rivelatasi imbarazzante…
Ho sentito voci dire che alla fine non sono stati reintegrati, come invece doveva essere, perché la nuova governance è stata consigliata da qualche “esperto” in materia legale che avrebbe detto che si sarebbe creato un precedente molto scomodo; ed allora mi chiedo: Non è che si pensa già a modificare altri voti in futuro? (Ora sembra che ci si sia evoluti, si cambiano direttamente le regole in corsa…) Altrimenti non vedo come si possa ricreare una situazione simile…

- Situazione deroga dell’ultimo minuto: Anche qui non trovo parole. Davvero non capisco: al di là dell’etica di fare un cambio di regole a campionato finito e prima di aver deciso le dismissioni, come possano far accettare ad un collega che dovrà finire al posto di Calvarese una gestione del genere.
Vorrebbe dire aprire il portone ad un’altra serie di ricorsi, anche qui, con un valido fondamento, magari non per la “giustizia” sportiva (stendiamo un velo pietoso) ma sicuramente per quella ordinaria. E non biasimerei affatto i ragazzi che eventualmente dovessero farlo.
Stesso discorso del designatore, andrei piuttosto a vedere il perché ci si ritrova a dover fare una roba del genere (inguardabile). Dover tenere Calvarese, andando oltre a ciò che ci permette il regolamento, vista la direzione imbarazzante dell’ultima partita, che fino ad un paio di anni fa ha sempre vissuto tra la dismissione e la salvezza quindi mi sembra evidente che non si stia parlando di un Collina… Chissà come sono stati fatti i passaggi in tutti questi anni per trovarsi in una situazione simile.

La cosa, per finire, che mi lascia molto preoccupato, tornando alla storia dei voti cambiati, è che spero che questi ragazzi non siano diventati “scomodi” solo perché sono riusciti, con le prove, a dimostrare come funzionava il giochino, perché dare un esempio ai giovani arbitri di questo tipo lo troverei inqualificabile e molto pericoloso. L’Associazione ha bisogno di ragazzi che se scoprono qualcosa che non va bene denuncino senza indugio.
E spero tanto che nessuno dei nuovi dirigenti fosse a conoscenza di tutto questo schifo altrimenti troverei altrettanto schifoso che nessuno di loro lo abbia denunciato, magari perché rischiava di essere coinvolto qualcuno di “loro”; ecco, se fosse così, hai voglia a parlare di etica, correttezza e trasparenza. Facile farlo quando la cosa non ti tocca direttamente (vedi situazione rimborsi), un po’ più difficile invece farlo quando rischi di toccare qualcuno di tuo, però questa si chiama coerenza con quello che hai promesso in campagna elettorale.
Solo così potremo sognare un’Associazione pulita, libera e trasparente, ed allora sì che si potrà parlare di Etica, Correttezza ed Umanizzazione come a qualcuno piace spesso dire.


365 giorni di applausi.
Analisi che delinea perfettamente una gestione molto dilettantistica di tutti i punti.
Concordo sul rimarcare la situazione voti truccati (e verbale falso del Comitato Nazionale annesso). Di quel tipo di dirigenti non ce ne facciamo proprio nulla.
Che pagina triste dell’associazione.

Quel tipo di dirigenti a oggi sono dentro…prima facevano verbali ad hoc da soli e se li approvavano ora cambiano direttamente le NFOT….
Pagina tristissima…
The Pirate
 
Messaggi: 125
Iscritto il: gio apr 24, 2014 9:35 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 5 volte

PrecedenteProssimo


{ SIMILAR_TOPICS }

Roma - Atalanta primavera Forum: Casistica Autore: ZANIADIJESI Risposte: 5
Spezia-Roma Forum: Casistica Autore: Ajeje_Brazorf Risposte: 6
Roma-Lazio Forum: Casistica Autore: Zantaf Risposte: 18
Internazionali BNL Roma Forum: Sport Autore: Odoacre85 Risposte: 27
Inter-Roma Forum: Casistica Autore: NicoRizzo Risposte: 2

Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: 777, Tiago e 9 ospiti