Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carriera"

Tutto ciò che fa discutere sul mondo arbitrale

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda ATAF il ven mag 17, 2024 4:34 pm

cammello ha scritto:
ATAF ha scritto:Orsato è un grande. Ma.....è quello che ha telefonato a De Meo ricordando come ci si comporta, dopo che lo stesso De Meo aveva denunciato il comportamento di Puglisi nello spogliatoio durante il colloquio? Posso supporre che probabilmente il modo di fare al Nazionale sia sempre quello anche se cambiano le facce? Il mio timore e' che tutto cambi per non cambiare nulla.

La telefonata di cui parli è da parte del rappresentante degli arbitri in attività (per cui se ho da dire qualcosa ad un AA in organico prendo il cell e gli spiego come si vive nel mondo), diverso sarebbe l'operato se si trattasse di altro ruolo.

-- ven mag 17, 2024 3:22 pm --

marblearch ha scritto:L' AIA è usa obbedir tacendo. In genere. In questo caso la sollevazione è stata ampiamente maggioritaria (nella struttura eletta che è in carica) e ha portato ad un ricompattamento del vertice ( strumentale? sarà..ma di ricompattamento si tratta....).
Credo che i vertici federali ne siano consci.

Mi spieghi quale sarebbe la motivazione alla base del presunto "ricompattamento"? Mi aspetto una risposta seria e non la boutade "per il bene dell'associzione"

Quindi colpa di De Meo...ma certo!!
ATAF
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 529
Iscritto il: ven lug 15, 2011 4:44 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 30 volte
Sezione di: Bernalda
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda cammello il ven mag 17, 2024 4:49 pm

ATAF ha scritto:
cammello ha scritto:
ATAF ha scritto:Orsato è un grande. Ma.....è quello che ha telefonato a De Meo ricordando come ci si comporta, dopo che lo stesso De Meo aveva denunciato il comportamento di Puglisi nello spogliatoio durante il colloquio? Posso supporre che probabilmente il modo di fare al Nazionale sia sempre quello anche se cambiano le facce? Il mio timore e' che tutto cambi per non cambiare nulla.

La telefonata di cui parli è da parte del rappresentante degli arbitri in attività (per cui se ho da dire qualcosa ad un AA in organico prendo il cell e gli spiego come si vive nel mondo), diverso sarebbe l'operato se si trattasse di altro ruolo.

-- ven mag 17, 2024 3:22 pm --

marblearch ha scritto:L' AIA è usa obbedir tacendo. In genere. In questo caso la sollevazione è stata ampiamente maggioritaria (nella struttura eletta che è in carica) e ha portato ad un ricompattamento del vertice ( strumentale? sarà..ma di ricompattamento si tratta....).
Credo che i vertici federali ne siano consci.

Mi spieghi quale sarebbe la motivazione alla base del presunto "ricompattamento"? Mi aspetto una risposta seria e non la boutade "per il bene dell'associzione"

Quindi colpa di De Meo...ma certo!!

Dal mio punto di vista si. Se io fossi il rappresentante degli arbitri ed un mio collega registrasse di nascosto un colloquio con l'OT mi comporterei allo stesso modo. I toni non li conosciamo (a meno che mi sia perso anche questa registrazione), ma di certo non sarei molto flemmatico. E lo sarei anche in ambito lavorativo in egual misura.

-- ven mag 17, 2024 5:52 pm --

marblearch ha scritto:
cammello ha scritto:
marblearch ha scritto:bah, ognuno la pensi come vuole. Fatto sta che ora, obtorto collo, non si scambiano lettere d'amore, ma han compreso che divisi ti entrano dentro col coltello come nel burro (tardiva riflessione, comunque, colpa questa che non può essere dimenticata facilmente).

E da chi non è stato in grado di capire questo, alimentando verso l'esterno con i propri atti l'immagine di un'AIA spaccata, ritieni dignitoso ricandidarsi? li ritieni meritevoli di fiducia? Tu a questa gente daresti le chiavi di casa tua quando vai in vacanza?


E' stato un grave errore, che certamente pone grossi dubbi sulla adeguatezza della governance.

Scava e scava abbiam trovato qualcosa su cui la pensiamo allo stesso modo.
cammello
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1865
Iscritto il: dom giu 30, 2013 3:33 pm
Ha detto grazie: 65 volte
E'stato ringraziato : 118 volte
Qualifica: Osservatore
Categoria: Serie A

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda OldRef il mer lug 03, 2024 10:35 am

Parafrasando l'Aia attuale da Fantasia ("il Nulla dilaga..."):
https://www.youtube.com/watch?v=ojWMTJd88LI
spero che Orsato davvero non ci abbandoni ...

AIA, il futuro di Orsato è un rebus
Attualmente impegnato agli Europei in Germania, dove coltiva anche la chance di essere scelto da Rosetti per la finale, resta un rebus il futuro di Daniele Orsato. Sfumata l’ipotesi-designatore per il fischietto di Schio oltre a una posizione all’interno dell’AIA potrebbe esserci la possibilità di entrare direttamente nella UEFA, vista la grande considerazione di cui gode nell’ambiente- In molti avrebbero voluto inserire Orsato nella CAN C da subito o convincerlo a presentarsi per la presidenza dell’AIA alle elezioni che sarebbero dovute essere a novembre-dicembre. Ma ora i tempi si sono accorciati e Orsato sarebbe attratto da una carica nell’ambìto dell’UEFA. Una rielezione di Pacifici inizia a prendere quota con decisione.


Link:
https://sport.virgilio.it/l-aia-fa-fuor ... ato-869368
Avatar utente
OldRef
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1269
Iscritto il: dom feb 23, 2020 4:20 pm
Ha detto grazie: 125 volte
E'stato ringraziato : 121 volte
Sezione di: Rimini
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda liberaia il gio lug 11, 2024 11:10 am

Arbitri, Orsato e Gravina le nuove variabili nelle elezioni Aia. Il patto tra Pacifici e l’ala Trentalange tra interessi e tattica
MICHELE SPIEZIA
11 LUGLIO 2024
Gli accordi sulle conferme nelle commissioni e il colpo inferto al terzo polo. Il fischietto di Schio per ora perde forza nella corsa elettorale, i nuovi scenari e i riflessi della contesa in Figc


La variabile Orsato, e la variabile Gravina. Nel già precario, fragile e velenoso sistema arbitrale italiano si inseriscono di prepotenza due fattori che inevitabilmente influenzeranno la prossima volata per le elezioni Aia. Il fischietto di Schio ha appena concluso la carriera con l’esperienza all’Europeo in Germania e che molti si auguravano fosse celebrata con la designazione per la finale. Niente da fare, perché il designatore italiano dell’Uefa, Rosetti, ha puntato altrove: e così il fischietto veneto è tornato in Italia, pronto a uscire dai quadri Can per raggiunti limiti. Fuori dal campo, e fuori dai quadri dirigenziali, almeno per adesso: l’ultima poltrona rimasta ancora vacante è quella della presidenza dell’associazione italiana arbitri, perché tutti i posti nelle commissioni sono stati occupati, e lo saranno per due anni. Ufficialmente Orsato ha detto e ribadito di volersi prendere una lunga pausa, e di volersi dedicare alla famiglia. Resta in lizza per un incarico europeo, mentre non è un mistero che avesse voluto iniziare la carriera dirigenziale dedicandosi alla formazione arbitrale. Il suo nome aggrega, divide e spacca: nella volontà di puntare al suffragio universale (idea abortita) soffiata dal presidente federale Gravina c’è chi aveva visto il desiderio di puntare sull’elezione di Orsato sfruttandone l’appeal verso gli iscritti più che quello dei dirigenti arbitrali. Inoltre, su Orsato convergeva(no) le speranze di Zappi e Affinito, cioè i due esponenti del Comitato Nazionale che hanno formato il terzo polo per smarcarsi dalla presidenza Pacifici e dall’ala legata a Trentalange. Il progetto però ha ricevuto un sonoro colpo nel corso delle ultime settimane. Ultime settimane caratterizzate anche dall’ingloriosa e infausta eliminazione della Nazionale all’Europeo, dalle critiche piovute su Gravina e dalla mossa del presidente federale che ha anticipato la data delle elezioni federali. Da quasi due anni il numero uno di via Allegri ha calato un vistoso ombrello sulle vicende arbitrali, una sorta di commissariamento senza commissariamento passato tra pressioni, preferenze e stroncature. Il momento personale non è dei migliori, il presidente Pacifici e soprattutto il vice Zaroli resterebbero vicini alle sue posizioni ma lo scaltro Gravina sa bene che la posizione di Pacifici all’interno dell’Aia non è certo delle migliori e che Zaroli pare abbia perso credito un po’ tra tutte le schiere. Si aggiunga poi che l’ala che fa capo all’ex presidente Aia, Trentalange, non vede di buon occhio (eufemismo) il presidente federale e nemmeno il suo consigliere più vicino e ascoltato, e cioè l’avvocato Viglione. Dunque un quadretto frammentario e diviso in attesa che il puzzle elettorale mostri e incastri i suoi elementi.

In caduta paiono le quotazioni di Orsato alla presidenza Aia. Pacifici potrebbe ancora ricandidarsi. L’ala Trentalange potrebbe presentare un ventaglio di candidati (lo stesso Trentalange, il suo ex vice Baglioni o la marchigiana Katia Senesi che guida nel Comitato Aia l’ala di opposizione) per riuscire a riprendersi il vertice dell’associazione, sfuggitole dopo lo scandalo D’Onofrio. Il terzo polo troverà il modo di inserirsi nella contesa. Ipotesi, per ora, ipotesi in attesa di soluzioni. Intanto l’inizio del gran ballo è cominciato con le nomine nelle commissioni, nomine raggiunte dopo che accordi già raggiunti e definiti sono improvvisamente saltati rimpiazzati da altri raggiunti sotto forma di una pax momentanea e interessata, tra alcune delle parti in lotta. Tanto per fare un esempio, la nomina biennale alla Can di Rocchi ha liberato di un nome pesante il campo dei candidati alla presidenza: è il pupillo di Gravina, è vicino a Pacifici, e in questo frangente non sgradito all’ala Trentalange che così ha un avversario in meno.

Le nomine. Veti incrociati, tutti contro tutti, stallo totale. E così, alla fine, la montagna ha partorito solo il classico topolino. Tutto rimandato però, perché adesso la battaglia, anzi la guerra, si sposterà sull’asse più delicato, quello delle elezioni per la presidenza Aia e i nuovi componenti del Comitato Nazionale. Un processo che dovrà subire un’accelerazione, visto che il presidente federale Gravina ha anticipato le scadenze per l’elezione al soglio federale fissata al 4 novembre. E i destini dell’attuale numero uno di via Allegri, sempre più nell’angolo e sempre più in difficoltà, ormai anche plasticamente nel mirino dei vertici governativi politici e sportivi (Malagò e Abodi, ma anche Meloni), inevitabilmente influiranno anche sui destini elettorali del mondo arbitrale. Pressioni e preferenze sembrano destinate a sciogliersi a breve, mentre i vertici arbitrali affilano le armi. Del resto se il progetto di autonomia portato avanti dalla Lega A, e sponsorizzato dall’alto, acquista sempre più forza, è scontato che sia destinato a produrre effetti anche tra i fischietti. Per questo meglio restare al momento ancora tutti allineati e coperti, e prepararsi alla tornata decisiva, piuttosto che muovere già tutte le pedine adesso. Intanto, la nomina per due anni di Rocchi

Scacco matto. Intanto, uno scacco matto alle pretese del duo Zappi-Affinito, trasformatosi in terzo polo con la velleità di diventare il nuovo asse portante dell’Aia, è arrivato nella riunione del Comitato Nazionale che ha deciso le nomine delle commissioni, e delle presidenze dei comitati regionali. “Zappi voleva tutto e, come sempre accade, chi troppo vuole nulla stringe. L’asse tra Pacifici e l’ala Trentalange ha portato a casa un grande risultato. E in campagna elettorale conta molto. Adesso si penserà alle nuove scadenze e soprattutto ai posizionamenti elettorali. E allora…”. Le parole di un qualificatissimo esponente arbitrale descrivono le quarantotto ore trascorse subito prima e subito dopo l’ultimo comitato nazionale, ed aprono a nuovi scenari. L’estate promette di essere caldissima, prima della (breve) volata autunnale.

Doveva essere un’altra riunione dai lunghi coltelli quella della settimana scorsa, eppure e invece la questione nomine si è risolta in pochi minuti con la conferma di tutti gli attuali responsabili, Rocchi (Can), Ciampi (Can C), Pizzi (Can D), Tozzi (Con Pro), Gaggero (Con Dil). Conferma integrale anche nel mondo del calcio a 5 con Galante (Can 5 Elite), Falvo (Can 5) e Scarpelli (Con 5).Dopo una nottata quasi drammatica, nel corso della quale pare che il presidente Carlo Pacifici fosse stato sul punto anche di dimettersi, alla fine è prevalsa la “responsabilità istituzionale”: tutto congelato, tutti confermati e appuntamento per la resa dei conti alle prossime elezioni autunnali. Lo status quo è stata quindi ritenuta la scelta migliore, non però senza qualche mal di pancia, anche perché tutti i “tecnici” nominati resteranno in carica per due anni e gestiranno gli arbitri, assistenti e osservatori nazionali e regionali esercitando comunque un forte peso politico.

L’accordo. Il passo decisivo verso la soluzione sembra sia stato fatto dai quattro componenti vicini a Trentalange (Senesi, Marconi, Mazzaferro e Camiciottoli) a cui il presidente Pacifici e, obtorto collo, anche il suo vice Zaroli, avrebbero chiesto e ottenuto l’appoggio per non rischiare di precipitare nel burrone, perché l’intransigenza del “terzo polo” sulla conferma di Maurizio Ciampi alla guida della Can C non sembrava arretrare, fondandosi sulla contestazione di alcune anomalie di gestione. Ma, senza la conferma di Ciampi, per Pacifici sarebbe stata una Caporetto impossibile da accettare, e allora via agli accordi notturni. E qui, si è arrivati al punto di svolta: Pacifici e i quattro dell’ex minoranza (che, non senza sorpresa, sulle nomine è diventata maggioranza) hanno stretto l’accordo, di fatto mettendo in fuorigioco il veneto Zappi e il campano Affinito che hanno così dovuto ammainare bandiera e riporre nel cassetto le velleità di Stefano Braschi e Marcello Ambrosino di assumere la guida della Can C al posto del designatore romano che guiderà così la serie C anche per il prossimo biennio.

La nota. Subito dopo la riunione, con una nota diffusa a tutti i presidenti di sezione, gli stessi Zappi ed Affinito (a cui si è aggiunto anche il calabrese Archinà) esprimevano rammarico per il congelamento delle nomine e per la chiusura del presidente Pacifici alla possibile discesa in campo di candidati (oltre a Stefano Braschi, anche l’ex internazionale trentino del calcio a 5, Alessandro Malfer) e, soprattutto, di Daniele Orsato, l’arbitro di Schio al quale, dicono alcuni bene informati, non sarebbe mai stata avanzata da Pacifici alcuna concreta proposta per assumere incarichi tecnici di vertice, e pure da questo sarebbe derivato il forte nervosismo del terzo polo. Come pare risulterebbe da stralci delle dichiarazioni degli stessi protagonisti e che continuano a circolare anche in queste ore, Zappi avrebbe chiesto a Pacifici di dimostrare formalmente una proposta che non sarebbe mai arrivata a Orsato e, prima di arrivare a Ciampi, di sondare anche le disponibilità di Gervasoni, Braschi e Trefoloni chiedendo una sospensione tecnica dei lavori. Niente da fare però, l’accordo politico siglato con Trentalange e Baglioni e avanzato da Pacifici e Zaroli per la loro sopravvivenza era già stato stipulato, un accordo che, raccontano i bene informati, potrebbe tuttavia ora trasformarsi in un abbraccio mortale per Pacifici e Zaroli stessi. Ad Antonio Damato è andata la conduzione del Settore Tecnico e pare che sulla nomina del pugliese vi sia stata una certa opera di moral suasion di Gianluca Rocchi che così ha dato una mano a Pacifici e Zaroli per coprire il buco aperto dal dimissionario Matteo Trefoloni, liberandosi al contempo di un collaboratore mai troppo amato.
liberaia
 
Messaggi: 74
Iscritto il: lun lug 04, 2022 2:22 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 0 volte
Sezione di: Avellino
Qualifica: Assistente
Categoria: Eccellenza

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda mercarte il gio lug 11, 2024 11:26 am

A Michele Spiezia va riconosciuta l'abilità di riempire pagine di articoli ripetendo sempre le stesse cose e spacciandole per nuove.
mercarte
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 2578
Iscritto il: mer set 12, 2007 4:01 pm
Ha detto grazie: 42 volte
E'stato ringraziato : 126 volte
Qualifica: Arbitro

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda OldRef il gio lug 11, 2024 4:35 pm

Link https://storiesport.it/indiscreto/arbit ... e-tattica/

Anche se fosse vero solo la metà di quello che qui si legge tutti noi a mio parere dovremmo inorridire di fronte a tutto questo marciume, dall'ostracismo verso Orsato ai viscidi accordi tra le tante mezze tacche citate nell'articolo.

Ed invece il nulla, tutto andrà avanti come se nulla fosse, è davvero incredibile constatare il livello attuale pietoso della nostra Associazione.

Io non conto nulla, ma nel mio piccolo sto pensando davvero di uscire, cosa volete che impegni tutte le domeniche, o quasi, a vedere dei ragazzi per cercare di fare ciò che posso per la loro crescita quando l'Aia di oggi è questo schifo qui ?

Ma che esempi diamo ai nostri giovani ? Così hanno ragione i tanti, e ne conosco diversi, che finito di fischiare o sbandierare se ne vanno ...

Che delusione, io non ho fatto carriera ma mi sono sempre divertito da ragazzo nel vivere sezione/regione anche dirigendo dai 18 ai 45 anni sui campi locali quasi 1000 gare dalle giovanili all'eccellenza anche perché vedevo nell'Aia un mondo pulito onesto perbene, pensate che razza di idiota sono, oramai siamo una associazione a delinquere di stampo arbitrale.

Che schifo, che delusione.
Avatar utente
OldRef
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1269
Iscritto il: dom feb 23, 2020 4:20 pm
Ha detto grazie: 125 volte
E'stato ringraziato : 121 volte
Sezione di: Rimini
Qualifica: Osservatore
Categoria: Giovanissimi

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda pecosbill il gio lug 11, 2024 5:11 pm

Non concordo. Prima di divenire "associazione a delinquere di stampo arbitrale" (non prevista dal codice penale...) c'è tutto il tempo e, soprattutto, tante di quelle brave persone per evitarlo.
pecosbill
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 1393
Iscritto il: sab mar 24, 2012 3:22 pm
Ha detto grazie: 182 volte
E'stato ringraziato : 247 volte

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda varruzza il gio lug 11, 2024 5:32 pm

OldRef ha scritto:Link https://storiesport.it/indiscreto/arbit ... e-tattica/

Anche se fosse vero solo la metà di quello che qui si legge tutti noi a mio parere dovremmo inorridire di fronte a tutto questo marciume, dall'ostracismo verso Orsato ai viscidi accordi tra le tante mezze tacche citate nell'articolo.

Ed invece il nulla, tutto andrà avanti come se nulla fosse, è davvero incredibile constatare il livello attuale pietoso della nostra Associazione.

Io non conto nulla, ma nel mio piccolo sto pensando davvero di uscire, cosa volete che impegni tutte le domeniche, o quasi, a vedere dei ragazzi per cercare di fare ciò che posso per la loro crescita quando l'Aia di oggi è questo schifo qui ?

Ma che esempi diamo ai nostri giovani ? Così hanno ragione i tanti, e ne conosco diversi, che finito di fischiare o sbandierare se ne vanno ...

Che delusione, io non ho fatto carriera ma mi sono sempre divertito da ragazzo nel vivere sezione/regione anche dirigendo dai 18 ai 45 anni sui campi locali quasi 1000 gare dalle giovanili all'eccellenza anche perché vedevo nell'Aia un mondo pulito onesto perbene, pensate che razza di idiota sono, oramai siamo una associazione a delinquere di stampo arbitrale.

Che schifo, che delusione.


Pensare da politico all'interno di un associazione che dovrebbe essere esclusivamente tecnica è da voltastomaco (per non dire altro).
E proprio il presidente a più volte ripetuto di non voler un'associazione politica.
Spero che i ben pensanti votanti alle prossime elezioni spingano giù dalla Torre questa gente perché a loro di violenza, di entrare allo stadio, di rimborsi, di aggregazione, di crescita tecnica non frega un c***o. Quello è un problema delle Sezioni che DEVONO Vedere come fare senza soldi, senza soddisfazioni e senza meriti.
varruzza
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 653
Iscritto il: mer dic 05, 2012 9:37 am
Ha detto grazie: 3 volte
E'stato ringraziato : 24 volte
Sezione di: Agrigento
Qualifica: Osservatore

Re: Daniele Orsato:"Dopo gli Europei si chiude la mia carrie

Messaggioda ATAF il gio lug 11, 2024 8:23 pm

Il problema non è Pacifici, persona onesta e perbene e che ho conosciuto bene perché mio Ot sia in Cai che in CanD, ma dell' entourage. Addirittura siamo arrivati al terzo polo...ma per cosa? L' AiA è una...OLd se ti dimettessi sarebbe un peccato, non dargliela vinta.
ATAF
Fischietto di bronzo
 
Messaggi: 529
Iscritto il: ven lug 15, 2011 4:44 pm
Ha detto grazie: 0 volte
E'stato ringraziato : 30 volte
Sezione di: Bernalda
Qualifica: Osservatore
Categoria: Eccellenza

Precedente


{ SIMILAR_TOPICS }


Torna a Notizie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti