Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Quello che hai vissuto, in campo e fuori...

Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda redcarpet il gio giu 21, 2018 3:08 pm

Salve.
Ho già aperto una serie di discussioni. Ne avrei un'altra sperando di approfittare della vostra competenza ed esperienza,e poi chiudo per oggi.

Volevo sapere come giudicare l'operato dell'arbitro in una gara di prima categoria. A 50 metri alle spalle dell'arbitro mentre si stava per battere un calcio di punizione, quindi a gioco fermo, un calciatore e un assistente di parte della squadra avversaria iniziano a discutere. L'assistente entra in campo e spinge il calciatore con una mano all'altezza della spalla e il calciatore reagisce spingendo l'assistente all'altezza del petto. Quando l'arbitro si accorge di quello che sta accadendo è già scoppiato un capannello con 5-6 giocatori coinvolti che discutono animosamente. L'arbitro corre verso di loro. Mentre corre (verso l'assistente di parte e gli altri)alle sue spalle scoppia un'altra discussione ed i calciatori danno vita ad un altro capannello in cui si nota che due calciatori si spintonano e sicuramente non se le mandano a dire circondati da altri 7-8 giocatori. Anche in questo caso l'arbitro avendoli alle spalle e lontani da lui si accorge in ritardo di questo secondo capannello praticamente quando arriva dove era accaduto il primo capannello (dove la situazione era rientrata).
Quindi l'arbitro ha perso i fatti accaduti in entrambe le mass confrontation (come dicono quelli bravi). A quel punto in un clima a dir poco elettrico, di guerriglia oserei dire l'arbitro espelle entrambi i capitani delle 2 squadre (che non erano direttamente coinvolti in prima persona nel marasma) che al momento del provvedimento disciplinare impazziscono e vogliono conto e ragione e solo l'intervento di un dirigente evita il peggio. L'arbitro spiega che essendo i capitani solo loro i responsabili dei loro compagni e che li ritiene responsabili di quanto accaduto: tradotto non ha visto niente ma sa che serve un messaggio ai calciatori e che quello che è accaduto è una situazione inaccettabile.

Come è valutabile l'operato dell'arbitro? Dare rosso ai due capitani, se vogliamo ingiustamente, non rischia di peggiorare le cose. I 2 capitani sono responsabili di tutta la squadra e dell'operato dei compagni ma vedersi sventolare il rosso per colpe non direttamente imputabili a loro può fare impazzire un calciatore e non lo trovo granchè giusto. Secondo voi ci può stare?
redcarpet
 
Messaggi: 28
Iscritto il: lun set 18, 2017 2:27 pm
Ha detto grazie: 2 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda quagliabella il ven giu 22, 2018 5:47 am

che ha sbagliato. se il/i capitano/i non ha fatto nulla, perchè l'espulsione?

-- ven giu 22, 2018 7:11 am --

comunque in questi episodi di "mass confrontation" io consiglio sempre la "decimazione" (scusate se uso questo termine che nelle prima guerra mondiale significava la fucilazione di un soldato ogni dieci se rifiutavano di andare all'assalto); un bella coppia (minimo) di cartellini rossi per raffreddare gli animi. in una mischia due che si sono messi, anche non violentemente, le mani addosso si trovano sempre. se poi si ha l'abilità di beccare i più rompixxxxx tanto di guadagnato. consiglio di evitare doppi gialli col rischio di beccare uno magari già ammonito. tutte le volte che ho visto fare così all'arbitro la partita è andata in malora. meglio andare avanti a pari numero, se ci danno l'opportunità, cogliamola.
quagliabella
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 267 volte
E'stato ringraziato : 100 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda redcarpet il ven giu 22, 2018 10:00 am

Il discorso è che l'arbitro non ha visto niente: ha percepito/capito che è successo casino ma non ha colto anche per sfortuna i colpevoli e allora ha scelto di espellere i rappresentanti delle due squadre in quanto sono responsabili anche dei compagni. Da un capannello di solito si deve uscire ALMENO con un giallo a testa cercando di non beccare quello ammonito. Ma mi interessava sapere come gestire le mass confrontation in cui si è percepito che è successo casino ma non si è visti i colpevoli cosa frequente o perlomeno possibile (è capitato anche a me) fino alla prima categoria quando si è soli. Quando capitò a me in terza categoria nel recupero 70 metri alle mie spalle due giocatori a quanto pare si presero a cazzotti ma io non vidi niente e non ho potuto fare che allontanare i due assistenti che erano entrati in campo. Invece questo arbitro non ha visto niente ma nonostante ciò ha espulso i capitani: sarebbe interessante anche il parere di un osservatore.
redcarpet
 
Messaggi: 28
Iscritto il: lun set 18, 2017 2:27 pm
Ha detto grazie: 2 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda quagliabella il ven giu 29, 2018 11:48 am

redcarpet ha scritto:Il discorso è che l'arbitro non ha visto niente: ha percepito/capito che è successo casino ma non ha colto anche per sfortuna i colpevoli e allora ha scelto di espellere i rappresentanti delle due squadre in quanto sono responsabili anche dei compagni. Da un capannello di solito si deve uscire ALMENO con un giallo a testa cercando di non beccare quello ammonito. Ma mi interessava sapere come gestire le mass confrontation in cui si è percepito che è successo casino ma non si è visti i colpevoli cosa frequente o perlomeno possibile (è capitato anche a me) fino alla prima categoria quando si è soli. Quando capitò a me in terza categoria nel recupero 70 metri alle mie spalle due giocatori a quanto pare si presero a cazzotti ma io non vidi niente e non ho potuto fare che allontanare i due assistenti che erano entrati in campo. Invece questo arbitro non ha visto niente ma nonostante ciò ha espulso i capitani: sarebbe interessante anche il parere di un osservatore.

io SONO un osservatore e confermo quanto detto. sbagliato espellere i due capitani se non erano rei di nulla. sorprendente pensare che con DUE capannelli non riesca a mandare via neanche una coppia. lo giudicherei molto negativamente con la certezza che dopo i giocatori lo avrebbero rifatto.
quagliabella
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 267 volte
E'stato ringraziato : 100 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda redcarpet il lun lug 09, 2018 5:31 pm

grazie della risposta.

Quindi secondo lei nella fattispecie, assodato che l'arbitro ha delle colpe perchè non ha colto i "colpevoli" nelle due mass, l'arbitro non avrebbe dovuto prendere provvedimento alcuno?

Anche se le espulsioni non sono "ortodosse" la partita poi si è calmata. Magari se non le avesse fatte sarebbe continuato il macello.
redcarpet
 
Messaggi: 28
Iscritto il: lun set 18, 2017 2:27 pm
Ha detto grazie: 2 volte
E'stato ringraziato : 1 volta

Re: Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda quagliabella il mar lug 10, 2018 6:50 am

redcarpet ha scritto:grazie della risposta.

Quindi secondo lei nella fattispecie, assodato che l'arbitro ha delle colpe perchè non ha colto i "colpevoli" nelle due mass, l'arbitro non avrebbe dovuto prendere provvedimento alcuno?

Anche se le espulsioni non sono "ortodosse" la partita poi si è calmata. Magari se non le avesse fatte sarebbe continuato il macello.

magari non darmi del lei, siamo tutti arbitri... dico solo che non è stato giusto (e forse addirittura al limite dal dare adito di rifare la gara, in caso di ricorso) espellere i capitani per i quali la colpa "collettiva" vale solo in altri casi ben codificati). il fatto che poi la gara sia andata bene lo giudico ininfluente dal lato del giudizio sulla gestione degli episodi. NB poi come può aver motivato, sul rapporto di gara, le due espulsioni? Perchè, è ovvio sottolinearlo, la motivazione deve essere congrua in relazione al provvedimento disciplinare.
quagliabella
Fischietto d'argento
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: ven mar 09, 2012 3:54 pm
Ha detto grazie: 267 volte
E'stato ringraziato : 100 volte
Sezione di: Genova
Qualifica: Osservatore
Categoria: Seconda

Re: Gestione sui generis di una doppia mass confrontation

Messaggioda redcarpet il mar lug 10, 2018 8:18 am

quagliabella ha scritto:
redcarpet ha scritto:grazie della risposta.

Quindi secondo lei nella fattispecie, assodato che l'arbitro ha delle colpe perchè non ha colto i "colpevoli" nelle due mass, l'arbitro non avrebbe dovuto prendere provvedimento alcuno?

Anche se le espulsioni non sono "ortodosse" la partita poi si è calmata. Magari se non le avesse fatte sarebbe continuato il macello.

magari non darmi del lei, siamo tutti arbitri... dico solo che non è stato giusto (e forse addirittura al limite dal dare adito di rifare la gara, in caso di ricorso) espellere i capitani per i quali la colpa "collettiva" vale solo in altri casi ben codificati). il fatto che poi la gara sia andata bene lo giudico ininfluente dal lato del giudizio sulla gestione degli episodi. NB poi come può aver motivato, sul rapporto di gara, le due espulsioni? Perchè, è ovvio sottolinearlo, la motivazione deve essere congrua in relazione al provvedimento disciplinare.

OK, l'operato di questo arbitro è al di fuori del regolamento quindi le decisioni nella fattispecie non trovando riscontro regolamentare sono errate. Anche se sono dell'idea che se non avesse preso quella decisione avrebbe perso completamente la gara e avrebbe avuto una valutazione negativa per non avere preso decisioni nelle mass confrontation e perchè la partita non si sarebbe calmata e avrebbe sicuramente fatto fatica a gestirla dopo. In questo modo invece ha riportato la calma e in fase di colloquio con l'osservatore ha detto che i due erano rei di condotta violenta, con quel parapiglia l'osservatore non ha potuto smentirlo con certezza. Ad esempio io ho saputo della motivazione delle espulsioni solo perchè conosco il capitano di una delle due squadre e l'arbitro in questione ma dall'alto non si è colto se le decisioni erano motivate o immotivate. QUindi anche se errata è stata una scelta furba dal punto di vista gestionale anche se capisco totalmente infondata ed errata dal punto di vista regolamentare. Dal punto di vista gestionale credo abbia avuto ragione lui.
redcarpet
 
Messaggi: 28
Iscritto il: lun set 18, 2017 2:27 pm
Ha detto grazie: 2 volte
E'stato ringraziato : 1 volta



{ SIMILAR_TOPICS }


Regole del forum
E' vietato parlare delle gare dirette prima che il Giudice Sportivo abbia deliberato.
In seguito alle delibere del Giudice Sportivo, parlare delle proprie partite è liberamente consentito, purché non si faccia alcun riferimento alla valutazione del comportamento tecnico e disciplinare dei singoli tesserati;

Torna a Esperienze Personali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron